10 Aprile 2021

Pro Patria-Como Serie C: Latte Lath e Parker fanno cadere la capolista, il gol di Walker serve a poco

Le più lette

Scanzorosciate, Matteo Speranza sul futuro: «Ho varie opzioni fra le quali scegliere, ma non escludo la permanenza»

Il futuro di Matteo Speranza è ancora un libro aperto, tutto da scrivere. Allo Scanzorosciate da un anno, il...

Varesina, Matteo Frontini a tutto tondo tra passato, presente e futuro: rimarrà in rossoblù?

Matteo Frontini, allenatore della Varesina, non ha ancora certezze sulla prossima stagione ma i buoni rapporti con la società...

Bomba di mercato da Centallo, Fabricio De Peralta è un nuovo calciatore rossoblù

Mercato chiuso? Macché. Quando le trattative sono aperte mai niente è scontato, neanche per la Giovanile Centallo. Le trattative...

Pro Patria-Como, la miglior difesa contro il secondo miglior attacco: gli ingredienti per una sfida dal coefficiente altissimo ci sono tutti. Al “Carlo Speroni” di Busto Arsizio la serata si tinge di biancoblù: la Pro Patria batte la capolista Como, confermandosi una delle “ammazzagrandi”.
La Pro Patria di Javorcic si schiera con l’ormai collaudato 3-5-2, e con una rosa quasi completa (all’appello manca il lungotenente Ghioldi), mentre il Como opta per il 4-2-3-1, ma sono tanti i cambi operati dal tecnico Gattuso, a partire dallo scambio in difesa di Crescenzi e Solini.
Solo al 3′ di gioco la gara comincia a farsi entusiasmante: Latte Lath in mezzo all’area calcia la botta sicura ma Facchin devia con un gran colpo di reni mettendo la sfera in angolo; proprio da corner lo stesso numero 24 biancoblù svetta più degli altri e insacca il vantaggio per i tigrotti. Il Como prova subito a reagire sfruttando le conclusioni di Gatto e Gabrielloni; all’11’ Daniels fa venire i brividi a Greco con una punizione magistrale che si infrange all’incrocio dei pali. 5 minuti dopo lo stesso 24 lariano ci riprova da calcio piazzato, ma c’è la grande risposta di Greco. Se la Pro Paria cerca di sfruttare ambo le fascia, il Como punta di più su quella di destra, dove Daniels dà una spinta notevole, riuscendo ad innescare Gatto e Gabrielloni, ma entrambi sbattono sempre contro il muro difensivo biancoblù. Dopo la mezz’ora è la Pro Patria a farsi vedere dalle parti di Facchin, con Latte Lath e Parker, ma soprattutto con il tentativo di Gatti di spedire in rete il 2-0. A pochi minuti dalla fine intervento spettacolare di Lombardoni su Gabrielloni, che fra i piedi ha il possibile pareggio, ma si lascia chiudere dal difensore tigrotto.
Ripresa senza cambi, dopo soli 130 secondi la Pro Patria trova il 2-0: Nicco fa partire un traversone alla stregua della perfezione, Latte Lath non riesce a calciare in porta, ma trova Parker, che gelidamente, all’altezza del dischetto del calcio di rigore, insacca alle spalle di uno spiazzato Facchin. Il Como accusa l’ennesimo colpo, ma prova a reagire, provando a spingere, e di conseguenza concedendo qualche spazio all’avversario. Poco oltre la metà della ripresa Bertoni impegna, e non poco Facchin, su una punizione da posizione interessante, calciata con forza. Al 28′ ripartenza velocissima lariana, Gabrielloni protegge bene la sfera e crossa in direzione Walker, che a tu per tu con Greco non fallisce. Dopo aver trovato il 2-1 la formazione di Gattuso comincia a crederci, ma al 32′ i lariani restano in inferiorità numerica: Bertoni esce palla al piede ma viene atterrato da Crescenzi, e il fischietto di Nocera Inferiore non ha dubbi, rosso diretto. Al 42′ grandissimo lavoro di Kolaj, a supporto dell’attaccante arriva Pizzul che prova la conclusione, e Facchin risponde presente deviando con i guantoni. Allo scadere la Pro Patria ha l’occasione di calare il tris con Castelli, ma Allievi lo chiude a dovere. Non c’è più tempo, al triplice fischio è 2-1 in favore della squadra di Javorcic.

L’abbraccio di gruppo della Pro Patria, dopo la vittoria sulla capolista Como

IL TABELLINO

PRO PATRIA 2
COMO 1
RETI: 4′ Latte Lath (P), 2′ st Parker (P), 28′ st Walker (C).

PRO PATRIA (3-5-2): Greco 6.5, Gatti 7.5, Lombardoni 7, Boffelli 6.5, Colombo 6.5, Nicco 6.5 (33′ st Fietta 6), Bertoni 6.5, Brignoli 6.5 (14′ st Galli 6), Pizzul 6.5, Latte Lath 7 (21′ st Kolaj 6.5), Parker 6.5 (33′ st Castelli 6). A disp.: Mangano, Saporetti, Molinari, Cottarelli, Le Noci, Spizzichino, Ferri,, Vaghi. All. Javorcic 8.
COMO (4-2-3-1): Facchin 5.5, Bovolon 5.5 (20′ st Allievi 6), Crescenzi 5, Solini 6, Iovine 5.5, Bellemo 6, Hmaidat 6 (38′ st Arrigoni sv), Daniels 6.5 (20′ st Terrani 5.5), Gatto 5.5, Koffi 5.5 (14′ st Walker 6), Gabrielloni 5. A disp.: Bolchini, Toninelli, Celeghin, Castillion. All. Gattuso 5.5.

ARBITRO: Pascarella di Nocera I. (Fraggetta di Catania / De Pasquale di Barcellona P. di G.) 6.5 Non inizia nel migliore dei modi, ma nel corso dei 90′ dimostra grande personalità; assistenti sempre in linea.
AMMONITI: Nicco (P), Bovolon (C), Solini (C), Bellemo (C), Colombo (P), Gabrielloni (C), Kolaj (P).
ESPULSO: 32′ st Crescenzi (C).

LE PAGELLE

Pro Patria

Greco 6.5 Risponde presente se chiamato in causa, e regala sempre la solita sicurezza dietro. Sul gol di Walker può poco o nulla.
Gatti 7.5 Onnipresente. La fase difensiva è alla stregua della perfezione, con chiusure ottimali e pulite. Si propone anche in zona offensiva, creando qualche problemino alla retroguardia lariana.
Lombardoni 7 Sia nella prima frazione che nella ripresa chiude in maniera perfetta Gabrielloni, non facendolo mai girare. Solito faro della difesa tigrotta.
Boffelli 6.5 Recupera una quantità esorbitante di palloni. Sempre in posizione, non si lascia praticamente mai sorprendere e le chiusure su Koffi sono da applausi.
Colombo 6.5 Cuore di capitano; offre spunti interessanti dalla sinistra, cercando anche di cambiare spesso gioco, e portando la squadra ad avere spazi interessanti dall’altra parte del campo.
Nicco 6.5 L’idea del secondo gol biancoblù è tutta sua e l’assist è al bacio. Nella ripresa si propone svariate volte e prova a trovare soluzioni alternative. Intuitivo e sempre più importante nello scacchiere di Javorcic. (33′ st Fietta 6).
Bertoni 6.5 Le punizioni sono il suo pane quotidiano, e da calcio piazzato impegna non poco il portiere avversario. In mezzo al campo il lavoro sporco è sempre tantissimo. Sostanza.
Brignoli 6.5 Tanto lavoro sporco, e spesso va in soccorso a Pizzul. Dopo 40 secondi dall’inizio ripresa potrebbe segnare il raddoppio, ma non rischia. Spinge comunque a più non posso, non sottovalutando la parte di contenimento dell’avversario. (14′ Galli 6)
Pizzul 6.5 Come al solito, nonostante la giovane età, sulla fascia di competenza non sfigura. Parte un po’ in sordina, poi con il passare dei minuti cresce a vista d’occhio.
Latte Lath 7 Solita velocità e tanta grinta che lo contraddistinguono; spinge a più non possono portando sempre i biancoblù in profondità. Il gol è solamente la ciliegina sulla torta.
21′ st Kolaj 6.5 Entra con la giusta verve e con grande carattere.
Parker 6.5 Le idee sono sempre ottime, ma quell’ultimo passaggio sbagliato costa un po’. Nella ripresa appare molto più determinato, e il raddoppio porta la sua firma. (33′ st Castelli 6).
All. Javorcic 8 La sua Pro Patria continua a confermarsi, specie contro le più grandi. I playoff ora non sono più un sogno, ma un qualcosa di più che possibile.

Como
Facchin 5.5 L’errorino sul raddoppio avversario c’è. Si rende anche protagonista di parate eccezionali (su Bertoni, Pizzul e Latte Lath), ma non basta per raggiungere la sufficienza.
Bovolon 5.5 Parker e Latte Lath gli creano tantissimi grattacapi. Ad inizio gara regge diversi urti, poi si spegne, concedendo qualcosa di troppo all’avversario. (20′ st Allievi 6)
Crescenzi 5 Nella ripresa fatica tantissimo a contenere Nicco, e si lascia spesso anticipare e sorprendere. A un quarto d’ora dalla fine lascia i suoi in 10 per un fallo tanto brutto quanto ingenuo.
Solini 6 Bene in fase di intercettazione. Della retroguardia lariana è il più attento, anche se qualche sbavatura c’è. Uno dei pochi a dimostrare grande caparbietà nei duelli uno-uno.
Iovine 5.5 Inizia nel migliore dei modi, contenendo a dovere l’attacco biancoblù; nella ripresa pecca in grandi superficialità. Da rivedere.
Bellemo 6 Va a corrente alternata; l’esperienza si vede tutta, ma troppo spesso pecca di fretta. Nella ripresa pone rimedio anche agli errori dei compagni.
Hmaidat 6 Buon fraseggio con Iovine, specie nella ripresa. Prova ad alzare il baricentro lariano con galoppate lunghe tutto il campo, ma troppo spesso si ritrova da solo. (38′ st Arrigoni sv)
Daniels 6.5 Punizione calciate in maniera magistrale; là davanti è certamente quello che crea qualche pericolo in più. (20′ st Terrani 5.5)
Gatto 5.5 Ad inizio gara prova a trovare soluzioni intriganti, poi si perde un po’ via. Certo, gli spazi lasciati dalla difesa tigrotta sono pochi, ma da un giocatore qualitativamente importante come lui ci si aspetta molto di più.
Koffi 5.5 Troppe poche idee dalla sua parte, soprattutto nei primi 45′ di gioco. Ad inizio ripresa prova a trovare una soluzione cercando di ispirare Daniels, ma è un nulla di fatto.
14′ st Walker 6 Trova il gol che potrebbe riaprire la gara, poi anche lui viene chiuso del tutto dalla difesa biancoblù.
Gabrielloni 5 Nel primo tempo non riesce mai a rendersi insidioso, soffre tantissimo la pressione di Lombardoni. Gli ultimi 45′ sono lo specchio della prima frazione. Troppe poche idee.
All. Gattuso 5.5 Certo qualche giocatore mancava, ma non è una scusante. Il suo Como soffre troppo, e ha poche, pochissime idee. Là davanti ci si aspettava qualcosa in più.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0