7 Marzo 2021

Livorno-Albinoleffe Serie C: passano gli amaranto con Morelli, l’Albinoleffe non c’è

Le più lette

Vighenzi Under 19, il tecnico Antonelli: «Il compito dell’allenatore è mettere i ragazzi in condizione di rendere al meglio»

Sulla panchina della Vighenzi Calcio Under 19 per la seconda stagione consecutiva siede Giacinto Antonelli. Il tecnico ha portato...

Terza Categoria, la Castellettese si prepara per effettuare il salto di categoria

Nata nel 2012 dalle ceneri della associazione antecedente, la Castellettese Calcio sogna di scalare le classifiche e mette nel...

Per Turletti il Milan ha meritato contro una Roma priva del suo uomo migliore

Lo davano tutti per morto. Il Milan è vivo, eccome. La vittoria sul difficile campo della Roma di ieri...

Continua a singhiozzo il campionato dell’Albinoleffe che, dopo una striscia di imbattibilità durata tre gare, torna ad inciampare, e cade 1-0 a Livorno, disputando una bruttissima gara.

La partita. Dopo neanche un minuto di gioco, il centravanti del Livorno Braken si fa male da solo (probabilmente infortunio muscolare per lui), e Dal Canto è costretto ad effettuare la prima sostituzione della partita: subito dentro, al suo posto, Pallecchi. Nel primo quarto di match, fase di studio delle due squadre, senza nessuna occasione da gol né da una parte e né dall’altra. Il primo squillo della partita arriva al 17′, con la squadra di casa: buona discesa di Morelli sulla destra, che arriva in fondo e al centro trova il compagno Pallecchi, che di testa impatta male però, e la palla termina fuori. Al 24′ momento chiave della partita: calcio di punizione di Piccoli, che attraversa tutta l’area di rigore, sbuca davanti a tutti Morelli, che di testa non può sbagliare, e porta gli amaranto in vantaggio. Qualche minuti più tardi (29′) sono ancora i toscani a rendersi pericolosi, con la conclusione dalla distanza di Haoudi, che però termina sopra la traversa. L’Albinoleffe è in bambola, e un minuto più tardi (30′) grossa occasione per il Livorno: errore difensivo al limite dell’area di Mondonico, Bussaglia è rapido e si presenta a tu per tu con Savini, ma l’estremo difensore dell’Albinoleffe gli dice di no, e devia in calcia d’angolo. Al 42′ arriva la reazione dell’Albinoleffe: cross di Gelli sul primo palo, Giorgione la colpisce male ma la palla sfiora il palo. I minuti passano ma la reazione degli ospiti non arriva: è il Livorno a fare la partita, alla ricerca del gol del raddoppio. Al 36′ sono ancora i toscani a sfiorare la rete del 2-0: cross basso di Bussaglia che attraversa tutta l’area di rigore, ma non c’è nessuno, e allontana in calcio d’angolo Canestrelli. Dopo un solo minuto di recupero, Cherchi manda le squadre a riposo, sul punteggio di 1-0 per il Livorno di Dal Canto. Nella ripresa l’Albinoleffe rientra in campo con un altro piglio. Al 5′ si accende Petrungaro, che costringe Parisi all’ammonizione al limite dell’area di rigore, una sorte di punizione più corta. Sulla ribattuta della barriera, Petrungaro se ne va sull’out di destra e crossa forte al centro: nessuno si fa trovare pronto in area. Ma l’atteggiamento dell’Albinoleffe è completamente diverso rispetto a quello della prima frazione di gioco. Al 14′ anche Zaffaroni effettua la prima sostituzione: dentro Galeandro al posto di uno spento Gabbianelli. I primi minuti della ripresa dell’Albinoleffe ingannano: i blucelesti non sono in giornata, e non riesco ad imbastire nessuna azione da gol pericolosa. Al 29′ nuove forze fresche per Zaffaroni: dentro Riva e Marco Piccoli per Tomaselli e Nichetti. Al 35′ si rivede la formazione ospite: cross da sinistra verso destra, con Petrungaro che raccoglie il traversone del compagno, sul dribbling cade in area di rigore e protesta, ma il direttore di gara non ha dubbi: giallo per simulazione. Ammonizione pesante per Petrungaro, che salterà il prossimo turno contro la Pergolettese. L’Albinoleffe non riesce mai e rientrare in partita, neanche nei minuti finali, e dopo sei minuti di recupero, arriva il triplice fischio finale di Cherchi: passa il Livorno, l’Albinoleffe inciampa ancora.

IL TABELLINO

LIVORNO-ALBINOLEFFE 1-0
RETI: 24′ Morelli (L)
LIVORNO (3-5-2): Stancampiano 6.5, Marie Sainte 6.5, Sosa 6.5, Gemignani 6, Morelli 7, Bussaglia 6.5 (35′ st Pecchia sv), Piccoli 6.5, Haoudi 6.5, Parisi 6.5, Braken sv (2′ Pallecchi 6.5), Canessa 6.  A disp. Matysiak, Neri, Deverlan, Irace, Cremonini, Caia. All. Dal Canto 6.5
ALBINOLEFFE (3-5-2): Savini 6, Gusu 5.5, Mondonico 5, Canestrelli 5.5, Petrungaro 6, Giorgione 5, Nichetti 5 (29′ st Piccoli 5), Gelli 5.5, Tomaselli 5 (29′ st Riva sv), Gabbianelli 4.5 (13′ st Galeandro 5), Manconi 4.5. A disp. Caruso, Paganessi, Miculi, Berbenni, Ghezzi. All. Zaffaroni 5.
ARBITRO: Luca Cherchi di Carbonia 6.
ASSISTENTI
: Ricciardi e Vitale.
QUARTO UOMO: Marco Maria Di Nosse.
AMMONITI
: Morelli (L), Parisi (L), Mondonico (A), Giorgione (A), Petrungaro (A).

LE PAGELLE

ALBINOLEFFE
Savini 6 Il risultato è negativo, ma la sua prestazione no: uno dei pochissimi che si guadagna la sufficienza piena. E quando viene chiamato in causa sul tiro di Bussaglia si fa trovare pronto, evitando il gol del raddoppio.
Gusu 5.5 La costruzione dal basso non arriva praticamente mai, e il terzetto difensivo non esprime la sua miglior prestazione, soffrendo in diverse occasioni gli attacchi del Livorno di Dal Canto.
Mondonico 5 Commette qualche errore di troppo, regalando una chance clamorosa agli avversari. Si prende anche un’ammonizione che gli costerà caro in vista della prossima partita, e in generale la prestazione è sotto tono.
Canestrelli 5.5 La difesa, come d’altronde tutti i reparti dell’Albinoleffe di oggi, non offre la miglior partita dell’anno. Ma in una partita così buia, è difficile salvare qualcuno, Canestrelli compreso.
Petrungaro 6 Nonostante la pesante ammonizione che lo costringerà a saltare il prossimo turno di campionato, è l’unico che con inventiva prova ad accendere l’Albinoleffe nel secondo tempo. Ma i ritmi della squadra sono troppo bassi, e da solo non può fare miracoli.
Giorgione 5 Non è la giornata giusta neanche per Giorgione, che si fa ammonire per un brutto intervento da dietro e appare molto nervoso. Ci prova con la sua specialità: le punizioni, ma non è giornata.
Nichetti 5 Si passa pochissimo per vie centrali, si cerca sempre la palla lunga, e il centrocampo, che dovrebbe essere il cuore del gioco, è nullo. Al 29′ del secondo tempo lascia spazio al giovane Marco Piccoli, ma anche lui, come Nichetti, è insufficiente. (29′ Piccoli 5).
Gelli 5.5 Non s’inserisce mai alle spalle dell’avversario, e a centrocampo l’Albinoleffe non è mai padrone del campo. La fase offensiva è pressoché inesistente, e nelle rarissime azione da gol la manovra è troppo lenta.
Tomaselli 5 Seppur timidi, sulla fascia destra i crossi di Petrungaro arrivano. Sulla fascia sinistra mai, e Tomaselli incappa nella classica giornata negativa. Zaffaroni lo sostituisce pe Riva, ma anche il suo apporto è nullo. (29′ Riva sv).
Gabbianelli 4.5 L’attacco della formazione bluceleste non esiste: mai una sponda, un appoggio o un’azione personale. E al 13′ della ripresa, Zaffaroni saggiamente lo sostituisce per Galeandro. Ma la musica non cambia: insufficiente anche il subentrato. (13′ Galeandro 5).
Manconi 4.5 Un disastro, dal primo all’ultimo minuto: non entra mai in partita, non calcia mai in porta, e non si smarca mai all’interno dell’area di rigore. Giornata completamente negativa, come tutto il resto della squadra.
All. Zaffaroni 5 L’atteggiamento della squadra è troppo passivo per tutto il primo tempo. Nei primi minuti della ripresa la musica sembra diversa, ma è soltanto un’illusione. E neanche quando pesca dalla panchina cambiano le cose.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli