22 Giugno 2021

Pontedera-Pro Patria Serie C: Galli sbanca il “Mannucci”, Javorcic & CO. si rilanciano in zona playoff

Le più lette

Novità nel Torino Club: al via la costruzione dell’Under 19 per la prossima stagione

Quello di avere una squadra nell'Under 19 era un progetto che era presente da un po' di tempo nella...

Alessandria-Torino Women Serie C femminile: Annalisa Favole e Levis affondano le ultime speranze delle grigie

Sull'onda della vittoria contro il Pinerolo di domenica scorsa, l'Alessandria prova a giocarsi l'ultima chance per arrivare al penultimo...

Barcanova-Vanchiglia Under 14: torneo All Stars, la fotogallery di Girolamo Cassarà

Barcanova-Vanchiglia Under 14 in 100 foto di Girolamo Cassarà, clicca QUI per leggere la cronaca del match vinto dai...

Pontedera e Pro Patria: due squadre molto vicine sia per quanto concerne la classifica (un solo punto di distanza) ma anche la filosofia con cui affrontano la stagione, a portare a casa tre punti preziosi come il pane è la formazione di Ivan Javorcic, grazie al destro secco di Galli; Pro Patria che trova il riscatto e si rilancia in zona playoff, dimostrando solidità specie nel reparto arretrato.
Teatro della 12° giornata è lo stadio “Ettore Mannucci”, doppio ex con natali pontederesi e una rilevante militanza tigrotta – nel 1954 fu sua la doppietta valida per la promozione in Serie A nello spareggio con il Cagliari.

Il saluto fra i due capitani Caponi e Fietta

Il Pontedera arriva galvanizzato dalla vittoria con la Giana Erminio, mentre la Pro Patria è alla ricerca del riscatto dopo le due sconfitte consecutive: domenica scorsa con l’Albinoleffe e nel turno infrasettimanale (recupero 8° giornata) con il Como. Moduli speculari per le due formazioni che si schierano entrambe con un 3-5-2.
Primo squillo a tinte granata al 6′ di gioco, punizione di Caponi, pasticcio difensivo della Pro Patria che consegna la palla a Stanzani che prova la conclusione, ma Greco respinge provvidenzialmente; la risposta biancoblù è immediata, Kolaj lancia a rete Latte Lath, che però non trova l’angolino e Sarri blocca la sfera. L’alta densità a centrocampo non lascia spazio a grandi emozioni; bisogna aspettare il 21′ per avere un sussulto: Latte Lath insacca la sfera alle spalle di Sarri, ma il fischietto di Torre del Greco aveva segnalato il fuorigioco. I granata rispondono con immediatezza con Risaliti che prova l’incornata sul secondo palo, ma Greco ci mette i guantoni e sventa in calcio d’angolo. Al 25′ Kolaj fa partire la diagonale, Galli si inserisce fra la linee e con il destro scarica nell’angolino, bruciando un incolpevole Sarri e portando la formazione di Javorcic in vantaggio. Intorno al 40′ il Direttore di gara Arena inciampa, provocandosi una distorsione: gioco fermo con l’arbitro non riesce a proseguire e sarà quindi il quarto uomo Matteo Mori di La Spezia a dirigere la gara dal 46′ con 8′ di recupero assegnati per portare a termine la prima frazione. Sullo scadere della prima frazione è ancora la formazione ospite a rendersi insidiosa, con Galli, autore del vantaggio biancoblù, che crossa in direzione Kolaj, ma questa volta la difesa pontederese è ben schierata e spazza.
Ripresa scoppiettante per il Pontedera che tenta la propulsione offensiva, ma la retroguardia della Pro Patria non sbaglia un anticipo e rischia veramente poco. I padroni di casa cercano di trovare un varco sulla sinistra, ma Galli e Cottarelli sono onnipresenti e tengono bene il proprio uomo. Al 25′ è la Pro Patria a rendersi insidiosa con Parker, ma la sua conclusione è centrale e non desta problemi a Sarri; pochi istanti dopo Greco è miracoloso su Magrassi che, servito da Catanese, prova il missile di potenza con il sinistro, ma l’estremo difensore tigrotto ha i riflessi pronti e mura. Al 36′ Catanese riceve la sfera e prova la sassata, ma il tiro è troppo sbilanciato e termina alto sopra la traversa. Dopo i 3′ di recupero la Pro Patria torna alla vittoria e si rilancia in zona playoff, Pontedera che ha creato troppo poco e che paga gli errori difensivi.

IL TABELLINO

PONTEDERA 0
PRO PATRIA 1
RETE: 24′ Galli (PPA)

PONTEDERA (3-5-2): Sarri 6, Matteucci 5, Risaliti 5, Vaccaro 6.5, Perretta 6, Benedetti 5.5 (38′ st Faella sv), Caponi 6.5, Barba 6, Benericetti 6 (31′ Catanese 6), Stanzani 5.5 (14′ st Tommasini 5), Magrassi 6. A disp: Angeletti, Nicoli, Pretato, Bardini, Pruneti, Nero, Tersigni. All. Maraia.
PRO PATRIA (3-5-2): Greco 6.5, Gatti 7, Lombardoni 7, Boffelli 6.5, Cottarelli 6.5, Ferri 6.5 (21′ st Colombo 6), Fietta 6, Galli 7, Pizzul 6, Kolaj 6.5 (30′ st Castelli 6), Latte Lath 6.5 (6′ st Parker 6.5). A disp.: Mangano, Saporetti, Brignoli, Parker, Spizzichino, Piran, Di Lernia, Pisan. All. Javorcic.
ARBITRO: Arena di Torre del Greco (sostituito al 46′ del primo tempo da Mori di La Spezia) 6.5 Personalità da vendere, quando la gara si fa un po’ nervosa non esita ad estrarre cartellini. Pugno di ferro.
AMMONITI: Perretta (PON), Risaliti (PON), Boffelli (PPA), Cottarelli (PPA), Colombo (PPA)

LE PAGELLE

PONTEDERA

All. Maraia 6 Le defezioni si fanno sentire. Prepara bene la gara, ma gli errori della retroguardia costano caro. La squadra fatica nella verticalizzazione e nel trovare spazi.
Sarri 6 Incolpevole sul gol subito e decisivo in un paio di situazioni. Sempre pronto a porre rimedio ai tanti errori difensivi dei compagni granata.
Matteucci 5 Sbaglia troppi palloni, commette svariate sbavature in fase di possesso ed è spesso costretto a commettere falli tattici per porvi rimedio.
Risaliti 5 Si fa infilare alle spalle con troppa facilità dal filtrante di Kolaj e dal successivo tiro di Galli che portano la Pro Patria a portare a casa i tre punti. Superficiale.
Vaccaro 6.5 Se nella prima frazione appare un po’ timido, nel secondo tempo brilla di luce propria. È l’ultimo dei suoi a mollare, e cerca sempre la giocata di intelligenza per agguantare il pari. Sfortunato.
Perretta 6 Va a corrente decisamente alternata. Recupera una quantità inverosimile di palloni, ma poi soffre troppo la fisicità e lo stacco del trio di difesa avversario.
Benedetti 5.5 Troppo spesso si lascia anticipare, nella ripresa ci mette un pizzico di cattiveria in più, ma è troppo tardi. Tempismo zero. (38′ st Faella sv)
Caponi 6.5 La gara lo costringe più a dare sostanza che qualità e lui non si tira indietro. Nella ripresa è quello che insiste di più sulla fascia destra.
Barba 6 Dialoga bene coi compagni e si propone nei pressi dell’area avversaria. È lui a mettere ordine quando serve e ad innescare il contropiede.
Benericetti 6 Ottimi disimpegni, peccato per l’uscita forzata al 30′ del primo tempo.
31′ Catanese 6 Si fa subito trovare pronto, ha anche qualche buona occasione, ma Greco gli dice sempre di no.
Stanzani 5.5 Poco servito e spesso anticipato da Lombardoni, non riesce quasi mai a rendersi pericoloso. Qualche spunto c’è, ma è troppo poco per raggiungere la sufficienza.
14′ st Tommasini 5 Entra per regalare freschezza e cattiveria alla squadra: il tutto non c’è. Fatica ad entrare in partita. Assente ingiustificato.
Magrassi 6 Con l’uscita di Stanzani troppo spesso viene lasciato solo là davanti. Prova a mettere in difficoltà Greco con un missile di sinistro, ma la giornata è un po’ storta per il centravanti pontederese.

Gli undici titolari del Pontedera scelti da Maraia

PRO PATRIA

All. Javorcic 7 Serviva il riscatto dopo le due prestazioni sottotono con Albinoleffe e Como, e la risposta è arrivata. In fase difensiva non si contano errori, il centrocampo lavora bene e l’attacco risponde presente. Squadra fisica e tecnica: what else?
Greco 6.5 Miracoloso su Magrassi ad inizio ripresa. Regala sicurezza a tutti i suoi compagni. Forse un po’ temerario in alcune uscite, ma sempre vigile in ogni momento della gara.
Gatti 7 Se nel primo tempo fa il consueto lavoro di amministrazione, nella ripresa è chiamato agli straordinari marcando stretto Vaccaro. Onnipresente.
Lombardoni 7 Riprende il suo ruolo da difensore centrale e rende al meglio. Guida il trio della retroguardia con grandissima esperienza, mettendo una pezza anche sugli errorini dei compagni di reparto.
Boffelli 6.5 Ritorna sulla sinistra e non soffre mai la pressione dell’avversario. Nella ripresa prova anche a proporsi in profondità.
Cottarelli 6.5 Ottima prova, se non fosse per quel giallo ingenuo per la simulazione. Nella ripresa fa prevalere la sua fisicità, e si offre anche in fase offesiva.
Ferri 6.5 Se il centrocampo è uno dei reparti che funziona meglio è anche grazie a lui; offre buoni suggerimenti ai compagni, sbaglia pochi palloni e lotta finché ne ha. (21′ st Colombo 6)
Fietta 6 Fa buona guardia dietro, giocando una gara prevalentemente difensiva. Non si vede tanto nel suo ruolo di regista, ma il film sbanca lo stesso.
Galli 7 In fase offensiva si propone sempre, e la ciliegina sulla torta è sicuramente il primo gol stagionale. Cala un po’ nella ripresa, ma è decisamente scusato. Man of the match!
Pizzul 6 Dalle su parti si attacca poco, ma la sua è una gara di estremo sacrificio; nella ripresa ripiega spesso in difesa a dare man forte.
Kolaj 6.5 Torna in campo e l’accoppiata con Latte Lath funziona. Corre, dribbla, lavora di sponda. Ottima lettura dell’azione offensiva ed è proprio suo il cross che porta al gol Galli. (30′ st Castelli 6)
Latte Lath 6.5 L’attaccante tigrotto è una costante spina nel fianco per la difesa granata. Si presta a fare anche la fase difensiva, salvando i tigrotti da azioni ipoteticamente pericolose. Sostituito solo in via precauzionale dopo lo scontro con Risaliti. (6′ st Parker 6.5)

Gli undici titolari della Pro Patria scelti da Javorcic


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli