22 Giugno 2021

Base 96-Vergiatese Eccellenza: Battistini raccoglie un solo punto all’esordio, frena ancora Fiorito

Le più lette

Il Città di Varese sbarca nel calcio femminile, trovato l’accordo con il Ceresium Bisustum del Presidente Marco Basilico

Grande novità in vista della prossima stagione per quanto riguarda il calcio femminile: il Città di Varese sbarca ufficialmente...

Vogherese Eccellenza: Paolo Tomasoni allenerà i rossoneri la prossima stagione

La notizia era nell'aria da giorni e finalmente, 72 ore dopo la conclusione del campionato, è arrivata l'ufficialità: Paolo...

Trofeo Bresciaoggi, l’esito dei sorteggi delle semifinali: ecco tutti gli accoppiamenti

Settimana prossima torna in campo anche il calcio bresciano con una manifestazione ufficiale, e cioè la fase finale del...

Dopo la sconfitta contro la Varesina e la settimana di riposo per il rinvio della sfida con la Sestese, la Base 96 del nuovo tecnico Battistini non va oltre lo 0-0 contro la Vergiatese di Fiorito, al secondo match giocato in appena cinque giorni. Al suo esordio sulla panchina, Battistini si difende bene ma attacca poco. I rossoverdi tornano però a fare punti smuovendo una classifica ferma ormai da due settimane. Dal canto suo, invece, la Vergiatese attacca a più non posso sin dal primo minuto, sfiorando il gol in più di un’occasione, ma non trovandolo per la terza volta consecutiva. Un pareggio che sembra ormai tagliare le gambe ai ragazzi di Fiorito nella corsa al primo posto, lontano ora 8 punti, anche se con una sfida da recuperare, quella di mercoledì 26 con l’Ardor Lazzate.

Tarallucci e vino a Seveso. Le due squadre partono volenterose di procurare punti, ma a creare più azioni e a rendersi più pericolosa è la Vergiatese del tecnico Fiorito. Già al 2’ lo fa con un cross dalla fascia destra di Okaingni, che sorvola l’area ma non trova nessuno. Ancora Vergiatese pericolosa al 6’, sempre il numero 11 s’invola sulla fascia destra saltando il difensore Deri, ma è forse troppo lento e viene prontamente chiuso dall’ultimo uomo. La Base 96 inizia a guardare in su al 10’, con un’azione personale di Schinetti, ma il suo cross in area è una cometa senza coda. Gli ospiti però rispondono subito dopo un giro d’orologio, con un bel contropiede sulla fascia sinistra, ma la palla arriva troppo tardi tra i piedi di Caccia. Al 15’ la Base 96 ci prova per la seconda volta in area, con un’azione corale che non trova però alcuno sbocco. Ancora i padroni di casa ci provano al 19’, con una conclusione personale di Milazzo respinta però dalla difesa ospite. Con squadre più distese, la Vergiatese risponde al 23’ sempre dalla fascia destra, quando il giocatore classe ’99 Caccia la propone perfettamente in area, ma Mammetti non riesce ad arrivarci. Scoccata la mezz’ora, quando il ritmo è più lento, la Base 96 trova il gol con un’acrobazia di Milazzo, ma il direttore di gara Mangani sottolinea prontamente la posizione di offside. Al 35’ la Vergiatese ottiene una punizione interessante dal limite dell’area: a calciarla è il veterano Mammetti, ma la palla è troppo centrale per Citterio. I minuti scorrono con entrambe le squadre che cercano quello spazio libero per poter incidere. I padroni di casa hanno un’ottima palla al 43’, quando sulla fascia destra s’invola l’esperto Milazzo, ma i guantoni del veterano Russo rispondono prontamente all’appello. Il primo tempo non vede alcun minuto di recupero, chiudendosi con un pareggio meritato e occasioni da ambo le parti.

La Vergiatese non la sblocca. La ripresa si apre con una Base 96 più grintosa e tenace, volenterosa di strappare quei 3 punti tanto desiderati. Ma la Vergiatese è tutt’altro che un avversario semplice: al 3’ Okaingni mette ancora una volta il turbo sulla fascia destra, salta due uomini ma si allunga troppo il pallone che termina nei guantoni di Citterio. La partita potrebbe sbloccarsi al 7’, quando a tu per tu con il portiere è Mammetti a segnare, ma l’assistente di gara chiama il secondo fuorigioco di giornata. Entrambe le squadre si assestano grazie alle sostituzioni, in particolare la Vergiatese passa da un 3-4-3 ad un 4-4-2. Ma nonostante gli opportuni cambi, nessuna delle contendenti riesce a incidere sulla partita. Ci provano i padroni di casa al 25’, quando Barbera viene falciato al limite dell’area da Lonardi; a battere la punizione è il numero 9 Milazzo, ma la sua potenza è troppo debole per poter fare male. Risponde al 27’ la Vergiatese, quando su contropiede Pedergnana si trova faccia a faccia con Citterio, che esce prontamente dalla sua cabina di regia e risponde all’appello. Scoccata la mezz’ora sono sempre gli ospiti in area, e questa volta è il subentrato 2002 Crispo a cadere in area, ma il fischietto di Mangani vede solo una simulazione. Al 36’ è la Base 96 in area, quando su calcio d’angolo la palla rimane in area dopo una serie di rimpalli, ma Russo riesce poi a farla sua. La Vergiatese sfiora la rete al 39’: la palla è tra i piedi di Mammetti, che angola però troppo il suo tiro e riesce solo a sfiorare il palo esterno. Al 42’ ci riprovano ancora con un bel triangolo Pedergnana-Pandiani, ma ancora una volta l’esito rimane inalterato. I minuti di recupero sono 4, viste le diverse sostituzioni da entrambe le parti. A provarci fino all’ultimo sono sempre gli ospiti, con un’acrobazia al 47’ di Lorusso però troppo debole. Termina 0-0 al Comunale di Seveso, con troppe occasioni della Vergiatese non arrivate in porto.

IL TABELLINO

BASE 96-VERGIATESE 0-0
BASE 96 (4-3-2-1): Citterio 6.5, Reyes 6, De Petri 5.5, Gjonaj 6, Deri 5.5, Redaelli 6.5, Fogal 6 (34’ st Farioli 6), Molteni 6, Milazzo 6.5 (40’ st Favari sv), Schinetti 6.5 (20’ st Siviero 6), Barbera 5.5. A disp. Frontino, Rossetto, Frigerio, Carraro, Cicola, Arienti L.. All. Battistini 6.
VERGIATESE (4-4-2): Russo 6, Lonardi 6, De Angelis 6, Vitulli 6 (28’ st Menga 6), Lorusso 6.5, Morello 5.5 (46’ st Rossoni sv), Pedergnana 6.5, Zarini 6 (17’ st Crispo 6.5), Mammetti 6.5, Caccia 6 (34’ st Bosisio 6.5), Okaingni 6 (9’ st Pandiani 6). A disp. Palazzi, Gambino, Lanzo, Viganotti. All. Fiorito 6.
ARBITRO: Matteo Mangani di Arezzo 6.5.
ASSISTENTI: Mavelli di Milano e Monopoli di Milano.
AMMONITI: Vitulli (V), Lonardi (V), Crispo (V), Lorusso (V).

LE PAGELLE

BASE 96
Citterio 6.5 I suoi guantoni non sono molto impegnati durante il primo tempo, le conclusioni della Vergiatese, infatti, sono tutte molto facili. Più impegnato durante il secondo tempo, quando risponde sempre presente all’appello. È una garanzia per la sua squadra.
Reyes 6 Classe 2002, il difensore è forse tra i più attenti del reparto. Difende bene la sua area con pochissime sviste.
De Petri 5.5 Disattento durante la prima frazione di gioco in più di un’occasione, manca forse di comunicazione insieme al compagno Deri.
Gjonaj 6 L’esperienza e la velocità sono dalla sua parte. È preciso e pulito su ogni conclusione.
Deri 5.5 Fa fatica a tenere e fermare la potenza di Okaingni, è un po’ incerto e disattento. Prestazione non sufficiente.
Redaelli 6.5 Forse il migliore in campo, attento e sempre presente per i suoi sia in fase difensiva sia in fase offensiva.
Fogal 6 Ex primavera Sampdoria, il giocatore è assente durante il primo tempo. Si sveglia un po’ durante il secondo, ma la sua qualità non esce al 100%.
34’ st Farioli 6 Ingresso positivo, per quel poco che gioca lotta su ogni pallone.
Molteni 6 Poco attivo durante il primo tempo, dopo la ripresa inizia a sgomitare un po’ di più e farsi più avanti. Prestazione in crescita.
Milazzo 6.5 Tra i migliori dei suoi. Si rende pericoloso in più di un’occasione, ma non è oggi la sua giornata. Esce stremato a 5 minuti dal termine della gara. (40’ st Favari sv).
Schinetti 6.5 Il gioco della Base 96 ruota attorno a lui: sono tanti i palloni e gli spunti interessanti che propone, così come alcune sue conclusioni.
20’ st Siviero 6 Classe 2001, il suo ingresso è un po’ in sordina. Non riesce a crearsi gli spazi giusti per poter incidere.
Barbera 5.5 Assente, non tocca tantissimi palloni nel corso del primo tempo. Vale lo stesso per il secondo tempo. Prestazione insufficiente.
All. Battistini 6 Al suo esordio, l’allenatore si porta a casa un buon punto. La squadra non riesce ad incidere abbastanza, ma fortunatamente la sua difesa si chiude bene e – vuoi anche con un po’ di fortuna – non subisce alcun gol.

VERGIATESE
Russo 6 Risponde sempre presente all’appello nonostante non sia così tanto impegnato durante entrambi i tempi.
Lonardi 6 Classe 2001, il difensore usa molto bene il suo fisico in fase difensiva, così come la sua intelligenza in fase offensiva. Tra i migliori della squadra.
De Angelis 6 Stesso discorso di Lonardi, non c’è nessuna distrazione o disattenzione nella sua gara.
Vitulli 6 Viene alzato durante il secondo tempo, ha tecnica e qualità. Quando parte sulla fascia sinistra viene chiuso a stento dall’avversario.
28’ st Menga 6 Ingresso positivo, il giocatore classe 2001 si rende propositivo, lottando su ogni pallone che gli passa vicino.
Lorusso 6.5 L’età e l’esperienza sono dalla sua parte, il difensore non lascia mai nessuno spazio agli attaccanti avversari. È sicuramente il più attento del reparto della squadra.
Morello 5.5 Interessante il suo movimento a centrocampo, pecca un po’ di distrazione in apertura di secondo tempo con un colpo di testa di passaggio troppo corto per il portiere che innesca quasi un possibile gol avversario. (46’st Rossoni sv).
Pedergnana 6.5 Il regista della squadra. Ha velocità e intelligenza, due qualità importanti nel calcio. Offre spunti interessanti, così come le palle che propone alle sue punte.
Zarini 6 Propositivo in fase offensiva, innesca più di una volta la potenza di Okaingni. Si spegne un po’ nel corso del secondo tempo, non a caso viene prontamente sostituito dal suo tecnico.
17’ st Crispo 6.5 Dà velocità al gioco dei suoi, ma crea davvero poco sulla fascia destra. Buono il suo pressing.
Mammetti 6.5 Assente durante la prima mezz’ora, poi inizia a creare un po’ di più. Nel secondo tempo ha più di un’occasione tra i piedi, ma non è oggi la sua giornata e il bomber termina l’incontro con zero reti.
Caccia 6 La punta ha tecnica e qualità per poter fare male agli avversari, e lo fa a più riprese durante il primo tempo. Si spegne totalmente nel secondo. Prestazione in discesa.
34’ st Bosisio 6.5 Classe 2002, il suo ingresso è più che positivo. Sulla fascia sinistra dimostra tecnica e qualità. Propone ottime palle sul termine di gara, ottima prestazione.
Okaingni 6 L’uomo della Vergiatese parte con il turbo sin dal primo minuto, rendendosi il più propositivo in attacco. Si spegne pian piano nel corso del primo tempo, ma si risveglia durante la ripresa. Viene sostituito sul momento più bello. Prestazione in crescita per un giocatore che ha tutte le armi per poter fare male.
9’ st Pandiani 6 L’esperienza è dalla sua parte, ma oggi incide poco sugli avversari.
All. Fiorito 6 La Vergiatese ha il boccino in mano in più di un’occasione, ma è forse oggi troppo sfortunata per trovare la rete che possa lanciare la squadra.

ARBITRO
Matteo Mangani di Arezzo 6.5
Direzione di gara positiva con pochissime sviste, collaborazione buona con gli assistenti di gara, forse un po’ meno precisi.

LE INTERVISTE

Dopo il suo esordio, è il tecnico Battistini a commentare la gara: «La partita è stata molto bella, secondo me il pareggio è il risultato più giusto, le squadre si sono alternate nel possesso del campo. Ci portiamo via un punto che comunque portiamo via contro una tra le tre squadre favorite del campionato, tra l’altro allenata da Fiorito, ottimo allenatore che conosco molto bene. Loro soffrivano la mancanza di Scapinello, noi quella di Filomeno, i nostri due fantasisti erano fuori da entrambe le parti. Siamo arrivati ad allenarci a marzo, è stata una partita con un ritmo discreto per la stagione e per gli allenamenti che abbiamo alle spalle. Non c’è stato tempo per allenarsi né per le amichevoli, per questo direi che la squadra ha espresso un’ottima compattezza. C’è sempre spazio per migliorare, altrimenti non saremmo in Eccellenza: certe scalate, diagonali, difesa, però dopo 4 partite sono soddisfatto. Nel primo tempo abbiamo avuto diverse occasioni, anche loro hanno avuto diagonali interessanti».

Di canto diverso è invece il tecnico della VergiateseFiorito: «Peccato, penso che avremmo meritato qualcosa in più. Abbiamo affrontato una squadra in salute con due vittorie, onestamente però penso che qualcosa in più meritassimo. Loro si sono difesi con ordine. Certe volte nel calcio ci sta il momento negativo, ci sta che quando tiri da 5 metri non trovi la porta. Oggi purtroppo al nostro bomber Mammetti è andata male, potevamo però fare di più, ma abbiamo spesso scelto la strada sbagliata. Venivamo da una sconfitta immeritata, ora ci prendiamo un pareggio immeritato, speriamo quindi di arrivare ad una vittoria meritata».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli