27 Febbraio 2021

Pontedera-Albinoleffe Serie C: Manconi è in stato di grazia, tre punti pesantissimi per Zaffaroni

Le più lette

Marnate Under 16: l’esperienza di un tecnico come Valerio Marini alla guida dei 2005

Valerio Marini allena l’Under 16 del Marnate da due anni. Arrivato in società tre anni fa, il tecnico al...

Livorno – Renate Serie C: il bomber Galuppini interrompe il digiuno che durava da 398 minuti e regala a Diana una vittoria fondamentale

Il Renate di Diana torna a vincere e sorridere grazie al successo di misura ottenuto contro un coriaceo Livorno....

Eccellenza, il Coni aspetta ancora la domanda della Figc. “Interesse Nazionale” rimandato

Nulla di fatto dal Consiglio del Coni. Era infatti stato ipotizzato per oggi il primo passo possibile per la...

Dopo un digiuno durato ben 46 giorni, torna a vincere l’Albinoleffe di Marco Zaffaroni, che passa 2-1 sul campo del Pontedera e si riaffaccia in zona playoff.

La partita. In avvio match la partita è equilibrata, con le due squadre che pensano più a studiarsi che ad affondare veramente, e nessuno corre particolari rischi. A far la partita è la squadra di casa, con un continuo possesso palla alla ricerca dello spazio giusto, ma l’Albinoleffe è ordinato, e molto concentrato. Al 23′ momento chiave della partita: grande serpentina da sinistra verso il centro di Tomaselli, con Manconi che viene incontro, riceve ed è velocissimo nel girarsi, spedendo la palla sotto l’incrocio. Doccia fredda per la squadra toscana, e 1-0 Albinoleffe. Con il passare dei minuti il copione della partita resta invariato, con il Pontedera che prova a fare la gara, senza però essere mai realmente efficace. Al 31′ Manconi non sfrutta al meglio il contropiede della propria squadra, calciando debolmente di sinistro: palla facile tra le braccia di Sarri. Al 39′ ghiottissima chance per il Pontedera: fa tutto Risaliti, che con una percussione centrale entra in area di rigore e mette un’interessantissimo cross in area di rigore. Magrassi non è lesto, e la palla sfila alla destra di Savini: primo vero brivido per i blucelesti. I toscani aumentano i giri del motore, e due minuti più tardi creano un’altra situazione pericolosa in area di rigore: l’Albinoleffe allontana e si difende. Ma la squadra di Zafferoni si abbassa troppo, con evidenti difficoltà nell’uscita palla. Allo scadere di tempo il sig. Vergaro manda le squadre a riposo, con il vantaggio in favore degli uomini di Zafferoni, bravi a sfruttare l’unica vera palla gol del primo tempo. Il secondo tempo riparte benissimo per l’Albinoleffe. Al 4′ calcio di punizione da destra al limite dell’area di rigore, con Giorgione alla battuta. Sul cross del numero 17 la zampata vincente ancora una volta è di bomber Manconi, che raddoppia e mette in ghiaccio il risultato. Al 13′ grandissima azione dell’Albinoleffe: rimessa lunga di Savini direttamente per Manconi, che taglia alle spalle della difesa toscana e serve un assist al bacio per il compagno Gelli: l’inserimento è perfetto, il tiro un po’ meno, con la palla che termina fuori di un soffio. Al 20′ si rivedono i padroni di casa, con il capitano Caponi che si guadagna una punizione da posizione perfetta, dal limite dell’area di rigore. Alla battuta va lo stesso Caponi, che calcia magistralmente, ma la palla colpisce la traversa, e salva l’Albinoleffe. È la migliore risposta della squadra di Maraia in questo secondo tempo. Tre minuti più tardi riappare l’Albinoleffe però, che innesca un contropiede con Giorgione: il numero 17 serve con un filtrante preciso Manconi, che però, a tu per tu con Sarri, si fa ipnotizzare, sprecando l’occasione di poter chiudere definitivamente i conti. Il secondo tempo è sicuramente più frizzante del primo, e due minuti più tardi, su cross di Perretta, Magrassi non concretizza al meglio, spedendo di testa la palla sopra la traversa. Maraia prova il tutto per tutto, e leva un difensore (Risaliti) per una punta (Stanzani). Qualche minuto più tardi mette dentro anche Regoli, neoacquisto in casa Pontedera. Ed è subito lui a creare scompiglio in area di rigore Albinoleffe, ma nulla di preoccupante per gli ospiti. Al 35′ Zaffaroni effettua la prima sostituzione, chiamando fuori Petrungaro per farlo riposare: al suo posto dentro Galeandro. Al 40′ altra chance per l’Albinoleffe: ancora una volta è Giorgione ad innescare, lanciando in porta il compagno Gelli, dimenticato completamente dalla difesa del Pontedera. Il centrocampista dell’Albinoleffe non sfrutta al meglio l’uscita dell’estremo difensore avversario Sarri però, e il suo pallonetto finisce sopra la traversa. Al 42′ Zaffaroni effettua altre due sostituzioni: fuori il match winner Manconi e dentro Gabbianelli. Dentro anche Genevier, al posto di Nichetti. Un minuto più tardi il Pontedera accorcia le distanze con la deviazione di testa di Benassai, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Passa meno di un minuto e i toscani sfiorano il gol del pareggio con Stanzani, ma la difesa bluceleste fa muro e si salva. L’Albinoleffe è sulle gambe, e il Pontedera prova il tutto per tutto per agguantare il pari, ma non c’è più tempo: i ragazzi di Zaffaroni portano a casa una vittoria importantissima. Arriva troppo tardi la reazione dei toscani, che tornano a casa a mani vuote.

IL TABELLINO

PONTEDERA-ALBINOLEFFE 1-2
RETI (0-1;1-1): 22′ e 4′ st Manconi (A), 44′ st Benassai (P).
PONTEDERA (3-5-1-1): Sarri 6.5, Benassai 6.5, Piana 6, Risaliti 6.5 (27′ st Stanzani 6), Perretta 5.5, Catanese 5.5, Caponi 6.5, Barba 6, Milani 5.5 (32′ st Regoli 6), Benedetti 5, Magrassi 5. A disp. Angeletti, Nicoli, Bardini, Faella, Bisconti, Pretato, Nero, Vaccaro, Tersigni, Rovai. All. Maraia 5.5.
ALBINOLEFFE (3-5-2): Savini 6.5, Gușu 6, Mondonico 6, Canestrelli 6, Petrungaro 6.5 (35′ st Galeandro sv), Gelli 6.5, Nichetti 6 (42′ st Genevier sv), Giorgione 7.5, Tomaselli 7, Cori 6.5, Manconi 8 (42′ st Gabbianelli sv). A disp. Paganessi, Caruso, Cerini, Berbenni, Riva, Maffi, Piccoli, Miculi, Ghezzi. All. Zaffaroni 7.
ARBITRO: Sig. Vergaro di Bari 6.5.
ASSISTENTI: Paggiola-De Nardi.
QUARTO UOMO: Fantozzi.
AMMONITI: Mondonico (A), Savini (A), Barba (P).

LE PAGELLE

ALBINOLEFFE
Savini 6.5 È una giornata complessivamente serena per lui. Si fa trovare pronto nei momenti decisivi del match e guida la difesa con estrema calma e personalità: preciso.
Gusu 6 La difesa non soffre praticamente mai: sia grazie all’inconsistenza della manovra offensiva dei toscani sia perché il reparto difensivo tutto è attento, e lui fa la sua parte: concentrato.
Mondonico 6 Comanda la difesa con assoluta tranquillità e, nonostante l’ammonizione a metà fine primo tempo, non si fa condizionare, continuando a giocare la sua partita senza troppi fronzoli: sicuro.
Canestrelli 6 Anche Canestrelli sfoggia la sua buona partita, non commettendo nessuna sbavatura in area di rigore. Il trio difensivo funziona, e Canestrelli ne è un perfetto interprete: sufficiente.
Petrungaro 6.5 Gioca una buona gara, pungendo gli avversari sulla fascia destra quando serve. Aiuta la squadra nella fase difensiva e si propone sempre quando riparte l’azione offensiva dell’Albinoleffe: attento (35′ st Galeandro sv).
Gelli 6.5 È davvero una spina nel fianco per il Pontedera, con i suoi continui inserimenti senza palla alle spalle della difesa toscana. Potrebbe far gol in più occasioni, ma alla fine la palla non entra: decisivo.
Nichetti 6 È l’equilibratore dell’Albinoleffe in mezzo al campo. Fa girare la squadra con qualità e difende la sua zona con grande attenzione. Nel finale esce per dar spazio al compagno Genevier, ma la sua partita è di livello: concreto (42′ st Genevier sv).
Giorgione 7.5 La sua presenza a centrocampo si sente, e fa salire vertiginosamente la qualità offensiva dell’Albinoleffe quando la palla arriva nei suoi piedi. Colleziona su punizione l’assist del raddoppio di Manconi e nel finale innesca Gelli con un grande filtrante: eccellente.
Tomaselli 7 Il gol del vantaggio bluceleste è una sua invenzione, con una serpentina che disorienta e buca la difesa del Pontedera. La scelta di lanciarlo dal primo minuto paga, e Tomaselli risponde presente: prezioso.
Cori 6.5 Non sono tantissimi i palloni giocabili a ridosso e in area di rigore, ma la presenza di Cori là davanti si sente. Neanche oggi riesce a segnare ma si mette sempre al servizio della squadra: affidabile.
Manconi 8 I suoi gol non fanno più notizia: oltre ad essere il bomber è anche la vera anima dell’Albinoleffe. E anche oggi il suo apporto è pesante, come le sue reti in campionato: leader (42′ st Gabbianelli sv).
All. Zaffaroni 7.5 Legge perfettamente la partita dal primo all’ultimo minuto. Negli ultimi minuti qualche brivido di troppo, ma i tre punti sono più che meritati: perfetto.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli