20 Giugno 2021

Albinoleffe – Como Serie C: Terrani e Solini assicurano i tre punti a Banchini, Galeandro non basta ai padroni di casa

Le più lette

Torneo Eusalp, esordio con sconfitta per la Lombardia: un gol nel finale incorona Bolzano

Si apre con una sconfitta il cammino al Torneo Eusalp della Lombardia. La formazione di Matteo Medici si è...

Villa-Rozzano Under 14: Maggi e Di Tomaso gemelli del gol, Batistini e Villa giocate di classe

Uno sfavillante 5-5 è il risultato finale di una partita infinita che ha visto il Rozzano rincorrere dall’inizio alla...

Gozzano-Fossano Serie D: All’Albertas festa per tutti, coppa a Soda e… FOSSAlvo

Non ci credeva nessuno, tranne Viassi e la sua squadra. Nel giorno della festa del Gozzano, il Fossano si...

Il Como espugna il “Città di Gorgonzola” vincendo la seconda partita consecutiva – dopo aver battuto la Pro Patria nel recupero dell’ottava giornata di mercoledì – battendo l’Albinoleffe per 2-1, reduce da tre vittorie consecutive ed imbattuta da ben sei partite. Bel colpo in trasferta per la formazione di Banchini, che collezionano 19 punti nelle prime 10 giornate, con due partite da recuperare. Rammarico in casa Albinoleffe, che vede la sua serie positiva interrompersi, complici anche le assenze, su tutte quella di Sacha Gori, attaccante esperto classe ’89, già a segno tre volte in questo inizio di stagione.

L’inizio di gara è di marchio bergamasco, è l’Albinoleffe nei primi 20′ a imprimere il ritmo della partita con un possesso palla ordinato e paziente, guidato dal capitano Giorgione, e con le iniziative di Petrungaro, molto attivo sulla fascia sinistra. La prima vera occasione da gol – la più nitida escludendo il gol nel finale – viene creata proprio dall’esterno classe 2000 al 5′: Petrungaro supera in velocità il terzino Bovolon, crossa in area il pallone che il portiere Facchini respinge goffamente in area piccola e Galeandro non è lesto nel tap-in vincente, facendosi anticipare da Bertoncini. Il Como riesce ad alzare il baricentro grazie alla corsa dei suoi esterni Cicconi e Terrani, che guadagnano numerosi calci d’angolo; al 25′ Terrani batte il corner che Ferrari insacca, ma il gol dell’argentino viene annullato dal direttore di gara Perri per un fallo di Rosseti. Al 42′ Terrani sfrutta un errore in disimpegno di Riva, punta in area di rigore il generoso attaccante Gabbianelli in ripiegamento, che però dimostra di non essere un difensore naturale sgambettandolo e l’arbitro, vicino all’azione, assegna un calcio di rigore: sul dischetto si presenta lo stesso Terrani che trasforma spiazzando Savini. La ripresa vede le due squadre che non riescono a trovare il varco giusto per creare pericoli, lottando con molta tenacia a centrocampo con cambi di possesso continui. Al 12′ il Como trova il varco sfiorando il raddoppio con Cicconi, servito da Ferrari in area, con la conclusione mancina ad incrociare che sfiora il palo sinistro. Cinque minuti dopo gli ospiti si rendono ancora pericolosi con Gabrielloni che sfonda sulla sinistra e il suo cross basso, molto insidioso viene messo in angolo dall’impegnato Savini. I cambi effettuati dal tecnico Zaffaroni, danno nuova vita alla formazione di casa – soprattutto gli ingressi di Genevier e Gella al posto di Nichetti e Riva – che spinge con più convinzione. Nel momento di massima pressione della squadra di casa, gli ospiti su ripartenza trovano un calcio d’angolo, calciato da Arrigoni e trasformato da Solini che solo in area piccola deve solo spingere di testa il pallone che vale il gol del 2-0. Un minuto dopo, Galeandro accorcia le distanze sfruttando una mischia in area sugli sviluppi di un calcio d’angolo e apre un finale incandescente, senza occasioni degne di nota, unico episodio da segnalare è l’espulsione per doppio giallo per Petrungaro per fallo tattico su Ferrari, già ammonito nel primo tempo per un brutto fallo da dietro su Terrani al 47′. La partita termina dopo tre minuti di recupero con il Como che porta a casa una vittoria meritata.

IL TABELLINO

ALBINOLEFFE 1
COMO 2
RETI: 42′ rig. Terrani (C), 40′ st Solini (C), 41′ st Galeandro (A)

ALBINOLEFFE (3-5-2): Savini 5.5, Canestrelli 5.5, Mondonico 6, Riva 5 (15′ st Gelli 6.5), Gusu 5.5, Galeandro 6.5, Nichetti 6 (29′ st Genevier 6), Giorgione 6, Petrungaro 5.5, Gabbianelli 5 (34′ st Ghezzi sv), Manconi 5.5. A disp.: Barbenni, Caruso, Cerini, Maffi, Miculi, Paganessi, Piccoli. All. Zaffaroni 6.
COMO (4-4-2): Facchin 5.5, Bovolon 6, Solini 7, Bertoncini 6.5, Iovine 6.5, Terrani 7, H’Maidat 6 (15′ st Arrigoni 6) Bellemo 6, Cicconi 6 (32′ st Gatto sv), Ferrari 6.5, Rosseti 5.5 (19′ st Gabrielloni 6). A disp. Agyakwa, De Nuzzo, Dkidak, Foulds, Magrini, Toninelli, Walker, Zanotti. All. Banchini 6.5.
ARBITRO: Perri di Roma 7 Sempre preciso negli interventi, ha saputo tenere a bada le squadre nel secondo tempo senza estrarre troppi cartellini.
AMMONITI: Iovine (C), Rosseti (C), Petrungaro (A), Ferrari (C).
ESPULSI: 47′ st Petrungaro (A).

LE PAGELLE

ALBINOLEFFE

All.Zaffaroni 6 Schiera il classico 3-5-2, limitato dalle assenze; la squadra inizia bene ed azzecca i cambi per tornare a galla nel match, ma purtroppo non basta per evitare la sconfitta.
Savini 5.5 Dimostra qualche incertezza in alcuni interventi, colpevole sul secondo gol per non essere uscito a prendere il pallone in area piccola.
Canestrelli 5.5 Impreciso in impostazione, copre discretamente in difesa in anticipo sugli attaccanti.
Mondonico 6 Il più ordinato del terzetto centrale, buona prova, non riesce a rimediare agli errori dei compagni di reparto.
Riva 5 La sua disattenzione nel finale di primo tempo provoca il rigore che cambia gli equilibri della partita.
15′ st Gelli 6.5 Dà nuova linfa all’attacco grazie alle sue sgroppate sulla destra
Gusu 5.5 Buon inizio, ma perde fiducia col passare dei minuti, il suo indietreggiamento sulla linea difensiva non sortisce effetti positivi.
Galeandro 6.5 Partita di grande propensione offensiva, peccato per il pallone mancato ad inizio partita, il suo gol, di voglia, dà speranza ai suoi.
Nichetti 6 detta gli equilibri ad inizio partita, soffre il calo fisico nella ripresa. (29′ st Genevier 6).
Giorgione 6 Partita di grande intensità del capitano, che, nel primo tempo è il padrone del centrocampo, impreciso nella ripresa.
Petrungaro 5.5 Il migliore dei suoi nel primo tempo, inarrestabile sulla sinistra, rischia l’espulsione nel primo tempo e conclude male la partita con un’espulsione evitabile.
Gabbianelli 5 Generoso il suo rientro in difesa che però provoca il rigore del 0-1, nel secondo tempo ha un’occasione per segnare ma il suo tiro è debole e centrale, per il resto si è visto poco. (34′ st Ghezzi sv)
Manconi 5.5 Non crea occasioni da gol, in calo rispetto alle ultime giornate, dove aveva trovato un buon feeling con il gol

COMO

All. Banchini 6.5 Il suo 4-4-2 mantiene bene le distanze per tutta la partita senza disunirsi, nonostante le continue ripartenze nella ripresa, i cambi mantengono alto il ritmo.
Facchin 5.5 Non compie interventi straordinari, impreciso ad inizio partita e sul finale, la sua uscita sbagliata regala agli ospiti il gol del 1-2.
Bovolon 6 Inizio difficile nel marcare Petrungaro, con il passare dei minuti prende bene le misure.
Solini 7 Partita ordinata in difesa, bravo sugli anticipi e lesto nel farsi trovare al posto giusto sul gol del 2-0.
Bertoncini 6.5 Buona prova dell’ex Reggina, mai in ritardo negli interventi, dimostra di essere uno dei migliori.
Iovine 6.5 Il cartellino rimediato dopo 15′ di gioco poteva limitarlo ma non ha smesso di spingere e non ha sofferto Gusu in fase difensiva.
Terrani 7 Il migliore in campo, corre per tutti i 90 minuti, si procura e segna il rigore, mette in area cross pericolosi, ottima prova.
H’Maidat 6 Il giovane centrocampista corre molto, però a vuoto, poco preciso nei passaggi.
15′ st Arrigoni 6 Si limita a contenere gli attacchi avversari, decisivo sul secondo gol, servendo l’assist a Solini.
Bellemo 6 Non si fa notare per giocate degne di nota, gioca semplice e non commette errori.
Cicconi 6 Partita sufficiente dell’esterno Comasco, peccato per il gol sbagliato nel secondo tempo, avrebbe cambiato la partita. (33′ st Gatto sv).
Ferrari 6.5 Partita encomiabile del 25enne argentino, che si batte come un leone contro tutta la retroguardia avversaria, serve il potenziale assist a Cicconi e recupera tanti palloni nel finale, procurando anche l’espulsione di Petrungaro.
Rosseti 5.5 Commette il fallo che provoca l’annullamento del gol di Ferrari, si fa ammonire nel primo tempo, ci mette voglia, ma è troppo avventato negli interventi (19′ st Gabrielloni 6).


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli