12 Giugno 2021

Alessandria-Juventus Serie C: Eusepi e Mustacchio mandano i Grigi in paradiso

Le più lette

Castellazzo-Albese Eccellenza: piazzati letali agli alessandrini, Perlo vola al quinto posto

Il Castellazzo c'è sul piano della "garra", ma non nel risultato. La formazione di Fabio Nobili perde in casa...

Chisola-Corneliano Roero, la lavagna tattica di Sandro Siciliano

Chisola contro Corneliano Roero è gioventù contro esperienza. Alla fine la vince proprio il Corneliano, grazie alla spinta dei...

Torinese-Rosta Under 16: Caduti di Superga, incornate di Icardi e Turi, eurogol di Cilenti, la fotogallery

La fotogallery della gara Under 16 Torinese-Rosta, giocata al campo del Lucento per il Torneo Caduti di Superga. Due...

Secondo derby di giornata per la Juventus, questa volta al Moccagatta di Alessandria ospiti dei grigi, e anch’esso nefasto per i bianconeri che devono arrendersi alla furia di Eusepi, che con una doppietta fissa il 2-0 finale con cui i ragazzi di Moreno Longo mandano al tappeto la formazione bianconera. Se i “grandi” hanno pareggiato contro una squadra alla disperata ricerca di punti salvezza (il Torino), i “ragazzi” della Juventus escono battuti dalla sfida contro una squadra (l’Alessandria) che adesso ci crede seriamente: la vittoria contro l’undici di Lamberto Zauli è la miglior risposta all’1-0 del Como capolista che nel lunch-match aveva superato la Carrarese.

Il match. Con l’arrivo di aprile le partite iniziano ad avere un peso specifico maggiore rispetto a prima e forse per questo motivo le due squadre rimangono contratte a lungo. I primi trenta minuti del match possono elegantemente essere definiti come “fase di studio”, vista la totale assenza di azioni veramente pericolose. L’Alessandria inizia a spingere con maggiore intensità nel quarto d’ora finale del primo tempo riuscendo ad arrivare con maggiore facilità nell’area di rigore avversaria, ma la prima parata di serata è firmata da Pisseri che, al 31′, risponde con grande personalità ad un tiro di Leone dal limite dell’area. Due minuti più tardi la compagine di Longo sfiora il vantaggio con un bel tiro di Casarini che viene deviato in corner da Nocchi. Sugli sviluppi del medesimo calcio d’angolo arriva il vantaggio dei padroni di casa: Bruccini mette un gran pallone in mezzo all’area che viene indirizzato da un tocco di Celia verso il secondo palo e insaccato da due passi da Eusepi.

E poi… La ripresa inizia con un piglio nettamente diverso rispetto ai primi 45 minuti. Al 5′ Arrighini, scappando a Delli Carri, riesce ad arrivare da solo in area ma il difensore bianconero è bravo a recuperare e a portarlo a sbagliare. Dopo questa grandissima occasione la Juventus riesce a prendere in mano il controllo del gioco e a rendersi pericolosa, al 18′, con un tiro scoccato dal centro dell’area da Leone e finito di poco a lato. Al 27′ i due migliori in campo confezionano il raddoppio e chiudono la partita: Mustacchio riesce a smarcarsi sull’out di destra e a trovare a rimorchio dal limite dell’area Eusepi che non sbaglia e sigla il quindicesimo gol stagionale. Il colpo subito è troppo forte per i ragazzi di Zauli che abbandonando con il passare del tempo l’idea della rimonta escono dal campo molto prima del triplice fischio. Nei minuti di recupero il palo nega la gioia del gol a Corazza e il risultato tondo all’Alessandria, che però può godersi i tre punti meritatamente conquistati e una zona playoff sempre più al sicuro.

IL TABELLINO 

ALESSANDRIA-JUVENTUS 2-0
RETI: 34′ Eusepi (A), 28′ st Eusepi (A).
ALESSANDRIA (3-5-2): Pisseri 6, Prestia 6.5, Di Gennaro 6.5, Macchioni 6, Parodi 6, Casarini 6, Bruccini 6.5 (41′ st Gazzi sv), Mustacchio 7 (33′ st Chiarello sv), Celia 6.5, Arrighini 6.5, Eusepi 8 (33′ st Corazza sv). A disp. Crisanto, Cosenza, Di Quinzio, Crosta, Mora, Giorno, Bellodi, Rubin, Stanco. All. Longo 6.5.
JUVENTUS (3-4-2-1): Nocchi 6, Delli Carri 5.5, Alcibiade 6, Gozzi Iweru 5.5, Barbieri 6, Leone 6.5 (37′ st Troiano sv), Barrenechea 5.5, Rosa Oliveira 5 (28′ st Marques 6), Rafia 6, Dabo 5 (13′ st Akè 6), Brighenti 4.5 (37′ st Compagnon sv). A disp. Boloca, Anzolin, Riccio, Raina, Mulazzi, Iling-Junior, Bucosse. All. Zauli 5.
ARBITRO: Perenzoni di Rovereto 6.5.
ASSISTENTI: Testi di Livorno e Lencioni di Lucca.
AMMONITI: Celia (A), Zauli (J), Di Gennaro (A), Barbieri (J), Akè (J).

LE PAGELLE

ALESSANDRIA
Pisseri 6 Viene chiamato realmente in causa una sola volta e risponde “presente”.
Prestia 6.5 Preciso e pulito in copertura, come tutta la retroguardia da lui guidata, al punto da subire un solo tiro in porta.
Di Gennaro 6.5 Si muove bene per assorbire i movimenti dei tre juventini davanti e con i compagni non corre rischi.
Macchioni 6 Riesce a mantenere alto il suo livello di attenzione e non commettere alcun errore.
Parodi 6 Motorino instancabile sulla fascia, non commette alcuna sbavatura dietro e davanti aiuta la manovra.
Casarini 6 Agisce bene come interno di centrocampo facendo saltare il pressing avversario e gestendo il pallone.
Bruccini 6.5 Suo il corner che porta al vantaggio e suoi i polmoni che aiutano a reggere determinati ritmi. (41’ st Gazzi sv).
Mustacchio 7 Serve l’assist per il secondo gol con un gran passaggio ed è presente in tutte le situazioni degne di nota da parte dei suoi. (33’ st Chiarello sv).
Celia 6.5 Gioca con l’ammonizione sulla testa per gran parte del match ma si gestisce con esperienza e si danna per la causa.
Arrighini 6.5 Sfiora il gol in apertura di ripresa e l’assist in chiusura di partita, è la serata del “quasi” per lui ma la vittoria è totale.
Eusepi 8 Mattatore di serata e bomber vero, con una doppietta che ne mette in mostra sia le doti tecniche che da rapace mette la sua firma sul derby. (33’ st Corazza sv).
All. Longo 6.5 Dopo l’amaro lasciatogli in bocca dall’ultimo confronto con le casacche bianconere si riscatta alla grande.

JUVENTUS
Nocchi 6 È incolpevole nelle situazioni che portano ai gol.
Delli Carri 5.5 Qualche sbavatura, come in apertura del secondo tempo, che per
Alcibiade 6 Da capitano prova a dare forza e stimoli ai suoi con le parole e con i gesti ma la sua mission non si compie.
Gozzi 5.5 è troppo timido su Mustacchio in occasione del secondo gol.
Barbieri 6 Riesce a rimanere lucido dietro rinunciando a un maggior dispendio di energie in fase offensiva.
Leone 6.5 Mette molta grinta, a differenza di molti suoi compagni, ed è l’unico che impegna il portiere avversario. (37’ st Troiano sv).
Barrenechea 5.5 In una serata come questa è difficile non attribuire alcune colpe al creatore di gioco della squadra.
Rosa 5 Un po’ troppo timido, viene completamente annullato dal pressing e il palleggio avversario. (28’ st Marques 6).
Rafia 5.5 Inizia la partita con un nervosismo evidente e nonostante qualche giocata interessante non si mette mai in mostra come dovrebbe.
Dabo 5 Fatica tanto in fase offensiva, dove non trova mai la giusta posizione o lo spunto utile alla squadra, e anche in ripiegamento è assente. (13’ st Akè 6).
Brighenti 4.5 Non entra mai in partita e ne rimane uno spettatore non pagante per tutti i minuti di gioco. (37’ st Compagnon sv).
All. Zauli 5 La sua squadra non riesce mai ad incidere rimanendo intrappolata nella ragnatela avversaria.

ARBITRO
Perenzoni di Rovereto 6.5
 Il match, a parte le battute iniziali, si mostra tranquillo e lui lo gestisce senza grandi problemi.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli