22 Giugno 2021

Alcione-Settimo Milanese Eccellenza: Salzano debutto e gol, doppietta Lacchini e la chiude Zani; è trionfo per gli uomini di Albertini

Le più lette

Corneliano Roero, è rivoluzione totale: salutano Brovia e Roman, Telesca in pole

A due giorni dalla fine del proprio campionato, il Corneliano Roero è già pronto a rovesciare tutte le proprie...

LG Trino-La Biellese Eccellenza: Kambo scaccia la paura ma non evita lo spareggio, sarà “finale” con l’RG Ticino

È successo di tutto. Partiamo da ciò che conta di più, ovvero il risultato. Il 2-2 finale tra LG...

Tritium, inizia comporsi il quadro degli allenatori dell’agonistica: confermati Pala, Gregori, Tarabella e Schifano

Nicola Bassani, responsabile del settore giovanile della Tritium, scioglie i primi dubbi riguardo quello che sarà il prossimo organigramma...

Due reti per tempo e partita mai in discussione: così l’Alcione riscatta la sconfitta allo scadere con la Vogherese con una prova convincente e sempre in controllo, dal primo all’ultimo minuto. Complice però il Settimo Milanese, con un atteggiamento prudente e difensivo che non paga e che soprattutto non cambia neanche nel corso del secondo tempo, con la squadra chiamata a recuperare lo svantaggio. Seconda sconfitta nelle prime due giornate per i ragazzi di Invernizzi, che faticano a creare occasioni pericolose e che devono fare i conti con sette reti subite in 180 minuti, sicuramente non un buon segnale in questo nuovo campionato. Albertini può invece sorridere per la qualità e le trame offensive della sua squadra, oltre che per aver mantenuto la rete inviolata.

 

Salzano subito decisivo. La prima frazione segue fin da subito il copione già descritto: l’Alcione pianta immediatamente le tende nella metà campo ospite, con gli undici del Settimo a chiudersi dietro la linea della palla e a cercare compattezza, con l’idea di cercare delle ripartenze efficaci. La tattica però non funziona, perché la squadra di Invernizzi fatica a riconquistare la sfera e a trovare le punte; soffre invece sugli esterni, chiudendosi troppo centralmente e lasciando spazio soprattutto alle iniziative di Negri, sempre propositivo sulla sinistra. Su un’iniziativa del numero 3 nasce infatti il rigore che sblocca il match: scambio con Selpa e fallo di Chiodini sul terzino di casa. Dal dischetto si presenta il nuovo acquisto Salzano, che non trema e trasforma con freddezza il vantaggio Alcione, per il primo gol personale con la nuova maglia. Il tema della partita non cambia, con l’Alcione sempre in controllo e che gestisce il possesso abbastanza serenamente, complice il mancato pressing ospite. Dopo un’occasione ancora per Salzano e qualche tiro dalla distanza, nel finale di tempo arriva il raddoppio: uno-due sulla sinistra Mauri-Selpa, cross del numero 8 e colpo di testa stilisticamente bello e soprattutto vincente di Lacchini. Nell’occasione tutto però troppo semplice, con la difesa ospite quasi immobile.

 

Doppio Lacchini. Dopo l’intervallo ci si aspetterebbe un atteggiamento diverso da parte del Settimo Milanese, che invece esce dagli spogliatoi mantenendo la stessa filosofia: tutti dietro e cercare di ripartire. L’Alcione può così continuare a gestire il possesso delle operazioni, abbassando però il ritmo e sprecando per alcuni leziosismi delle buone opportunità per trovare nuovamente la rete. Rischia così di vedere riaperta la partita, sempre però con azioni estemporanee degli uomini di Invernizzi, che va vicino alla rete specialmente con un colpo di testa di Tomasone che mette di poco largo su sviluppi di punizione. I padroni di casa, scampato il pericolo, capiscono di dover chiudere la gara e tornano a spingere con insistenza. Gli ospiti ci mettono poi del loro, facendosi trovare scoperti su calcio d’angolo a favore; sulla ripartenza Selpa innesca Salzano, che a centro area pesca completamente solo Lacchini, freddo e abile nel battere l’ex Angeleri per la doppietta personale. La partita è così chiusa e il Settimo trova solo un’occasione con pallonetto Cicogna salvato da Della Volpe a pochi passi dalla porta. L’Alcione invece sembra divertirsi e trova la quarta rete con Zani, che trafigge sul primo palo il portiere ospite. Finisce così in goleada per la squadra di Albertini, che può festeggiare la prima vittoria nel girone.

 

alcione settimo milanese eccellenza
Mattia Lacchini, autore di una doppietta nel match odierno

 

IL TABELLINO

ALCIONE-SETTIMO MILANESE 4-0
RETI: 16’ rig. Salzano, 38’ Lacchini, 23’ st Lacchini, 43’ st Zani.
ALCIONE (4-3-1-2): Ruzzoni 6, Della Volpe 6 (43’ st Giugno sv), Negri 7, Moratti 7, Filadelfia 6.5, Volpini 6.5, Salzano 7 (36’ st Orlandi sv), Mauri 6.5, Selpa 6.5 (25’ st Zani 7), Grossi 6 (21’ st Truzzi 6), Lacchini 7.5 (39’ st Bettini sv). A disp. Festinese, Cornaggia, Guedegbe, Carlini. All. Albertini 7.5.
SETTIMO MILANESE (4-4-2): Angeleri 5.5, Chiodini 5 (28’ st Pica sv), Spaggiari 5.5, De Grandi 6, Tomasone 5.5, Romano 5.5, De Lucia 6 (43’ st Caon sv), Moretti 5.5, Checchi 5 (14’ st Ierardi sv), Laraia 5.5 (6’ st Cicogna 6), Riosa 5.5 (35’ st De Marco sv). A disp. Puglia, Braga, Virzi, Pacchieni. All. Invernizzi 5.
ARBITRO: Di Cola di Avezzano 7.
ASSISTENTI: Perrella di Crema e Molino di Brescia.
AMMONITI: Chiodini (S), Della Volpe (A), Grossi (A).

 

LE PAGELLE

ALCIONE
Ruzzoni 6 Non deve compiere nessuna parata di rilievo. Impegnato solo su tiri dalla distanza, passa un pomeriggio tranquillo.
Della Volpe 6 Non spinge, mantenendo la posizione in aiuto ai due centrali di difesa. Bravo nel salvare sul pallonetto di Cicogna nella ripresa (43’ st Giugno sv).
Negri 7 Dovrebbe essere un terzino, è di fatto un’ala aggiunta. Spinge dal primo all’ultimo minuto, conquistando il rigore che sblocca la partita. Mille polmoni.
Moratti 7 Il Settimo non pressa e lo lascia molto libero di impostare. Lui non si fa pregare, scende spesso a prendere palla e guida le azioni dei compagni con qualità ed intelligenza.
Filadelfia 6.5 Al centro della difesa, non soffre mai, non lasciando neanche le briciole a Checchi e Laraia. Guida da capitano la propria retroguardia.
Volpini 6.5 In coppia con Filadelfia, si intende bene col compagno di reparto. Mai impensierito dagli attaccanti avversari, giornata senza patemi.
Salzano 7 Al debutto con l’Alcione, sblocca su rigore il suo score personale con la nuova squadra. Mette in mostra grande qualità, preciso e puntuale nell’assist a Lacchini che vale la terza rete (36’ st Orlandi sv).
Mauri 6.5 Suo l’assist per il 2-0 di Lacchini con cross qualitativamente perfetto. Nel primo tempo gestisce con tecnica tanti palloni, cala nella seconda frazione.
Selpa 6.5 Nel tabellino finale non compare il suo nome, ma entra nelle prime tre reti dei suoi; gioca più di sponda che da finalizzatore, è sempre efficace nell’innescare i compagni. 25’ st Zani 7 Entra con buon piglio, a partita già chiusa; si toglie la soddisfazione della rete personale con potente destro che coglie impreparato Angeleri.
Grossi 6 Il meno in palla dei suoi, parte trequartista e chiude mezzala. Lascia il palcoscenico ai compagni, viene coinvolto poco nelle manovre offensive.
21’ st Truzzi 6 Entra e la squadra trova subito la terza rete; gestisce con serenità i ritmi a metà campo.
Lacchini 7.5 Gran tuffo di testa per il 2-0 e freddezza per la terza rete di casa; meritata doppietta personale, al termine di una partita in cui è protagonista di tante azioni dei suoi (39’ st Bettini sv).
All. Albertini 7.5 La sua squadra domina dall’inizio alla fine, riscattando con forza e qualità la beffa di una settimana fa. Bene anche il non aver concesso reti al Settimo; segnali di fiducia importanti per il prosieguo della stagione.

 

alcione settimo milanese eccellenza
Omar Albertini, tecnico dell’Alcione

SETTIMO MILANESE
Angeleri 5.5 Non può nulla sulle prime due reti subite; appare però troppo lento nell’uscita sul terzo gol e non copre il suo palo in occasione della rete di Zani.
Chiodini 5 Soffre le pene dell’inverno sulle continue sovrapposizioni di Negri, non prendendogli mai le misure e causando il rigore che sblocca la partita (28’ st Pica sv).
Spaggiari 5.5 Quando Salzano si allarga dalle sue parti, fatica a contenerlo. Non si propone mai, offensivamente nullo.
De Grandi 6 Vede poco il pallone, complice un atteggiamento tattico della squadra che è volto solo a cercare di difendere. Prova a mettere grinta, ma non basta.
Tomasone 5.5 Non riesce a guidare la difesa con la giusta autorevolezza, non anticipa mai Selpa. Si lascia scappare Zani in occasione della quarta rete dell’Alcione.
Romano 5.5 Complice in occasione del secondo gol dei padroni di casa, quando non chiude centralmente e guarda Lacchini staccare indisturbato. In generale, partita di sofferenza.
De Lucia 6 È l’unico a provare a mettere un po’ di intensità e a creare qualcosa in ripartenza. Abbandonato dai compagni, non può da solo creare pericoli (43’ st Caon sv).
Moretti 5.5 Preso nella morsa del centrocampo di casa, non vede mai palla e fatica pure in interdizione. Più ombre che luci.
Checchi 5 Tocca pochissimi palloni fino a quando rimane in campo. Non crea mai problemi alla coppia Filadelfia-Volpini, è quasi invisibile.
14’ st Ierardi 5.5 Non cambia granché con il cambio, anche lui vede poco la sfera. Prova a pressare maggiormente la difesa di casa, ma senza creare grattacapi.
Laraia 5.5 Sempre chiuso dalla difesa di casa, non riesce a mettere in campo qualità, anche perché cercato poco dai compagni.
6’ st Cicogna 6 Prova a creare qualche pericolo, con un pallonetto salvato da Della Volpe a pochi passi dalla porta. Quanto meno ci prova.
Riosa 5.5 Non riesce ad aiutare Spaggiari quando Salzano si apre a destra; manca anche di incisività a livello offensivo, quasi mai in partita. (35’ st De Marco sv).

 

ARBITRO
Di Cola 7 Tiene sempre in pugno una partita non difficile da gestire; corretti i cartellini estratti.

 

LE INTERVISTE

L’allenatore dell’Alcione Albertini è giustamente soddisfatto della prestazione odierna e la analizza così: «La squadra sta entrando in forma dal punto di vista fisico, bisogna continuare su questa strada. Abbiamo dimostrato di avere più fame, abbiamo messo in pratica la partita che avevamo preparato. La vittoria ci dà maggiore tranquillità per lavorare nella giusta direzione». Chiamato a parlare dei nuovi acquisti, poi aggiunge: «Salzano ha dimostrato di avere qualità, sapevamo che davanti ci mancasse qualcosa».

 

Sponda Settimo Milanese, un amareggiato Invernizzi commenta così la seconda sconfitta consecutiva dei suoi: «Il passivo è pesante, sicuramente 7 gol subiti in due gare dimostrano che ci sia tanto lavoro da fare; avevamo però davanti una squadra importante. L’obiettivo è quello di preparare la squadra per la prossima stagione; abbiamo tanti giovani, dobbiamo avere pazienza».

 

 

 


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli