9 Marzo 2021

Como-Novara Serie C: Gattuso, con Gatto è partita la caccia alla Pantera

Le più lette

Colognese Under 14, il tecnico Fabrizio Picco: «Momento difficile, temo che molti lasceranno»

Come in molte altre realtà di provincia, anche a Cologno nel bergamasco continuano le scommesse su quando ripartirà il...

Accademia Milanese Esordienti Misti, Luciano Defronzo racconta la sua vita nella società

Ha iniziato solo da un anno all’interno della stimatissima società Accademia Milanese, ma Luciano Defronzo, allenatore, anzi “istruttore", come...

Pro Sesto-Pro Patria Serie C: pari senza reti nel derby tra le “Pro”, a prevalere sono organizzazione, attenzione e voglia di non scoprirsi

Il derby delle "Pro" non lo vincono né i sestesi né i bustocchi. A prevalere su tutto sono l'organizzazione,...

Finisce 1-0 la partita che vede contrapposte Como e Novara, due squadre distanti per posizioni in classifica e stato di forma: il Como cerca tre punti essenziali in vista dello scontro diretto con il Renate primo in classifica, match cruciale nella corsa al posto di comando per la promozione diretta. Il Novara, dal canto suo, deve aggrapparsi a ogni punto possibile per uscire dalla zona playout. La partita comincia nel segno di un Novara aggressivo: al 1’ c’è una rete ospite annullata per fuorigioco, a cui seguono buone iniziative che fruttano il primo calcio d’angolo al 4’, mostrando come la squadra di Banchieri sia scesa in campo con una mentalità propositiva. Il Como, dal canto suo, fatica inizialmente a trovare una via nitida verso la porta avversaria, ma inizia ad alzare i giri dopo i primi dieci minuti intensificando il lavoro sulle fasce. Intorno al quarto d’ora Luciani mette a referto una doppia ammonizione per Gabrielloni e Bove, rei di un confronto molto acceso a centrocampo, segnando rispettivamente il terzo e quarto giallo di una partita che si configura da subito come accesa e sentita. La situazione di parità viene risolta al 32’ quando Cicconi viene atterrato in area da un intervento di Schiavi che causa il rigore per i padroni di casa: Gatto si incarica con successo di convertirlo in gol portando i compagni in testa. Il Como si scioglie e prende coraggio salendo più spesso mentre il Novara, autore  fin qui di una buona performance, tende ad affrettare le giocate abbassando il coefficiente di precisione e chiudendo il primo tempo in una situazione sfavorevole.
La seconda metà di gioco inizia nel segno del ripristino di un sostanziale equilibrio che rende comunque manifesti gli intenti dei due team. Le squadre però iniziano a risentire molto delle energie spese nel primo tempo e nessuna sembra esibire la convinzione necessaria riuscire a prendere il controllo della partita. Il Novara lavora attuando presto due sostituzioni per aumentare il peso specifico nel proprio centrocampo, mentre il Como continua a sfruttare specialmente la qualità palla al piede di Gatto  e degli esterni.  Ancora una volta l’episodio decisivo avviene nell’area ospite: al termine di una manovra avvolgente dei padroni di casa, è proprio Gatto a venire atterrato in area da Migliorini che procura agli avversari l’occasione  per chiudere i conti. A incaricarsi del rigore è Gabrielloni che però calcia troppo basso e trova la parata di Lanni che non si fa ingannare. Il risultato resta quindi 1-0 fino al termine della partita, con il Novara che da fondo alle ultime energie per portare almeno un punto a casa senza però riuscirci. Il Como esce quindi vincitore da una partita meno semplice del previsto e si appresta a una settimana cruciale: la squadra del tecnico Gattuso si porta infatti a soli cinque punti dalla capolista Renate in vista dello scontro diretto domenica prossima, avendo tuttavia ancora la partita con l’Alessandria da recuperare mercoledì.

IL TABELLINO 

COMO-NOVARA 1-0

RETE: 33′ rig. Gatto (C).

COMO (4-2-3-1): Facchin 6, Iovine 6.5, Crescenzi 6, Solini 6, Dkidak 6.5, Bellemo 6.5, H’Maidat 6.5 (33′ st Arrigoni sv), Cicconi 6.5, Gatto 7 (39′ st Rosseti sv), Terrani 6.5 (21′ st Peli 6), Gabrielloni. A disp. Bovolon, Celeghin, Ferrari, Soldi, Toninelli, Vincenzi, Zanotti. All. Gattuso 6.5.

NOVARA (4-3-3): Lanni 7, Pogliano 6, Bove 6, Migliorini 6.5, Cagnano 6 (44′ st Zigoni), Schiavi 6.5 (33′ st Zunno), Buzzegoli 6.5, Collodel 6 (14′ st Bianchi 6), Panico 6, Lanini 6, Pagani 6 (14′ st Cisco 6). A disp. Desjardins, Hrkac, Ivanov, Mbaye, Pellegrini, Spada, Spitale. All. Banchieri 6. ARBITRO: Luciani di Roma 1  6.5.Fischia correttamente sui rigori, arbitra con decisione una partita facilmente infiammabile. Assistenti Tempestilli di Roma e D’Ilario di Tivoli.

AMMONITI: Lanini (N), Lanni (N), Crescenzi (C), Bove (N), Cicconi (C), Cagnano (N), Peli (C), Migliorini (N), Gabrielloni (C).

LE PAGELLE

COMO
Facchin 6 Poco impiegato nella partita odierna, si fa trovare pronto nei pochi momenti cruciali.
Solini 6 Tendenzialmente presente quando serve.
Iovine 6.5 Attivo su entrambe le fasi: sale spesso con coraggio e chiude bene in difesa.
Terrani 6.5 (21’ st Peli 6) Quando si allarga con la palla è sempre pericoloso.
Gabrielloni 6 Buona partita ma manca il match point.
Gatto 7 (39’ st Rosseti SV) Il più pericoloso dei suoi: il rigore segnato è il giusto riconoscimento per un’ottima partita.
Cicconi 6.5 Deciso nelle giocate nonostante qualche sbavatura.
Crescenzi  6 Buona performance, a volte paga dazio per il lungo impiego.
Bellemo 6.5 Importante lavoro di raccordo.
H’maidat 6.5 (33’ st Arrigoni SV) Performance maiuscola nella propria mediana.
Dikdak 6.5 Sale e conduce spesso con ottimi risultati.
All. Gattuso 6.5 La partita è complicata ma riesce a tenere le redini fino alla fine del match.

 

NOVARA
Lanni 7 Incolpevole sul primo rigore, molto bravo sul secondo e nelle uscite sui traversoni.
Cagnano 6 (44’ st Zigoni SV) Chiude quando può nonostante qualche disattenzione.
Bove 6 Solido, a volte però tende rischia oltre il necessario.
Pogliano 6 Partita giocata con un buon ritmo.
Schiavi 6.5 (33’ st Zunno SV) Il fallo da rigore è una macchia su una partita di alto profilo giocata con coraggio.
Lanini 6 Prova a scardinare la difesa avversaria, però non sempre è efficace.
Buzzegoli 6.5 Gran lavoro di qualità a centrocampo.
Panico 6 Si rende meno pericoloso di quanto le qualità gli consentirebbero.
Migliorini 6.5 Necessaria la sua fisicità per mantenere stabile la linea difensiva.
Collodel 6 (14’ st Bianchi 6) Cerca di fungere al meglio da raccordo.
Pagani 6 (14’ st Cisco 6) Diversi buoni strappi anche se non è sempre concentrato.
All. Banchieri 6 Il match è difficile, cerca di motivare i suoi fino alla fine ma non basta per ottenere i punti.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli