Il Legnago Salus batte il Ciliverghe con un altro risultato netto e mette in fila la terza vittoria in altrettante partite. L’avvio di partita è tutto di marca legnaghese: Miatton al 4′ conclude una bella azione personale con un tiro che trafigge Kullaj e si insacca in rete, per la rete che vale il vantaggio dei padroni di casa. Neanche il tempo di reagire per i bresciani che al 6′ ancora Miatton, lanciato a rete, supera il portiere avversario in uscita e mette dentro la rete del doppio vantaggio. I biancoblù di Corestini non si accontentano e al 20′ segnano ancora, con il colpo di testa neanche a dirlo del solito Miatton in giornata di grazia. Nonostante il tris subito, il Ciliverghe dimostra carattere e la eazione non si fa attendere. I lombardi si rendono pericolosi alla mezz’ora con il portiere di casa bravo a respingere di piede un tiro ravvicinato dell’avversario. È il preludio al gol che arriva al 40′ quando Raccagni scambia bene con Scidone e batte Wangue con un preciso tiro all’angolino. Nel recupero della prima frazione arriva anche la rete che riapre il match, con Scarpari che dall’interno dell’area calcia sotto la traversa e porta i suoi a una sola rete di lunghezza dagli avversari. Il secondo tempo si apre ancora nel segno del Legnago Salus che avrebbe qualche occasione per chiudere la partita ma non riesce a segnare il quarto gol. Prende così ulteriore coraggio il Ciliverghe che al 26′ avrebbe anche l’occasione del pareggio, con Scarpari che conclude un contropiede calciando fuori misura da ottima posizione. Così al 29′ arriva il quarto gol dei veronesi con Ferraro che segna di testa la rete della tranquillità. Nell’ultimo quarto d’ora i padroni di casa sembrano averne di più e segnano altri due gol: al 35′ Miatton firma il poker personale con un’azione simile al gol che ha aperto le marcature, mentre al 47′ in pieno recupero arriva anche il sigillo di Melaca che segna a porta sguarnita. Il Legnago Salus conquista così altri tre punti e si può godere un attacco stellare che potrà rivelarsi determinante nel prosegue del campionato.

IL TABELLINO DI LEGNAGO CILIVERGHE UNDER 19

LEGNAGO SALUS CILIVERGHE UNDER 19
Andrea Miatton, autore di un poker

LEGNAGO SALUS-CILIVERGHE 6-2 (3-2)
RETI: 4′, 6′ e 20′ pt Miatton (L), 40′ pt Raccagni (C), 45+1′ pt Scarpari (C), 29′ st Ferraro (L), 35′ st Miatton (L), 45+2′ Melaca (L).

LEGNAGO SALUS
 (4-3-3): Wangue 6, Murari (28′ st Gardinale 6), Pasquato, Ferraro, Mazzali; Barotto, Borin (11′ st Alfieri 6.5), Mantoan (40′ st De Marco sv) ; Fantini (15′ st Lucchini 6.5), Miatton (35′ st Zinno sv), Melaca. A disp.: Bonomo, Vesentini, Maietti, Sandrini. All. Corestini 6.5.
CILIVERGHE (4-3-3): Kullaj; Dumitrascu, Soldi, Bosio, Assini; Jadid (18′ st Bonzi 6), Zucchin, Tereziu (22′ st Cottone 6.5) ; Scarpari (41′ st Turelli sv), Raccagni, Scidone (36′ st Cerchi sv). A disp.: Piontoni, Bellotti, Cantoni. All. Tagliani 6.
AMMONITI: Melaca (L), Bosio (C), Mantoan (L).
ARBITRO: Drigo di Portogruaro 6 Gestione dei cartellini non impeccabile.
PRIMO ASSISTENTE: Sbrescia di Legnago 6.
SECONDO ASSISTENTE: Montemezzi di Legnago 6.

LEGNAGO SALUS
All. Corestini 6.5 Sfodera tutte le sua armi d’assalto migliori per aggiudicarsi il match.
Wangue 6 Chiamato in causa poche volte, un po’ di affanno sul primo gol subito.
Murari 6 Fa buona guardia e copre bene, è in sintonia con il resto della linea difensiva. (28′ st Gardinale 6).
Pasquato 6,5 Dalle sue parti non si passa, fa valere il suo fisico anche in zona gol rendendosi pericoloso.
Ferraro 6.5 Buona prova difensiva, dimostra grande affiatamento con il collega. È dura per gli avversari.
Mazzali 7 Prestazione sontuosa, difende e attacca con grande grinta e polmoni.
Barotto 6.5 Bravo nella gestione e nello smistamento dei tanti palloni che passano dai suoi piedi.
Borin 6 La sua partita è positiva ma in certe situazioni potrebbe essere più convinto nella giocata . (11′ st Alfieri 6.5).
Mantoan 6.5 Capitano dal grande carisma, si spende per la squadra provando anche incursioni offensive. (40′ De Marco sv).
Fantini 7.5 Con le sue progressioni semina il panico tra gli avversari. E corre anche a difendere, instancabile. (15′ st Lucchini 6.5).
Miatton 9 Il tabellino parla da sé, autore di un poker e di un inzio di campionato a suon di reti. (35′ st Zinno sv).
Melaca 6.5 È la spalla ideale del bomber di giornata, il suo impegno viene premiato col gol nel recupero.

CILIVERGHE
All. Tagliani 6 Quando sembra aver trovato le giuste contromisure, capitola sotto i colpi avversari.
Kullaj 6 Può poco o nulla sui tanti gol subiti, gioca egregiamente con i piedi.
Dumitrascu 6.5 Mostra una buona tecnica, più che affidabile in entrambe le fasi.
Soldi 6 Impreciso in occasione di più di una giocata, soffre nel finale con la squa squadra in affanno.
Bosio 6 Lavora bene col fisico, argina gli attacchi avversari tenendo i suoi a galla per buona parte della partita.
Assini 5.5 Fatica molto a limitare la marea biancoblu nella sua zona di campo, prova sottotono.
Jadid 6.5 Si fa notare quando il pallone è in suo controllo, qualche tocco in meno velocizzerebbe la manovra . (18′ st Bonzi 6).
Zucchin 6 Gioca una gara di sostanza e prova anche la sortita offensiva senza troppo successo
Tereziu 6.5 Tocca tanti palloni, tra cui l’assist per il gol che riapre la partita nel primo tempo. (22′ st Cottone 6.5).
Scarpari 7 Stoppa e calcia in un fazzoletto ridando speranza di rimonta ai suoi. (41′ st Turelli sv).
Raccagni 6.5 Dà filo da torcere alla difesa avversaria, riapre l’incontro con un tiro preciso all’angolino.
Scidone 6.5 Si batte tenacemente a tutto campo per provare a essere utile alla causa. (36′ st Cerchi sv).