Eccellenza CazzagoBornato San Lazzaro
Eccellenza CazzagoBornato San Lazzaro

Stecca ancora il Cazzago di Giovanni Cefis, stoppato per 0-0 dallo stoico San Lazzaro. Malgrado le infinite occasioni create i gialloblu infilano il terzo pareggio senza reti di fila.

Fin dalle prime battute il Cazzago sembra maggiormente determinato a passare in vantaggio, azzeccando l’approccio con la gara e tenendo gli avversari nella propria metà campo. Le idee migliori vengono al duo Dalola-Salomoni, soprattutto quest’ultimo molto bravo a giocare tra le linee per creare occasioni ai compagni d’attacco. La prima occasione è per Dalola che, ricevuto un pallone dal numero 10, trova la pronta risposta di Coffani. Il San Lazzaro, sistemato con un modulo molto chiuso e con un unico riferimento in attacco, Parol, si rende pericoloso al 14′ con Luciano, che davanti a Ravelli scheggia la traversa. Come detto gli ospiti si dimostrano timorosi quando devono attaccare, occupati più a difendersi e non subire sulle fasce la velocità degli esterni franciacortini.

Parte centrale della gara che si trasforma in un gioco continuo di contrasti ed errori: le squadre non riescono a trovare ritmo nella manovra, soprattutto il Cazzago che è a tratti lezioso. Le occasioni latitano nell’ultimo quarto d’ora, con le difese attente e pronte a ripartire. Proprio in questo modo il San Lazzaro costruisce una bella azione sulla destra, culminata con un tiro poco alto del coriaceo Baietta. Un breve momento di pochi minuti ad appannaggio dei padroni di casa anticipa il fischio di fine frazione dell’arbitro. Il secondo tempo ricalca il copione del primo, Cazzago fumoso e inconcludente al momento della verità, pur collezionando occasioni da calcio da fermo. I falli ripetuti del San Lazzaro spezzettano la gara, rendendo ancor più difficile lo sbloccarsi dello 0-0. Al 17′ Teoldi non riesce a metterci il piede dopo un batti e ribatti davanti a Coffani. Malgrado cambiando poco a livello tattico gli ospiti salgono di livello dal 20′: il baricentro si alza ma ciò che stupisce è la nuova intraprendenza e grinta per gli uomini di Ghirardi, vista solo a tratti durante la prima frazione. Al 24′ l’azione-emblema della gara: Salomoni apre per Luzzano che al momento del cross svirgola malamente. Rasini sente l’odore del sangue al 34′, quando ricevuto un pallone al limite dell’area è bravo a smarcarsi, Ravelli però è abile a rimanere in piedi ed evitare la beffa per il Cazzago.

L’arrembaggio finale degli uomini di Cefis non porta a nulla, fissando il risultato sullo 0-0, il terzo in tre partite. La maledizione del gol non svanisce mentre il San Lazzaro raccoglie il primo punto, prezioso, della sua stagione.

TABELLINO CAZZAGOBORNATO SAN LAZZARO ECCELLENZA

CAZZAGO (4-3-1-2): Ravelli 6.5, Scarsi 6, Ronchi 6.5 (35′ st Danesi s.v.), Martinelli 6.5, Bellotti 7, Teoldi 7, Dalola 6.5, Luzzana 6, Serebour 6 (1′ st Farimbella 6.5), Salomoni 6.5, Gavazzeni 6.5 (32′ st Cappellano s.v.). A disp. Pagani, Danesi, Manca, Miceli,Olivini, Barbi, Farimbella, Ponzoni, Cappellano. All. Cefis 6.5

SAN LAZZARO (5-3-1-1): Coffani 6.5, Baietta 6.5 (31′ st Pagliara s.v.), Zancoghi 6 (2′ st Guerrini 6.5), Tosi 7, Mortara 7, Azzali 7, Luciano 6.5, Vladov 6.5, Parol 6.5 (39′ st Balogun s.v.), Turmanindze 6.5, Rasini 6.5. A disp. Pirondini, Guerrini, Pini, Pagliara, Albertin, Balogun, Conigliaro, Cabroni. All. Ghirardi 6.5.

ARBITRO: Garatti di Lovere 7 Gestisce bene la gara.

AMMONITI: 32′ Rasini (S).

Pagelle CazzagoBornato

Ravelli 6.5 A tratti spettatore non pagante. Attentissimo su Rasini.

Scarsi 6 Luci e ombre per lui. Si riscatta parzialmente con un buon secondo tempo.

Ronchi 6.5 Un pò timido in attacco, bene in difesa. (35′ st Danesi s.v.).

Martinelli 6.5 I suoi piedi sono il cervello dei franciacortini.

Bellotti 7 Totem difensivo invalicabile.

Teoldi 7 Grande coppia con Bellotti. I problemi sono altrove.

Dalola 6.5 Crea almeno cinque occasioni nitide sprecandone altrettante.

Luzzana 6 Partita no per lui.

Serebour 6 Prova a dialogare con Dalola: ci riesce ad intermittenza. (1′ st Farimbella 6.5 Gli arrivano tanti palloni e lui ci prova).

Salomoni 6.5 Il migliore in attacco della sua squadra. Fa tutto quello che può ma la palla non vuole entrare.

Gavazzeni 6.5 Aiuta la sqaudra in fase difensiva e si propone in attacco. (32′ st Cappellano s.v.).

All. Cefis 6.5 Dal punto di vista del gioco ha poco da rimproverare ai suoi ragazzi. Il gol è una maledizione.

Pagelle San Lazzaro

Coffani 6.5 Partita con poche amnesie per lui. Sicurezza.

Baietta 6.5 Sfiora il gol nel primo tempo, per poi limitarsi a fare il compitino. (31′ st Pagliara s.v.).

Zancoghi 6 Fa fatica a spingere ma non demerita nel complesso. (2′ st Guerrini 6.5 Nel secondo tempo è forse il più pericoloso dei suoi).

Tosi 7 Stoppa a più riprese sia Serebour che Farimbella nella ripresa.

Mortara 7 Attento al massimo. Sbaglia poco.

Azzali 7 Vedi Mortara.

Luciano 6.5 Nel primo tempo spara alto malamente. Seconda parte di gara più all’arrembaggio.

Vladov 6.5 Capitano ultimo a mollare. Porta un punto prezioso a Ghirardi

Parol 6.5 Fa quello che può in mezzo ai centrali gialloblu. Importanti le sue sponde aeree. (39′ st Balogun s.v.).

Turmanindze 6.5 Mediano di rottura vecchio stampo.

Rasini 6.5 Sciupa una grande occasione verso la fine ma per il resto corre tanto e non da punti di riferimento.

All. Ghirardi 6.5 Squadra giovane e con grinta potrà lottare per mantenere la categoria. Importanti risposte in difesa per lui.

cazzago san lazzaro eccellenza
Prestazione coriacea per gli uomini di Ghirardi.

LE PAROLE DEL DOPOGARA: CEFIS

LE PAROLE DEL DOPOGARA: GHIRARDI