25 Giugno 2021

Ardor Lazzate-Varesina Eccellenza: a Spilli basta un lampo di Urso all’ultimo respiro per espugnare il Gianni Brera

Le più lette

Cuneo Olmo, confermato Michele Magliano sulla panchina bianco-rossa

Dopo le prime novità, è giunto il tempo delle conferme in casa Cuneo Olmo: con un annuncio sui canali...

Barona Sporting 1971-Aldini Under 14: doppio Bisci e colpo di testa di Roberti, i ragazzi di Bonetti vincono in trasferta

Finisce con la vittoria esterna dell’Aldini il test match in casa del Barona Sporting, in una partita in cui...

Sancolombano-Club Milano Eccellenza: Lo Monaco beffa Tassi allo scadere, Scalise chiude al terzo posto

Il Club Milano chiude la stagione con una vittoria allo scadere, che vale il terzo posto in solitaria in...

Vittoria sofferta, ma importantissima per la Varesina che firma il secondo successo in due partite in questo campionato. Una partita gestita discretamente fin dai primi istanti per i ragazzi di Spilli, anche se il ritmo è basso e si registrano poche occasioni. Nella prima frazione sono ospiti quasi tutte le occasioni, mentre l’Ardor aspetta nella propria metà campo e cerca con i lanci lunghi di pescare le punte e giocare di sponda. Nella seconda fase la musica è ben diversa: il ritmo si alza notevolmente e nonostante sia sempre la Varesina a fare la partita, i padroni di casa spingono di più sulle fasce e hanno diverse chance ghiottissime per sbloccare il match, senza mai riuscirci, complice anche un’ottima prestazione difensiva ospite. I cambi nella sponda di Varese giocano un ruolo fondamentale: sono infatti i subentrati Vezzi e Urso a confezionare il gol del vantaggio in uno degli ultimi istanti di gara, regalando a Spilli tre punti pesanti.

Monologo Amelotti. Prima metà di gara abbastanza confusionale, con poco gioco. Entrambe le squadre commettono diversi errori nei passaggi in fase di possesso e non cercano quasi mai la giocata nello stretto, preferiscono lanciare lungo a scavalcare la difesa; tuttavia è la Varesina la squadra che più sembra essere in controllo del match, ed è infatti anche la formazione a portarsi più vicina al vantaggio. Dopo circa dieci minuti di gioco c’è la prima opportunità per i varesotti con Amelotti che effettua una bella giocata sulla destra e dopo aver sterzato calcia di sinistro trovando il muro di Sala. Alla mezz’ora una delle più interessanti opportunità della prima frazione: Bellacci dalla sinistra propone un cross basso a centro area per Amelotti che calcia di mancino di prima, ma spedisce il pallone alto. Passano circa cinque minuti ed è nuovamente Amelotti a rendersi pericoloso: il 7 della Varesina raccoglie la sponda di testa di Anzano e di collo pieno prova a mettere in difficoltà il giovane Bozzato, che però non ha problemi a bloccare a terra la sfera.

Decide Urso. Secondo tempo che parte subito in modo decisamente diverso rispetto al primo: aumenta l’intensità, il ritmo sale e l’Ardor prova a spingere con più decisione riuscendo a creare qualche fastidio alla retroguardia ospite. Sono infatti due grandissime occasioni dei ragazzi di Bonazzi ad aprire la ripresa; la prima arriva dopo sei minuti con un cross dalla sinistra di De Vincenzi a pescare il colpo al volo di Ronchi dal lato destro dell’area: ci vuole un grande intervento di Spadavecchia per dire di no con la mano aperta. Una manciata di minuti più tardi arriva la seconda occasione, che questa volta si sviluppa sulla destra con l’azione personale di Quaggio che arrivato sul fondo mette al centro per la punta di Corsini, bravo ad impattare bene la palla, non altrettanto a battere Spadavecchia che non si fa sorprendere e respinge. Dal 20′ minuto della ripresa l’Ardor comincia a soffrire il dominio della Varesina e cerca di chiudersi nella propria metà campo per provare a sfruttare le ripartenze; sfortunatamente non riesce mai ad essere pericoloso in contropiede, mentre la Varesina continua a creare occasioni a profusione. Al 24′ c’è il primo intervento di Bozzato, che vola e devia in calcio d’angolo la girata al volo del neoentrato Broggi diretta sotto la traversa; sullo stesso calcio d’angolo battuto da Tino è Allodi a colpire di testa da pochi passi, ma il centrale schiaccia troppo la palla che rimbalza sul terreno davanti a Bozzato e finisce alta sulla traversa. Alla mezz’ora c’è una splendida incursione centrale di Broggi che, arrivato davanti a Bozzato prova a superarlo con un tocco sotto, ma l’estremo difensore dell’Ardor non si fa sorprendere e con il corpo respinge ancora una volta la minaccia. In pieno recupero, quando ormai la gara sembra andare verso un’inesorabile pareggio, è l’affondo della Varesina ad infiammare il finale: un traversone teso di Broggi trova sul secondo palo tutto solo Vezzi che ripropone un rasoterra al centro che mette fuorigioco Bozzato e consente ad Urso di segnare a porta vuota il più facile dei gol, ma che vale i tre punti.

IL TABELLINO

ARDOR LAZZATE-VARESINA 0-1
RETE: 46’ st Urso.
ARDOR LAZZATE (3-5-2): Bozzato 6, Frigerio 6, Sala 6, Bigioni 6, Peverelli 5.5, Belotti 5.5 (48’ st Cutuli sv), Cavalcante 5.5, De Vincenzi 6 (38’ st Cannizzaro 5.5), Quaggio 6.5, Corsini 6.5 (22’ st Canavesi 5.5), Ronchi 6. A disp. Bizzi, Bonazzi, D’Astoli, Manta, Pedrazzini, Martini. All. Bonazzi 6.
VARESINA (4-2-3-1): Spadavecchia 6, Nejmi 6 (6’ st Tino 6, 29’ st Boccadamo 6), Essan 5.5, Zefi 6.5, Allodi 6, Amelotti 6.5, Mira 6, Bellacci 7, Kate 5.5 (38’ st Urso 7), Rebolini 6 (Dall’8’st Broggi 7), Anzano 5.5 (18’ st Vezzi 6.5). A disp. Castelli, Schieppati, Bregnaj, Marchiella. All. Spilli 6.5.
ARBITRO: Saffioti di Como 6.5.
ASSISTENTI: Monardo di Bergamo e Algieri di Milano.
AMMONITI: Belotti (LA), Rebolini (VA), Nejmi (VA), De Vincenzi (LA), Vezzi (VA).

LE PAGELLE

ARDOR LAZZATE
Bozzato 6 Nel primo tempo non è quasi mai in difficoltà, nel secondo invece è chiamato ad intervenire più volte, lo fa bene salvando il risultato. Nulla può sul gol nel finale.
Frigerio 6 Tiene bene nel primo tempo Anzano e non lo gli permette mai di girarsi; nel finale è complice della distrazione generale della linea difensiva.
Sala 6 Nel primo tempo mura più di una conclusione e ferma molto bene le avanzate di Amelotti. Pecca un po’ in velocità quando deve correre indietro sui lanci lunghi.
Bigioni 6 Bravo nel far girare la palla, non altrettanto nel fermare le incursioni centrali delle mezze ali avversarie.
Peverelli 5.5 Si abbassa troppo nella ripresa, consentendo agli avversari di alzare il baricentro e schiacciare il Lazzate nella propria trequarti.
Belotti 5.5 Si fa ammonire per un fallaccio tanto brutto quanto inutile su Anzano dopo pochissimi minuti: questo compromette la sua partita; mai preciso nell’intervento e affonda poco i contrasti. Si perde completamente Urso in occasione del gol. (48’ st Cutuli sv).
Cavalcante 5.5 Non si rende mai pericoloso in avanti nel primo tempo; meglio nella ripresa, ma soffre le sovrapposizioni dei terzini avversari.
De Vincenzi 6 Bravo a proporsi davanti da mezzala vera e rendersi pericoloso ad inizio ripresa. Primo tempo, però, da dimenticare.
38′ st Cannizzaro 5.5 Ha a disposizione pochi minuti, ma commette un errore: lascia a Broggi lo spazio per crossare e trovare la giocata di Vezzi che porta al gol.
Quaggio 6.5 Migliore in campo dei suoi, tiene palla per far salire la squadra in entrambi i tempi e a tratti fa reparto da solo. Bravo anche nelle sponde.
Corsini 6.5 Gira intorno a Quaggio e lo assiste nella fase offensiva, prova anche a rendersi pericoloso con un paio di conclusioni verso la porta. Si sacrifica nel secondo tempo per coprire anche dietro.
22′ st Canavesi 5.5 Corre tanto e si vede, ha tanta tecnica; entra però in una fase della partita dove la sua squadra è in visibile difficoltà e non riesce ad incidere.
Ronchi 6 Uno dei più pericolosi della sua squadra, ad un passo dal vantaggio ad inizio ripresa; l’errore di lasciare solo Vezzi, però, costa alla sua squadra la sconfitta.
All. Bonazzi 6 Dopo un primo tempo senza grandi emozioni, ma gestito abbastanza bene la sua squadra si rende protagonista di un inizio ripresa molto determinato. Nell’ultima mezz’ora, però, soffre tantissimo la Varesina, fino a prendere gol nel finale; gara non fortunata.

VARESINA
Spadavecchia 6 Sono soltanto un paio le occasioni in cui deve intervenire, lo fa bene evitando problemi.
Nejmi 6 Tiene bene nel duello con Cavalcante, anche se non si fa vedere spesso davanti.
6′ st Tino 6 Spinge bene sulla fascia trovando qualche bel traversone, suo il corner che manda Allodi ad un passo dal vantaggio.
29′ st Boccadamo 6 Subentra a Timo che esce per un fastidio muscolare, porta a termine la partita del compagno con la stessa voglia e precisione.
Essan 5.5 Tanta corsa, ma poca qualità; perde più di un pallone e non è mai preciso negli appoggi e nei traversoni.
Zefi 6.5 Ottima prestazione da parte sua; bravo a murare le conclusioni di Corsini e ad allontanare di testa in occasione di più di una palla inattiva
Allodi 6 Anche per lui un’ottima prestazione, toglie spesso la palla agli attaccanti avversari e fa a sportellate con Quaggia senza paura. Purtroppo quel colpo di testa da due passi più che una grande occasione creata pare un gol sbagliato.
Amelotti 6.5 Uno dei più pericolosi di tutta la Varesina: specialmente nel primo tempo dove è quasi l’unico della sua squadra ad andare al tiro.
Mira 6 Gestisce bene la palla a centrocampo, copre quando c’è da coprire e avanza quando l’attacco ha bisogno di supporto. Gara positiva, ma non spicca nelle giocate.
Bellacci 7 Migliore in campo degli ospiti: vero regista offensivo. Tutte le manovre d’attacco della Varesina passano per i suoi piedi.
Kate 5.5 Da quella parte non arrivano grandi pericoli, nonostante le opportunità per sfondare ci siano: a volte insicuro nel puntare l’uomo, preferisce scaricare dietro e limitarsi al compitino.
38’ st Urso 7 Entra e il primo pallone che tocca lo trasforma nel gol che vale la vittoria per la Varesina. Cambio più che azzeccato.
Rebolini 6 Bravissimo nel fermare più volte Corsini nel tentativo di ripartire. A fianco di Mira svolge un ottimo lavoro in fase di possesso palla, mettendo in seria difficoltà le mezze ali avversarie.
8’ st Broggi 7 Entra e fornisce spettacolo; è lui a costringere Bozzato a fare gli straordinari. Perfetta la giocata a liberare Vezzi in area, che poi porterà al gol.
Anzano 5.5 Quasi completamente annullato da Frigerio nel primo tempo. Una sponda di testa e poco di più.
18’ st Vezzi 6.5 Anche lui quasi invisibile in mezzo alla sontuosa difesa ospite; bravo però nel finale a sfruttare una sbavatura di Ronchi e servire un assist perfetto per il piattone facile facile di Urso.
All. Spilli 6.5 Nel primo tempo sono i suoi a controllare la gara, che resta però abbastanza equilibrata. Nella seconda frazione la sua squadra è brava a contenere le minacce avversarie nei primi minuti per poi diventare padrona completa del campo e trovare, nel finale, il meritato gol vittoria.

ARBITRO
Saffioti di Como 6.5
Partita difficile da dirigere, molto maschia, tanti sono gli interventi fallosi e tante sono le proteste da placare; è bravo nella gestione dei cartellini e nel sedare la foga agonistica.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli