13 Agosto 2020 - 00:05:59

Eccellenza, highlander Mantovani: «Una stagione a dir poco straordinaria»

Le più lette

Comitato regionale Piemonte e quel sorteggio che puzza di spot elettorale

Quattro anni fa, quando Christian Mossino era stato eletto da pochi mesi alla guida del Comitato regionale Piemonte Valle...

Città di Varese Serie D, altro colpo in attacco: ecco Andrea Addiego Mobilio

Il Città di Varese comunica di aver raggiunto l'accordo con Andrea Addiego Mobilio, esterno d'attacco in arrivo dai liguri...

Novara, è ufficiale: Sergio Zanetti nuovo allenatore della Berretti

Mancava solo l'ufficialità per l'approdo di Sergio Zanetti al Novara. L'argentino allenerà la Berretti prendendo il posto di Giacomo...

Classe 1994, portiere di grande sostanza, dietro alla stupenda stagione della Rhodense, ci sono anche le sue straordinarie parate. Stiamo parlando di Andrea Mantovani, un vero highlander nel girone A, con ben 1890 minuti giocati all’attivo.

«Quello che stiamo facendo sta andando oltre ogni più rosea aspettativa. Competere nella lotta per i playoff è sicuramente motivo di grande orgoglio. Nelle ultime gare, in effetti, c’è stata una flessione ed era preventivabile dopo lo straordinario girone di andata. Questa pausa forzata, d’altro canto, sempre che si riesca a tornare sui campi ad aprile, potrebbe giocare a nostro favore e permetterci di recuperare alcune pedine» spiega il portiere arancionero.

«Il segreto di tutto quanto risiede nella grande forza del nostro gruppo, guidato magnificamente dal nostro mister. Solidarietà e gioco di squadra sono sempre state le parole d’ordine di Raspelli, sin dall’inizio della stagione» racconta Mantovani. «La nostra miglior partita in campionato rimane senza dubbio la vittoria contro l’attuale capolista Busto 81. E’ stata quella della svolta, che ci ha detto veramente che potevamo fare grandi cose e andare al di là della semplice salvezza. L’ultimo mese è stato sicuramente un ritorno alla realtà: abbiamo avuto una flessione, ma era davvero difficile ripetere il tabellino di marcia del girone di andata» ammette.

«Le squadre ai vertici del girone sono tutte più o meno forti, ma quella che mi ha impressionato di più è stata il Verbano, con cui condividiamo la terza miglior difesa del campionato, un altro dei nostri punti di forza: hanno messo in campo grinta e corsa forsennata, creandoci parecchie difficoltà» spiega Mantovani. «Mister Raspelli è stato chiaro da sempre: l’obiettivo deve essere la salvezza, ma con questi numeri i playoff sono raggiungibili. La sospensione a causa dell’emergenza sanitaria, d’altronde, è arrivata in un momento della stagione cruciale per noi, dove avremmo avuto gli scontri diretti col Verbano, Accademia Pavese e Busto 81. Ci permette sicuramente di recuperare le forze, ma se si dovesse giocare ad aprile, non sarà semplice riprendere la marcia dopo un mese di inattività» conclude.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli