25 Febbraio 2021

I capitani Magné e Cintoi presentano il derby HSL Derthona – Casale

Le più lette

Concorezzese Under 17, parla il tecnico Matteo Rivolta: «Sono ambizioso, puntiamo a ripetere l’impresa della scorsa stagione»

Matteo Rivolta ha solo 22 anni, ma un sogno da giornalista sportivo e una carriera come allenatore di tutto...

Piacenza-Lecco Serie C: Irrompe Merli Sala, le Aquile riscattano il ko dell’andata

Con un'incursione di Merli Sala su azione di corner,  il Lecco di D'Agostino "vendica" il pesante 2-4 a favore...

Giana Erminio-Pro Sesto Primavera 3: debutto da sogno per Scavo, rimpianti Giana

Fare trenta e non fare trentuno: quello che è mancato alla Giana è riuscito alla Pro Sesto e il...

È tempo di derby. E che derby! Domani alle 14:30 al Coppi di Tortona andrà in scena un HSL Derthona – Casale che ha il sapore di un calcio antico, un calcio glorioso, quello di quando il Piemonte poteva contare numerose squadre (Novara, Pro Vercelli, Casale, Alessandria, Acqui, Derthona, Novese e molte altre) nell’Olimpo del calcio italiani. Basti pensare che quello che si disputerà domani tra leoni e nerostellati, sarà il derby “più basso” tra le due società mai disputato (2 gare in Serie B, 6 in Serie C, 2 in Serie C1, 8 in Serie C2). Considerando che Derthona e Casale sono due piazze tra le più calde d’Italia a livello dilettantistico, a rendere lo scenario più strano sarà l’ovvia assenza di tifosi sulle tribune del Coppi.

La storia è utile per assaporare il presente e per fare da sfondo a questo recupero dell’8ª giornata del Girone A di Serie D che però ha un significato contingente e altrettanto importante.

Danny Magnè, capitano dell'HSL Derthona
Danny Magnè, capitano dell’HSL Derthona

A fare gli onori di casa ci sarà un Hsl Derthona che, vincendo con il Borgosesia, sembra essere tornato su quella retta via che a inizio stagione ha rubato applausi a tutta l’opinione pubblica. «Siamo arrivati da un periodo difficile: un po’ di infortuni, un po’ le squadre attrezzate, … è stato un momento difficile – commenta il capitano dell’HSL Derthona, Danny Magné – Con il Borgosesia abbiamo trovato una risposta importante e abbiamo dimostrato quanto ci tenessimo a rialzarci, così come nel pareggio a Bra».
Nella sfida di domenica coi granata valsesiani proprio il capitano tortonese si è reso protagonista, insieme a Gueye e i suoi due eurogol, per una prestazione completa, nel bene e nel male. Gol del momentaneo 2-1 e rosso nel finale per doppio giallo che avrebbe potuto compromettere la presenza nel derby. «Non mi sono fatto mancare niente. Chiaramente mi spiace aver macchiato una prestazione così, anche perché sono tornato a segnare ed era un bel po’ che non lo facevo. L’arbitro avrebbe forse potuto vedere meglio, ma tant’è. Per fortuna il comunicato dovrebbe uscire giovedì ed essendo un recupero posso giocarmi il derby. Altrimenti sarebbe stata una mazzata». Un derby senza capitano sarebbe stato diverso, specie se quel capitano, specie se Danny Magné, è stato un protagonista della risalita vertiginosa dei leoni bianconeri dalla Promozione all’Interregionale: «Si è partiti quasi dal niente e piano piano i risultati si sono susseguiti. Non è stato semplice, perché non lo è mai, ma è stato bellissimo e ora ci gustiamo questa stagione da neopromossa con comunque uno staff, un mister, una dirigenza che stanno facendo tutto benissimo e non ci fanno mancare niente».

Ora però è tempo di derby e checché se ne dica vale più dei canonici tre punti: «È sempre speciale e vale di più. Noi prepariamo tutte le partite per sfruttare i nostri punti forti e le debolezze di squadre che sono comunque tutte ostiche. Il Casale è una squadra forte, con ottimi giocatori di categoria. Sicuramente ha pagato una partenza difficile, ma rimane una squadra difficile da affrontare, ma ci giocheremo le nostre carte anche per i tifosi. Ci sono sempre stati vicino indipendentemente dal fatto che gli spalti siano chiusi. Li sentiamo in privato o vengono fuori dallo stadio e ci chiedono di giocare questa partita meglio di quanto non facciamo di solito».

Il Capitano del Casale, Nicola Cintoi
Il Capitano del Casale, Nicola Cintoi

Chi vede il derby con un occhio di riguardo è anche il capitano del Casale, Nicola Cintoi, al suo quinto anno in nerostellato e, come tutti, al suo primo derby con l’HSL Derthona. «Arrivano dall’entusiasmo di una promozione e di solito questo porta a fare bene. Oltre al fatto che hanno un gruppo forte, composto di giocatori importanti nei ruoli chiave». Per un difensore centrale come Cintoi le probabili assenze, almeno dal primo minuto, di tre elementi come Varela, Concas e Draghetti potrebbe essere un sospiro di sollievo, ma rimane vietato abbassare la guardia: «Più che pensare alle assenze loro dobbiamo concentrarci su cosa possiamo fare noi e sulla consapevolezza che se giochiamo come sappiamo possiamo portare a casa il risultato. Anche perché quest’anno c’è meno tempo per preparare la partita. Al tempo stesso comunque col Borgosesia si è visto splendere Gueye con i suoi due eurogol. Hanno avuto una flessione, ma i punti che hanno se li sono guadagnati».

Il Casale di Francesco Buglio ha pagato un avvio di stagione a rilento, sicuramente non soddisfacente visto il parco giocatori e i risultati ottenuti nella passata stagione. Un po’ il mercato, un po’ qualche risultato recente come la vittoria con il Vado di domenica, hanno dato respiro ai nerostellati che si lanciano al derby nella speranza di continuare la risalita: «Col Vado è stata una vittoria fondamentale perché ad oggi è una sfida salvezza e deve dare morale, entusiasmo. Nessuno ci ha mai messo sotto. però è mancato un po’ quell’entusiasmo spesso per trasformare le prestazioni in punti. Il mercato poi ci ha dato una mano con giovani molto interessanti e Matteo Colombi che è quella punta di struttura che non avevamo, perché D’Antoni per molti problemi non è riuscito a giocare più di tanto».

Una delle carte che il Casale potrà giocarsi nel derby è una difesa che comunque subisce poco e questo è merito anche della coppia ritrovata quest’estate Cintoi-Bettoni. «Bettoni è tornato come quando era andato via: forte – prosegue capitan Cintoi – Infatti con lui formiamo un reparto che subisce pochissimi tiri in porta. Anche col Vado, se ci si pensa, abbiamo subito gol su mezzo tiro in tutta la partita. Purtroppo è uno di quei momenti in cui si paga anche troppo, ma speriamo di alzare quel muro che serve».

Testa a testa quindi al Coppi. Magnè contro Cintoi, leoni contro nerostellati. Una sfida che dice molto su una classifica tutta da scrivere e che comunque pesa per entrambe, ma ancor di più dice per due piazze calde e importanti che tornano a incontrarsi. Questo è derby, questo è HSL Derthona – Casale.

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

 


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli