14 Aprile 2021

Novara-Pro Sesto Serie C: un punto-salvezza utile sia per Banchieri che per Parravicini

Le più lette

Fossano Serie D: Lazzaretti, De Riggi e la prima gioia di Di Salvatore. Viassi riparte da tre

Il Fossano è ancora vivo. Espugnare il Ciccione di Imperia non è impresa da tutti, tanto che a riuscirci...

I promossi e i rimandati dal mercato: Esposito e Begolo al top, da rivedere De Peralta e Rrotani

A pochi giorni dalla chiusura del mercato primaverile di Eccellenza si può già tirar qualche somma sui movimenti complessivi...

Folgore Caratese: Anania si dimette da allenatore dell’Under 19 e da Direttore Tecnico

Domenico Anania lascia la Folgore Caratese dopo 5 anni. L'ex biancazzurro ha presentato le proprio dimissioni, accettate dal club,...

Due frazioni di gioco bloccate, dove entrambe le squadre hanno intasato gli spazi e gran parte delle soluzioni offensive si sono concretizzate soltanto con dei tiri dalla distanza. Non di certo una gara spettacolare, ma comunque un punto importante per la Pro Sesto che in qualche modo dimentica la brutta sconfitta in settimana a Olbia, e prova a rimettersi in carreggiata. Sponda Novara il pari smuove una classifica ancora delicata. Certo è che bissare il colpo di Carrara alla vigilia del confronto con la Juventus sarebbe stata tutt’altra cosa.

Al Silvio Piola Novara e Pro Sesto cercano punti in chiave salvezza con le speranza di poter evitare i playout. Il gruppo di Banchieri ha raccolto 11 punti nelle ultime 6 gare, un ruolino di marcia senza importante per una squadra che a questo punto della stagione vuole mettersi al sicuro al più presto. Nella conferenza prepartita Banchieri aveva però voluto mantenere alta l’attenzione: «Dobbiamo resettare le vittorie e pensare alla partita che ci sarà domani». Nonostante l’ultimo risultato della Pro Sesto (5-0 patito sul campo dell’Olbia) il tecnico predica calma: «Non facciamoci ingannare, ogni partita ha una storia a sé, anzi dovremmo essere più attenti perché vorranno rifarsi».

Dall’altra parte arriva una Pro Sesto tramortita dalla banda di Canzi. Il recupero della 23a giornata ha mostrato tutte le fragilità difensive della squadra allenata da Parravicini, nonostante le numerose assenze possano costituire un’alibi. D’altronde anche nella gara di domenica contro la Pistoiese la squadra si è fatta riprendere al 49′ della ripresa, quando i giochi sembravano già essere fatti, quindi non è stata di certo una settimana facile per gli ospiti.

È un avvio di partita equilibrato: la Pro Sesto fa girare palla con pazienza mentre il Novara si presenta con un atteggiamento attendista. Al 6′ una prima occasione per gli ospiti: Ruggiero al volo non va troppo distante dalla porta di Lanni. Cross dalla destra, Collodel in area di rigore allontana ma non troppo bene, Ruggiero non si fa pregare e prova la conclusione al volo. Qualche minuto più tardi è il Novara a farsi vedere in avanti. Malotti è bravo a inserirsi e a ricevere il suggerimento dalla sinistra di Panico. La difesa di casa si fa sorprendere ma Malotti apre troppo il piattone e non inquadra lo specchio della porta. Al 22′ il Novara parte sempre dalla fascia, questa volta di destra, e riesce a trovare in area Rossetti che grazie a un buon lavoro di corpo conquista il possesso. In area quest’ultimo prova a concludere ma il tiro viene deviato e finisce alto. La seconda parte del primo tempo si capovolge; è la Pro Sesto a rintanarsi per provare a ferire gli avversari in contropiede. Il Novara da parte sua alza il baricentro e comincia a mettere le tende nella metà campo avversaria. Tuttavia, nessuna delle due compagini riesce ad impegnare seriamente i rispettivi portieri. Il primo tempo si conclude con un ottimo contropiede condotto da Lanini e Panico. Un colpo di tacco sulla fascia di Panico lancia Lanini, che porta palla in avanti e si accentra, prova il tiro che però viene murato.

La ripresa vede un cambio tra le fila del Novara. Fuori Rossetti dentro Zunno, classe 2001. Quest’ultimo era andato a segno nell’ultimo turno di campionato vinto per 1-2. Al 13′ arriva il primo intervento della gara di Livieri che respinge un tiro violentissimo ma centrale Di Schiavi. Poco più tardi è ancora il Novara a provarci. Una punizione che costringe Livieri ad Uscire nel tentativo di far suo il cross, ma la respinta dell’estremo difensore è imprecisa. Il pallone rotola tra i piedi di Schiavi che, con il portiere fuori, calcia a botta sicura ma Caverzasi con la nuca nega il vantaggio. Nel finale entrambe le squadre provano a sfondare, ma i tentativi sbattono sui rispettivi muri difensivi. La gara si conclude così sullo 0-0, i padroni di casa si portano a 31 punti, mentre gli ospiti a quota 32, con ancora due gare da recuperare. Un passo indietro per i ragazzi di Banchieri che oggi non riescono a sfondare. Pro Sesto che riscatta in parte la sconfitta contro l’Olbia, si dimostra più forte degli infortuni e guarda in avanti con fiducia.

IL TABELLINO

 

NOVARA 0
PRO SESTO 0
NOVARA (4-2-3-1): 
Lanni 6, Corsinelli 6.5, Bove 6, Pogliano 6, Cagnano 6, Collodel 5.5 (15′ st Buzzegoli 5.5), Schiavi 6.5, Malotti 5.5, Lanini 6.5 (40′ st Moreo sv) , Panico 6.5 (25′ st Cisco 6), Rossetti 6.5 (1′ st Zunno 5.5). A disp. Spada, Desjardins, Lamanna, Pagani, Bianchi, Bortoletti, Buzzegoli, Pellegrini, Bellich, Cisco, Gonzalez Moreo, Zunno. All. Banchieri 6.
PRO SESTO (4-3-3): Livieri 6, Magonara 5.5 (35′ Maldini 5.5), Pecorini 6, Caverzasi 6.5, Bosco 6, Sala 5.5, Di Munno 5.5 (8′ st Marchesi 5), Gualdi 6.5, Ruggiero 6.5 (8′ st D’amico 6), Mutton 5.5 (28′ st Maffei 5), Cominetti 6 (28′ st Scapuzzi 6). A disp. Del Frate, Franco, Maldini, Ngissah, Bertoli, Marchesi, D’Amico, Maffei, Ruggiero, Scapuzzi. All. Parravicini 6.
ARBITRO Repace di Perugia 6.5 Una gara tranquilla, che non presenta situazioni di gioco particolarmente. Sempre vicino all’azione non ha mai dubbi.
AMMUNIZIONI: Mutton (P), Cagnano (N).

 

PAGELLE

 

NOVARA
Lanni 6
Una gara da spettatore per grande parte dei 90′.
Corsinelli 6.5
Si propone con costanza, la fase difensiva oggi non richiede una particolare attenzione.
Bove 6
Una solida sicurezza del reparto arretrato, non è una giornata che lo impegna particolarmente.
Pogliano 6
È sempre pronto quelle poche volte in cui gli avversari provano a ripartire.
Cagnano 6
Né carne né pesce. Prestazione tutto sommato sufficiente.
Collodel 5.5
Un pò spento per gran parte del primo tempo, nella ripresa tenta di alzare i ritmi, ma non è abbastanza.
Schiavi 6.5
L’unico a impensierire Livieri, seppur con tiri dalla distanza. Costruisce e fa legna all’occorrenza.
Malotti 5.5
Non dà un apporto sensibile alla manovra.
Lanini 6.5
Si spegne e si accende, ma è comunque uno dei più propositivi, ci prova dalla distanza anche se viene murato. 
Panico 6.5
Il più vivo dei suoi, porta palla elegantemente e sembra poter accendere la miccia da un momento all’altro.
Rossetti 6.5
Fa tanto lavoro sporco, sponde e un continuo pressing sulla difesa ospite.
All. Banchieri 6
Prova a scuotere la squadra con più cambi ad inizio ripresa ma non sortiscono l’effetto desiderato.

 

PROSESTO
Livieri 6
Come il collega avversario, oggi poco impegnato se non con tiri dalla distanza.
Magonara 5.5
Troppo basso, nonostante gli spazi per salire ci siano. 
Pecorini 6
Pochi problemi da risolvere, guida il reparto con assoluta serenità.
Caverzasi 6.5
Quell’intervento sulla linea di porta sul tiro a botta sicura di Schiavi gli vale mezzo punto in più rispetto al compagno di reparto.
Bosco 6
Attento, chiude con efficacia i tagli avversari del primo tempo.
Sala 5.5
Non si vede in mezzo al campo.
Di Munno 5.5
Non è precisissimo nei passaggi, fuori dal vivo della manovra.
Gualdi 6.5
Del centrocampo è l’unico a rispondere presente, con la voce e con la gamba.
Ruggiero 6.5
Il pallone gli rimane incollato tra i piedi, conduce palla e fraseggia con i compagni, da lui partono le trame di gioco più interessanti. 
Mutton 5.5
Lavora il pallone, fa possesso e permette ai suoi di salire. E’ comunque poco.
Cominetti 6
Non è una delle sue migliori prestazioni, fornisce comunque una soluzione ai compagni.
All. Parravicini 6 Squadra compatta che concede poco, in avanti manca qualcosa. E’ pur sempre un passo in avanti rispetto all’ultima gara.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0