25 Giugno 2021

PDHAE-Vado Serie D: Jeantet-show, manita valdostana, imbarcata ligure

Le più lette

Eccellenza B, tante riconferme e poche novità in panchina; per il San Domenico Savio spunta Cascino

Questa annata particolare di Eccellenza è ormai terminata, ma già tutte le società hanno già la testa alla prossima...

Sanmauro Promozione, arriva il 2002 titolare per Piazzoli: sarà Alessandro Pacelli

Un altro tassello per il nuovo Sanmauro di Vincenzo Piazzoli. Dopo la lunga lista di arrivi da Settimo e...

Il Saluzzo brinda alla salvezza in Serie D, Boschetto: un miracolo

Moltissimi titolari provenienti dall’Eccellenza della passata stagione; con ogni probabilità il budget più basso del girone; allenamenti di sera....

Quella che si è consumata al Campo Sportivo di Montjovet è una vera propria carneficina operata dai padroni di casa del PDHAE, che non hanno avuto pietà nei confronti degli avversari liguri del Vado e hanno reso sicuramente molto più interessante il finale di stagione con questa ampia vittoria per 5-0. Il primo tempo del match è stato senza dubbio più equilibrato rispetto alla seconda frazione, con i ragazzi di Roberto Cretaz in vantaggio di un solo gol sulla formazione avversaria. Nel secondo tempo, però, il grande estro di Alex Jeantet è esploso, come testimoniano il gol e i 3 assist da lui messi a segno, lasciando poco spazio di manovra e ripartenza ai giocatori avversari di Cristiano Francomacaro. Questa vittoria del PDHAE può significare tanto in ottica play off/promozione diretta, anche e soprattutto considerando la sconfitta del Gozzano sul campo della Castellanzese, che porta le prime due in classifica a soli due punti di vantaggio sui valdostani.

Primo tempo di misura. Le prime due giocate significative del match vengono portate avanti dai ragazzi del PDHAE, prima con Masini che non arriva per poco su un ottimo cross in area, e successivamente con l’ottima uscita difensiva di Ciappellano. Al 7’ la partita si sblocca: Jeantet fa un grande sprint sulla fascia, crossa basso e trova perfettamente i piedi di Varvelli, che non ha nessun problema a spingere dentro la sfera e a portare avanti i suoi. Al 13’ ecco la prima buona giocata del Vado, con Vignali che imbuca dentro per la punta Sbarbati, fermato però prontamente dalla difesa valdostana, grazie al grande impegno messo in campo da parte della coppia difensiva Balzo-Ciappellano. Pochi minuti più tardi il Vado ha una colossale occasione per pareggiare i conti ma Bernardini, solo davanti alla porta, decide di temporeggiare troppo prima di tirare, facendosi così recuperare dalla difesa avversaria. Al 25’ Masini mette una buonissima palla in area ma Varvelli non riesce a raggiungere la sfera di un soffio, mancando una potenziale occasione da gol. Proprio quest’ultimo, al minuto 36’, riesce per un frangente ad approfittare del clamoroso errore difensivo di Strumbo, salvo poi essere chiuso in extremis dal difensore ligure. La prima frazione si chiude così con il risultato di 1-0 per la squadra di casa, che dimostra buona tenuta ma forse poca inventiva nel momento della creazione dell’azione da gol.

Dilaga il PDHAE. Secondo tempo sicuramente più frizzante e vivace per i ragazzi di Cretaz, capaci di segnare ben 4 reti e affossare qualsiasi timida speranza di rimonta dei liguri. Al primo minuto della ripresa il risultato viene già indirizzato: Varvelli viene atterrato in area dopo una grandissima azione solitaria. Il direttore di gara Molinaroli non ci pensa su due volte e assegna immediatamente il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Tanasa, che con una buona conclusione dagli 11 metri batte il portiere Luppi e porta i suoi sul risultato di 2-0. Neanche il tempo per i liguri di leccarsi le ferite che i padroni di casa trovano nuovamente il gol. Questa volta tocca al grande Jeantet timbrare il cartellino, con uno splendido tiro ad incrociare sul secondo palo dopo l’assist di Varvelli, che beffa il portiere e porta a 3 il numero dei gol segnati dal team. Dopo questa rete gli ospiti sembrano quasi assentarsi dal campo, come testimoniano le pochissime azioni pericolose create. Al 14’ ecco il solito Jeantet liberarsi egregiamente dalla marcatura avversaria e far partire un contropiede che poteva essere potenzialmente letale per il Vado. Fortunatamente per questi ultimi, il cross di Montenegro è troppo lungo e Varvelli non può raggiungere la sfera. Gli ultimi 10 minuti della partita sanciscono il definitivo dominio dei ragazzi di casa che portano a 5 il bottino delle reti segnate. Per primo ci pensa il subentrato Sterrantino, che approfitta della straordinaria progressione palla al piede di Jeantet per farsi servire e segnare facile facile la sua personale gioia. Infine, a dare il definitivo colpo di grazie finale ai liguri, è il difensore Balzo, che riesce a svettare di testa sul calcio d’angolo calciato (pensate un po’) dall’onnipresente Jeantet. La partita si chiude così sul risultato secco di 5-0 e la tripletta di assist dello straordinario Jeantet.

IL TABELLINO

PDHAE-VADO 5-0
RETI: 7′ Varvelli (P), 2′ st rig. Tanasa (P), 7′ st Jeantet (P), 36′ st Sterrantino (P), 38′ st Balzo (P).
PDHAE (4-3-3): Vinci 7, Montenegro 6.5, Maffezzoli 7, Tanasa 7 (26′ st Paris 6), Balzo 7.5, Ciappellano 7 (33′ st Ruatto 6), Filip 6 (9′ st Borettaz 6), Masini 6 (28′ Cena 6), Varvelli 8, Gambino 6.5 (15′ st Sterrantino 7.5), Jeantet 8.5. A disp. Gini, Ferrando, D’Onofrio, Scala. All. Cretaz 7.
VADO (4-3-3): Luppi 4, Lipani 5.5, Casazza L. 6 (34′ st Casazza 6.5), Bernardini 6.5, Strumbo 5, Tissone 6, Vignali 6.5, Taddei 6, Sbarbati 6.5 (30′ st Pedalino 6), D’Antoni 5.5 (14′ st Barbetta 6), Bacigalupo A. 5.5 (14′ st Dagnino 6). A disp. Ghizzardi, Olivieri, Boiga, Alberto, Pregliasco. All. Francomacaro 5.5.
ARBITRO: Molinaroli di Piacenza 6.5.
COLLABORATORI: Chimento di Saronno e Scafuri di Reggio Emilia.
AMMONITI: 25′ Masini (P), 47′ Balzo (P), 29′ st Vignali (V), 40′ st Varvelli (P).

LE PAGELLE

PDHAE
Vinci 7 Dimostra una buona solidità anche se poco interpellato e gioca una partita sicuramente positiva. Non si fa tradire da quelle poche conclusioni ricevute.
Montenegro 6.5 Fa il suo sulla fascia destra, mette dentro alcuni ottimi palloni e prova addirittura la conclusione verso la porta un paio di volte. Buona partita per lui.
Maffezzoli 7 Lui opera sulla fascia opposta rispetto al compagno ma il risultato è il medesimo: gioca bene, si diverte e fa vedere diverse ottime chiusure sugli esterni del Vado.
Tanasa 7 Mostra per tutto il corso della partita un’ottima visione di gioco e movimenti che permettono spesso alla squadra di salire: corona la prestazione con la rete dal dischetto.
26’st Paris 6 Entra e non fa mancare il suo apporto al team: buon approccio.
Balzo 7.5 Sontuosa partita del centrale difensivo. Esce sempre bene, chiude altrettanto egregiamente e trova anche il gol di testa sul finale. Non si può chiedere di meglio.
Ciappellano 7 Sicuramente la buona riuscita dell’azione difensiva di Balzo passa anche da lui. Sempre attento e concentrato, in un paio di occasioni parte addirittura in una percussione alla Chiellini. Ottimo.
33’ st Ruatto 6 Subentra in maniera buona e non fa rimpiangere il compagno.
Filip 6 Forse tra i meno decisivi del centrocampo valdostano, poco presente nelle azioni che veramente contavano. In generale, non gioca male e non fa errori particolarmente grossolani.
28’ Masini 6 Fino al momento del cambio per infortunio, che avviene al 28’ del primo tempo, non stava disputando una cattiva gara. Forse il giocatore è stato mandato in campo anche se non al meglio delle sue forze.
28’ st Cena 6 Entra a gara in corso e mostra al suo allenatore alcune giocate discrete, da premiare sicuramente la buona corsa del ragazzo.
Varvelli 8 Imponente nel suo ruolo di punta, sfrutta sempre al meglio la sua fisicità per far male alla difesa del Vado e andare in gol in una occasione. Successivamente, diventa anche assistman mandando in porta Jeantet. Disputa un grandissimo match.
Gambino 6.5 Anche lui, come Filip, non crea particolari occasioni da gol ma gioca comunque bene e non fa mancare la grinta ai suoi compagni di squadra.
15’ st Sterrantino 7.5 Entrata in campo da sogno per il giovane attaccante classe 2002, che trova la rete dopo l’assist del solito Jeantet.
Jeantet 8.5 Ci sono davvero poche parole per descrivere la sontuosa prestazione di questo ragazzo: se fosse all’interno del Fantacalcio, con tre assist e un gol farebbe impazzire di gioia il suo fantallenatore. Partita magistrale.
All. Cretaz 7 Manovra bene l’organico a disposizione e azzecca i cambi, soprattutto Sterrantino. Ottima gestione.

VADO
Luppi 4 Subisce 5 gol, una disfatta incredibile. Si salva leggermente su un paio di tiri dei valdostani ma prestazione sicuramente negativa.
Lipani 5.5 Ha come attenuante la giovane età, però non si rende mai decisivo nella manovra difensiva. Da rivedere.
Casazza L. 6 Durante il corso della partita opera alcuni buoni anticipi, probabilmente l’unica cosa che lo salva dall’insufficienza in pagella.
34’ st Casazza A. Subentra sul finale della gara e a risultato già deciso, però non gioca male e fa vedere anche un paio di buone giocate.
Bernardini 6.5 Uno dei migliori fra i suoi. Ha un bel dinamismo, corre tanto, è agile ed è uno dei pochi della sua squadra a tentare il dribbling e ad affacciarsi alla porta avversaria.
Strumbo 5 Poco concentrato in difesa, spesso è decisamente troppo lento a rientrare. Lo testimoniano i 5 gol subiti.
Tissone 6 Non gioca una cattiva partita e si rende anche pericoloso sul finale del primo tempo con un bel colpo di testa che poteva impensierire il portiere avversario Vinci.
Vignali 6.5 Senza dubbio tra i migliori della sua compagine, dimostra tanta grinta sul rettangolo di gioco e in diversi frangenti mette in mostra tutte le sue doti di controllo palla. Niente male.
Taddei 6 Anche lui gioca una partita discreta, mette in mezzo molti palloni interessanti che però i suoi compagni del reparto offensivo non riescono a concretizzare in gol.
Sbarbati 6.5 L’unico realmente propositivo e reattivo dell’attacco ligure. Prova spesso il tiro durante tutto il corso della partita e in molte occasioni si fa vedere bene in mezzo. Prestazione nel complesso positiva.
30’ st Pedalino 6 Nonostante le condizioni in cui versava la sua squadra riesce a non fare particolari danni e a reggere fino alla fine del match.
D’Antoni 5.5 Praticamente nessun tiro in tiro in porta durante tutto il corso della partita, pochi movimenti a smarcarsi e decisamente nessuna attitudine positiva.
14’ st Barbetta 6 Riesce a subentrare e a far meglio del compagno, non che fosse un’impresa ardua. In ogni caso, entra discretamente e prova anche un paio di tiri.
Bacigalupo 5.5 Anche per lui, partita negativa. Non rispetta il prerequisito per intraprendere la carriera da attaccante: tirare in porta. Non pervenuto.
14’ st Dagnino 6 Subentra dalla panchina e fa vedere una buona grinta.
All. Francomacaro 5.5 Non riesce a coordinare una rosa sulla carta tutto sommato buona e purtroppo anche con i cambi la solfa rimane la stessa.

ARBITRO Molinaroli di Piacenza 6.5 Arbitra discretamente una partita non troppo difficile. Giusto il rigore assegnato, forse a volte qualche fallo di troppo fischiato per il Vado.

LE INTERVISTE

Cretaz-PDHAE: «Penso che questo sia stato il risultato giusto per quanto si è visto durante il corso della partita. I miei ragazzi hanno dimostrato grande impegno anche se è da dire che le due squadre davanti hanno sicuramente qualcosa in più. In ogni caso, noi non dobbiamo guardare la classifica e dobbiamo continuare a lavorare. Con l’infortunio di Lauria abbiamo perso sicuramente una pedina importante della nostra rosa ma abbiamo diversi giovani che sono ottime alternative».

Francomacaro-Vado: «Mi dispiace molto per come è finita questa partita, è un risultato che forse non meritavamo visto il discreto primo tempo che abbiamo giocato. A questi livelli, degli episodi come il rigore assegnato agli avversari all’inizio del primo tempo indubbiamente condizionano la partita ma noi dobbiamo continuare a lavorare sodo e dobbiamo comprendere perché nel secondo tempo abbiamo completamente staccato la testa».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli