ardor lazzate calvairate eccellenza
Gli undici titolari scelti da Bressan posano prima della larga vittoria contro l'Ardor Lazzate

In letteratura la chiamano “corrispondenza paesaggio-stato d’animo”. Umore nero a Lazzate, dove i ragazzi di Antonelli cadono bruscamente nella prima uscita tra le mura amiche, uscendo dal campo sconfitti per 1-4. Il cielo offuscato e scuro di fine gara rispecchia pienamente l’andamento della partita, che vede gli ospiti molto più convincenti rispetto ai padroni di casa, che tengono sì il campo, ma producono poco e non sono cinici, a differenza dei padroni di casa, abili a pungere in contropiede e a rendersi pericolosi più volte dalle parti di Nocco. È un inizio ‘in medias res’ ed infatti al 5’ è già vantaggio rossoblù: Paloschi crossa al centro, Fasoli respinge, ma Zappettini raccoglie al limite e fa partire un mancino potentissimo che si infila nel sette. Il match è molto dinamico e al 22’ si verifica una grandissima opportunità per i padroni di casa con una grandissima triangolazione sull’asse Scapinello-Carrafiello: il primo pesca sulla sinistra con una magia il secondo, che crossa al centro dove trova il primo che conclude al volo di poco a lato da ottima posizione. Il Calvairate però punge e alla mezz’ora arriva il raddoppio: brutto errore in fase di impostazione da parte di Fasoli, Senesi intercetta la sfera e serve in profondità Visigalli, che si incunea in area di rigore e fredda Nocco con un diagonale preciso e potente, che chiude il primo tempo sul parziale di 0-2. Nella ripresa la musica non cambia ed al quarto d’ora è colpo di scena: Paloschi cerca in profondità Visigalli, che entra in area ma viene agganciato da Corti, per l’arbitro non ci sono dubbi, con il calcio di rigore trasformato alla perfezione da Senesi, che triplica il bottino. Ma tre minuti più tardi ecco che le sorti si capovolgono, così questa volta è Gambino ad essere agganciato, in un contatto dubbio, da Barazzetta. L’arbitro assegna un calcio di rigore ai padroni di casa, trasformato con freddezza da Sinigaglia, che prova a ristabilire l’equilibrio. Ma il Calvairate è una mina vagante e così, su un ribaltamento di fronte punisce ancora: Visigalli pesca Senesi sulla destra, palla al centro per Quaggio, bravo a farsi trovare appostato a centro area e a chiudere in rete. Nell’assedio finale l’Ardor trova sulla propria strada anche il salvataggio sulla linea da parte di Stefania, su una deviazione di Peverelli, che indirizza la gara verso un finale cupo. A Lazzate l’umore è nero, bisogna ripartire nell’immediato per un futuro prosperoso.

IL TABELLINO DI ARDOR LAZZATE CALVAIRATE ECCELLENZA

ARDOR LAZZATE–CALVAIRATE 1-4

RETI (0-3; 1-3; 1-4): 5’ Zappettini (C), 30’ Visigalli (C), 15’ st rig. Senesi (C), 18’ st Sinigaglia (A), 29’ st Quaggio (C).
ARDOR LAZZATE (4-3-1-2): Nocco 6, Peverelli 6, Carrafiello 6, Sala 5 (30’ st Martelli sv), Greco 6 (19’ st Confalonieri 5.5), Fasoli 5.5, Calviello 6, Corti 6, Gambino 5 (19’ st Butti 5.5), Scapinello 5.5 (19’ st Mondoni 6), Sinigaglia 6. All. Antonelli 5.5. A disp. Caruso, D’Astoli, Ronchi, Chiucchiulo, Musumeci.

CALVAIRATE (4-3-3): Casanova 6, Paloschi 7, Bianchini 7, Stefania 7, Barazzetta 6.5, Lo Perfido 6.5, Senesi 7.5 (30’ st Ferrari sv), Conte 7.5, Quaggio 7 (30’ st Licciardelli sv), Visigalli 7.5 (30’ st Sarina sv), Zappettini 7.5. All. Bressan. 7.5 A disp. Corti Vi., Franchini, Corti Va., Panepinto, Paduano, Verri.
AMMONITI: Barazzetta (C), Sinigaglia (A), Quaggio (C), Conte (C), Lo Perfido (C), Fasoli (A), Carrafiello (A).

ARBITRO: Bortolozzo di Varese 5.5.

LE PAGELLE DI ARDOR LAZZATE CALVAIRATE ECCELLENZA

ARDOR LAZZATE (4-3-1-2)
Nocco 6 Non può nulla in tutte le quattro reti subite.
Peverelli 6 Spinge molto per tutta la gara, risulta però molto nervoso.
Carrafiello 6 Stesso discorso di Peverelli, in alcune circostanze è impreciso.
Sala 5 Prova da dimenticare, troppi svarioni e tante incertezze.
Greco 6 Ottima regia, soprattutto in avvio di gara, poi sostituito.
Fasoli 5.5 Brutto il suo disimpegno che causa lo 0-2 rossoblù.
Calviello 6 Lotta per tutta la partita, l’ultimo a mollare.
Corti 6 Dirige con esperienza la mediana lazzatese, l’esperienza lo aiuta.
Gambino 5 Stecca alla prima di campionato, guadagna il rigore ma è troppo inoperoso.
Scapinello 5.5 Ha classe da vendere, proprio per questo sono da condannare le sue imprecisioni.
Sinigaglia 6 Freddissimo dal dischetto, prova a costruire qualcosa ma è giornata no.
All. Antonelli 5.5 La squadra scende in campo con la testa giusta solo a sprazzi, urge ripartire al più presto.

CALVAIRATE (4-3-3)
Casanova 6 Giornata tranquilla per lui, nessun grosso pericolo dalle sue parti.
Paloschi 7 Occupa molto bene l’intera corsia di destra, sforna ottimi traversoni.
Bianchini 7 Grande prestazione del classe ’01, ottimo in ogni intervento.
Stefania 7 Il gol salvato sulla linea di porta è solo la ciliegina sulla torta.
Barazzetta 6.5 Solido e roccioso, causa il rigore tanto discusso.
Lo Perfido 6.5 In tandem con Barazzetta chiude bene ogni spazio.
Senesi 7.5 Tritolo sulla fascia destra, imprendibile sulla corsa e freddo dal dischetto.
Conte 7.5 Detta i tempi, ordina, blocca e ispira, giocatore completo da tener d’occhio.
Quaggio 7 Osso duro per la retroguardia casalinga, brilla e chiude i conti.
Visigalli 7.5 C’è il suo zampino in quasi tutte le azioni offensive dei suoi, grande qualità.
Zappettini 7.5 Nel primo tempo pare indemoniato, grandissima prestazione di sostanza.
All. Bressan 7.5 Se i suoi giocheranno tutte le partite così potranno togliersi enormi soddisfazioni.

GUARDA IL RIGORE TRASFORMATO DA SENESI (CALVAIRATE)

GUARDA IL RIGORE TRASFORMATO DA SINIGAGLIA (ARDOR LAZZATE)


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e nello store digitale