12 Agosto 2020 - 12:10:59

Seregno – Ponte San Pietro Under 19: Labas non basta, Alborghetti ferma il Seregno

Le più lette

Svelati i gironi di Prima Categoria, ecco le neopromosse e le ripescate

A pochi giorni dalla formulazione dei gironi di Eccellenza e Promozione, ecco svelati i sette gironi di prima categoria...

Verbania, Domenico Vono si dimette dall’Under 19

Dopo aver confermato Luca Porcu alla guida della prima squadra, il Verbania dovrà cercare un nuovo allenatore per l'Under...

Verbano giovanili, Barbarito definisce le panchine: Under 19 a Cortazzi, Di Marco-Murano per Under 16 e Under 14

Sarà ancora Giovanni Cortazzi a guidare l'Under 19 del Verbano nel prossimo campionato regionale fascia B. La decisione è...

Non riesce a prendere il largo il Seregno di Fulvio Saini che, al Ferruccio, non riesce ad andare oltre al pareggio per 1-1 contro il Ponte San Pietro di Federico Alborghetti. Un risultato che, di fatto, accontenta solamente la Virtus CiseranoBergamo e la Caronnese che ritornano in pista per la lotta al titolo. Eppure, vedendo l’inizio di gara, sembrava mettersi tutto in discesa per il Seregno, visto che dopo nemmeno 3 minuti di gioco i “little Spartans”, grazie al poderoso stacco aereo di Labas dagli sviluppi di un corner, si sono portati subito in vantaggio. Il gol a freddo destabilizza un pochino i bergamaschi che faticano ad entrare in partita. Ma una volta passato il torpore dovuto allo svantaggio, e complice anche una manovra troppo lenta e compassata da parte dei padroni di casa, il Ponte prende piano piano il controllo del gioco e al 15′ va molto vicino al pareggio. Tutto nasce dalla caparbietà di Rota sulla sinistra che, sul fondo, riesce quasi miracolosamente a mettere un velenoso radente al centro. La sfera viene raccolta da Milesi che fa un’ottima sponda per Noris che non controlla bene ed il suo tentativo, da ottima posizione, viene così murato dalla difesa azzurra. L’occasione avuta è un’iniezione di fiducia per i bergamaschi che quattro minuti più tardi, al 19′, vanno nuovamente vicini al pareggio quando da un bel corner di Kritta, Galimberti non esce, ma Noris anticipa il suo compagno Zenoni e manda alto di testa un pallone molto, ma molto invitate. Il gol sembra essere nell’aria per il Ponte che è, in questo frangente, padrone del gioco. Ma il Seregno non ha alcuna voglia di stare a guardare e cerca di pungere gli avversari in contropiede. Esattamente come accade al 32′ quando Quaranta innesca in campo aperto Aga che, a tu per tu con Carrara, spara clamorosamente addosso al portiere bergamasco, divorandosi di fatto il raddoppio. Si chiude dunque su questo acuto un primo tempo, sì intenso, ma senza troppe emozioni. La ripresa è un film decisamente diverso sotto il profilo dell’intensità. Pronti via e subito il Seregno va vicinissimo al raddoppio, con Quaranta che da pochi passi colpisce davvero male un pallone che andava solamente spinto in rete. Gol fatto, gol subito: questa è la legge del calcio. Passano pochi minuti dall’occasione sprecata, ed ecco che il Seregno subisce il pareggio da parte dei bergamaschi. Lo stacco aereo di Milesi è potenza pura: il 9 bergamasco insacca di testa con una girata fantastica un corner dalla destra rimettendo di fatti il match in parità. Il pareggio dei bergamaschi accende la partita, anche sotto il piano nervoso. All’11’, poi, solo un super Galimberti evita la beffa al Seregno compiendo un vero miracolo sullo stacco di testa ravvicinato sul tentativo di Zenoni. A complicare ancora di più il match per il Seregno ci pensa Frieri, espulso al 13′ dal direttore di gara per un contrasto davvero molto ruvido. Da qui in poi più che una partita di calcio diventa un far west, con molte polemiche e poche occasioni. Le uniche capitano sui piedi dei giocatori del Seregno, come 21′ quando Carrara difende egregiamente la sua porta sul tentativo di testa ravvicinato di Mantegazza con un riflesso degno di un grandissimo portiere. Malgrado la tanta intensità sostanzialmente la partita finisce qua. Un pareggio per 1-1 che in fin dei conti non accontenta nessuno.

SEREGNO 1
PONTE SAN PIETRO 1
RETI: 3′ Labas (S), 5′ st Milesi (P).
SEREGNO (4-2-3-1): Galimberti 7, Montalbano 5, Frieri 5, Aga 6.5, Mantegazza 6.5, Lazzaroni 7, Jimenez 6.5, Ammirato 6 (33′ st Poletto sv), Quaranta 6 (13′ st Bonanomi 6), Labas 7, Casiroli 6.5 (37′ st Sapio sv). A disp. Magnani, Sinisi, Cornacchia, Longobardi, Pesce, Zanchi A.. All. Saini 6.
PONTE SAN PIETRO (4-3-1-2): Carrara 7, Restivo 5.5, Kritta 6.5, Burini 7, Zenoni 6.5, Ametrano 7, Rota 6, Noris 6.5 (30′ st Gritti 6), Milesi 6.5, Spinedi 6.5, Wahab 5.5 (1′ st Cattaneo 6). A disp. Agazzi, Santini, Robinzon Santillan, Ferrari, Ferrara. All. Alborghetti 6.5.
ARBITRO: Caggiari di Cagliari 5.5.
ESPULSO: 12′ st Frieri (S).

PAGELLE DEL SEREGNO

Galimberti 7 Nel primo tempo qualche rischio lo corre, ma nella ripresa risulta determinante.
Montalbano 5 Gara in cui da salvare c’è ben poco. Sbaglia anche gli appoggi più semplici.
Frieri 5 Il troppo nervosismo e la foga rischiano di costare caro ai suoi compagni
Aga 6.5 Corre tanto, ed a volte è un pochino pasticcione. Detto questo il suo contributo in mezzo è evidente, anche se il gol del 2-0 sbagliato a fine primo tempo pesa.
Mantegazza 6.5 Gara in cui mostra una buona solidità. Si fa poi vedere con pericolosità in avanti sulle situazioni da fermo.
Lazzaroni 7 Giganteggia al centro della difesa con classe e potenza: non sbaglia un colpo.
Jimenez 6.5 S’accende e si spegne mostrando ottime doti, ma non trova la giusta continuità di rendimento.
Ammirato 6 Gara onesta nella quale non riesce a spiccare in mezzo al campo.
Quaranta 6.5 Davanti corre e lotta per far salire i suoi. In zona gol arriva poche volte e per un attaccante…
Labas 7 Sblocca subito la gara con un bellissimo colpo di testa. Le sue accelerazioni palla al piede creano sempre apprensione.
Casiroli 6.5 Frizzante in avvio, ma cala con il passare dei minuti.
All. Saini 6 La squadra avrebbe potuto fare certamente di più. Segnato il vantaggio in avvio doveva sfruttare meglio l’appannamento dei bergamaschi.

LE PAGELLE DEL PONTE SAN PIETRO

Carrara 7 Infonde sicurezza a tutto la squadra e tra i pali i suoi interventi non sono mai banali.
Restivo 5.5 Troppo timido sia in fase difensiva che in quella di spinta.
Kritta 6.5 Primo tempo da urlo: attacca e difende come un treno. Nella ripresa perde un po’ di smalto e si limita a contenere i brianzoli.
Burini 7 Detta con classe i tempi di gioco della partita. Ma oltre a dare qualità alla manovra bergamasca recupera tanti, e importanti, palloni in mezzo.
Zenoni 6.5 Pulito e sempre efficace al centro della difesa.
Ametrano 7 Guida la linea difensiva con maestria ed esperienza, centrando così un’altra grande partita.
Rota 6 Prestazione molto generosa in cui manca però il guizzo giusto.
Noris 6.5 Nel primo tempo è probabilmente uno dei migliori dei suoi, nella ripresa soffre il cambio di ritmo del Seregno.
Milesi 6.5 Lo stacco sul gol è da vedere e rivedere, ma in alcune situazioni avrebbe dovuto far salire meglio la squadra.
Spinedi 6.5 Sempre pimpante e alla ricerca della giocata. Galleggia tra le linee con leggerezza cercando sempre l’imbeccata vincente per gli attaccanti.
Wahab 5.5 Gara un po’ in ombra nella quale non riesce mai ad incidere.
All. Alborghetti 6.5 Dopo il gol a freddo ci si poteva aspettare un epilogo divereso, ma invece i suoi reagiscono e strappano un pareggio ai punti meritato.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli