Chieri
I titolari di Pecorari

A due passi dal sogno. Con una partita incredibile -l’ennesima di una stagione da incoronare ed incorniciare- il Chieri di Marco Pecorari conquista Viareggio e le semifinali, infliggendo una spallata netta e decisa al pur quotato Pontisola. Nulla da fare per i bergamaschi: il campo è spietato, i piemontesi troppo superiori. Serviva qualcosa di molto simile ad un’impresa ai lombardi, ma passare a Chieri sembra davvero impossibile, dato che i biancoazzurri che chiudono l’anno imbattuti e con un 4-2 senza appello. Manifesta la superiorità del Chieri, già avanti all’11’: capitan Bellocchio -dopo il rigore alla Caronnese- si conferma uomo dai gol pesanti ed incorna il corner di Di Sparti, tramutandolo in una traiettoria rocambolesca che si insacca sul secondo palo, non letta benissimo da Quaranta. Il gol non preclude al Pontisola di continuare una gara non avviata comunque in malo modo, con Merati vicino al gol così come Rota, vicinissimo al pareggio al 29’ quando è l’estremo difensore Maggiolo ad immolarsi per ben due volte sui tentativi del numero 10, preservando l’1-0. Nonostante i tentativi di ribalta, la spada di Damocle pende sui lombardi, e ad infliggere il colpo di grazia è il solito Di Sparti, il quale approfitta di un pasticcio difensivo per realizzare il raddoppio sullo scadere di frazione. La rete taglia le gambe agli ospiti; Di Sparti non si fa pregare e firma anche il tris al 53’. Il deja-vu della gara col Savona si palesa, il Chieri fluttua sul velluto e gioca come il gatto con il topo: Merati, uno dei più positivi per gli ospiti, accorcia le distanze con un diagonale che inganna un non incolpevole Maggiolo, ma già 1’ dopo Benassi chiude la triangolazione con Bianco per il poker. Nel finale, Rossi flirta due volte con la rete mancandola per centimetri; Mosca appoggia in rete dopo l’ottima azione di Cortinovis per il definitivo 4-2. Una vittoria, una festa finale che si accompagna ad una consapevolezza: questo gruppo può davvero mettere la ciliegina sulla torta, a due passi dal sogno scudetto.

Chieri-Pontisola 4-2
RETI (3-0, 3-1, 4-1, 4-2): 11′ Bellocchio (C), 48′ Di Sparti (C), 8′ st Di Sparti (C), 14′ st Merati[01] (P), 15′ st De Riggi[01] (C), 48′ st Mosca[99] (P).
CHIERI (4-3-1-2): Maggiolo 6, Nouri 6.5, Oyewale[00] 7 (31′ st Olivera sv), Ozara 6.5, Bellocchio 7.5 (16′ st Bechis[01] 7), Serbouti[00] 7.5, Benassi[01] 7, Gerbino[02] 6 (7′ st Botto 6), De Riggi[01] 7 (10′ st Ventafridda 6), Di Sparti 8, Bianco 7 (20′ st Rossi 6.5). A disp. Maggi G., Maggi S., Trevisan, De Grandis. All. Pecorari 9.
PONTISOLA (4-3-1-2): Quaranta[01] 5.5, Frana[00] 6.5 (20′ st Noris 5.5), Zambelli[01] 6 (35′ st Mosca[99] 6.5), Zenoni[01] 5, Gritti 6 (27′ Lambiase[01] 6), Manzinali[00] 5, Rota 5.5 (1′ st Morlotti 5.5), Valois[00] 5.5, Gregis[00] 5, Rota[01] 6 (25′ st Cortinovis 7), Merati[01] 7. A disp. Carrara[01], Ametrano, Sinigaglia, Ferrari. All. Marzorati 5.5.
ARBITRO: Campazzo di Genova  5.5.
COLLABORATORI: Santini di Savona e Della Monica di La Spezia.

Chieri
Maggiolo 6 Miracoloso due volte, ma anche un errore marchiano sulla prima rete subita.
Nouri 6.5 Una certezza in ogni ruolo.
Oyewale 7 La solita furia, un mostro a sinistra.
Ozara 6.5 Migliora a lungo andare.
Bellocchio 7.5 Sempre e solo gol pesanti per lui.
16′ st Bechis 7 Entra e sfonda senza barriere sulla destra.
Serbouti 7.5 Chiude chiunque ed inventa il raddoppio con un lancio chirurgico.
Benassi 7 Sale di tono nella ripresa, dove arriva uno splendido gol.
Gerbino 6 Meno appariscente del solito. 7′ st Botto 6 Entra e si chiudono i giochi.
De Riggi 7 Manda in tilt la retroguardia. 10′ st Ventafridda 6 Tanto movimento.
Di Sparti 8 Affina finezza e concretezza, una delizia per gli occhi.
Bianco 7 Lavoro encomiabile per la squadra. 20′ st Rossi 6.5 Manca solo il gol.
All. Pecorari 9 Dopo un anno fantastico, manca solo la ciliegina…

Pontisola
Quaranta 5.5 Non esente da colpe sul 2-0.
Frana 6.5 Si propone con costanza.
20′ st Noris 5.5 Non incide sul match.
Zambelli 6 Qualche buona iniziativa.
35′ st Mosca 6.5 Tap-in facile facile nel finale.
Zenoni 5 Non riesce a contenere l’urto avversario, in costante difficoltà.
Gritti 6 Garantisce equilibrio. 27′ Lambiase 6 Qualche spunto interessante.
Manzinali 5 Preso in velocità da Bianco-De Riggi, giornata da incubo.
Rota 5.5 Si vede poco a supporto. 1′ st Morlotti 5.5 Non impatta a sinistra.
Valois 5.5 Tanti, troppi errori di impostazione in costruzione.
Gregis 5 Macchinoso, non riesce mai a concludere.
Rota 6 A fasi alterne. 25′ st Cortinovis 7 Impatto di gran personalità.
Merati 7 L’unico in grado di impensierire la banda di Pecorari, gol meritato.
All. Marzorati 5.5 La difesa alta non funziona affatto, ha qualche colpa.

Pontisola
I lombardi del Pontisola