21 Aprile 2021

Alessandria-Giana Erminio Serie C: Corazza fallisce dal dischetto, Acerbis è insuperabile

Le più lette

Fanfulla, ufficiale: Nicola Aschieri resterà in bianconero anche la prossima stagione

La stagione sulla panchina del Fanfulla, che ha visto il suo ritorno in bianconero dopo cinque anni passati al...

Union Calcio Basso Pavese Promozione, arriva un nuovo DS e non solo: tanti gli aggiornamenti in società

Diversi cambiamenti nell’organigramma dell’Union Calcio Basso Pavese, resi noti tramite la pubblicazione di un comunicato ufficiale. In primis, la...

Accademia Pavese: ecco la veste della Scuola Calcio, divisa tra i nuovi progetti e la voglia di ricominciare

Una realtà ormai divenuta Élite, con il sostegno anche della società dell’Inter - di cui costituisce uno dei quattordici...

Si conclude con un 0-0 il secondo anticipo della 14ª giornata di campionato, risultato che lascia l’amaro in bocca ai padroni di casa. Tre legni, un’espulsione a favore, un rigore fallito e un Acerbis in giornata negano i tre punti ai ragazzi di Longo. Una superiorità numerica cominciata al 38′ del primo tempo che però trova sostanza solo dal 70′ in avanti. Secondo rigore fallito per l’Alessandria in questo campionato, questa volta a tradire è Corazza. Due squadre, Alessandria e Giana Erminio, reduci entrambe da una sconfitta nell’ultimo turno. I precedenti tra le due squadre forniscono un bilancio equilibrato: 5 vittorie per gli uomini di Longo, 4 pareggi e 4 vittorie per i biancazzurri di Brevi. Entrambe le formazioni al momento non sono in linea con i rispettivi obiettivi stagionali. I padroni di casa faticano a tenere il passo, zoppicante, delle dirette concorrenti alla promozione, che quindi lascia ancora speranza nonostante il quarto posto deluda le attese. Gli ospiti non vincono da cinque gare e devono cominciare a guardarsi alle spalle, sentono sul collo il fiato delle ultime in classifica. Longo farà a meno di Giorno ed Arrighini causa squalifica, oltre agli infortunati Mustacchio e Mora. Il tecnico conferma il modulo difensivo e affida le chiavi del centrocampo a Gazzi. A lui si affiancano Bruccini e Di Quinzio come interni. Sulla fascia destra una maglia da titolare per Parodi, unico giocatore di ruolo disponibile al momento, mentre sul fronte opposto vince il ballottaggio Celia su Frediani. L’attacco è affidato a Corazza con Eusepi a fargli da supporto. In casa biancoazzurra tecnico Brevi deve rinunciare a sei elementi: Pirola, Maltese, Ruocco, Di Maira, infortunati, Ferrario e Perico, squalificati. Schiera dunque un 3-5-2 di contenimento. A pochi minuti dall’inizio della gara viene confermato il pacchetto arretrato composto da Marchetti, Bonalumi e Montesano. Tuttavia un problema per Montesano ancor prima del fischio iniziale costringe Brevi a mandare in campo Zugaro. A centrocampo, da destra a sinistra, giocano Madonna, Palazzolo, Dalla Bona, Pinto e De Maria, mentre in attacco le scelte sono obbligate, con Perna, al rientro dalla squalifica, e Corti a comporre la completare. L’inizio di gara è soporifero, le squadre sono chiuse e compatte. Le prime conclusioni in questo frangente arrivano tutte dalla distanza, prima Sini poi Corti, mai loro tiri non impensieriscono i rispettivi portieri. Fino al 25′ la gara vive di timidi tentativi che però non scaldano il gioco. L’Alessandria ci prova con più insistenza, comincia a tenere il pallino del gioco senza però trovare grandi spazi tra le vie centrali. Le conclusioni arrivano da calcio piazzato, prima Di Gennaro, e poi da palloni respinti che invitano Celia alla conclusione. Un gioco, quello dei ragazzi di Longo che si concentra sulle fascia, dove Parodi trova molto spazio. Al 34′ quest’ultimo trova in area Corazza, perso da Bonalumi in marcatura, ma la punta colpisce debolmente di testa e centrale. Tutto facile per Acerbis. Al 38′ arriva la quarta espulsione consecutiva, in quattro gare diverse per la formazione di Brevi. Bonalumi ferma di petto un pallone lanciato lungo dalla difesa avversaria, sembra tutto facile ma dopo lo stop il ragazzo scivola sul piede d’appoggio e Corazza si avventa sul pallone. L’ultimo difensore, da terra, protegge il pallone con la mano e l’arbitro decide immediatamente di espellerlo, giustamente. Brevi non effettua nell’immediato cambi, nemmeno dopo il fischio finale della prima frazione. Il tecnico ospite si limita ad arretrare Madonna e Montesano, così da formare una difesa a quattro. Giocare in 10 sta diventando una brutta costante per la Giana Erminio, è la quarta gara consecutiva che giocano in inferiorità numerica dopo le espulsioni contro Albinoleffe, Novara e Juventus U23. La ripresa parte come da copione, ospiti che chiudono gli spazi e che in contropiede provano a colpire l’Alessandria che mantiene il controllo del gioco in virtù della superiorità numerica. Perna ci prova da fuori e su corner di prima ma l’ultimo tentativo finisce sulla rete esterna. Questa è l’ultima occasione per gli ospiti. L’Alessandria al 62′ crea la sua prima palla gol, bravo Corazza a dettare un filtrante in profondità e ad aprire la difesa avversaria, Corazza che in scivolata mette il pallone in mezzo ma Frediani, appena entrato, prende la traversa indisturbato. Rammarico per la prima palla gol della partita. Sul seguire dell’azione Eusepi non riesce a coordinarsi, ma rimane evidente l’errore di Frediani che indisturbato sciupa il vantaggio. Al 71′ ancora Corazza protagonista che prende nuovamente il palo su un pallone invitante di Parodi.  Sempre dai piedi di Parodi parte la terza occasione da rete, un traversone che passa per l’area di rigore, Casarini arriva da dietro ma colpisce debolmente e Acerbis riesce a mettere in angolo. Sempre di testa, ma questa volta da corner, Di Gennaro prende un altra traversa dopo la schizzata di Eusepi. Ma è al 37′ che i ragazzi di Longo hanno la più ghiotta delle occasioni. L’arbitro fischia un calcio di rigore per un tocco di mano su una battuta a rete di Frediani e dal dischetto si presenta Corazza. Ma è Acerbis a vincere il duello, ipnotizzando il suo avversario e tenendo inviolata la sua porta. Alessandria che nel finale assedia la difesa ospite, a maggior ragione dopo l’errore dal dischetto, ma i continui palloni messi in mezzo sono preda della difesa di Brevi. Un pari d’oro per gli ospiti che trovano un punto che smuove la classifica ma che sottolinea ancor di più quanto il gruppo sia unito, a maggior ragione dopo un’altra espulsione. Amaro in bocca invece per l’Alessandria che non sfrutta la superiorità numerica, non concretizza le 3 palle gol nitide e continua ad allontanarsi dalla vetta.

IL TABELLINO

ALESSANDRIA-GIANA ERMINIO 0-0
ALESSANDRIA (3-5-2): Pisseri 6; Prestia 6, Di Gennaro 6.5, Sini 6.5, Parodi 6.5 (30′ st Chiarello 6), Casarini 6, Gazzi 6.5, Di Quinzio6, Celia 6 (11′ st Frediani 5.5) , Eusepi 5.5 (28′ st Stanco 6), Corazza 6. A disp. Crisanto, Crosta, Cosenza, Bruccini, Macchioni, Bellodi, Rubin. All. Longo 5.
GIANA ERMINIO (3-5-2): Acerbis 7.5, Marchetti 6.5, Bonalumi 5, Zugaro 6, Madonna 6.5 (25′ st Barazzetta 6), Palazzolo 6 (25′ st Rossini 6), Dalla Bona 6.5(40’st Greselin sv), Pinto 6, Montesano 6, Perna 6.5 (40′ st Finardi sv), Corti 6. A disp. D’Aniello, Zanellati, Marchetti, Benatti, De Maria, Capano, D’Ausilio. All. Brevi 6.5.
ARBITRO: De Tommaso di Rimini 6.5 Sempre vicino all’azione, rigore ed espulsioni evidenti che non pongono difficoltà ad una conduzione arbitrale tutto sommato tranquilla.
ESPULSO: 38′ Bonalumi (G).
AMMONITI: Di Quinzio (A), Madonna (G), Acerbis (G), Corazza (A).

LE PAGELLE

ALESSANDRIA
Pisseri 6
Poche volte chiamato in causa, sui tiri da fuori sempre reattivo.
Prestia 6
Personalità e grinta, pochi problemi da affrontare vista l’inferiorità numerica avversaria.
Di Gennaro 6.5
Preciso e attento, nel finale si reinventa punta e sfiora il vantaggio di testa.
Sini 6.5 Nei primi 30′ è dalla sua parte che gli ospiti provano a spingere, fa sempre buona guardia.
Parodi 7
Padrone della fascia, mette in mezzo tanti palloni non capitalizzati dai suoi compagni. Esce forse un po’ presto e la squadra smette di attaccare con decisione su quella fascia.
Brucchini 6 In mezzo al campo non c’è molto su cui lottare dopo l’espulsione avversaria, in parità numerica fa sempre buon schermo alla difesa.
Gazzi 6.5
Porta su palla e smista, non deve darsi troppo da fare oggi.
Di Quinzio 6
Poca iniziativa da parte sua. Insieme a Celia nella prima frazione di gioco fanno buon filtro ma nella ripresa è timido.
Celia 6
Nella prima frazione di gioco dà man forte a Sini, dopo l’espulsione ci prova sulla fascia ma Montesano fa buona guardia.
Eusepi 5.5
Prestazione insufficiente, entrambe le frazioni di gioco sono incolore.
Corazza 6
Va più volte vicino al gol, fornisce quel pallone solamente da mettere dentro per Frediani, ma fallisce dal dischetto.
All. Longo 5 La squadra sembra non avere idee di gioco, sia prima sia dopo l’espulsione la squadre vive di calci piazzati e spunti personali sulle fasce.

GIANA ERMINIO
Acerbis 7.5
Vince il duello con Corazza, salva più volte il pari e nel finale si butta su tutti i palloni alti. 
Marchetti 6
Soffre Corazza ma tiene botta per 60′ all’inferiorità numerica.
Bonalumi 5
Espulsione ingenua, nell’unica occasione del primo tempo per i padroni di casa si perde Corazza.
Zugaro 6.5
Titolare all’improvviso ma con testa sa subito sul pezzo. Nel finale si immola su più conclusioni da fuori.
Madonna 5.5
Costretto alla sola fase difensiva, non riesce tuttavia ad arginare Parodi.
Palazzolo 6
Prova a condurre i pochi contropiedi della squadra, ma il tutto si risolve in un nulla di fatto
Dalla Bona 6.5 Lotta fino all’ultimo, sembra abbia due polmoni.
Pinto 6
In mezzo al campo si sdoppia, aiuta Montesano e fornisce quando possibile una soluzione ai compagni.
Perna 6.5
Suoi gli unici tentativi nella ripresa, ci prova caparbiamente, fa a sportellate. Nel finale diventa difensore.
Corti 6
Nella prima parte di gara non dà man forte a Perna, nella ripresa si aggiunge al centrocampo.
All. Brevi 6.5 Giocare in 10 sta diventando una costante. I ragazzi si sacrificano ancora una volta, questa volta tengono duro e portano a casa un punto d’oro.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0