Grinta, sudore e grande impegno: prosegue la preparazione del Corneliano Roero. Questo è il diktat che traspare dagli occhi dei ragazzi del Corneliano Roero, che dopo circa una settimana dall’inizio degli allenamenti proseguono la preparazione in vista del campionato di Eccellenza girone B. La società roerina guidata dal presidente Daniele Sobrero vuole riconfermare l’ottimo risultato della scorsa stagione, chiusa al quinto posto, senza però porsi degli obiettivi dichiarati ed affidando il proprio destino all’evolversi del campionato. Ma dando uno sguardo al campo sportivo e alla piazzola in comune con l’Olimpo Basket Alba (militante in Serie B) le ambizioni non possono che essere alte: tribuna da 350 posti all’avanguardia, spogliatoi con postazioni dedicate ad ogni singolo giocatore (con tanto di numero e foto) e i due campi, uno da gioco e l’altro per gli allenamenti, in erba naturale curatissimi.

preparazione corneliano

A dare un parere più pratico sulla preparazione dei suoi ragazzi è l’allenatore dei rossoblù Camillo Cascino, che vede così il futuro del suo Corneliano: «L’anno scorso è stato sicuramente un girone equilibrato, noi siamo riusciti a mantere il passo del gruppetto di testa fino a otto partite dalla fine, poi una serie di vicissitudini tra infortuni e rosa ristretta non ha favorito la nostra scalata. Il livello quest’anno è salito considerevolmente, con giocatori abituati alla Serie D che giocheranno in diverse compagini, aumentando così l’attesa per un campionato che si prospetta entusiasmante. I nostri obiettivi sono legati alla formazione di una squadra nuova, composta da un bel mix di giocatori di grande esperienza e ragazzi giovani. Abbiamo voglia di creare un gruppo che negli anni avrà voglia di crescere e migliorarsi, aspettando ancora qualche innesto nelle prossime settimane». Il tecnico dà un parere anche sulle sue future avversarie nel girone: «Il Canelli ha mantenuto l’ossatura dello scorso anno, rinforzando la propria rosa con qualche new entry. Il Pinerolo è ben attrezzato, l’HSL Derthona da neopromossa può essere davvero pericolosa. In generale posso dire che si sono rafforzate tutte, noi puntiamo maggiormente alla continuità del progetto, raggiungendo importanti soddisfazioni nel corso degli anni attraverso un duro e continuo lavoro».

preparazione corneliano

Carico per la nuova stagione anche Marco Montante, bomber classe ’84 con alle spalle una carriera colma di gol: «Il Corneliano è una società sana e vuole fare le cose bene, dobbiamo ancora mettere benzina nelle gambe per arrivare al meglio all’esordio in campionato ma siamo sulla strada giusta. Non me la sento di porre obiettivi, preferisco pormi dei traguardi man mano che la stagione prosegue, partita dopo partita. Il campionato sarà equilibrato, l’Eccellenza è una categoria difficile e se non la affronti con la giusta cattiveria agonistica rischi di andare in difficoltà in tutte le partite. Nelle annate subentrano un sacco di variabili, ma diciamo che ci sono i presupposti per fare bene». E mentre la preparazione del Corneliano continua, da segnalare l’appuntamento di domenica 25 agosto, dove ci sarà una manifestazione presso il campo sportivo dei rossoblù a cui prenderà parte una formazione composta da ragazzi autistici. «Stiamo aspettando il via libera per i tesseramenti – conferma il presidente Sobrero coadiuvato nell’iniziativa da tutta la società e in particolare dal figlio Christian – l’attività sociale fa parte del nostro Dna e di questa società».