5 Agosto 2020 - 13:41:58

Alcione-Verbano: la banda Celestini segue la scia della capolista

Le più lette

Capitan Fabio Benedetto e Chieri ancora insieme: la storia continua

La notizia è fresca. L'ufficialità è di quelle importanti, che possono fare realmente la differenza: Fabio Benedetto farà ancora...

Chieri ha il suo bomber: arriva Riccardo Ravasi

Un po' si sapeva, ma l'ufficialità è sempre una notizia. Il Chieri ha il suo bomber ed è nientemeno...

Promozione, La Spezia pronto! Il pres Siani: «Prima la salvezza, poi si vedrà»

Tempo di preparazione, tempo di programmazione. Fasi della stagione che accomunano tutte le compagini in gioco all’interno del campionato,...

Il Verbano si presenta nella trasferta complicata con l’Alcione con l’obiettivo di mantenere il ritmo della prima classificata Busto 81, dopo due sconfitte di fila, sperando in un potenziale passo falso della capolista Busto 81. L’Alcione, invece, vuole uscire da un periodo altalenante e sicuramente molto sfortunato, costellato dalla discontinuità di risultati, che ha portato la squadra di Berti un po’ più lontano dalla zona playoff. I padroni di casa, privi del proprio tecnico, squalificato, salgono subito in cattedra, e al 10′ si rendono immediatamente pericolosi con Zingari, che tira direttamente di potenza in porta, ma Ruzzoni respinge come può. L’appuntamento col gol, tuttavia, è soltanto rimandato: al 14′, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Zingari, in una mischia, mette dentro la sfera. Il Verbano protesta per un contatto tra Torrisi e Ruzzoni, ma il direttore di gara lascia correre. Nei minuti successivi la squadra di Celestini non riesce a reagire, mentre l’Alcione va vicino al raddoppio di nuovo con Zingari. Nel momento migliore dei padroni di casa arriva il gol del pareggio: al 31′ Caldirola pesca Malvestio, il quale lancia Oldrini, che tira di potenza. Sulla respinta Doria insacca, ma la rete viene momentaneamente annullata dal guardalinee per un probabile tocco che avrebbe determinato la posizione in offside dell’autore del gol. Dopo varie proteste, l’arbitro, consultatosi col guardalinee, decide invece di convalidare la rete. Il gioco, a questo punto, si trasferisce prevalentemente in mezzo al campo, ma è ancora Zingari ad illuminare l’Alcione in avanti, grazie alla buona intesa con Melogli. A cinque minuti dal termine del primo tempo il Verbano completa la rimonta: Dervishi è molto bravo nello sfruttare un errore difensivo di Torrisi. L’attaccante si trova, così, libero di controllare in area e con un sinistro chirurgico fulmina Festinese. Non finisce qui: prima dell’intervallo c’è ancora tempo, infatti, per un tiro dal dischetto a favore del Verbano, che ha così la possibilità di portarsi a distanza di sicurezza. Malvestio viene atterrato in area durante una percussione e a calciare il rigore fischiato da Coradi va Dervishi. Il tiro, tuttavia, decisamente non impalpabile, viene parato con un balzo da Festinese. La seconda frazione di gara, a dispetto del primo tempo, vede le squadre faticare nell’arrivare alla conclusione. Il primo vero squillo arriva al 20′, con Malvestio che spaventa Festinese con un grande tiro al volo. Un minuto dopo è l’Alcione a reclamare un calcio di rigore: Melogli viene steso in area in un’azione d’attacco dalla sinistra, ma il direttore di gara non concede il tiro dal dischetto, anche qui, tra mille proteste. Nel frattempo la partita diventa sempre più nervosa. L’Alcione si rende ancora pericoloso, dopo il 70′ con i costanti Zingari e Melogli, mentre gli ospiti cercano di agire sulle ripartenze. Sul finale saltano definitivamente gli schemi, ma il risultato non cambia. Al termine della partita Berti, tecnico dell’Alcione spiega: «E’ un periodo complicato, perchè oltre a non arrivare i risultati, tutto ci gira male. Così non è affatto semplice. Ad ogni modo sono contento della prestazione di oggi, contro un’avversaria di calibro». Celestini, tecnico del Verbano, invece commenta: «Una trasferta non semplice. Rimaniamo in scia al Busto 81, ma la cosa fondamentale è aver ritrovato confidenza con la vittoria dopo due giornate di fila a bocca asciutta».

TABELLINO DI ALCIONE-VERBANO

Alcione-Verbano 1-2
RETI (1-0, 1-2): 13′ Zingari (A), 31′ Doria (V), 41′ Dervishi (V).
ALCIONE (4-3-3): Festinese 7, Remuzzi 6.5, Aramini 6.5, Torrisi 6.5 (30′ st Hapau sv), Carlone 6.5, Martinoia 6.5 (40′ st Cicogna sv), Melogli 7 (35′ st Laraia sv), Moratti 6.5, Mehmetaj 7, Zingari 7, Bandini 6.5 (31′ st Adorni sv). A disp. Angeleri, Curridori, Braga, Tresca, Linati. All. Saccaggi 6.5.
VERBANO (3-4-3): Ruzzoni 6.5, Roveda 6.5, Gomez 6.5, Scurati 6.5, Dal Santo 7.5, Gecchele 6.5, Caldirola 7 (7′ st Fogal 6.5), Malvestio 7, Doria 7 (29′ st Bruni 6), Oldrini 6.5, Dervishi 7. A disp. Sburlati, D’Angelo, Segala, De Maddalena, Jelmini. All. Celestini 7.5.
ARBITRO: Coradi di Brescia 6. Fa fatica a mantenere la gara sotto controllo, soprattutto dopo determinati episodi.

PAGELLE ALCIONE

All. Saccaggi 6.5 Un po’ di sfortuna negli episodi. La squadra, comunque, ha dimostrato di potersela giocare con chiunque.
Festinese 7 Para un calcio di rigore fondamentale, che avrebbe potuto sigillare virtualmente la partita.
Remuzzi 6.5 In difesa sa il fatto suo, ma a volte commette delle disattenzioni.
Aramini 6.5 Alcuni interventi ruvidi, che lo portano all’ammonizione.
Torrisi 6.5 Respinge ottimamente in difesa, anticipando gli avversari. Rischia di far annullare la rete a Zingari e commette l’errore difensivo sul primo gol del Verbano. (30′ st Hapau sv).
Carlone 6.5 La sua prestazione è più che sufficiente.
Martinoia 6.5 Partecipa alla manovra con molta caparbietà (40′ st Cicogna sv).
Melogli 7 Diverse falcate in avanti, che mettono in difficoltà la retroguardia del Verbano (35′ st Laraia sv).
Moratti 6.5 Nel reparto avanzato non sempre riesce a fare ciò che vorrebbe durante gli attacchi.
Mehmetaj 7 Alcune buone discese sulla destra. Si intende molto bene con Zingari.
Zingari 7.5 La sconfitta non oscura una prestazione di sostanza. Oltre al gol lancia spesso i suoi compagni con passaggi filtranti.
Bandini 6.5 Non riesce ad essere incisivo in avanti (31′ st Adorni sv).

PAGELLE VERBANO

All. Celestini 7.5 Oggi la cosa più importante era vincere, per non perdere ulteriore terreno verso la capolista. Detto fatto.
Ruzzoni 6.5 Da molta sicurezza tra i pali. Non si tira indietro nelle mischie.
Roveda 6.5 Mantiene concentrazione durante gli attacchi dell’Alcione.
Gomez 6.5 Prova a mettere dentro un buon cross per lanciare Malvestio.
Scurati 6.5 Prestazione più che sufficiente, senza grandi sbavature.
Dal Santo 7.5 Grande prova di sostanza. Mantiene continuità per tutta la durata della partita, risultando prezioso in difesa.
Gecchele 6.5 Riesce a mantenere il controllo della situazione quasi sempre.
Caldirola 7 Come sempre illumina la squadra, dimostrandosi un giocatore superiore tecnicamente (7′ st Fogal 6.5).
Malvestio 7 Si intende davvero bene con i compagni del reparto avanzato.
Doria 7 Molto bravo a farsi trovare nella posizione giusta in occasione della rete del pareggio (29′ st Bruni 6).
Oldrini 6.5 Riesce a farsi trovare spesso libero in attacco.
Dervishi 7 Il suo gol è da vero animale d’area. Di freddezza batte l’estremo difensore, senza alcuna paura. Sbaglia il rigore che avrebbe potuto sigillare virtualmente la partita.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli