24 Gennaio 2021

Juventus-Grosseto Serie C: solida vittoria dei bianconeri con i toscani mai davvero pericolosi

Le più lette

Imperia – Sanremese Serie D: la Sanremese si illude con Romano, Capra salva l’Imperia

Termina 1-1 il match tra Imperia e Sanremese: al vantaggio iniziale degli ospiti con Romano risponde la formazione di...

Orobica – Cittadella Serie B Femminile: Cortesi manca il colpo grosso, solo pari tra Orobica e Cittadella

Pareggio senza reti tra Orobica e Cittadella nel recupero della 10^ giornata di Serie B. Un risultato giusto per...

Serie D girone A, 15^ giornata: rimonta Derthona e rilancio Città di Varese, prova di maturità per il Gozzano

Il Gozzano scappa e il Città di Varese si riscatta. Nel quinto infrasettimanale della stagione le due squadre in...

La sfida tra Juventus e Grosseto finisce con un netto 2-0 per i padroni di casa che si aggiudicano tre punti importanti. La Juventus arricchisce con un’ulteriore vittoria la striscia di 4 risultati utili consecutivi confermando l’ottimo stato di forma. Il Grosseto, dopo l’inizio di stagione ad alto livello, conferma di vivere un momento involutivo e i soli 5 punti raccolti negli ultimi 6 incontri ne sono chiaro sintomo. Juventus che sale al settimo posto in classifica con 19 punti, Grosseto che scende di quota assestandosi al decimo posto con 17 punti.

Questo recupero della decima giornata del Campionato di Serie C girone A si gioca allo stadio Giuseppe Moccagatta di Alessandria, campo che ha fatto da teatro all’ultima vittoria esterna dei grifoni toscani contro l’Alessandria padrona di casa alla sesta giornata di campionato. Sfida speciale per il tecnico Zauli della formazione bianconera, originario del grossetano, che viene omaggiato con una maglia da parte della compagine toscana a inizio partita. La squadra bianconera scende in campo con un offensivo 3-4-2-1; il Grosseto sceglie il collaudato 4-3-1-2 con Pedrini trequartista a supporto delle due punte. È un primo tempo frizzante che però si conclude a reti bianche. La partita è fin da subito presa in mano dalla squadra torinese, che riesce a creare superiorità in mezzo al campo e spinge molto bene il gioco sulle fasce, dove soprattutto sulla sinistra l’intesa tra Fagioli e Correia è una spina nel fianco per la difesa grossetana. I grifoni rimangono sulla difensiva, aspettando l’errore dell’avversario per ripartire in contropiede affidandosi all’estro creativo di Galligani. Al 18’ quest’ultimo, dopo un gran dribbling di sombrero, vola verso la porta juventina salvo poi non riuscire a concludere, guadagnandosi comunque un calcio d’angolo. Al 22’ la prima vera occasione da rete ce l’ha la Juventus con Del Sole che, smarcato da un assist di tacco di Rafia, cerca di piazzarla sull’angolo destro della porta grossetana ma il portiere Barosi riesce a deviare. Al 36’ ancora Juventus protagonista con Correia che, su una smanacciata dal portiere avversario, supera due uomini in dribbling e lascia partire un tiro che esce di pochissimo alla sinistra del palo. Il primo tempo si conclude con una punizione bianconera battuta da Rafia che però Barosi controlla con facilità. La seconda frazione inizia con due cambi per parte e con un copione molto diverso: le squadre si affrontano a viso scoperto e anche il Grosseto concede qualcosa. Al 2’ passa in vantaggio la Juventus: su un calcio d’angolo magistrale di Ranocchia, appena entrato, Vrioni trova la deviazione vincente e sigla il suo primo gol stagionale. I bianconeri raddoppiano pochi minuti più tardi al 7’ con Rafia che, dopo aver ricevuto un ottimo passaggio da Vrioni, insacca con un rasoterra imprendibile da dentro l’area. Uno due micidiale e partita in ghiaccio. Il tecnico maremmano Stefani prova a cambiare l’inerzia della partita mettendo in campo forze fresche e passando a un modulo più offensivo, ma senza risultati soddisfacenti. Si distingue solo il neoentrato Russo che al 32’ batte una bella punizione che però trova attento il portiere Nocchi che si esibisce in una parata in volo. Ci si aspetterebbe un assedio biancorosso nel finale di secondo tempo, ma questo non arriva e la partita si trascina verso il fischio finale senza che il vantaggio Juventino sia mai messo a serio rischio. Juventus che porta a casa una vittoria che sigilla l’ottimo momento di forma, Grosseto che paga il poco gioco creato e un atteggiamento poco combattivo durante tutta la partita.

IL TABELLINO

JUVENTUS-GROSSETO 2-0
RETI: 2’ st Vrioni (J), 7’ st Rafia (J).
JUVENTUS (3-4-2-1): Nocchi 6.5, Coccolo 6, Capellini 6.5, Delli Carri 7; Correia 6.5, Fagioli 6.5, Peeters 5.5 (1’ st Ranocchia 6.5), Di Pardo 6 (36’ st Wesley sv); Rafia 7 (17’ st Mosti 6), Del Sole 6 (1’ st Brighenti 6); Vrioni (17’ st Petrelli 6). A disp. Bucosse, Garofani, Barbieri, Gozzi, Oliveira Rosa, Riccio, Troiano, Leone. All. Zauli 6.5.
GROSSETO (4-3-1-2): Barosi 6, Polidori 5 (28’ st Simeoni 6), Gorelli 5.5, Ciolli 5.5, Raimo 6; Kraja 5 (1’ st Fratini 6.5), Cretella 5.5, Sicurella 5 (8’ st Russo 6); Pedrini 5.5 (1′ st Sersanti 5.5); Manicone 5 (8’ st Moscati 6), Galligani 6.5. A disp: Antonino, Pierangioli, Boccardi, Campeol, Consonni, Kalaj, Vrdoljak All. Stefani 5.
ARBITRO: Pashuku di Albano Laziale 6 Arbitra una partita che non si infiamma mai, ma è bravo a gestire l’incontro tirando fuori solo due cartellini gialli.
AMMONITI: Cretella (G), Fagioli (J)

Rafia-Juventus-Under23
Hamza Rafia esulta dopo la rete segnata al Grosseto al 7′ st

LE PAGELLE

PAGELLE JUVENTUS
All. Zauli 6.5 Disegna una Juventus di alto livello. La difesa non concede quasi nulla all’avversario, il centrocampo costruisce il gioco e in attacco si conoscono a memoria.
Nocchi 6.5 Poco impegnato dall’attacco grossetano. Chiamato in causa da una punizione di Russo, si fa trovare pronto con una parata in volo.
Coccolo 6 Con i compagni di reparto costituisce una vera diga, ma è dal suo lato che passano le rare incursioni avversarie.
Capellini 6.5 Centrale di grande forza fisica, comanda la difesa trasmettendo sicurezza a tutto il reparto.
Delli Carri 7 Partita perfetta. Non fa passare nessuno e spezza con facilità la trama avversaria. Un prospetto cristallino.
Correia 6.5 Spinge costantemente sulla fascia sinistra mandando in confusione la difesa del Grosseto. Innumerevoli i dribbling portati a buon fine.
Fagioli 6.5 Leader del centrocampo, ottimo in fase di costruzione e anche quando si sacrifica con compiti più difensivi. Con Correia forma un tandem d’attacco da tenere d’occhio.
Peeters 5.5 Unica nota parzialmente stonata del XI iniziale. Tatticamente non trova una sua collocazione specifica e sembra spaesato.
1’ st Ranocchia 6.5 Cambio che spacca la partita. Porta qualità a centrocampo e fornisce l’assist per il vantaggio battendo un ottimo calcio d’angolo.
Di Pardo 6 La sua fascia spinge con meno profondità, ma lui si fa notare per tanta corsa e cross in area pericolosi. (36’ st Wesley sv).
Rafia 7 Firma il gol del definitivo 2-0 con un diagonale chirurgico e fornisce passaggi illuminanti. Quando dialoga con Vrioni mette sempre in difficoltà la retroguardia toscana.
17’ st Mosti 6 Chiamato a sostituire l’estro creativo di Raifa, vede pochi palloni complice anche un risveglio offensivo del Grosseto.
Del Sole 6 Sbaglia davanti al portiere nel primo tempo e l’errore pesa nel giudizio. Spento rispetto ai compagni di reparto, viene sostituito a inizio ripresa.
1’ st Brighenti 6 Sostituisce un opaco Del Sole, ma non apporta un reale cambiamento. Le azioni da gol partono da iniziative dei compagni di reparto, dalla sua parte succede poco.
Vrioni 7 Segna e fa segnare. Gol da rapace d’area sul corner battuto da Ranocchia e assist al bacio per il compagno Rafia in occasione del raddoppio.
17’ st Petrelli 6 Entra quando la Juventus vuole mantenere il risultato più che attaccare e lui aiuta la causa facendo a sportellate con la difesa toscana e mantenendo il possesso palla.

PAGELLE GROSSETO
All. Stefani 5 Sostituisce in panchina lo squalificato Magrini. La sua squadra non impensierisce mai davvero l’avversario. Manca una costruzione di gioco a centrocampo e i colpi di creatività degli attaccanti non bastano. Ci si aspetterebbe una risposta aggressiva nel secondo tempo, ma la squadra non si rende mai pericolosa.
Barosi 6 Incolpevole sui gol subiti, compie un paio di buone parate che tengono il parziale sul 2-0.
Polidori 5 Giornata nera per la difesa del Grosseto e il terzino non è esenta da colpe. Subisce molto la pressione dei laterali della Juventus.
28’ st Simeoni 6 Il giovane in prestito dal Venezia si mette in mostra con sgroppate invitanti e spinge costantemente. Poco minutaggio per quello che avrebbe potuto essere un valore aggiunto.
Gorelli 5.5 Si perde Rafia in occasione del raddoppio bianconero, ma si dimostra sicuro in altre occasioni. Valutazione frutto delle due anime della sua partita.
Ciolli 5.5 Capitano della squadra, oggi non gioca la sua miglior partita. Come tutta la retroguardia toscana mostra lacune.
Raimo 6 Unico difensore titolare che non sfigura nella partita di oggi. Gran lottatore, si batte su tutti i palloni.
Kraja 5 Se il centrocampo del Grosseto costruisce poco nulla nella prima frazione, lui ha molte responsabilità. Un fantasma in mezzo al campo.
1’ st Fratini 6,5 Entra e dà una scossa alla squadra. Recupera tantissimi palloni e cerca di impostare trame interessanti. Uno dei migliori della compagine biancorossa.
Cretella 5.5 È un motore in mezzo al campo, nelle trame grossetane c’è sempre il suo zampino. Purtroppo, pecca di poca lucidità e si prende un’ammonizione evitabile.
Sicurella 5 Si vede pochissimo in partita. Poco incisivo in transizione offensiva e poco presente a supporto della difesa.
8’ st Russo 6 Entra per dare peso offensivo e effettivamente dà una mano. Calcia un’ottima punizione al 32’ st che costringe Nocchi agli straordinari.
Pedrini 5.5 Ci mette i polmoni, ma serve male gli attaccanti che dovrebbe supportare. Gioca solo una frazione.
1’ st Sersanti 5.5 Ha un tempo per mostrare le sue qualità, ma il suo dinamismo non basta a cambiare il corso della partita.
Manicone 5 Non incide e oltre a lavorare qualche pallone il suo contributo è marginale.
8’ st Moscati 6 Con lui entra peso nell’attacco maremmano. Sua l’ultima occasione del Grosseto con un rasoterra che finisce però lontano dall’obiettivo.
Galligani 6.5 Il migliore del Grosseto. Nel primo tempo i suoi contropiede fanno paura alla Juventus. Nel secondo si spegne un po’, ma è l’ultimo a mollare.

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli