25 Giugno 2021

Codogno-Città di Sangiuliano Eccellenza: doppio D’Aniello, Mastrototaro e la gemma di Rantier valgono il poker, a Papa non basta un monumentale Zingari

Le più lette

Lucento-Vanchiglia Under 16: torneo All Stars, la fotogallery della vittoria granata firmata Amrhar

La fotogallery di Girolamo Cassarà della gara Lucento-Vanchiglia Under 16 valevole per i quarti di finale del torneo All...

Villa-Rozzano Under 14: Maggi e Di Tomaso gemelli del gol, Batistini e Villa giocate di classe

Uno sfavillante 5-5 è il risultato finale di una partita infinita che ha visto il Rozzano rincorrere dall’inizio alla...

LG Trino-La Biellese Eccellenza: Kambo scaccia la paura ma non evita lo spareggio, sarà “finale” con l’RG Ticino

È successo di tutto. Partiamo da ciò che conta di più, ovvero il risultato. Il 2-2 finale tra LG...

Una partita spettacolare, probabilmente da categoria superiore, almeno per quel che concerne i potenziali offensivi. Sei gol complessivi, la realizzazione flash di D’Aniello, una rete da quaranta metri di Rantier con annessa espulsione per doppio giallo un minuto dopo, una punizione magistrale di Zingari, un’autorete: novanta minuti di autentica adrenalina quelli vissuti nel pomeriggio di Codogno, con i padroni di casa che rompono il digiuno di reti e conquistano la prima vittoria, infliggendo al Città di Sangiuliano, di contro, la prima sconfitta. Gialloverdi scavalcati dal Varzi in testa alla classifica, che adesso guida a 7 punti il campionato, a +1 sulla squadra di Papa. Per i lodigiani, invece, una vittoria toccasana e che potrebbe rappresentare una buona base per un proseguimento da protagonisti nel torneo, con gli uomini di El Sheikh adesso a quota 4 punti. Abbiamo visto di tutto in una partita che non ha lesinato emozioni e voglia di giocare a calcio, in un pomeriggio ideale.

Vantaggio sprint. Trascorrono appena 10 secondi e il Codogno si ritrova in vantaggio: un’azione rapidissima porta gli uomini di El Sheikh al cross dalla sinistra, sul quale la difesa avversaria va in confusione e D’Aniello di testa approfitta di un rimpallo mettendo subito la freccia, punendo un incerto Regina. Reazione immediata degli ospiti: da 25 metri è Ababio a scaldare i guantoni di Cioffi, che respinge in corner sulla sua sinistra. Partita accesa, con diversi capovolgimenti di fronte. Sangiuliano che si affida alla mobilità di Cossetti e a qualche spunto di Zingari, mentre dall’altra parte il più cercato è sempre Rantier: al 12’ riceve un bel filtrante ma non riesce a concludere a rete cercando una soluzione a metà tra un tiro e un cross che stavolta non crea problemi a Regina che agguanta in presa alta. Il Città di Sangiuliano alza i giri e comincia a portarsi con costanza in area avversaria, scoprendosi e rischiando qualcosa, come accade al 23’, quando da un corner nasce una ripartenza del Codogno, per cui Ababio non può che spendere il giallo per intervenire su Bi Zamble in volata: sarebbe stato un tre contro uno insidiosissimo. Pochi minuti più tardi una finezza di Rantier di tacco sulla trequarti libera sulla destra ancora Bi Zamble, che rimette in mezzo per il numero 10, ma quest’ultimo non riesce a dare forza al momento dell’impatto. Le due squadre giocano a viso aperto e la partita è godibilissima: entrambe danno la sensazione di poter colpire in qualsiasi momento. Il Sangiuliano ha la grande chance al 33’: punizione dalla sinistra dell’onnipresente Zingari che serve Zanoni, il quale tutto solo di testa colpisce angolando verso la sinistra di Cioffi, ma il colpo non potente si spegne di poco a lato. Il numero 10 gialloverde e Ababio sono i due più pericolosi: al 40’, la solita palla smistata dal centrocampista termina sulla destra preda di Zingari, che con una serie di dribbling incrociati semina il panico nella difesa di casa e per poco non causa un’autorete fortuita. Allo scadere una bella iniziativa di Dragoni libera Bi Zamble per il tiro all’interno dell’area di rigore, ma Regina riscatta parzialmente l’indecisione iniziale con un intervento superlativo, mandando le squadre all’intervallo sul risultato di 1-0.

Prodezze e spettacolo. Inizio sulla falsariga del primo tempo. Le due squadre giocano con molta intensità, cercando di sfruttare la velocità dei componenti offensivi di riferimento. Micidiale ancora una volta Zingari, che al 7’ sfiora l’eurogol direttamente dalla bandierina, ma il suo tiro da novello Palanca sbatte sulla traversa. Cinque minuti più tardi D’Aniello serve in profondità Bi Zamble, il quale da sinistra mette in mezzo rasoterra per l’accorrente Mastrototaro che da due passi non può che appoggiare in rete: è il raddoppio. Il Sangiuliano, come in occasione del primo svantaggio, si affida ad Ababio per reagire: il suo colpo di testa sugli sviluppi di un corner viene salvato sulla linea dalla retroguardia avversaria. La gara viaggia su ritmi altissimi, è davvero di livello e gli schemi saltano completamente. Al 20’ è ancora D’Aniello a creare grattacapi, con Regina che rinvia male e per poco non si fa beffare dalla pressione del numero 9, che riesce solamente a rimpallare la sfera senza riuscire ad acciuffarla in un secondo momento, complice il recupero dell’estremo difensore. Serve un acuto, e non può che essere Zingari a farsi sentire: al 25’ una punizione esemplare dai 25 metri si insacca sul palo alla sinistra di Cioffi. Papa cambia assetto posizionandosi a 3 in difesa e alzando il baricentro alla ricerca del pareggio, mentre il Codogno non rinuncia a giocare nonostante il vantaggio nel punteggio. In due minuti, però, Rantier si prende la scena, nel bene e nel male: inizialmente delizia con un capolavoro pazzesco al 38’, confezionando un pallonetto da centrocampo a scavalcare Regina fuori dai pali che manda in estasi i suoi e che merita una standing ovation. La foga a seguito di questa perla lo porta a togliersi la maglia e a ricevere un’ammonizione, che dopo un minuto viene bissata per un intervento sul neoentrato Colonna: l’adrenalina gioca brutti scherzi e il direttore di gara Pastori lo espelle per doppia ammonizione. La gara è infinita: dalla punizione conseguente, lo stesso Colonna colpisce di testa e con la complicità di una deviazione di Dragoni accorcia le distanze. Il finale è incandescente: la partita non ha un attimo di respiro e le occasioni si susseguono senza soluzione di continuità. In pieno recupero, con l’assedio ospite, è ancora D’Aniello a regalare il poker, con una solita azione in ripartenza e una fuga solitaria conclusa con un destro rasoterra che batte Regina. Cala il sipario su una partita che è stata un autentico spettacolo.

IL TABELLINO

RC CODOGNO-CITTÀ DI SANGIULIANO 4-2
RETI (2-0, 2-1, 3-1, 3-2, 4-2): 1’, 49’ st D’Aniello (RC), 12’ st Mastrototaro (RC), 25’ st Zingari (CS), 37’ st Rantier (RC), 41’ aut. Dragoni (CS).
CODOGNO (4-3-3): Cioffi 6.5, Bernazzani 6.5, Bernardini S. 6.5, Mastrototaro 7, Castellana 6, Giavardi 6.5, Dragoni 6.5, Pezzi 6 (24’ st Imprezzabile sv), D’Aniello 8, Rantier 7, Bi Zamble 7 (25’ st Mapelli sv). A disp. Castagnetti, Mazzi, Palla, De Matteo, Porati, Mavrov, Gazzola. All. El Sheikh 7.
CITTÀ DI SANGIULIANO (4-3-3): Regina 5, Mazzei 5.5, Colombi 6.5 (22’ st Nasali sv), Zanoni 6.5 (43’ st Licciardello sv), Rossi 6, Piagni 5.5 (35’ st Sabatucci sv), Monteverde 6 (22’ st Colonna 6.5), Ababio 7, Parodi 5, Zingari 7.5, Cossetti 6 (22’ st Adyemang sv). A disp. Boari, Caria, Zicari, Parissenti. All. Papa 6.
ARBITRO: Pastori di Busto Arsizio 6.5.
ASSISTENTI: Cattaneo di Bergamo e Perrella di Crema.
AMMONITI: Ababio (CS), Mazzei (CS), Mastrototaro (RC), Zanoni (CS), Sabatucci (CS).
ESPULSO: 38’ st Rantier (RC) per doppia ammonizione.

LE PAGELLE

RC CODOGNO
Cioffi 6.5 Grande intervento ancora a freddo sulla sventola di Ababio. Molto bravo nel finale in uscita bassa.
Bernazzani 6.5 Preziosissimo, riesce sempre a fare la cosa giusta.
Bernardini S. 6.5 Grande intervento in copertura su Zingari al 36’. Cala nella ripresa: in affanno sulla costante pressione del calciatore più in forma degli avversari, riesce comunque a cavarsela garantendo slanci notevoli sulla corsia di sua competenza.
Mastrototaro 7 Puntuale in occasione della rete, è una garanzia assoluta. Gioca sempre con sicurezza, non butta mai un pallone.
Castellana 6 Bravo al 42’ ad evitare che il solito Zingari possa venire in possesso della sfera da posizione pericolosissima.
Giavardi 6.5 Grande intervento al 7’ sulla bella progressione di Cossetti. Preciso.
Dragoni 6.5 Si fa sentire, ma a volte pecca di generosità sbagliando la misura di qualche passaggio. Apprezzabile però l’impegno costante e il temperamento esemplare. Un lottatore, sfortunato nell’autorete.
Pezzi 6 Tatticamente intelligente, interessante l’idea per Rantier al 12’. (24’ st Imprezzabile sv).
D’Aniello 8 La sua rete spezza il digiuno della squadra. Splendida l’idea che funge da apripista per il raddoppio e, non contento, suggella una prestazione mostruosa con la rete del definitivo 4-2. Migliore in campo.
Rantier 7 Calciatore dai mezzi sublimi. Alcune giocate sono davvero di alto livello, come il tacco per smarcare il compagno Bi Zamble ma, soprattutto, col capolavoro realizzato da centrocampo: letteralmente da stropicciarsi gli occhi. Mezzo voto in meno per l’espulsione: un uomo della sua esperienza avrebbe potuto evitare il rosso.
Bi Zamble 7 Cerca di svariare su tutto il fronte offensivo. Nella ripresa sale ancora più di tono, garantendo l’apertura di spazi grazie al suo lavoro fisico e coronando la prestazione con l’assist del 2-0. (25’ st Mapelli sv).
All. El Sheikh 7 La squadra ha voglia di vincere e lo dimostra apertamente. Lascia campo libero ai suoi tre davanti, cercando di non dare mai punti di riferimento: missione compiuta.

CITTÀ DI SANGIULIANO
Regina 5 Incertezza nell’azione del vantaggio, sfodera una bella parata nel finale di primo tempo che riscatta parzialmente la pecca iniziale. Nella ripresa, però, ha più di qualche responsabilità sulla rete di Rantier, al netto della prodezza del numero 10 avversario.
Mazzei 5.5 Lecito attendersi qualcosa in più. Non affonda quanto potrebbe.
Colombi 6.5 Ara la corsia mancina. Pedina fondamentale per le offensive della squadra, è anche il principale rifornitore di cross dell’incontro. (22’ st Nasali sv).
Zanoni 6.5 Anche lui si fa sorprendere in occasione del vantaggio flash del Codogno. Prova a farsi perdonare con un colpo di testa nel primo tempo che finisce di pochissimo fuori. (43’ st Licciardello sv).
Rossi 6 Predica calma a centrocampo. Serve lui per girare la sfera e mettere in ordine le idee.
Piagni 5.5 Gelato insieme al compagno in occasione del vantaggio istantaneo, soffre i movimenti del trio offensivo avversario. (35’ st Sabatucci sv).
Monteverde 6 Primo tempo leggermente sottotono, nella ripresa partecipa molto più attivamente.
22’ st Colonna 6.5 Propizia l’espulsione di Rantier e la rete del 4-2: più di così nel poco tempo a disposizione non poteva fare.
Ababio 7 Il primo a scatenare un sussulto dopo la doccia gelata, è un autentico motorino. Serve come il pane.
Parodi 5 Non si vede quasi mai, davanti è mancata la sua presenza.
Zingari 7.5 Illumina i suoi e cerca di trovare spesso anche la soluzione personale con giocate strepitose. Di altra categoria, e lo dimostra con la rete pazzesca da punizione e con un gol da corner sfiorato.
Cossetti 6 Molto dinamico nel primo tempo, cerca sempre di supportare i suoi. Cala con il passare dei minuti (25’ st Mapelli sv).
All. Papa 6 Coraggioso nella ripresa nel cercare di raddrizzare il match modificando l’assetto e sistemandosi a tre dietro, ma stavolta non basta. In attacco la squadra è presente, manca qualcosa dietro.

ARBITRO
Pastori di Busto Arsizio 6.5 Lascia giocare e sorvola su alcuni contatti, ma nel complesso gestisce bene una partita ad altissima intensità agonistica.

LE INTERVISTE

Il tecnico El Sheikh è soddisfatto dei primi tre punti conquistati contro il Città di Sangiuliano: «Prima della partita ho chiesto ai ragazzi di regalarmi la partita perfetta e lo hanno fatto, sia in fase difensiva che offensiva. Nelle prime due uscite ci è mancato qualcosa negli ultimi trenta metri, oggi invece siamo stati cattivi e abbiamo conquistato una vittoria importante per il nostro cammino, senza rilassarci. Voglio complimentarmi con i ragazzi perché stanno lavorando bene e hanno raccolto quanto meritato nella gara di oggi». Un commento sulla prodezza di Rantier: «Questo è il vero Rantier, quello che ha fatto è un colpo da grande giocatore. Sono contento anche per D’Aniello, che alla prima da titolare ha fatto una grande prestazione generale. Mi sono comunque piaciuti tutti, hanno giocato con spirito di sacrificio». Dove può arrivare questo Codogno? «Non voglio fare proclami, dobbiamo lottare partita dopo partita. Se giochiamo come abbiamo fatto oggi, però, posso dire che andremo lontano».

In casa Città di Sangiuliano parla il DS Battaglino: «Il mister da martedì farà le valutazioni tecniche necessarie. Il gol a freddo è sotto gli occhi di tutti, ma avevamo tutta la partita per ribaltare il risultato. Siamo stati bravi a riaprirla, ma abbiamo commesso qualche errore di troppo. Prendiamo atto della sconfitta e cerchiamo di rimetterci a lavorare in vista dei prossimi impegni». La sensazione è che la squadra trovi facilmente la via della rete ma che ci sia qualcosa da sistemare in difesa, subendo troppe reti. «Sicuramente ne abbiamo presi troppi nelle tre partite e dobbiamo migliorare, ma confido nelle nostre qualità». Adesso arriva il Varzi domenica, per una sfida che si preannuncia importantissima: «Abbiamo voglia di rivincita, dobbiamo prepararla bene perché avremo di fronte una squadra forte».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli