12 Giugno 2021

Il Lecco e D’Agostino si separano, rescissione consensuale dopo un anno e mezzo

Le più lette

Pontelambrese Eccellenza, Panatti a caccia di riscatto: dall’incubo di Sondrio ai primi gol in Orange

Dopo quattro sconfitte consecutive la Pontelambrese di Davide Rione tra domenica e mercoledì scorso ha finalmente visto la luce...

LG Trino-Borgaro Eccellenza: scatto Gerbaudo-Sarao, quando entra in gioco un super-Bissacco è ormai troppo tardi

Nella sfida tra squadre ormai senza più particolari obiettivi di classifica a seminare l'avversario è il Borgaro, che sfrutta...

Seregno in Serie C! França realizza il sogno di Erba con un finale ai limiti della perfezione

Un pareggio per 2-2 in casa della Casatese basta al Seregno per centrare la promozione in Serie C. Un...
Fabio Cannatà
Fabio Cannatà
Poeta dialettale amico di Bob Dylan, appassionato di Arsenal e di un certo calcio improduttivo. Altri interessi? Picchiare duro sulla carbonara

Calcio Lecco 1912 comunica di aver risolto consensualmente il contratto con Gaetano D’Agostino. La Società desidera ringraziare il tecnico e tutto il suo gruppo di lavoro per aver raggiunto lo storico traguardo dei playoff, nonché per la dedizione, la correttezza e la professionalità mostrate in queste due stagioni in bluceleste.

Con questo comunicato apparso nella mattinata di sabato 15 maggio la società bluceleste ha annunciato ufficialmente la separazione dal tecnico palermitano, subentrato a Marco Gaburro nel corso della stagione 2019/2020. Una notizia nell’aria dopo la conferenza stampa post Grosseto in cui le parole di D’Agostino erano suonate già come un canto d’addio alla piazza.
Dopo aver risollevato le sorti della squadra lo scorso anno, in questo campionato appena concluso l’allenatore ha guidato il Lecco in una stagione dai due volti. Da un lato il piazzamento più alto negli ultimi 40 anni di storia, con picchi notevoli come i due vinti contro il Como (3-0 e 4-0). Dall’altro una squadra che ha sempre stentato troppo con le cosiddette piccole, fallendo diverse volte il proverbiale esame di maturità e chiudendo malissimo con il playoff perso 4-1 in casa col Grosseto.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli