12 Giugno 2021

Luciano Manara-Ardor Lazzate Eccellenza: pari e patta, Bonazzi riprende Abaterusso nel finale

Le più lette

Alcione-Città di Sangiuliano Eccellenza: Zingari-Grasso-Orrico, gli uomini di Crucitti fanno il colpaccio e riaprono tutto

Grande sorpresa al "Kennedy", dove l’Alcione, che con una vittoria sarebbe balzata in testa alla classifica, subisce invece un...

Torneo Ciatto-Cassera: le finali della fase provinciale che abbiamo seguito direttamente sul campo

Una domenica di grande calcio per il calcio bergamasco. Sono infatti andate in scena a Torre Boldone, le finali...

Borgosesia-Hsl Derthona Serie D: tre punti d’oro per i padroni di casa, la salvezza si avvicina

Vittoria pesantissima quella maturata nel pomeriggio odierno a Borgosesia, dove i padroni di casa superano per 2-1 il Derthona...

Termina senza un vincitore la sfida tra Luciano Manara e Ardor Lazzate, conclusasi sul punteggio di 2-2. Ad aprire le marcature è la zuccata nella prima frazione di Manta, a cui risponde a cavallo tra i due tempi la doppietta di Conti; pareggio poi maturato dai gialloblù nel finale grazie al tap-in vincente in una mischia del subentrato Frigerio. Nonostante la rete della parità sia arrivata nei minuti di recupero, probabilmente ai punti avrebbero meritato la vittoria proprio i ragazzi di Bonazzi, i quali hanno addirittura avuto la palla del colpaccio, ma hanno visto il proprio urlo di gioia infrangersi sul palo a tempo praticamente scaduto. Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto a seconda della prospettiva per il Manara: da un lato rimanda anche questa domenica il primo successo alla prossima giornata e resta amareggiato per aver subito il 2-2 negli ultimi scorci di gara; dall’altro però si porta in saccoccia un buon punto con un avversario ostico, avendo anche rischiato di tornare a casa totalmente a mani vuote.

Asse Ronchi-Manta. L’inizio del match si caratterizza per una grande voglia di dimostrare da parte delle due formazioni, entrambe desiderose di riscattarsi per l’inizio di stagione non entusiasmante. Tuttavia, inizialmente a prevalere non sono assolutamente il bel gioco e una pioggia di occasioni, bensì un nervosismo generale e parecchi falli. Infatti, nella prima mezz’ora la gara risulta essere piuttosto spezzettata e priva di palle-gol. L’unica conclusione è un tiro dalla distanza di Losa, facile preda di Bozzato. Nell’ultimo quarto d’ora della frazione, gli ospiti cominciano a guadagnare terreno e a schiacciare i padroni di casa nella propria metacampo. In particolare, attraverso le incursioni dei due esterni: Ronchi e Manta. La prima occasione degna di nota è al 29’, quando lo stesso Manta lascia partire un bolide da fuori area che termina per un soffio alla destra di Fontana, rimasto immobile a guardare. Due minuti dopo, il portiere locale si scalda i guanti con un bell’intervento in tuffo opponendosi al colpo di testa Pedrazzini. Le prove generali del vantaggio gialloblù continuano, Corsini si libera alla grande al limite dell’area e sforna un interessante cross basso, al centro si trova Manta che colpisce di prima ma trova sulla sua strada un ancora reattivo Fontana. I ragazzi di Abaterusso non riescono a escogitare le contromisure adatte, continuando a subire le avanzate ospiti. Infatti, al 37’ finalmente l’Ardor riesce a sfondare il fortino biancazzurro e a siglare l’1-0: Ronchi si divincola molto bene sulla sinistra, mette in mezzo un pallone pennellato perfettamente sulla testa dell’altro esterno Manta – ricordando un’azione “gasperiniana” – il numero 11 è preciso e insacca la sfera sotto al sette. Nonostante lo svantaggio, i padroni di casa non sembrano abbozzare una grande reazione. Tuttavia, improvvisamente Biaye penetra nell’area avversaria, Bonazzi lo ferma ma secondo l’arbitro in modo irregolare e provoca dunque il penalty. Dal dischetto Conti è glaciale e firma l’inaspettato 1-1.

Assalto gialloblù. Ad inizio ripresa l’Ardor appare ancora scosso, il Manara capta il presagio favorevole e ne approfitta. Al 4’ Bovis batte un corner, trova sul primo palo Conti che con uno stacco notevole anticipa tutti e con un’incornata stupenda spedisce il pallone alle spalle di Bozzato. A sorpresa, i gialloblù si ritrovano sotto. Il 2-1 sembra però scuoterli definitivamente, riuscendo a riportarli all’atteggiamento mostrato negli ultimi 15 minuti del primo tempo. I biancazzurri, invece, da questo momento si arroccano in difesa cercando di allontanare ogni tentativo pericoloso e di ripartire in contropiede. Dal 20’ iniziano a fioccare le occasioni per gli ospiti: il primo a provarci è Quaggio con un tiro al volo che termina alle stelle (21’); successivamente tenta la botta da fuori De Vincenzi, ma al suo tentativo risponde Fontana con un gran colpo di reni; infine, viene richiesto un calcio di rigore per un presunto tocco di mano nell’area del Manara (33’), senza però riscontrare l’approvazione del direttore di gara. Nei minuti restanti si assiste a un finale al cadiopalma. Infatti, al 38’ i padroni di casa hanno la chance per chiudere l’incontro: Biaye è astuto e caparbio nel sottrarre un pallone al limite dell’area a un disattento Pedrazzini, giunto però davanti al portiere non mantiene la freddezza necessaria centrando sul piede Bozzato. L’Ardor si getta completamente all’arrembaggio alla ricerca del pari. Prima ci va solamente vicino con una legnata pazzesca di Ferrari, che sbatte sulla traversa; poi lo agguanta in una mischia su punizione con il guizzo vincente di Frigerio, più lesto di tutti a fiondarsi su una respinta di Fontana. Addirittura, a tempo praticamente scaduto, sfiora il colpaccio con Cannizzaro, il quale con un’azione pressochè identica non trova il gol, ma solo il palo. Si conclude dunque il match sul risultato di 2-2, lasciando entrambe le compagini da un lato soddisfatte per aver evitato la sconfitta, ma dall’altro con il rammarico di non aver acciuffato la vittoria per un soffio.

Manara-Ardor Lazzate Eccellenza foto minuto di raccoglimento
Il minuto di raccoglimento prima dell’inizio del match

IL TABELLINO

LUCIANO MANARA-ARDOR LAZZATE 2-2
RETI: 37’ Manta (A), 44’ rig. e 4’ st Conti D. (M), 45’ st Frigerio (A).
LUCIANO MANARA (4-3-3): Fontana 7, Chakhssi 6, Cotrone 5.5 (37’ st Zappa 5), Losa 6, Torriani 6, Esposito 6.5, Biaye 7, Scaccabarozzi 5.5 (20’ st Bonfanti 6), Conti D. 7, Marinaci 5.5 (15’ st Schiavano 6), Bovis 6.5. A disp. Conti F., Falzone, Resnati, Arisi, Ciappesoni, Donghi. All. Abaterusso 6.
ARDOR LAZZATE (3-5-2): Bozzato 6, Bonazzi 5.5 (9’ st Frigerio 7), Cavalcante 6, Peverelli 6, Pedrazzini 6.5 (5’ st Martini 6.5), Belotti 6.5, Ronchi 7 (25’ st Ferrari 7), De Vincenzi 6 (25’ st Cannizzaro 6.5), Quaggio 5.5, Corsini 6.5 (25’ st Romano 6), Manta 7. A disp. Bizzi, D’Astoli, Bigioni, Noviello. All. Bonazzi 6.5.
ARBITRO: Sciolti di Bergamo 5.
ASSISTENTI: Perrella di Crema e Damato di Milano.
AMMONITI: Scaccabarozzi (M), Losa (M), Zappa (M), Corsini (A), Frigerio (A), Cannizzaro (A).
ESPULSO: 49’ st Zappa (M) per doppia ammonizione.

LE PAGELLE

LUCIANO MANARA 
Fontana 7 Salva il risultato in più occasioni con interventi di alto livello. Incolpevole sui due gol subiti, anzi sul secondo effettua un mezzo miracolo prima di venir trafitto sulla respinta da Frigerio.
Chakhssi 6
Belle discese sull’out di destra ad inizio partita. Poi quando l’Ardor comincia a venire fuori, inizia a farsi vedere sempre di meno.
Cotrone 5.5 Nella prima fase della gara dialoga bene con Bovis, proponendosi con sovrapposizioni interessanti. Dalla mezz’ora anche lui cala drasticamente, soffrendo in particolare le incursioni di Manta.
37’ st Zappa 5 Entra a neanche a 10 minuti dal termine e si fa espellere per doppia ammonizione. Non proprio il massimo.
Losa 6 Prova a bissare il gol segnato contro il Gavirate con conclusioni da fuori, senza però ottenere lo stesso esito. Prova abbastanza incolore, si guadagna la sufficienza lottando a centrocampo.
Torriani 6 Supporta il compagno di reparto con chiusure tutto sommato puntuali. Fa il suo.
Esposito 6.5 Primo a far partire l’azione da dietro. Inoltre, si distingue soprattutto per i tempi di intervento assolutamente corretti; riesce a neutralizzare il pericolo Quaggio.
Biaye 7 Buone percussioni con cui si addentra all’interno dell’area rigore, tra cui quella dove si procura il penalty. Per il resto non molla mai un centimetro, sicuramente il più positivo dei tre di centrocampo. Nel finale ha il match-point della gara, ma lo fallisce.
Scaccabarozzi 5.5 Prova a farsi vedere con alcuni strappi in mezzo al campo, ma viene quasi sempre ingabbiato dagli avversari. Fa parecchia fatica, partita sottotono.
20’ st Bonfanti 6 Con il suo ingresso aiuta i compagni portando maggiore copertura.
Conti D. 7 Non disputa una prestazione eccezionale, tuttavia marca indelebilmente il match firmando la doppietta che porta temporaneamente in vantaggio i suoi. Glaciale dal dischetto, lesto ad anticipare tutti sul secondo sigillo.
Marinaci 5.5 Qualche buona sponda quando viene incontro al pallone. Troppo poco per evitare l’insufficienza.
15’ st Schiavano 5.5 Inserito per portare pericolosità in attacco, non produce nulla degno di nota.
Bovis 6.5 Crea superiorità numerica là davanti saltando spesso l’uomo. Dopo un buon inizio, cala nella parte centrale dell’incontro, poi si riprende nel finale. Perfetto il corner battuto che genera il 2-1.
All. Abaterusso 6 Resta in vantaggio fino ai minuti di recupero, anche se la sua squadra non convince del tutto. Probabilmente sarebbe servito qualcosa in più per allontanare le avanzate ospiti.

ARDOR LAZZATE
Bozzato 6 Forse avrebbe potuto tentare l’uscita sul gol del 2-1; il rigore lo intuisce, senza però intercettarlo. Nel finale evita ai suoi il ko con un buon intervento di piede su Biaye.
Bonazzi 5.5 Commette il fallo da rigore, anche se restano dubbi sul fatto che l’intervento fosse irregolare. Per il resto combina troppo poco.
9’ st Frigerio 7 A livello difensivo va abbastanza in difficoltà quando viene puntato da Bovis. Si merita il sette per la zampata con cui regala il pareggio ai suoi.
Cavalcante 6 Tanti lanci lunghi, anche se non sempre precisi. Ad ogni modo, non commette sbavature gravi.
Peverelli 6 Ci mette un po’ ad entrare in partita, poi gioca da playmaker e smista palloni. Tuttavia, sbaglia dei passaggi pericolosi, come nel finale quando regala il pallone a Biaye per il possibile 3-1.
Pedrazzini 6.5 Effettua inserimenti interessanti, va pure vicino alla rete nel primo tempo. Fa passare come un dettaglio l’essere un classe 2003.
7’ st Martini 6.5 Porta imprevedibilità all’attacco con dribbling repentini.
Belotti 6.5 Grande leadership del capitano a trascinare i compagni. Nonostante abbia una ferita in testa, gioca fino alla fine come se niente fosse; un vero gladiatore.
Ronchi 7 Si propone costantemente sulla fascia sinistra, bravo ad accentrarsi e a effettuare cross taglienti. Fornisce un assist al bacio a Manta in occasione dell’1-0.
25’ st Ferrari 7 Centra una traversa incredibile con una botta al volo pazzesca. In generale porta pericolosità nel reparto offensivo.
De Vincenzi 6 Cerca qualche conclusione da distanza, senza però riuscire a graffiare particolarmente.
25’ st Cannizzaro 6.5 Ottimo ingresso anche il suo, pure lui centra un legno allo scadere.
Quaggio 5.5 Fa salire la squadra e difende i palloni con il fisico. Tuttavia, in zona gol è troppo inconcludente e passivo.
Corsini 6.5 Agisce da seconda punta, svaria bene alle spalle di Quaggio. Qualche spunto interessante lo crea. 25’ st Romanò 6.
Manta 7 Prima sfiora il gol con una gran botta dalla distanza e poi con un tiro dentro l’area. Alla fine, la rete arriva poco dopo con una bella zuccata in inserimento.
All. Bonazzi 6.5 Prima mezz’ora a parte, i suoi disputano una bella gara. Con un po’ di fortuna in più avrebbe ottenuto i tre punti.

ARBITRO: Sciolti di Bergamo 5 Restano dubbi sia sul rigore concesso al Manara che su quello non concesso all’Ardor. In generale i suoi fischi nella partita non convincono.

 

LE INTERVISTE

Manara-Ardor Lazzate Eccellenza foto Abaterusso
Claudio Abaterusso, tecnico del Manara

LUCIANO MANARA
Claudio Abaterusso
a fine gara commenta: «Giudico il risultato ottimo, dato che abbiamo giocato contro una squadra forte, sia sulla carta che effettivamente sul campo; hanno dei giocatori dal potenziale importante. Nonostante qualche defezione, abbiamo disputato una buona gara. Nel finale, oltre ad essere uno in meno, c’è stato un calo fisico; lo posso capire, dato che avevo chiesto ai ragazzi di tenere ritmi altissimi e questo nei minuti conclusivi lo abbiamo pagato. Abbiamo subito i maggiori pericoli da palle inattive, quindi a difesa schierata e con loro che calciavano rasoiate pazzesche verso la porta. Sappiamo benissimo che in queste circostanze basta pochissimo, anche solo una deviazione, per prendere il gol. Tuttavia, anche noi abbiamo avuto delle chance per chiudere la partita; non siamo stati capaci, lavoreremo per migliorare questo aspetto. Ad ogni modo, sono molto contento e soddisfatto dei ragazzi, anche in settimana stanno sempre rispondendo alla grande».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli