24 Gennaio 2021

Lucchese – Giana Erminio Serie C: Perna di rigore regala la prima vittoria dopo un mese ai lombardi, rossoneri fermati dal palo

Le più lette

PDHAE – Lavagnese Serie D: Varvelli e catenaccio, Cretaz riparte

Maschia, rozza, brutta, sofferta. Il PDHAE porta a casa la quinta vittoria in cinque partite casalinghe con una gara...

Giuseppe Dell’Aquila e quell’audio che sta facendo il giro dei Social contro il governo del calcio: Vergogna, state distruggendo le società

Dalla Calabria con furore, in questo caso dalla provincia di Alessandria, ma senza dimenticare le sue origini di calabrese...

Caravaggio – Desenzano Calvina Serie D: Ruffini, Perrotta e Franzoni calano il tris, crollo dei bergamaschi

Dura solo 30’ il Caravaggio di Terletti che in casa crolla sotto i colpi di un Desenzano Calvina che...

Vittoria importantissima in chiave salvezza per la Giana Erminio che con il successo sulla Lucchese termina una considerevole serie di sconfitte. I tre punti d’oro arrivano dal piede di Perna che trasforma un rigore sul finale di primo tempo. Risultato pesante per una Lucchese sempre più sola all’ultimo posto, rossoneri che disputano una gara piena di voglia, ma che si rendono pericolosi solo nel finale. I padroni di casa schierano un 3-5-2 al quale la Giana Erminio risponde con un 3-4-1-2.
Inizio di gara stentato da parte di entrambe le formazioni che faticano a tessere trame di gioco concrete, anche a causa dei numerosi falli che rendono la gara poco fluida. La prima occasione viene creata al quarto d’ora da gli ospiti con un bel tiro di Maltese dal limite che trova però risposta di Coletta. La Lucchese risponde con l’asse Dumancic-Adamoli, che combinano bene sulla sinistra, proponendo un cross interessante che Bianchi non riesce a realizzare, complice l’ottimo anticipo di Montesano. Di lì a poco Pinto sbaglia un tocco sulla mediana ed è costretto a stendere Sbrissa prendendosi un’ammonizione sacrosanta. Alla mezz’ora Maltese prova lo schema su punizione, ma perde il pallone. Il contropiede avversario potrebbe essere pericolo, ma Zugaro blocca Panati con un brutto fallo. La migliore occasione del tempo per la Lucchese passa per i piedi di Bianchi, che da buona posizione spreca con un tiro debole, mentre il risultato si sblocca soltanto al 39′ con un calcio di rigore a favore de gli ospiti. Rossini viene messo giù in area e Perna è freddo a trasformare il penalty spiazzando Coletta.
Nella ripresa i padroni di casa cercano il pareggio con più convinzione creando occasioni sulla fascia destra grazie alle incursioni del subentrato Papini. La Giana Erminio si affaccia per la prima volta in avanti verso il 10′ con una bella conclusione di Pinto che di controbalzo sfiora la traversa. La Lucchese continua a spingere alla ricerca del pareggio senza riuscire a creare vere occasioni da gol. Da segnalare le tante uscite di un ottimo Zanellati, che al 25′ prende anche un brutto colpo, per fortuna senza conseguenze. La Giana Erminio appare sempre pericolosa in ripartenza e a dieci minuti dal termine Capano ha l’occasione del raddoppio, ma un super Coletta gli nega la gioia del gol grazie ad uno splendido colpo di reni. Dopo pochi secondi è la Lucchese a sfiorare il pari: Sbrissa lascia partire un gran tiro dai venticinque metri che passa in mezzo ad una selva di gambe e si infrange sul palo. Sul finale Nannelli libera bene Sprissa che calcia da fuori area, costringendo Zanellati all’intervento con i pugni che blinda lo 0-1 e sancisce la vittoria della Giana Erminio.

IL TABELLINO

Lucchese 0
Giana Erminio 1
Rete: 39′ rig. Perna.
Lucchese (3-5-2): Coletta 6.5, De Vito 6 (25′ st Scalzi 6), Benassi 5.5, Dumancic 6, Adamoli 6.5, Kosovan 5 (2′ st Moreo 6) , Ceesay 5.5 (26′ st Meucci 6), Sbrissa 6, Nannelli 6, Bianchi 5.5, Panati 5 (2′ st Papini 6). All. Lopez 6. A disp. Bartolomei, Biggeri, Caccetta, Forciniti, Lo Curto, Molinaro, Signori, Solcia.
Giana Erminio (3-4-1-2): Zanellati 6.5, Bonalumi 6.5, Marchetti 6, Montesano 6, Rossini 6.5, Pinto 6, Finardi 6 (1′ st Capano 6), Zugaro 6, Maltese 7, Perna 7 (28′ st Ferrario 6), Corti 6 (28′ st De Maria 6). All. Albè 6.5. A disp. Acerbis, Barazzetta, Benatti, Dalla, D’Aniello, D’Ausilio,  Marcandalli, Palazzolo.
Arbitro: Rinaldi di Bassano 6 Dirige bene una gara nervosa e con molti falli, bravo a tenere tutti al proprio posto usando bene i cartellini.
Ammoniti: Pinto (G), Zugaro (G), Montesano (G), Panati (L), Benassi (L) Bianchi (L), Bonaluni (G), Meucci (L), Zanellati (G).

LE PAGELLE

LUCCHESE
All. Lopez 6 La squadra lotta fino alla fine ed è anche sfortunata. Presenti grinta e voglia di fare, mancano le idee negli ultimi trenta metri.
Coletta 6.5 Non è molto impegnato durante la gara, a dieci minuti dal termine si supera annullando il tiro di Capuano.
De Vito 5.5 Spesso saltato, fatica a tenere il ritmo delle punte avversarie.
Benassi 6 Sempre attento lotta con Perna e Corti senza esclusione di colpi.
Dumancic 5.5 In affanno su Maltese, troppi lanci lunghi facilmente prevedibili dagli avversari.
Adamoli 6.5 Il più propositivo dei suoi, su quella fascia sinistra è imprendibile e sempre pericoloso.
Kosovan 5 In balia del centrocampo avversario, non riesce a costruire dal basso né a fare inserimenti utili.
Ceesay 5.5 Il nuovo acquisto sembra avere la gamba per dare una grossa mano, ma spesso è disordinato, rischia di perdere diversi palloni sanguinosi che recupera con caparbietà.
Sbrissa 6.5 Il più pericoloso dei rossoneri, il palo colpito sul finale grida vendetta. Prestazione a salire nel corso della gara.
Nannelli 6 Nella seconda frazione di gioco trova i tempi giusti per creare problemi alla retroguardia avversaria, ma si riprende troppo tardi per fare più che paura.
Bianchi 5.5 Lotta tutta la partita con avversari fisicamente molto superiori, l’impegno c’è ma mancano soluzioni e concretezza.
Panati 5 Fuori fase, troppo lontano da Bianchi, non si rende mai pericoloso.

GIANA ERMINIO
All. Albè 6.5 Mette in campo una squadra attenta e cinica conquistando una vittoria importantissima dal punto di vista morale.
Zanellati 6.5 Protagonista nel finale di partita, tante uscite alte in sicurezza ad aiutare la difesa sui tanti traversoni. Determinante per questa vittoria.
Bonalumi 6.5 Fa buona guardia su Bianchi e quando serve imposta da dietro, grande gara.
Marchetti 6 Nel finale soffre la rapidità di Nannelli, ma prima di quel momento sbaglia pochissimo.
Montesano 6 Fa sue le poche palle alte su cui Zanellati non si avventa. Ordinato e sempre allerta.
Rossini 6.5 Partita di grande corsa e sacrificio, recupera molti palloni e spesso fa ripartire i compagni. Il calcio di rigore nasce da un suo cross.
Pinto 6 Tanta esperienza e tempi di gioco al servizio della squadra, perde un pallone potenzialmente fatale nel primo tempo, ma è bravo a rimediare lui stesso con un fallo tattico.
Finardi 6 Prende un colpo al plesso solare e da quel momento non è più lo stesso, poco incisivo ma con grosse attenuanti.
Zugaro 6  Non riesce mai ad opporsi al più veloce Adamoli, stringe i denti e quando serve lo stende senza tanti complimenti. Nel finale Coletta gli nega il gol.
Maltese 7 Migliore in campo per distacco, salta sempre almeno un avversario e crea tutte le occasioni costruite dai lombardi.
Corti 6 Tanto movimento e sacrificio per la squadra, poco incisivo negli ultimi trenta metri ma la prestazione c’è.
Perna 7 Freddo nel trasformare il rigore che si guadagna furbescamente, oltre a quello tante sponde e battaglia sui tanti palloni sporchi della partita.

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli