10 Aprile 2021

Campionato di Eccellenza: il CONI condivide l’“interesse nazionale”

Le più lette

Boffalorese Under 16: grandi ambizioni e voglia di vincere, ecco il segreto di Stefano Alberti

Stefano Alberti è l'allenatore della Boffalorese Under 16; Alberti è in società da tre anni e ha iniziato allenando...

Albinoleffe Primavera 3, una sosta vissuta da capolista e Biava non si nasconde: «Vogliamo la fase finale»

Quattordici punti, quattordici gol realizzati e nessuna sconfitta: sono queste le cifre dell'Albinoleffe fin qui, squadra che guida in...

Ceresium Bisustum, la filosofia di crescita della società raccontata dalla responsabile del settore giovanile Paola Florio

Mettersi continuamente alla prova al fine di migliorarsi: è questa la strada tracciata dal Ceresium Bisustum, società varesina che...

«Per dare riscontro definitivo sulle indicazioni e sulle modalità della eventuale ripresa, l’argomento sarà posto all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Federale, in programma nei primi giorni di marzo.

 

A seguito della richiesta inviata dalla FIGC, il CONI ha condiviso che il Campionato di Eccellenza può considerarsi di “preminente interesse nazionale”, al fine di una sua ripresa dell’attività.

 

Per dare riscontro definitivo sulle indicazioni e sulle modalità della eventuale ripresa, l’argomento sarà posto all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Federale, in programma nei primi giorni di marzo».

 

Questo il comunicato della Figc, che sancisce così il primo passo ufficiale verso la possibile ripartenza del campionato di Eccellenza. Dopo le prese di posizione di Coni, Lnd e Figc nella giornata di mercoledì 24 febbraio, compiuto dunque il primo atto necessario al fine di ipotizzare e programmare la ripresa dell’Eccellenza. Ora, come scritto anche nel comunicato della Figc, la palla passa al primo Consiglio Federale in programma ai primi di marzo per definire e deliberare in merito alle modalità di ripresa. Prolungati i termini di tesseramento e trasferimenti si attende l’ok alle deroghe richieste dalla Lnd (blocco retrocessioni e possibilità per ogni comitato regionale di scegliersi il format), una definizione dei protocolli da attuare (modello Serie D) e soprattutto la questione dei costi e delle modalità per effettuarli. La Lnd aveva quantificato in circa 2 milioni di Euro la spesa ipotetica totale delle società, per cui aveva chiesto supporto proprio alla Figc. Al prossimo Consiglio Federale dei primi di marzo le ‘sentenze’…

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0