26 Novembre 2020 - 21:20:51

Romani torna a Fossano: spero sia per sempre, qui è casa

Le più lette

Gavardo Under 19, tanti auguri ad Alessandro Geroini: ex bomber professionista rinato dopo il brutto incidente a un passo dalla Serie A

Spegne oggi 47 candeline Alessandro Geroini, ex attaccante professionista e attuale allenatore del Gavardo, con cui sta continuando a...

Concorezzese Under 19, la convinzione di Curcio tra presente e grandi ambizioni: «Il mio calcio, le mie regole»

Una carriera molto intensa quella di Claudio Curcio, allenatore convinto dei suoi mezzi e disposto a tutto pur di...

Muggiò Promozione, l’esperto Cavalli e il cambio di ruolo “alla Pirlo” per una lunga carriera: «Ho ancora il fuoco dentro»

Nella finestra di mercato prima dell’inizio del campionato se c’è una squadra nel Girone B di Promozione che è...

Un po’ di esperienza e giocate incisive mancavano là davanti ed ecco che a Fossano torna quello che si è dimostrato il re delle giocate decisive: Riccardo Romani. L’anno scorso 8 gol e parecchi assist in metà campionato, l’anno prima idem sugli assist e 12 centri. Insomma: un uomo una garanzia.

Riccardo Romani, il treno è tornato e ferma a Bisceglie: «Grazie Fossano»

Dopo un avvio di stagione suo e del Fossano nella passata stagione, Romani si era trasferito a Bisceglie a inizio gennaio per provare il salto nei professionisti, ma un infortunio ha interrotto la sua stagione ancora prima del Covid. Quest’estate ha provato a ripartire dal Sant’Angelo, ma le sirene del Pochissimo sono tornate a cantare nuovamente alle sue orecchie.

Già presente ieri in tribuna ad assistere al derby col Bra, l’ex capitano oggi ha tenuto il primo allenamento di nuovo con la casacca dei Blues e diventa a tutti gli effetti un figliol prodigo che ritorna tra le braccia aperte di Fabrizio Viassi.

«È tutta un’altra sensazione tornare qui, come essere a casa. È diverso insomma. Senza nulla togliere a Bisceglie e Sant’Angelo dove ho trovato comunque gruppi bellissimi e dirigenze a cui non posso dire nulla». Saluta così il suo ritorno a casa Romani che racconta di questo anno lontano dal Pochissimo: «Quando sono arrivato a Bisceglie mi sono trovato subito benissimo. La gente, i tifosi, la società, il gruppo. Mi hanno accolto benissimo e a livello sportivo ho anche fatto quattro partite da titolare prima dell’infortunio alla caviglia e sono tornato a giocare dopo il lockdown. Spiace solo come sia finita a livello sportivo con la retrocessione, ma a livello di ambiente è stata un’esperienza bellissima di cui non rimpiango nulla. Quest’estate poi ho fatto l’errore più grande della mia vita.
A partire da un errore di valutazione mio: dopo una stagione con 9 gol in D e presenze tra i prof, tornare in Eccellenza è uno scatto non irrilevante e ho sottovalutato lo scalino mentale e le circostanze che possono esserci intorno. Ciò detto ho trovato la società con un progetto bellissimo, un gruppo meraviglioso umanamente e fortissimo. Quando però ho fatto presente alcune difficoltà logistiche (sto per diventare papà e abbiamo scelto di vivere a Torino vicino alle nostre famiglie) la società ha preso subito un altro giocatore nel mio ruolo, comunicandomi che non avevo neanche la possibilità di giocarmi il posto.
Ciò detto alla società Sant’Angelo devo dire in un certo senso grazie perché ha aperto a una soluzione. Quando parlo di errore madornale faccio riferimento a chi c’era in panchina: Domenicali. Oltre a non aver avuto un rapporto con lui in questo periodo, penso che sarà un freno ad una squadra che comunque vincerà l’Eccellenza, perché come nomi può giocarsi la vittoria anche in Serie D. Il peggior allenatore che abbia mai avuto». La soluzione è un ritorno al passato, un ritorno dai padri-maestri Bessone e Viassi: «Ci siamo venuti tutti incontro e devo ringraziare tutti. Il Sant’Angelo ha capito le mie esigenze e il Fossano mi è venuto incontro per riaccogliermi. Quando dico Fossano dico persone anche con cui ho un rapporto umano enorme. Qualcuno mi ha detto che posso giocare solo con Viassi: a parte che non so se è così, ma anche se fosse io lo prendo come un complimento visto chi è e cosa ha fatto e con tutte le stagioni che ho passato con lui e continuare a lottare per rimanere titolare non è scontato».

Riccardo Romani è tornato e questa volta «spero sia per sempre»!

Riccardo Romani torna a Fossano

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli