14 Aprile 2021

Renate-Carrarese Serie C: Pantere graziate dal secondo rigore consecutivo sbagliato da Infantino

Le più lette

Spazio Talent Soccer: ecco Mugavero, dalla prossima stagione allenerà i 2005

Nuovo innesto in casa Spazio Talent Soccer: dalla prossima stagione Giuseppe Mugavero allenerà i 2005 che, a meno di...

Ligato premia Gardano: «Efficace il pressing alto, Cbs pericoloso solo da fermo»

L’Eccellenza torna finalmente in campo dopo 6 mesi di stop. In questo primo turno si affrontano i torinesi della...

Pergolettese Serie C, nuovo cambio a sorpresa: esonerato Luciano De Paola, squadra al secondo Albertini

Dal suo arrivo nel mese di novembre aveva portato la Pergolettese in acque meno tempestose Luciano De Paola, con...

Serata amara per Renate e Carrarese. Entrambe le squadre sprecano occasioni importantissime per aggiudicarsi la posta piena e guadagnano un punto che accontenta maggiormente gli Apuani. Questi ultimi, tuttavia, nonostante abbiano subito il dominio degli avversari per quasi tutta la partita, rimpiangono l’occasione più importante della gara: un calcio di rigore tirato alto da Infantino.

Allo stadio Città di Meda ci sono tutte le premesse per assistere a una partita combattuta. Da una parte, infatti, la squadra di Diana, reduce da una sconfitta contro i cugini del Lecco, ha voglia di rivalsa. Dall’altra, invece, la Carrarese di Baldini, squadra che non ha mai trovato costanza nei risultati, necessita di punti per non lasciarsi sfuggire la zona play off. La lista degli indisponibili si presenta folta, e le Pantere, in particolare, devono fare a meno di entrambi gli esterni Guglielmotti ed Esposito, sostituiti da Merletti e Rada. Tra gli Apuani, invece, molto pesante è l’assenza di Caccavallo, a cui si aggiungono Valietti, Murolo e Doumbia, oltre ai soliti indisponibili D’Auria, Imperiale, Tedeschi, Rota e Grassini. La panchina dei gialloblù si riduce allora incredibilmente a soli tre giocatori: Marilungo, Pulidori e Bresciani. Per invertire il trend, Diana si affida dunque a un 3-5-2 con Gemello tra i pali, Anghileri, Silva e Magli in difesa, Merletti e Rada sulle fasce laterali, Galuppini, Ranieri e Kabashi a comporre il centrocampo e Maistrello e Nocciolini nel ruolo di punte. Baldini, invece, risponde con un 3-4-2-1 con Mazzini in porta, la retroguardia composta da Pasciuti, Agiey ed Ermacora, Giudici, Luci, Schirò e Pavone a centrocampo con Manzari e Piscopo alle spalle dell’unica punta Infantino. La partita comincia con un brivido per il Renate: al 1’ la difesa, non ancora entrata mentalmente in partita, si addormenta e subisce l’imbucata degli avversari. Gemello esce imprudentemente e, quando il pallone rimbalza verso Piscopo, la porta è praticamente vuota. Il numero 30, però, cerca un tiro che si rivela troppo angolato ed esce di poco alla sinistra del palo. Le pantere, allora, provano a tirare fuori gli artigli, ma il tiro di Maistrello al 20’ si spegne fuori senza impensierire Mazzini. Le ripartenze della squadra di Baldini, tuttavia, si dimostrano insidiosissime e, alla mezz’ora, su un cross di Giudici, Infantino sfrutta un’ingenuità di Silva e guadagna un rigore che potrebbe essere fondamentale per le sorti del match. Dagli 11 metri si presenta proprio il numero 20 che, però, sorprendentemente, la calcia alle stelle. È il secondo calcio di rigore consecutivo sbagliato dall’attaccante che sembra vivere una maledizione. Le speranze dei nerazzurri allora si rinvigoriscono e Galuppini osa: al 37’ prova una conclusione dai trenta metri che esce di pochissimo. Il peso psicologico del rigore sbagliato si fa sentire e la Carrarese sembra perdere lucidità. È sempre Galuppini a provarci dal limite dell’area all’ultimo minuto della prima frazione, il tiro però è impreciso e l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.La partita si riapre come si era chiusa: con il Renate in avanti e con Galoppini protagonista. Il centrocampista nerazzurro, infatti, al 5’ mette un grande cross in mezzo sul quale arriva Magli che di testa non inquadra di poco la porta. Le pantere però non si arrendono ed è Nocciolini a cercare di sorprendere gli avversari con una girata improvvisa dalla grande distanza. Niente da fare però per l’attaccante di proprietà del Parma, il tiro è ancora una volta mal calibrato. La serie di occasioni sprecate si prolunga e pochi minuti più tardi è Maistrello a colpire malissimo da solo in area di rigore. La gara diviene quindi più tesa, soprattutto perché il Renate non riesce a concretizzare le numerose occasioni create. Molti gialli sono spesi dalle due squadre e la partita diviene molto spezzettata. Le ultime occasioni sono guidate dal neoentrato Giovinco che, da calcio di punizione, impensierisce due volte Mazzini senza trovare la porta. L’arbitro fischia la fine e il Renate esce dal campo nuovamente amareggiato per una grande occasione per far punti gettata al vento.

 

IL TABELLINO

 

Renate-Carrarese 0-0
RENATE (3-5-2): Gemello 6, Anghileri 6, Silva 5, Magli 6 (5′ st Damonte 6), Merletti 5.5, Galuppini 6, Ranieri 6, Kabashi 6 (44′ st Burgio sv), Rada 6.5, Maistrello 5.5, Nocciolini 5.5 (27′ st Giovinco 6). A disp. Bagheria, Lakti, Vicente, Marano, Possenti, Santovito. All. Diana 6.
CARRARESE (3-4-2-1): Mazzini 6, Pasciuti 6.5, Agyei 6, Ermacora 6, Giudici 6.5, Luci 6, Schirò 6.5, Pavone 6, Manzari 6.5, Piscopo 6, Infantino 5 (15′ st Marilungo). A disp. Pulidori, Bresciani. All. Baldini 6.
ARBITRO: Miele di Nola 6.5.
ASSISTENTI: D’Apice di Castellammare di Stabia  eSomma di Castellammare di Stabia.
AMMONITI: Silva (R), Piscopo (C), Kabashi (R), Merletti (R), Agyei (C), Ermacora (C).
NOTE: Rigore fallito Infantino (C).

 

LE PAGELLE

 

RENATE
Gemello 6 Con un’uscita non proprio perfetta a inizio perfetta rischia di combinare un pasticcio. Successivamente non chiamato praticamente mai in causa.
Anghileri 6 Dà alla sua squadra sicurezza e solidità, una prestazione senza particolari sbavature.
Silva 5 Davvero ingenuo ed evitabile il fallo che regala il rigore alla Carrarese nel primo tempo. Una prestazione non all’altezza dei suoi standard.
Magli 6 Si trova spesso ad affrontare l’avversario Manzari ma è bravo a chiuderlo in più occasioni. Dopo un inizio di stagione non al top sembra aver preso sicurezza. (5’ st Damonte 6).
Merletti 5.5 Concede una punizione molto pericolosa agli avversari con un fallo dal limite che gli costa un’ammonizione. Poco lucido in molte occasioni.
Galuppini 6 Nel primo tempo sbaglia troppi passaggi, anche banali. Prova più volte la conclusione in porta ma non riesce a impensierire Mazzini. Nel secondo tempo cresce ma non riesce a portare la sua squadra al gol.
Ranieri 6 Lotta su ogni pallone ed è importantissimo nell’impostazione dell’azione, buona prestazione.
Kabashi 6 I suoi scambi con Rada velocizzano la manovra del Renate. Uno dei più attivi tra i suoi. (Burgio 44’ st sv).
Rada 6.5 Sempre pericoloso, ottimi passaggi e cross in mezzo dalla sinistra. La difesa avversaria fatica moltissimo a contenerlo.
Maistrello 5.5 Non riesce mai a trovare conclusioni interessanti e spreca occasioni d’oro che potevano essere gestite meglio.
Nocciolini 5.5 Molti squilli verso la porta avversaria ma oggi è davvero sfortunato. Non riesce a incidere.
27’ st Giovinco 6 Pericoloso su un calcio di punizione che viene parato da Mazzini. In pochi minuti vicino al gol.
All. Diana 6 La sua squadra si mostra pericolosa per tutta la partita ma non riesce a concretizzare. Il risultato non si sblocca nonostante i suoi abbiano meritato di più.

 

CARRARESE
Mazzini 6 Una piccola sbavatura a inizio gara per sua fortuna non viene sfruttata dagli avversari. Poi si riprende parando delle grandi punizioni di Giovinco.
Pasciuti 6.5 Buone chiusure nei momenti decisivi della gara. Il migliore della linea difensiva.
Agyei 6 Primo tempo quasi impeccabile, nella seconda frazione, invece, trova qualche difficoltà e viene anche ammonito.
Milesi 6 Gli avversari di oggi erano difficili da contenere ma ha fatto al meglio il suo lavoro contribuendo al cleen sheet.
Ermacora 6 Soffre particolarmente nel secondo tempo, ma non si fa mai sorprendere.
Giudici 6.5 Si intende molto bene con Schirò e mette in grande difficoltà gli avversari guadagnando anche dei calci piazzati da posizione interessante. Uno dei migliori tra i suoi.
Luci 6 La sua esperienza è molto importante per mantenere il risultato sul pari. Insieme a Schirò crea un vero e proprio muro sulla linea mediana.
Schirò 6.5 I suoi passaggi sono molto precisi, dà il via alle ripartenze della sua squadra con grande carattere.
Pavone 6 Non incide particolarmente oggi ma la sua prestazione è comunque sufficiente.
Manzari 6.5 I suoi inserimenti in area di rigore danno i brividi alla difesa avversaria. L’allenatore è costretto a sostituire Magli per contenerlo.
Piscopo 6 Nei primi minuti di gioco si divora un’occasione ghiottissima. Poi rimedia con delle giocate interessanti per servire i compagni.
Infantino 5 Non si può tirare così male un calcio di rigore dopo averne sbagliato un altro a Novara. Poteva decidere la partita e non lo ha fatto. (15’ st Marilungo 6).
All. Baldini 6 La sua squadra riesce a resistere all’assalto degli avversari che dominano il match. Risultato positivo considerati i soli 14 giocatori disponibili.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0