22 Giugno 2021

Hsl Derthona-Saluzzo Serie D: traversa di Zerbo, poi De Marino abbassa la saracinesca, 0-0 come all’anadata

Le più lette

Ac Leon-Lumezzane Eccellenza, la gioia di Motta: «Abbiamo disputato la gara dei miei sogni»

Al termine dello spareggio valido per la promozione in Serie D tra Lumezzane e Ac Leon i tecnici parlano...

Il Città di Varese sbarca nel calcio femminile, trovato l’accordo con il Ceresium Bisustum del Presidente Marco Basilico

Grande novità in vista della prossima stagione per quanto riguarda il calcio femminile: il Città di Varese sbarca ufficialmente...

Pro Eureka-Borgaro Eccellenza: Orofino incontenibile, Cacciatore affonda la Pro Eureka

Il modo migliore per chiudere una stagione che, in un modo o nell’altro, verrà ricordata positivamente. Pro Eureka e...

Termina 0-0 lo scontro salvezza tra HSL Derthona e Saluzzo, stesso risultato della gara d’andata. Una partita dominata dai padroni di casa, reduci dalla vittoria in terra ligure in casa della Lavagnese. La squadra di Giovanni Zichella ha creato tanto, è mancato quel guizzo in più per segnare il gol della vittoria. I granata di Riccardo Boschetto, a secco di vittorie dal 24 febbraio (1-0 interno con il Casale) e al quarto pareggio consecutivo in campionato, devono ringraziare il loro portiere, Simone De Marino, classe 2000, che si è reso protagonista di una prestazione fuori dal comune, caratterizzata da parate di altissimo livello, e immolatosi alla fine del secondo tempo, rimediando l’espulsione per un’uscita disperata fuori dalla propria area di rigore.

Dominio Derthona. Primo tempo dove i leoni hanno fatto vedere tutto il loro potenziale in fase offensiva, ma che però non è stato sufficiente a superare De Marino. La prima occasione importante è stata al 18′, quando Gabriele Zerbo ha scheggiato l’incrocio dei pali: il numero 7 di casa riceve palla da una sponda del suo compagno Michele Spoto, e dal limite dell’area lascia partire un tiro di mancino che becca in pieno la traversa e poi finisce fuori, a portiere completamente battuto. Un’altra occasione per l’HSL Derthona è quella avvenuta al 25′, questa volta è Spoto a non centrare il bersaglio: dopo una lunga progressione, Matteo Brumat entra in area e lascia partire un cross pennellato per la testa del numero 10, che però sbaglia clamorosamente davanti all’estremo difensore granata mettendo la palla sul lato esterno della porta.

Fa tutto De Marino. Il protagonista assoluto del match è stato sicuramente Simone De Marino, portiere del Saluzzo che ha salvato in più occasioni il risultato e ha fatto ottenere ai suoi un pareggio che, per come si era messa la partita, vale oro. Una parata particolarmente difficile è quella effettuata al 17′ del secondo tempo: Jacopo Lipani recupera un ottimo pallone nella propria zona offensiva di campo e pesca in mezzo Gabriele Zerbo, che a botta sicura calcia al volo il pallone che però viene mandato in calcio d’angolo dal numero 1 granata con un intervento sensazionale. De Marino si è reso ancora protagonista, questa volta in negativo, con un’uscita forse avventata (dato che la difesa granata avrebbe potuto recuperare) su Ousmane Gueye, che approfitta di un passaggio sbagliato di un difensore ospite. De Marino è costretto all’intervento di mano fuori area che gli è costato l’espulsione diretta, quando ormai mancavano pochi secondi al fischio finale. Ultima occasione del match che dunque è sui piedi di Gabriele Zerbo, che dal limite dell’area calcia la punizione che supera la barriera e la porta, lasciando quindi il risultato sullo 0-0.

IL TABELLINO

HSL DERTHONA-SALUZZO 0-0
HSL DERTHONA (4-2-3-1): Teti 6.5, Brumat 6, Gualtieri 5.5, Gjura 6, Emiliano 6.5, Kanté 6 (25′ st Mingiano 5.5), Zerbo 7, Lipani 6.5 (46′ st Nsingi sv), Varela 6 (12′ st Gueye 6.5), Spoto 5.5 (33′ st Andriolo 6), Manasiev 7. A disp. Rosti, Cattaneo, Tordini, Magnè, De Simone. All. Zichella 6.5.
SALUZZO (3-4-3): De Marino 7, Bedino 6, Serino 6, Caldarola 6, Carli 6, Ssoumahoro 6.5 (43′ st Clerici N. sv, 50′ st Busano sv), Tosi 5.5 (24′ st Mazzafera 6), Maugeri 6, Carrer 5 (35′ st Gaboardi 6), Sardo 7 (29′ st Gonella 6), Barale 6.5. A disp. Arkaxhiu, Clerici S., Serra, Mancuso. All. Boschetto 6.
ARBITRO: Gai di Carbonia 6.5.
COLLABORATORI: Anedda di Cagliari e Spizuoco di Cagliari.
AMMONITI: 24′ Maugeri (S), 40′ Manasiev (H), 40′ st Mingiano (H), 49′ st Carli (S).
ESPULSO: 49′ st De Marino (S).

LE PAGELLE

HSL DERTHONA
Teti 6.5 Concentrato per tutto il match, viene chiamato in causa poche volte, ma in quelle occasioni, si fa trovare pronto, salvando anche una palla sulla linea di porta.
Brumat 6 Copre molto bene sulla fascia destra e si rende particolarmente pericoloso anche in fase offensiva con numerose sovrapposizioni.
Gualtieri 5.5 In difficoltà per tutta la gara, non riesce mai ad arginare le manovre offensive di Luca Sardo.
Gjura 6 Molto attento in difesa, insieme al compagno di reparto Samuele Emiliano crea una diga difficile da buttare giù.
Emiliano 6.5 Stesso discorso di Gjura; copre bene e non si lascia mai saltare dagli attaccanti avversari.
Kanté 6 Assente a centrocampo, lascia da solo Jacopo Lipani, che non riesce ad avere la meglio in quella zona del campo.
25′ st Mingiano 5.5 Non entra nei migliore dei modi, un po’ nervoso, come dimostra l’ammonizione inutile presa al quarantesimo.
Zerbo 7 Il più attivo dei suoi, colpisce una traversa nel primo tempo e sfiora il gol nella seconda frazione di gioco, ma il tutto viene vanificato dall’ottimo intervento di De Marino
Lipani 6.5 Inizia con molta sicurezza e padronanza, ma poi va a perdersi complice anche “l’assenza” di Kanté. (46′ st Nsingi sv)
Varela 6 Un po’ opaco, no ha creato tanto, ma comunque la sufficienza la porta a casa.
12′ st Gueye 6.5 Entra come prima punta e fa valere la sua fisicità, ed è complice nell’espulsione di De Marino.
Spoto 5.5 Si mangia un gol importante che poteva regalare la vittoria ai suoi compagni, che invece si devono accontentare di un pareggio.
33′ st Andriolo 6 Sfrutta bene i minuti che gli vengono concessi da Zinchella, conquistando una buona sufficienza.
Manasiev 7 Molto attivo nel secondo tempo con due occasioni che non vanno a buon fine: una termina alta, l’altra viene murata.
All. Zichella 6.5 Prepara molto bene la partita, i suoi la interpretano magnificamente, ma non riescono andare oltre il pareggio.

SALUZZO
De Marino 7 Il vero protagonista del match, salva il risultato in più occasioni, ma si fa espellere all’ultimo procurando un brivido finale ai suoi.
Bedino 6 Fa il suo in fase difensiva, meno in attacco in quanto la sua squadra ha prodotto poche palle gol.
Serino 6 Grande personalità, copre bene il tiro di Menasiev che si pianta sulla sua gamba.
Caldarola 6 Copre abbastanza bene in difesa, nonostante le numerose occasioni create dai padroni di casa.
Carli 6 Insieme a Serino e Caldarola tiene botta e alla fine la sua squadra guadagna un buon pareggio.
Ssoumahoro 6.5 Grande eleganza a centrocampo, dove primeggia su Lipani e Kanté, che si dimostrano nettamente inferiori al talentino granata. (43′ st Clerici N. sv, 50′ st Busano)
Tosi 5.5 Assente in attacco, non produce niente di buono, e non si fa mai vedere per i compagni.
24′ st Mazzafera 6 Entra discretamente bene, fa una partita regolare senza troppe sbavature.
Maugeri 6 Buona partita a centrocampo, supporta il suo compagno di reparto con una prestazione di sostanza.
Carrer 5 Il peggiore dei suoi, sbaglia tanto, commette diversi errori e si fa vedere poco in attacco.
35′ st Gaboardi 6 Sostituisce Carrer, e lo fa bene, senza sbagliare e senza commettere errori.
Sardo 7 Dotato di una grande tecnica, è il più attivo tra i suoi, ci prova continuamente impensierendo alcune volte il l’estremo difensore avversario.
29′ st Gonella 6 Sfrutta bene i minuti a disposizione con una buona prestazione.
Barale 6.5 Fa continuamente avanti e indietro sulla fascia destra, e si dimostra ottimo sia in fase offensiva che in fase offensiva.
All. Boschetto 6 Non una grande partita da parte della sua squadra, che però ottiene un pareggio che vuol dire tanto per come si era messa la partita.

ARBITRO: Gai di Carbonia 6.5 Fischia bene e dirige ottimamente la gara, distribuendo correttamente i cartellini nell’arco della partita, giusto il rosso a De Marino.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli