14 Aprile 2021

Novara-Alessandria Serie C: Lanini non si ferma più, il derby è di Banchieri

Le più lette

Albinoleffe-Verona Under 15: Ronzoni su rigore risponde a Ogomegbunam, la risolve Cestelli

È amichevole, ma è sembrata una partita vera quella tra l’Albinoleffe e il Verona, con le due squadre che...

Torino-Monza Under 16: i Granata dilagano con la perla su punizione di Jarre e le scorribande di Broccanello

Al campo sportivo Cit Turin va in scena un test match pressoché a senso unico: un super Torino liquida...

Inter-Monza Under 17: Owusu e Sarr indirizzano la sfida, Curatolo blinda la vittoria nerazzurra

Undici minuti: tanto è bastato all'Inter per indirizzare e chiudere la sfida - la prima del nuovo campionato -...

Dopo quattro mesi esatti di digiuno, Il Novara torna a vincere in casa. E lo fa superando per 2-1, nel derby, l’Alessandria di Moreno Longo, che arresta la sua corsa verso le zone alte della classifica. Botta e risposta nel corso del primo tempo tra Lanini e Arrighini, con il gol del 2-1 realizzato nel secondo tempo, dal dischetto, dall’argentino Nicolas Schiavi.

La partita. Entrambi gli allenatori confermano i rispettivi sistemi di gioco: il Novara ripropone il 4-2-3-1 schierato nel turno infrasettimanale contro la Giana Erminio. Mentre, Longo dà continuità al suo 3-5-2, preferendo, però, Arrighi a Eusepi al fianco di Corazza. Ad affacciarsi in avanti è subito il Novara che, al 12′, con un grande colpo di testa di Pogliano, sfiora il gol, ma Pisseri devia in calcio d’angolo. Al 15′ sanguinosa palla persa dall’Alessandria al limite dell’area, non ne approfitta però Collodel, che calcia rasoterra e male, non impensierendo Pisseri. Al 19′ i padroni di casa sbloccano la partita: cross perfetto di Cagnano per Lanini, che tutto solo impatta di testa e firma il gol dell’1-0 per il Novara. Per Eric Lanini si tratta del quarto gol consecutivo. Al 23′ arriva la risposta dell’Alessandria, ma Lanni dice no al sinistro a botta sicura di Chiarello. Al 30′ arriva il gol del pareggio dell’Alessandria, con un’azione personale strepitosa di Arrighini: ruba il pallone a Pogliano, entra in area di rigore, finta su Bove e di sinistro spedisce sotto le gambe di Lanni la rete dell’1-1. Al 38′ è ancora Eric Lanini l’uomo più pericoloso degli ospiti: al limite dell’area conclusione di sinistro, di poco alla sinistra di Pisseri. Ma è il Novara a costruire azioni da gol e a fare la partita, gli uomini di Moreno Longo si difendono con ordine, tentando di pungere gli avversari con le ripartenze sulle fasce. Al 42′ si riaffaccia l’Alessandria: cross al bacio di Rubin e colpo di testa perfetto di Bruccini – che si era inserito con i tempi giusti -, ma Lenni evita il gol, neutralizzando il tentativo del centrocampista ex Cosenza. Al 46′, il direttore di gara Longo manda le squadre a riposo, al termine di una prima frazione di gioco molto divertente tra Novara e Alessandria. Nella ripresa partono forte gli ospiti che, al 4′, colpiscono un palo con il mancino perfetto su calcio di punizione di Sini. Al 7′ è il Novara a rendersi pericoloso: Collodel lancia Corsinelli, Rubin lo atterra, nessun dubbio per Longo: è calcio di rigore. Dal dischetto Schiavi spiazza Pisseri, e riporta in vantaggio il Novara, segnando la prima rete personale del 2021. Moreno Longo effettua tre sostituzioni per provare a scuotere i suoi: dentro Bellodi, Casarini e Di Quinzio, fuori Cosenza, Giorno e Chiarello. Al 17′ clamorosa occasione per l’Alessandria: numero di Corazza sulla fascia, cross al centro per il neo entrato Casarini, che però non impatta bene, e fallisce la chance del 2-2. Due minuti più tardi è il Novara a non concretizzare il tentativo di chiudere la partita: grande lavoro di Lanini, che mette in porta il compagno Rossetti lasciato tutto solo dalla retroguardia alessandrina, il centravanti del Novara non è lucidissimo, e calcia alto. Longo al 20′ si gioca anche la carta Frediani, inserendolo al posto di Rubin, a tutta fascia sulla sinistra. Primo cambio anche per il Novara: dentro il numero 10 Buzzegoli, e fuori Malotti. Al 31′ arriva anche il quinto cambio per l’Alessandria: termina la partita di uno spento Corazza, al suo posto Francesco Stanco. Sei minuti più tardi il Novara sciupa un’altra occasione: Rossetti fa tutto bene sulla fascia, cross al centro che attraversa tutta l’area, ma non c’è nessun compagno pronto ad agguantare la palla. Al 39′ Stanco prova il gol della giornata, compiendo un gesto tecnico degno di Zlatan Ibrahimovic: cross di Frediani e tacco del centravanti dell’Alessandria, con la palla che però termina fuori di poco. Al 41′ esce un esausto Collodel, al suo posto Bortoletti. Ma non cambia nulla dal punto di vista tattico per la formazione di Banchieri. Al 43′ Arrighini perde la testa: scalcia da terra Schiavi e viene giustamente espulso, lasciando anzitempo il terreno di gioco, i compagni, e macchiando una prestazione più che positiva. Nonostante l’inferiorità numerica, la squadra di Longo rimane costantemente nella metà campo avversaria, a caccia del disperato 2-2. Ma il Novara non concede spazi all’Alessandria, e dopo cinque lunghissimi minuti di recupero porta a casa i tre punti: il derby è del Novara.

IL TABELLINO

NOVARA-ALESSANDRIA 2-1
RETI: 19′ Lanini (N), 30′ Arrighini (A), 7′ st rig. Schiavi (N)
NOVARA (4-2-3-1): Lanni 6.5, Corsinelli 6.5, Pogliano 5, Bove 5.5, Cagnano 7, Schiavi 7, Collodel 6.5 (42′ st Bortoletti sv), Panico 6, Lanini 7.5, Malotti 6 (20′ st Buzzegoli 6), Rossetti 6. A disp. Desjardinis, Moreo, Zunno, Gonzalez, Lamanna, Pagani, Bianchi, Bellich, Cisco, Ivanov. All. Banchieri 7
ALESSANDRIA (3-5-2): Pisseri 6.5, Prestia 6, Cosenza 5 (7′ st Bellodi 5.5), Sini 6.5, Parodi 5.5, Bruccini 6.5, Giorno 5.5 (7′ st Casarini 6), Chiarello 6 (7′ st Di Quinzio 6), Rubin 5.5 (21′ st Frediani 6.5), Arrighini 5, Corazza 5 (31′ st Stanco 5.5). A disp. Crisanto, Eusepi, Gazzi, Macchioni. All. Longo 5.5
ARBITRO: Longo di Paola 6.5.
ASSISTENTI: Dell’Orco e Votta.
QUARTO UOMO: Bordin.
AMMONITI: Cosenza (A), Rubin (A), Malotti (N), Giorno (N), Panico (N), Cagnano (N)
ESPULSI: Arrighini (A)

LE PAGELLE

NOVARA
Lanni 6.5 Una vera e propria sicurezza tra i pali. Si fa trovare quando viene chiamato in causa, sbarrando la strada prima a Chiarello e poi a Bruccini nel corso del primo tempo.
Corsinelli 6.5 Le sue percussioni sulla fascia sono costanti, e il suo contributo in fase offensiva è notevole. Bravo anche nella fase difensiva, concedendo poco o nulla all’avversario Panico.
Pogliano 5 Parte bene nei primi minuti, sfiorando il gol del vantaggio su calcio d’angolo. Ma la sua prestazione viene macchiata da un grave errore in occasione del gol del pareggio siglato da Arrighini.
Bove 5.5 Prestazioni migliore rispetto al compagno di reparto Pogliano. Soffre i continui tagli alle spalle della difesa da parte di Andrea Arrighini, ma se la cava come può, guidando la difesa del Novara.
Cagnano 7 Un vero e proprio treno sulla fascia sinistra per tutta la partita: colleziona un assist perfetto in occasione del gol dell’1-0, con un cross al bacio per il compagno Lanini che non sbaglia.
Schiavi 7 È il cuore ma anche il cervello del Novara. Fa girare la squadra con grande intelligenza, e tutte le azioni offensive passano da lui. Nella ripresa trasforma anche il rigore decisivo, segnando la sua prima rete del 2021.
Collodel 6.5 Anche lui, come il compagno Schiavi, disputa una generosissima partita: preciso e attento nelle chiusure, dalle sue parti non si passa. Nel finale, esausto, dà il cambio a Bortoletti. (42′ st Bortoletti sv).
Panico 6 Una partita da luci e ombre per lui: si accende ad inizio match, poi, con il passare dei minuti, sparisce dalla gara. E a fine primo tempo si fa anche ammonire, per un brutto intervento da dietro.
Lanini 7 È il vero protagonista di giornata: sblocca al 19′ la partita con uno splendido colpo di testa, mettendo a segno il suo quarto centro consecutivo in campionato. Gioca con sacrificio e generosità, sacrificandosi per la squadra
Malotti 6 Parte bene anche lui sulla fascia destra, dove nei primi minuti il Novara sviluppa con continuità la propria manovra. Ma al 20′ si fa ammonire, e il cartellino giallo lo condiziona nel corso della partita. Al 20′ della ripresa lascia il campo al compagno Buzzegoli. (20′ st Buzzegoli 6).
Rossetti 6 Primo tempo negativo per Simone Rossetti, che fa fatica nei duelli con il capitano dell’Alessandria Cosenza. Nel secondo tempo sciupa il match point del 3-1, ma la sufficienza è meritata.
All. Banchieri 7 La squadra disputa una grande derby, tornando a vincere dopo quattro mesi in casa. E la mano dell’allenatore, in questa vittoria, c’è tutta.

ALESSANDRIA
Pisseri 6.5 Le sue prestazioni di alto livello non fanno più notizia: salva l’Alessandria in diverse circostanze, e guida la squadra con grande carattere. Sul gol, Schiavi lo spiazza, ma nulla toglie alla sua ennesima grande partita.
Prestia 6 Buona partita per Prestia, che gioca con personalità e attenzione, limitando l’Alessandria nella sua zona di competenza. Esce spesso palla al piede, per facilitare la prima costruzione di gioco. Partita sufficiente.
Cosenza 5 Il capitano non è in giornata, e Lanini non è un cliente facile da affrontare. Si fa ammonire dopo un solo quarto d’ora di gioco, e ad inizio secondo tempo lascia spazio al compagno di squadra Bellodi. (7′ st Bellodi 5.5).
Sini 6.5 Con il suo sinistro magico è sempre pericoloso, e ogniqualvolta calcia le punizioni è un brivido per la squadra avversario. Nel secondo tempo prende in pieno il palo, e lotta fino alla fine per agguantare il pareggio.
Parodi 5.5 Sulla fascia destra, Cagnani è difficile da contenere, e Parodi va costantemente in difficoltà. Si riprende nel secondo tempo, ma la sua prestazione non è sufficiente.
Bruccini 6.5 Gli inserimenti sono la sua arma vincente, e proprio da un inserimento con i tempi giusti sfiora il gol nel primo tempo, ma Lanni si oppone e gli dice di no. La sua partita è convincente: Bruccini c’è, e si nota.
Giorno 5.5 Anche oggi, la gara di Francesco Giorno non è entusiasmante. E nel secondo tempo Longo lo sostituisce, ma l’apporto di Casarini non è quello sperato. (7′ st Casarini 6)
Chiarello 6 Poca presenza a centrocampo. S’inserisce nell’area avversaria del Novara soltanto in una circostanza, sfiorando il gol del pareggio. Ad inizio secondo tempo lascia il campo a Di Quinzio, che merita la sufficienza per il suo apporto. (7′ st Di Quinzio 6)
Rubin 5.5 Il suo primo tempo è di pregevole frattura: è suo l’assist al bacio per l’occasione di testa di Bruccini. Ma nel secondo tempo compie un grave errore, commettendo il fallo in occasione del rigore trasformato da Schiavi. (21′ st Frediani 6.5)
Arrighini 5 Prestazione più che positiva fino a tre minuti dalla fine, avvalorata dal super gol dell’1-1. Ma poi s’innervosisce, e inspiegabilmente si fa buttare fuori, lasciando la squadra in dieci proprio nel forcing finale dell’Alessandria.
Corazza 5 Il centravanti dell’Alessandria delude, non rendendosi mai protagonista in nessuna iniziativa. Nel secondo tempo Moreno Longo lo sostituisce, ma anche la carta Stanco non paga. (31′ st Stanco 5.5).
All. Longo 5.5 Un passo indietro notevole per la sua squadra, che era chiamata ad una prova di maturità importante nel derby piemontese. I cambi dalla panchina non aiutano il tecnico, e la sconfitta è meritata.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0