12 Maggio 2021

Pro Patria-Juventus U23 Serie C: Latte Lath punisce i bianconeri, continua l’altalena per Zauli

Le più lette

Empoli-Atalanta Primavera 1: Rosa prima e Sidibe poi vestono la Dea per il gran galà dei playoff

Quasi all’inglese i nerazzurri sono passati nel fortino della temibile formazione empolese con una rete nel primo tempo di...

Varzi-Alcione Eccellenza: Truzzi chiama su assist di Selpa, Caputo risponde su invito di Lopane

ll big match del girone B termina sul punteggio di 1-1. Entrambe falliscono la prima possibilità di minifuga: il...

Lnd, arriva l’ok anche per gli ‘allenamenti congiunti’ in tutte le categorie

Dopo la pubblicazione del Protocollo per amichevoli e tornei per attività giovanile e attività di base, arriva anche l’ok...

Pro Patria-Juventus: scontro diretto in ottica playoff, e a portare a casa i tre punti grazie alla rete di Latte Lath – segnata in avvio primo tempo – è la formazione di Busto Arsizio che quindi si riscatta e rilancia in classifica. Juventus che calcia troppo poco in porta e si dimostra troppo leziosa, per la formazione di Zauli è il secondo ko consecutivo. All’andata i tigrotti avevano ceduto alla forza prorompente offensiva dei bianconeri (3-1 al “Moccagatta” di Alessandria), ma ora la formazione di Zauli sta passando un momento altalenante, almeno per quanto riguarda i risultati. Dall’altra parte una Pro Patria che vuole dare una risposta dopo le due sconfitte consecutive con Pontedera e Grosseto. Per i biancoblù ancora fuori Lombardoni e una novità: il giovane Ferri in mediana (2002 alla sua quarta da titolare).
Nota di colore: a segnare il gol decisivo è Emmanuel Latte Lath, proprio quello che il 12 gennaio 2017 si presentava allo Juventus Stadium vestendo la maglia dell’Atalanta e affrontava i bianconeri della Serie A (guidati allora da Allegri) in Coppa Italia, riaprendo una gara che poi sarebbe terminata 3-2 in favore dei padroni di casa.

Latte Lath letale. In avvio Di Pardo prova a creare qualche pericolo con una conclusione dalla destra, ma Greci mura in uscita bassa. Al 7′ è però la Pro Patria a portarsi in vantaggio: prima vera incursione dei tigrotti con Nicco recupera una sfera importante a metà campo, innesca Latte Lath che con un dribbling di sinistro spiazza Nocchi. Pro Patria che al quarto d’ora va vicinissima al raddoppio: prima la punizione di Molinari, e poi ancora Latte Lath impegnano e non poco Nocchi. Sul ribaltamento di fronte Akè fa partire un tiro-cross ma Greco devia (toccando la traversa). Una manciata di secondi dopo è ancora Latte Lath a far vedere i sorci verdi alla difesa della Juventus: traversone per Parker, l’estremo difensore bianconero ci mette una pezza. Qualche protesta al 25′: Pizzul calcia la botta, Capellini tocca con la mano ma involontariamente e il direttore lascia quindi proseguire l’azione. Alla mezz’ora stupenda azione di Ferri che scarica di potenza ma la sfera non si abbassa a dovere e sfiora solamente la traversa. Pochi istanti dopo ancora tigrotti in avanti con Parker che offre l’assist a Latte Lath che calcia la botta, ma Nocchi respinge con i piedi. È sempre più Pro Patria nella prima frazione, tanto che al tiro arriva anche Nicco, ma la conclusione è troppo centrale e Nocchi para in un tempo. Allo scadere Alcibiade atterra Latte Lath ma il fischietto di Avezzano lascia proseguire l’azione, grossi dubbi sulla scelta arbitrale.

Catenaccio tigrotto. In avvio ripresa Zauli opta per un doppio cambio (Gozzi-De Marino e Troiano-Marquez Mendez) per provare a cercare di dare maggior profondità alla squadra, cercando di arrivare in zona offensiva. Al 10′ ancora episodio dubbio: Ferri viene atterrato in area da Capellini ma ancora una volta l’arbitro lascia proseguire. Pochi istanti dopo il fischietto di Avezzano si riscatta, ammonendo sia Latte Lath e De Marino che stavano “bisticciando”. Brutta tegola per Javorcic che non avrà a disposizione l’ivoriano nella sfida in casa del Lecco. A metà prima frazione azione stupenda manovrata da Kolaj che innesca Parker, ma la retroguardia bianconera devia in angolo. Ancora tigrotti in crescita con Nicco che calcia a botta sicura, ma Nocchi respinge; pochi istanti dopo Kolaj tocca una traversa che ancora vibra. Juventus che nell’ultima parte della ripresa cerca di costruire gioco fra le linee specie con De Marino e il neo entrato Ranocchia, ma la Pro Patria fa catenaccio rischiando poco o nulla dietro. Allo scadere Ranocchia innesca Marquez Mendez, ma è bravo Greco a uscire tempestivamente. Pochi istanti dopo Leone fa partire il cross per Akè che fa venire i brividi a tutti con una deviazione che si spegne a fil di palo. Occasionissima della Pro Patria nel recupero: Kolaj recupera la sfera passa a Parker che a tu per tu con Nocchi spara alla stelle.

L’abbraccio finale dei tigrotti al termine della gara contro la Juventus Under 23

IL TABELLINO

PRO PATRIA-JUVENTUS U23 1-0
RETE: 7′ Latte Lath

PRO PATRIA (3-5-2): Greco 6.5, Gatti 7, Boffelli 6.5, Molinari 7 (21′ st Saporetti 6), Cottarelli 7, Nicco 7.5, Bertoni 7 (40′ st Fietta sv), Ferri 6.5 (15′ st Colombo 6.5), Pizzul 7, Latte Lath 6.5 (21′ st Kolaj 7), Parker 6. A disp. Mangano, Compagnoni, Brignoli, Le Noci, Spizzichino, Masetti, Castelli, Vaghi. All. Sala 7.
JUVENTUS U23 (3-4-1-2): Nocchi 6.5, Capellini 5.5, Alcibiade 6, Gozzi 5 (1′ st De Marino 6), Di Pardo 6, Peeters 5 (21′ st Leone 5.5), Fagioli 6 (29′ st Ranocchia 6.5), Troiano 5.5 (1′ st Marquez Mendez 5.5), Felix Correia 5, Brighenti 5.5 (29′ st Dabo 5.5), Akè 5. A disp. Bucosse, Raina, Oliveira Rosa, Compagnoni, Anzolin, Barbieri, Delli Carri. All. Zauli 6.
ARBITRO: Scatena di Avezzano 7
ASSISTENTI: Porcheddu di Oristano e Tricarico di Udine
AMMONITI: Boffelli (P), Parker (P), Gozzi (J), Brighenti (J), Latte Lath (P), De Marino (J), Capellini (J)

LE PAGELLE

PRO PATRIA
Greco 6.5 Non è chiamato a fare gli straordinari, ma dimostra sempre ottimi riflessi, specie quello su Marquez Mendez nel finale. Regala sicurezza non solo al reparto difensivo, ma a tutta la squadra.
Gatti 7 Torna alle sue solite prestazioni. Caparbietà in fase difensiva e anche tanta voglia nel proporsi in avanti. Sulla destra annulla ogni incursione bianconera.
Boffelli 6.5 Contiene alla perfezione Akè, tanto che l’attaccante bianconero non riesce quasi mai a calciare in porta. Bene anche in fase di spinta dove spicca il feeling con Cottarelli. Da centrale di difesa dirige il reparto con grande personalità.
Molinari 7 Esterno a sinistra nei tre di difesa non soffre praticamente nulla, annichilendo totalmente Di Pardo and co. Prova decisamente positiva in un momento clou della stagione. (21′ st Saporetti 6)
Cottarelli 7 Sulla destra con Gatti rende al meglio, e spesso e volentieri salta Gozzi con estrema facilità, innescando i compagni in attacco. Cross precisi e puliti uniti a tanta corsa e visione di gioco.
Nicco 7.5 In grandissimo rispolvero. L’assist a Latte Lath porta la sua firma, in due occasioni nitide va vicino al raddoppio e il lavoro in mezzo al campo è di enorme sacrificio. Quantità e qualità al servizio della squadra.
Bertoni 7 Solito grandissimo lavoro là in mezzo. È ancora una volta regista di un film che al botteghino sbanca. Mai in affanno sui centrocampisti bianconeri, dimostra anche rapidità nel trovare soluzioni intelligenti. (40′ st Fietta sv)
Ferri 6.5 Quarta da titolare per il tigrotto classe 2002, che nonostante la giovane età si fa trovare pronto. Chiamato nel momento più buio della Pro Patria, mette in scena una prova da veterano, andando alla caccia del pallone e provando anche a mettere la firma su un gol. Promessa.
15′ st Colombo 6.5 Il suo ingresso porta esperienza e tecnica in più. Mette pulizia quando serve.
Pizzul 7 Sulla sinistra è ormai pedina fondamentale nello scacchiere di Javorcic. Blocca spesso e volentieri Di Pardo proprio nel momento del tiro andando a soffiare la sfera dai piedi del numero 18. In più regala sempre grande profondità alla manovra offensiva biancoblù.
Latte Lath 6.5 Un gol, tre punti. L’attaccante sta diventando sempre più decisivo in quel di Busto Arsizio, anche se c’è ancora qualcosa da migliorare: proprio negli ultimi centimetri a volte stacca la spin, e le occasioni per il raddoppio (e per la doppietta) c’era, eccome se c’erano.
21′ st Kolaj 7 Entra regalando soluzioni diverse alla Pro Patria. Ha grande verve creativa e quella traversa toccata lascia solamente un po’ di amaro in bocca.
Parker 6 Ogni tanto si perde un po’ via, ma là davanti fa a spallate con chiunque. Ottima lettura degli spazi, manca un pizzico di grinta in più.
All. Sala 7 Ritrova la vittoria che mancava da un po’ di gare, mettendo in saccoccia tre punti fondamentali in ottica playoff. La squadra dimostra ancora una volta una solidità difensiva che farebbe invidia a chiunque.

JUVENTUS
Nocchi 6.5 Sul gol subito avrà pure qualche colpa, ma senza di lui il passivo poteva essere senza dubbio più pesante. Soprattutto nella prima frazione si fa trovare pronto sulle conclusioni di Latte Lath mentre nella ripresa è bravo nel respingere il tiro di Nicco.
Capellini 5.5 Nella prima frazione soffre la pressione di Latte Lath, ma tutto sommato non compie errori grossolani. Con l’entrata di Kolaj va in completo affanno e l’attaccante albanese lo impensierisce non poco.
Alcibiade 6 Guida il reparto arretrato che fatica nel restare compatto. Cerca di porre rimedio anche agli errori dei compagni, andando spesso a supporto soprattutto di Gozzi.
Gozzi 5 Troppe volte si fa trovare fuori posizione e la maggioranza delle azioni biancoblù arrivano proprio dalla sua parte con le giocate di Gatti e Cottarelli. Smarrito.
1′ st De Marino 6 Entra con la giusta verve, ma pecca in precisione e cura del dettaglio. Con l’ingresso di Ranocchia trova il modo di provare a impensierire l’avversario. Sufficienza piena.
Di Pardo 6 Meglio nei primi 45′ di gioco, dove comunque cerca di provare a disinnescare le fiammate della Pro Patria, mettendo un po’ d’ordine. Nella ripresa cala un po’, ma tutto sommato porta a casa la sufficienza.
Peeters 5 Troppe poche idee. Tutte le sue intuizioni vengono frenate proprio sul nascere dal centrocampo biancoblù. Ha la fisicità per sfondare, ma sbatte contro il muro avversario. (21′ st Leone 5.5)
Fagioli 6 Le qualità sono indubbie, ma Pizzul e Ferri nella prima frazione lo marcano a dovere lasciandogli pochissimi spazi. Qualche spunto interessante però c’è.
29′ st Ranocchia 6.5 20 minuti di grande brio e sostanza. Col suo ingesso qualche pericolo viene creato. Ottimo il lavoro fra le linee.
Troiano 5.5 Fatica nel trovare ritmo e soprattutto nel provare soluzioni alternative. Poca sostanza.
1′ st Marquez Mendez 5.5 Entra per dare maggior peso alla fase offensiva, ma le azioni degne di nota si contano sulle dita di una mano. Nell’occasione più nitida è bravo Greco ad anticiparlo in uscita.
Felix Correia 5 Decisamente non in giornata. Ha qualche idea, vero, ma troppo spesso si perde via e sbaglia anche le cose più semplici. Certamente non è parso il giocatore a cui si è abituati.
Brighenti 5.5 Macina un sacco di chilometri, non riuscendo però mai a impensierire più di tanto Molinari e Gatti che lo frenano a dovere. (29′ st Dabo 5.5)
Akè 5 Spesso e volentieri sulla sua strada sbatte contro Boffelli che lo contiene a dovere. Nel finale spreca il possibile 1-1, non inquadrando del tutto lo specchio.
All. Zauli 6 La squadra è apparsa un po’ spenta e poco frizzante. Tanta fatica nel creare gioco (almeno fino all’ingresso in campo di Ranocchia). L’altalena di risultati e prestazioni continua.

ARBITRO
Scatena di Avezzano 7 Nel primo tempo ci sono delle sviste evidenti, e sui penalty non concessi qualcuno avrebbe da ridire. Nella ripresa dimostra una grande personalità e mette a freno ogni polemica.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli