9 Marzo 2021

Pergolettese-Lucchese Serie C: la Pergolettese ci prova, ma Petrovic e Bianchi si prendono la gara

Le più lette

Inter-Napoli Serie A Femminile: Popadinova e Marinelli pericolose; tante occasioni che però non portano a una risalita della classifica

Si conclude senza reti il match di ritorno tra l’Inter e il Napoli Femminile sul campo del Centro Sportivo...

Eccellenza Lombardia, è ufficiale: ripartono 33 società, venerdì 12 la conference call con il Presidente Tavecchio per sottoporre il format

Dopo cinque mesi dallo stop del campionato adesso è ufficiale: saranno 33 le società di Eccellenza che torneranno in...

Villa Under 19, Siliotto: «Importante tornare a giocare almeno le amichevoli. Serve il blocco delle annate»

La stagione del Villa Under 19 era cominciata con luci ed ombre, con due vittorie e altrettante sconfitte prima...

Finisce 0-2 per la Lucchese, che riesce a portare a casa tre punti molto preziosi in ottica classifica. Nel corso del primo tempo, le squadre si sono studiate a vicenda per molto tempo, non lasciando spazio a grandi giocate e non rischiando più di tanto. Ceccarelli, ad esempio, nei primi minuti mette in moto l’azione, vedendo però il pallone finire direttamente sul portiere. Anche Nannelli intorno al 10′ si fa strada e guadagna una punizione: tira Varas, ma il portiere lo blocca. Dopo una serie di occasioni, intorno al 20′ troviamo Villa che ci riprova con un bel cross piazzato, ma la palla viene deviata dalla difesa avversaria. Negli stessi minuti, la Pergolettese guadagna un calcio di punizione per fallo di mano: ancora una volta è Varas che va al tiro, ma non inquadra lo specchio della porta ed esce di parecchi metri. Al 34′ è Scardina a provarci: su un calcio d’angolo, il portiere esce a vuoto, l’attaccante si trova nei paraggi e prova il tiro, centrando il palo. Negli ultimi minuti è ancora la padrona di casa a rendersi pericolosa: è la volta di Candela che prova il tiro in area approfittando di una distrazione di Dumacic, che si fa trovare impreparato, non riuscendo, tuttavia, a concretizzare.

Il secondo tempo trova l’esordio in rossonero di Zennaro, in arrivo dal Genoa. E trova anche una Pergolettese ancora più incattivita, che vuole provare a ribaltare il risultato: buonissima occasione per Duca, che non trova per pochissimo lo specchio della porta, dopo un ottimo passaggio di Candela. Successivamente, Morello ci riprova dalla fascia sinistra: da fuori area tira una vera cannonata che però esce. Intorno al 5′ Villa ha l’ennesima occasione iniziata e compiuta con una bellissima azione da fuori area: stavolta è Biggeri a doverci mettere le mani per non farla entrare in porta. Al 12′ ci riprova Duca, sempre da fuori area, con un tiro potentissimo, che la manda di poco sopra la traversa. I gialloblù continuano a provarci e a pressare la difesa avversaria: c’è un’occasione di Morello, ad esempio, che inquadra la porta in area di rigore con il destro e che trova un altro miracolo di Biggeri. Intorno al 18′ finalmente la Lucchese ritrova la grinta con Bianchi, che sfrutta la prima occasione del secondo tempo e riesce a tirare una vera cannonata in porta che trapassa la rete e ribalta le sorti della gara. Successivamente, intorno al 25′ clamorosa occasione dei rossoneri, che oramai sono entrati in partita: Papini da posizione ravvicinata, sfiora il secondo gol, mandando la palla all’esterno della rete. La partita prosegue sul filo del rasoio, ma lentamente, con lo scorrere del cronometro, la Pergolettese perde terreno e finisce per subire il secondo gol, arrivato nei minuti di recupero. Si tratta del duo Bianchi-Petrovic che riesce ad approfittare dello squilibrio della squadra avversaria per attraversare tutto il campo e riuscire a bucare la rete. L’azione è portata avanti da Bianchi seguito fedelmente da Petrovic, che quando si vede arrivare il pallone, come un vero cecchino, mira alla porta, oltrepassando il portiere. Finisce 0-2 per la Lucchese, che ha saputo sfruttare a dovere le debolezze dell’avversaria, ma la padrona di casa probabilmente avrebbe meritato qualcosa in più.

IL TABELLINO 

Pergolettese-Lucchese 0-2
RETI: 18′ st Bianchi (L), 90′ st Petrovic (L).
PERGOLETTESE (4-3-3): Ghidotti, Candela (43′ st Bortoluz), Ceccarelli, Ferrara, Villa, Panatti, Morello, Ferrari (23′ st Longo), Duca, Scardina, Varas . A disp. Soncin, Bakayoko, Piccardo, Tosi, Lamberti, Lucenti, Figoli. All. De Paola.
LUCCHESE (3-5-2): Biggeri, Papini, Solcia, Dumancic, Adamoli, Sbrissa (1′ st Zennaro), Caccetta, Panati (24′ st Panariello), Nannelli, Marcheggiani (1′ st Bianchi), Petrovic. A disp. Pozzer, Forciniti, De Vito, Cruciani, Kosovan, Signori, Bartolomei, Scalzi. All. Lopez.
ARBITRO: Madonia di Palermo 7: partita tranquilla, che non si scalda quasi mai e che trova un’ottimo arbitraggio, sicuro ed efficiente

LE PAGELLE

PAGELLE PERGOLETTESE
All. De Paola 6.5 Durante l’intervallo prova a motivare i suoi, che al rientro sono decisamente più carichi e pieni di prospettive. Purtroppo le occasioni mancate sono infinite e niente possono i vari tentativi di provare a fare avanzare la squadra con i cambi che mette in atto
Ghidotti 7 La squadra ospite gli dà più filo da torcere durante la prima fase del match. Nel secondo tempo, complice l’ottimo gioco offensivo dei suoi, non ha molto lavoro da svolgere. È comunque presente e vigile quando lo si richiama al suo ruolo
Candela 6.5 Perde palla, si allunga troppo. Lavora sulla fascia, ma non convince, va spesso in angolo, ma in quanto a passaggi e a servire i compagni, si spreca tanto (sost. 43 st. Bortoluz s.v.)
Ceccarelli 6 Fa un lavoro onesto, ma non riesce a pareggiare i conti con i compagni, decisamente più agguerriti
Ferrara 7 Copre bene la sua posizione e riesce ad essere decisivo in parecchie occasioni
Villa 8 Soprattutto nel corso del primo tempo, insieme a Morello, fa un ottimo lavoro anche in fase offensiva, riuscendo a fare salire la squadra. Lavora molto sulla fascia, da dove cerca di aprire sempre l’azione
Panati 7.5 Esce spesso durante il secondo tempo, dove cerca spingere i suoi verso l’area avversaria allo scopo di trovare un angolo in cui entrare per ribaltare la situazione
Morello 7.5 Tiene palla e copre bene in fase offensiva. Per il resto vedere Villa
Ferrari 7 un primo tempo sottotono, ma il secondo tempo è decisamente migliore. Si propone, cerca il pallone, prova diverse azioni. Suo il tiro in porta che mette a rischio il risultato dopo qualche minuto dall’inizio degli ultimi quarantacinque minuti (sost. 23′ st Longo 6)
Duca 7.5 molto presente, si propone spesso, si spreca a centro campo, apre spesso le azioni. L’unica pecca è che non sfrutta ad hoc certe occasioni che gli vengono regalate
Scardina 6.5 Crea delle azioni interessanti. Insieme al suo compagno di squadra Candela riesce a movimentare il gioco in più di un’occasione
Varas 6 Non sfrutta le occasioni a dovere, ma c’è di buono che nel secondo tempo riesce a servire i compagni avanzati al limite dell’area di rigore

PAGELLE LUCCHESE

All. Lopez 7 La squadra riesce ad uscire e a sfruttare le poche occasioni create nel corso del secondo tempo complice i vari cambi effettuati dal tecnico, che giovano alla partita e che portano alla vittoria
Biggeri 8
Compie dei veri miracoli. Nel secondo tempo è chiamato a fare gli straordinari, ma non si fa trovare impreparato. Lucido e in forma, è sicuramente uno degli uomini migliori della sua squadra.
Papini 6.5 Riesce ad uscire negli ultimi minuti di gioco, dopo il primo gol, cercando di allargare il risultato
Solcia 7 Attento, preciso e puntuale fa il suo lavoro in maniera impeccabile
Dumancic 6.5 È presente, ma non spicca come dovrebbe. Riesce comunque a reperire i compagni ed aiutarli in fase difensiva murando più volte un incontenibile Villa
Adamoli 5.5 Non riesce a farsi avanti rispetto ai compagni con il risultato di essere poco produttivo
Sbrissa 7 Strappa i palloni agli avversari in maniera decisa, fa una copertura ottimale in fase difensiva, peccato vederlo giocare un solo tempo (sost. 1′ st Zennaro 6.5)
Caccetta 5.5 Un altro dei rossoneri che non è presente in partita. Non riesce a dare una mano concreta ai compagni e risalta davvero poco
Panati 7.5 Uno dei più presenti della squadra rossonera. Prova a lavorare a centrocampo, ma non sempre riesce a portare a casa dei risultati. Prova a servire anche i compagni, che a loro volta pochissime volte riescono a rendersi pericolosi (sost. 24′ st Panariello 6)
Nannelli 7 Mura i cross, crea delle occasioni importanti, riesce ad essere vigile ed attento e a cercare di maneggiare dei buoni palloni
Marcheggiani 5.5 Nel primo tempo non è reperibile e non riesce a toccare palloni interessanti. Poco presente per i compagni (sost. 1′ st Bianchi 6)
Petrovic 7 Spicca poco per tutta la partita, si fa perdonare a ridosso del triplice fischio dell’arbitro con un’azione da manuale e con una freddezza da vero cecchino che fa finire il pallone dritto in rete


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli