22 Giugno 2021

Club Milano-Settimo Milanese Eccellenza: Vitali e tanta qualità trascinano i padroni di casa, è notte fonda per la squadra di Invernizzi

Le più lette

NibionnOggiono-Casatese Serie D: i biancorossi durano solo un tempo, Commisso boys compiono una rimonta da urlo

Quando sembrava al tappeto, sotto di due gol dopo un primo tempo scialbo e distratto, Il NibionnOggiono tira fuori...

Collegno Paradiso-Bacigalupo All Stars Under 15: Chirila-Negro fanno volare i lupi ai quarti

Ai quarti di finale del Torneo All Stars ci andrà il Bacigalupo. Lo ha decretato il campo, che ha...

Dove siamo stati Regionali: scopri quali partite abbiamo seguito direttamente sul campo

Per la sesta settimana consecutiva abbiamo assistito a un weekend ricco di test match. Anche in questi due giorni...

Stravince e convince ampiamente il Club Milano, che si impone con un solido 5-1 nella gara contro il Settimo Milanese. La squadra di Scalise mette le cose in chiaro sin dai primissimi istanti di partita, evidenziando la propria qualità e la voglia di portare a casa i tre punti. La squadra di casa viene trascinata dall’ennesima grande prova di Vitali, sempre più capocannoniere del girone B e vero faro della squadra, un capitano che fino all’ultimo minuto incita i propri compagni di squadra a dare il massimo ed a riempire gli spazi. Con questo successo il Club Milano si porta a 9 punti, al terzo posto in solitaria in classifica, ad appena due lunghezze dalla vetta. Situazione ben più drammatica per il Settimo Milanese: la squadra, ora penultima con soli tre punti, si è dimostrata ancora troppo acerba, con una fase difensiva assolutamente da rivedere e una distanza tra i reparti che non ha permesso a tutto il fronte offensivo di entrare in partita.

Ritmi altissimi. Dopo appena quaranta secondi punge subito il Club Milano, su un capovolgimento di fronte: Doria imbuca in area per Cuoco, che fa partire il tiro e prende l’esterno della rete. Il gioco dei padroni di casa è caratterizzato da un pressing asfissiante sul portatore di palla avversario. Infatti, il Club Milano vuole mettere subito in chiaro le cose e ci riesce al 3’, grazie alla rete di Rankovic, che dopo una bella combinazione con i compagni, partita dai piedi di Tondini, deve solo appoggiare dolcemente in porta davanti ad un Angeleri non perfetto in uscita. Il Settimo Milanese si fa vivo al 7’, con un tiro dal limite dell’area di Anelli, che però non inquadra lo specchio. Sfiora il gol della domenica Vitali al 12’, provando dalla distanza in controbalzo, ma la sfera va di pochissimo sopra la traversa. Il raddoppio del Club Milano arriva al 23’, quando Doria mette un cross rasoterra a tagliare dalla fascia destra, sul quale si avventa proprio Vitali, che tocca quanto basta per superare il portiere, anche se alla fine è Caputo a toccare per ultimo, siglando il gol del 2-0. Non tarda ad arrivare quella che sembra essere un cenno di reazione da parte degli ospiti, che accorciano le distanze al 26’ con un bel pallonetto di testa di Cicogna. Proprio il marcatore subito dopo si vede costretto a chiedere il cambio, lasciando il campo in favore di Ierardi. Il gol sembra comunque aver dato coraggio al Settimo Milanese, che manovra con più sicurezza in mezzo al campo. Nel momento migliore degli ospiti, però, allunga ancora il Club Milano, questa volta con Vitali, che di testa riesce a deviare in rete il cross partito dalla bandierina, siglando dunque il 3-1 quando le lancette indicano il 37’. I padroni di casa però non si fermano e in tre tocchi al 43’ fanno 4-1: l’azione parte dal fondo del campo con Monzani, la palla arriva a Cuoco che si gira e verticalizza per Pagliaro, il quale, a tu per tu col portiere avversario, non deve fare altro che tracciare la diagonale perfetta per il gol che probabilmente chiude la pratica già nel primo tempo.

Poco altro da dire. Il secondo tempo si apre con un altro gol del Club Milano, precisamente con quello che vale la doppietta per Vitali, che raccoglie un’imbucata di Pagliaro in area di rigore, la controlla, si libera del marcatore e supera Paradiso, portiere ospite entrato nel secondo tempo. Si fanno rivedere gli ospiti in attacco con una conclusione in area di Checchi, ma il pallone scorre sul fondo, battezzato fuori con tranquillità da Monzani. Al 21’ gli ospiti recriminano per la seconda volta, dopo un episodio analogo occorso nel primo tempo: un rigore per un tocco di mano in area, ma per il signor Serano è tutto regolare e si continua a giocare. Il match si congela un po’, con i padroni di casa che mantengono il pallino del gioco ma danno l’impressione di non voler più affondare. Al 32’ prova a rendersi pericoloso Maugeri del Settimo, saltando Diouck e controllando la palla con la testa prima di addentrarsi nell’area, ma il tiro che fa partire finisce alto sopra la traversa. La gara si conclude con il Club Milano in avanti, senza però che i ragazzi di Scalise riescano a segnare ulteriormente, anche perché il Settimo Milanese ha portato, a questo punto del match, tutti gli undici effettivi in campo dietro la linea del pallone. Triplice fischio e festa grande per la squadra di Vimodrone, mentre c’è grande delusione, più per la prestazione piuttosto che per il risultato, per la squadra di Invernizzi.

IL TABELLINO

CLUB MILANO-SETTIMO MILANESE 5-1
RETI: 3’ Rankovic (C), 23’ Caputo (C), 26’ Cicogna (S), 37’ Vitali (C), 43’ Pagliaro (C), 3’ st Vitali (C).
CLUB MILANO (4-3-3): Monzani 7, Tondini 6.5, Caputo 7 (15’ st Russo 6.5), Costa 6.5, Schieppati 6.5, Diouck 6.5, Vitali 8, Cuoco 6.5 (25’ st Lo Monaco 6), Doria 7 (25’ st Diaferio 6), Pagliaro 7 (15’ st Mhaimer 6), Rankovic 7 (15’ st Locati 6.5). A disp. Bonicelli, Turano, Fronda, Broggini. All. Scalise 7.
SETTIMO MILANESE (4-2-3-1): Angeleri 5 (1’ st Paradiso 6), Pica 5 (1’ st Chiodini 6), Spaggiari 5.5, De Grandi 6, Tomassone 5.5, Romano 6, De Lucia 5.5, Caon 6, Anelli 5.5 (21’ st Maugeri 6.5), Moretti 5.5, Cicogna 7 (26’ pt Ierardi 5.5, 8’ st Checchi 5.5). A disp. Virzi, Donghi, Laraia, Braga. All. Invernizzi 5.
ARBITRO: Serano di L’Aquila 6.5.
ASSISTENTI: Tinelli di Treviglio e Zanichelli di Legnano
AMMONITI: De Grandi (S), Locati (C).

LE PAGELLE

CLUB MILANO
Monzani 7 Poco impegnato per tutta la durata della partita, il gol subito è frutto di una bella intuizione dell’attaccante avversario. Dimostra di avere anche un’ottima visione di gioco e confidenza nel giocare il pallone con i piedi.
Tondini 6.5 In difesa si può limitare all’ordinaria amministrazione, perché dal suo lato la squadra avversaria punge poco e male. In fase offensiva, invece, fa sentire la sua presenza, chiudendo dei bei triangoli con i compagni.
Caputo 7 Prestazione molto buona per lui: in difesa non si fa superare mai, mantiene sempre il possesso e non disdegna nemmeno qualche progressione verso la trequarti avversaria quando ne ha l’occasione. Ad impreziosire il tutto, c’è il gol del raddoppio nel primo tempo.
15′ st Russo 6.5 Entra in un momento in cui la partita non ha veramente più nulla da dire, ma si rende protagonista di belle sgroppate in attacco, per mettere ulteriormente ansia alla difesa avversaria.
Costa 6.5 A centrocampo è un vero e proprio metronomo: sin dai primi istanti di match prende le misure agli avversari, facendo molto bene la fase di interdizione e, soprattutto, disegnando delle ottime trame per i compagni del reparto avanzato.
Schieppati 6.5 Solida prestazione al centro della difesa: vince praticamente tutti i contrasti e non perde mai di vista l’uomo che sta marcando. Dimostra anche ottime doti in anticipo.
Diouck 6.5 Come il collega di reparto, è attento per tutta la durata del match, concentrato sull’ergere un muro contro le iniziative degli ospiti. Si rivela anche molto sicuro di sé, rischiando anche qualche passaggio più difficile che però mette la squadra in condizione di superiorità numerica.
Vitali 8 Il capitano è assolutamente in giornata, confermando ancora una volta le sue doti da capocannoniere del girone, segnando una doppietta. Ma il numero 7 è molto più dei gol: corsa, copertura, supporto in fase difensiva, qualità e tanta grinta.
Cuoco 6.5 A centrocampo sfoggia tutta la qualità presente nei suoi piedi: fa da spola da un lato all’altro del rettangolo verde e riesce sempre a dare qualcosa di concreto alla manovra, proiettando continuamente la squadra in area.
25’ st Lo Monaco 6 Si piazza a centrocampo e fa da filtro, non dando possibilità agli ospiti di portarsi in avanti, alleggerendo così il compito alla difesa.
Doria 7 Lasciato inspiegabilmente solo dalla difesa avversaria, sulla fascia fa veramente tutto quello che vuole, saltando continuamente l’uomo e creando tante occasioni per il Club Milano.
25’ st Diaferio 6 Tiene alta la squadra quando i suoi compagni sono un po’ più stanchi, evitando così che il copione del match possa cambiare. Fa bene a sportellate grazie alla sua fisicità e si fa valere nei duelli aerei.
Pagliaro 7 Inizio un po’ lento, ma cresce con lo scorrere delle lancette: quando finalmente trova le misure diventa veramente un motorino a centrocampo, con il pallone ma anche senza, come dimostra il movimento d’inserimento che porta poi al suo gol.
15’ st Mhaimer 6 Anche lui, come gli altri subentrati, si può limitare all’ordinaria amministrazione, in modo tale che non cambi l’andamento della gara.
Rankovic 7 Fa valere la sua fisicità per tutta la durata del match ed ha il merito di aprire le marcature. Oltre questo, aiuta la squadra a restare alta e contribuisce a pressare il portatore di palla avversario.
15’ st Locati 6.5 Entra e, esattamente come il collega che ha sostituito, il suo compito è quello di pressare gli avversari e spezzare la trama ospite. Ci riesce molto bene e porta anche un tocco di ulteriore qualità per i compagni.
All. Scalise 7 Il tecnico ha preparato la gara nel migliore dei modi: i suoi ragazzi si trovano alla perfezione in mezzo al campo e danno l’idea di divertirsi mentre giocano. Fa i cambi al momento giusto per mantenere alta la concentrazione.

SETTIMO MILANESE
Angeleri 5 Nel primo tempo fa veramente fatica tra i pali. Dei quattro gol subiti, almeno due arrivano a causa di suoi errori di valutazione. Inoltre, dopo il primo errore appare eccessivamente incerto.
1’ st Paradiso 6 Il gol che subisce arriva da distanza ravvicinata e in un momento di mischia in area, quindi poteva fare ben poco. Si rende protagonista di un paio di belle parate. Chissà cosa avrebbe detto la partita con lui in campo come titolare.
Pica 5 Non ci siamo, fa decisamente fatica a prendere le misure agli avversari e si fa costantemente saltare. Anche in fase di possesso, fa capire di non essere in giornata, sbagliando non di rado le scelte.
1’ st Chiodini 6 Fa meglio del compagno che va a sostituire, anche se il match era già stato chiuso nel primo tempo. Cerca di arginare come meglio può gli avversari e, se non altro per l’impegno, porta a casa la sufficienza.
Spaggiari 5.5 Nelle prime fasi del match lascia costantemente solo il suo diretto avversario, accorciando in ritardo e facendosi puntualmente saltare. Prima con il raddoppio e poi con un minimo di concentrazione, riesce a fare leggermente meglio, ma il danno ormai era fatto.
De Grandi 6 A centrocampo è uno dei pochi che ci provano, facendo tanto di quel lavoro “invisibile” per metter pressioni ai portatori di palla, spendendosi tantissimo in fase di copertura.
Tomassone 5.5 Al centro della difesa scricchiola maggiormente rispetto al collega centrale, facendosi saltare e non riuscendo mai a far sentire la sua presenza in campo agli attaccanti avversari.
Romano 6 Ci prova, prova a tenere compatta la difesa e a bloccare le iniziative dei padroni di casa, ma è poco supportato dai compagni. Dimostra di poter dire la sua nel gioco aereo.
De Lucia 5.5 Il numero 7 oggi fa veramente fatica: galleggia in mezzo al campo senza trovare una vera e propria collocazione e non riesce nemmeno a farsi trovare libero dai compagni al momento giusto.
Caon 6 Cerca di portare un po’ di qualità nelle ripartenze, con dei tocchi che provano a smarcare i compagni, ma il pressing avversario è asfissiante e attorno a lui le maglie gialle si chiudono con una rapidità allucinante.
Anelli 5.5 Male anche lui oggi. Appare in sfiducia e svogliato sin dai primi istanti di partita, senza pressare nel modo giusto, permettendo così la costruzione dal basso dei padroni di casa. Sicuramente la distanza tra i reparti non lo ha aiutato.
21’ st Maugeri 6.5 Non riesce a cambiare l’andamento della partita, ma se non altro porta un minimo di garra e voglia di fare in più in una squadra che non riusciva più a superare il cerchio di centrocampo.
Moretti 5.5 Prestazione opaca la sua, perché non riesce a lasciare il segno in attacco e non fornisce nemmeno il giusto apporto in fase di interdizione.
Cicogna 7 Gioca appena 25 minuti ed è il più battagliero anche dei compagni che hanno giocato tutta la partita. Corre, salta e lotta. Sigla un bel gol ma è sfortunato, dovendo chiedere la sostituzione un istante dopo aver ridotto le distanze.
26’ Ierardi 5.5 Entra nel corso del primo tempo, ma non si cala praticamente mai nella gara, rendendo la sua prestazione assolutamente impalpabile, tant’è che il tecnico lo tira fuori all’inizio del secondo tempo.
8’ st Checchi 5.5 Si pensava potesse essere il cambio che avrebbe dato un minimo di svolta alla gara, se non altro per un moto d’orgoglio di squadra, ma dopo un sussulto personale si spegne e non riesce più ad accendersi.
All. Invernizzi 5 Gara preparata male, dall’approccio alle scelte dei titolari. Non riesce a motivare i suoi nel primo tempo e i cambi non danno l’effetto sperato. Oggi il Settimo Milanese non è sceso in campo.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli