26 Gennaio 2021

CazzagoBornato Eccellenza, capitan Bellotti lascia i gialloblù

Le più lette

SprinteSport è in edicola: Ripartenza e lotta di classe in Eccellenza. Tra paura dei costi e voglia di tornare in campo. Inchiesta-sondaggio tra le...

SprinteSport è in edicola (e nell’edicola digitale). Ripartenza campionati: in Piemonte e Lombardia società divise tra chi vuole riprendere...

Vergiatese Eccellenza, Matteo Rossoni, il 10 alla guida dell’attacco: «Pensai di smettere, ora sogno la D»

Matteo Rossoni, classe 2002, passa nel Dicembre 2018 dalla Sestese alla Vergiatese. Quello che inizialmente poteva sembrare un passo...

Grand Paradis Under 16, inizio da rivelazione per i 2005 valdostani di Luboz

Dopo l'interruzione a sole tre giornate giocate, la voglia di ritornare in campo cresce ogni giorno di più, soprattutto...

Termina dopo sei lunghi anni l’avventura di Fulvio Bellotti con la maglia del CazzagoBornato. Un percorso che l’ha visto passare da semplice rinforzo della rosa bresciana a capitano della stessa, entrando di diritto nel cuore della società gialloblù che ha voluto omaggiarlo tramite il comunicato/lettera scritto dal team manager Alessandro Alberti:

«Ebbene sì, termina momentaneamente l’avventura di Fulvio Bellotti col CazzagoBornato, dopo sei bellissimi anni. A Fulvio i nostri più sinceri ringraziamenti per tutto il suo impegno e sudore profuso con la nostra casacca, augurandogli il miglior futuro calcistico e umano.
Voglio provare a scriver i ricordi che ho in tutti questi anni. Dal fronte societario credo ci sia poco da scrivere in quanto tutto questi anni hai dimostrato di esser uno dei migliori nel tuo ruolo e sei addirittura andato in doppia cifra un anno, però vediamo di ricostruire.
Sei anni fa, di questi tempi presentavamo il primo innesto della squadra. Che dire, da quel giorno ne son passate veramente tante. Partiamo dallo spogliatoio, il tuo spogliatoio, il tuo posto, solo ed esclusivo per te. Passiamo alla fascia da capitano, dopo l’anno con bomber Siga hai preso le redini ed hai lottato sempre, come sempre è tuo modo di fare, perdendola, ma poi riguadagnata. Hai avuto alti e bassi, i bassi li conosciamo tutti così come i meriti che ti sei preso in queste battaglie. Sarebbe troppo facile enfatizzare sui tuoi gesti eroici ma tendiamo una mano ai momenti bassi, quando per primo ponevi subito al rimedio. Sul fatto personale penso che ognuno di noi voglia un centralone come te. Eri il capitano non solo in campo, ma anche fuori, sempre presente, aperitivi, cene, aperitivi e cene, tu eri lì sempre. Vittorie, pareggi sconfitte eri SEMPRE lì, con qualche nervo in più ma c’eri. Trovo personalmente difficile aggiungere altro, per il tempo che scorre e gli anni che passano, ci piacerebbe a tutti far sì che il mondo si fermasse, sappiamo che questo accade in quei 90 minuti dove ci sentiamo eroi, pionieri ed autentici sognatori; frutto degli allenamenti, sotto acqua, neve e sole. Fatico davvero a contare le tue assenze sul palmo delle mani. Un vero capitano. Un grazie non basterà MAI, come piace scrivere a me “Once CBC Forever CBC
».

Una lettera chiusa infine dalla dichiarazione del presidente Davide Paolo Bosio: «Posso solo che condividere il pensiero portato dalla società ad un Uomo che ha dato sempre tutto per la maglia, apertissimo al dialogo, un ragazzo che ognuno vorrebbe nella propria rosa. Abbiamo condiviso tanto in questi anni, anche oltre il calcio, un grazie non sarà mai abbastanza, sperando in un futuro prossimo di averlo qui con noi».


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli