25 Giugno 2021

Alessandria-Pergolettese Serie C: Casarini mantiene i grigi ad un tiro di schioppo dalla vetta

Le più lette

Rappresentativa Regionale Piemonte Under 17: gli osservati speciali al torneo All Stars

Si scrive Under 17, si legge 2005. Che è l'annata che comporrà la nuova selezione Allievi per la stagione...

A Chieri Boots for Africa: al Rosato parte la raccolta di scarpe

È terminata la stagione della prima squadra in Serie D, ma continua quella sul sociale per il Chieri che...

Caravaggio: per l’Under 17 c’è Marco Mozzi dalla Trevigliese, Roberto Romualdi promosso in Under 16

Il quadro ormai è definito e il Caravaggio ha annunciato i nomi degli allenatori per la prossima stagione. La...

Ci siamo, la tavola è apparecchiata per un gran finale. La sfida di settimana prossima fra Como e Alessandria varrà la promozione in Serie B. Già, perché dopo la vittoria pomeridiana in rimonta dei lariani a Livorno, i ragazzi di Longo hanno regolato la Pergolettese al Moccagatta. Ci ha pensato, di nuovo, Casarini. Senza mezzi termini, l’uomo del momento. Seconda rete consecutiva per il centrocampista, dopo quella rifilata alla Pro Sesto lo scorso week end, seconda rete da tre punti. Nonostante la sconfitta, non ha comunque sfigurato la squadra cremasca, allenata oggi per la prima volta da Albertini, dopo il clamoroso esonero di De Paola. I gialloblù hanno creato qualche situazione interessante, senza però riuscire a concretizzare. Fra sette giorni, anche la Pergo avrà una sfida cruciale da affrontare. Quella contro la Giana Erminio, per scacciare definitivamente i play out.
Ancora Casarini. Nella mezz’ora iniziale di gioco i Grigi fanno la voce grossa e controllano appieno il ritmo, rintanando i Cannibali nella propria metà campo. La prima, grossa occasione della gara ce l’ha Arrighini, che dopo dieci minuti raccoglie un cross perfetto di Parodi e colpisce di testa da pochi passi, trovando l’opposizione di Soncin. Ma il portiere dei cremaschi, chiamato a sostituire il titolare Ghidotti, espulso nell’ultimo turno contro il Piacenza, non può nulla qualche giro di orologio più tardi, quando Casarini gli si presenta davanti e lo infila, dopo aver confezionato un uno-due d’alta scuola con Eusepi. Incassato il colpo, la Pergolettese entra finalmente in partita, alza il proprio baricentro e, in chiusura di tempo, sfiora il pareggio. Traversone dalla sinistra di Morello e sponda di Bariti per Varas, che dal limite dell’area piccola spara addosso a Pisseri, bravo e fortunato a respingere.
Forcing inconcreto. La seconda frazione comincia nello stesso modo della prima, con l’Alessandria decisa e vogliosa di chiudere i conti. Non passano nemmeno centoventi secondi dall’inizio del secondo tempo che Celia fa esplodere un sinistro terrificante dal limite dell’area che si stampa sulla traversa. Qualche istante dopo, Arrighini calcia di destro da dentro l’area, ma la sua conclusione termina a lato. Da qui in avanti, la sfida non regala altri lampi. La Pergolettese prova a riacciuffare il punteggio a testa bassa, ma la difesa piemontese è attenta a svettarli, a non correre rischi, e a portare a casa un’altra vittoria determinante.

IL TABELLINO

Alessandria-Pergolettese 1-0.

RETI: 26′ Casarini (A).

ALESSANDRIA (3-5-2): Pisseri 6.5, Prestia 6, Di Gennaro 6.5, Bellodi 6, Parodi 6.5, Casarini 7 (39′ st Giorno sv), Bruccini 6 (44′ st Gazzi sv), Mustacchio 6 (24′ st Chiarello sv), Celia 6, Arrighini 5.5 (24′ st Corazza 6), Eusepi 6.5 (44′ st Stanco sv). A disp. Cosenza, Crisanto, Di Quinzio, Frediani, Macchioni, Mora, Rubin. All. Longo 7.

PERGOLETTESE (4-3-3): Soncin 6, Girelli 6 (15′ st Candela 6), Ceccarelli 6, Ferrara 6, Villa 6, Palermo 6.5, Panatti 5.5 (32′ st Duca 6), Varas 5.5 (39′ st Ferrari sv), Bariti 6, Scardina 6 (32′ st Longo 5.5), Morello 6 (32′ st Piccardo 5.5). A disp. Andreoli, Faini, Figoli, Labruzzo, Lamberti, Lucenti, Tosi. All. Albertini 6.5.

ARBITRO: Pascarella di Nocera Inferiore  5.5.

COLLABORATORI: Montagnani di Salerno  e Caso di Nocera Inferiore.

AMMONITI: Palermo (P), Celia (A), Parodi (A), Di Gennaro (A).

LE PAGELLE

ALESSANDRIA
Pisseri 6.5 Bravo e fortunato su Varas nel primo tempo, quando si immola e salva il risultato.
Prestia 6 Attento, fa il suo con una prestazione solida.
Di Gennaro 6.5 Leader della difesa piemontese, duella con Scardina per tutta la partita, spesso uscendone vincitore.
Bellodi 6 A braccetto con i suoi compagni di reparto, tiene bene la posizione e non commette sbavature.
Parodi 6.5 Propositivo sull’out di destra, i suoi suggerimenti sono sempre precisi e creano pericoli. Bene anche in difesa su Morello.
Casarini 7 L’uomo del momento. Segna il secondo gol decisivo nelle ultime due partite, avviando l’azione con una verticalizzazione da mediano e concludendola con la freddezza del centravanti. (39’ st Giorno sv).
Bruccini 6 Davanti alla difesa a smistare palloni e schermare i suoi. Sfiora il gol su punizione. (44’ st Gazzi sv).
Mustacchio 6 Corre come un matto per tutto il tempo, perdendo lucidità in alcune scelte. (24’ st Chiarello 6).
Celia 6 Apporto sistematico sulla sinistra in fase offensiva, stabilmente sulla linea dei due attaccanti. Dietro soffre i guizzi di Bariti, che per sua fortuna si rivelano inconcludenti.
Arrighini 5.5 Spreca due ghiotte chance, una nel primo e una nel secondo tempo. In entrambe le circostanze, avrebbe potuto fare meglio. (24’ st Corazza 6).
Eusepi 6.5 Le conclusioni vengono spesso respinte dai difensori avversari, ma l’assist con cui pesca Casarini è tanta roba. (44’ st Stanco sv).
All. Longo 7 I suoi creano, soffrono e vincono. Come una grande squadra.

PERGOLETTESE

Soncin 6 Nega il gol ad Arrighini, non può nulla su Casarini.
Girelli 6 Si propone poco in avanti, ma è attento in fase difensiva. (15’ st Candela 6).
Ceccarelli 6 Respinge tutte le conclusioni avversarie che può. Sempre al posto giusto, da grande esperto qual è.
Ferrara 6 Non erano clienti facili gli attaccanti di oggi. Se la cava benino, forse avrebbe potuto essere più aggressivo su Eusepi sul gol.
Villa 6 L’ultimo ad arrendersi, da vero leader. Trova anche un golazo, ma a gioco fermo per fallo precedente.
Palermo 6.5 Prende una botta, sembra dover uscire, ma resta in campo e gioca una buona partita.
Panatti 5.5 Qualche imprecisione in fase di impostazione, dove sbaglia qualche verticalizzazione. (32’ st Duca 6).
Varas 5.5 Sbaglia un gol gigante nel primo tempo. Per il resto, tanto fumo e poco arrosto. Si muove tanto, ma è inconcludente. (39’ st Ferrari sv).
Bariti 6 Mantiene la posizione in fase di non possesso, per poi scatenare la sua velocità in fase di ripartenza. I cross però non sempre sono precisi.
Scardina 6 Con la testa fasciata da inizio gara per una botta subita in un contrasto aereo, si danna comunque l’anima, lottando di fisico e in velocità contro i difensori avversari. (32’ st Longo 5.5).
Morello 6 Ad intermittenza, si accende col passare dei minuti. Si passa sempre da lui, ogni tanto è più preciso, ogni tanto meno. (32’ st Piccardo 5.5).
All. Albertini 6.5 Dopo un avvio in sordina, i suoi escono allo scoperto e disputano una buona gara, senza però guadagnare punti.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli