18 Giugno 2021

Lumezzane-Prevalle Eccellenza: un poker rossoblù spinge Inverardi and friends in alta quota

Le più lette

Pessano-Cornatese Pulcini B: scopri gli scatti più belli della gara tra i ragazzi di Alberto Morelli e Andrea Grieco

Pomeriggio all'insegna dello spettacolo quello tra Pessano e Cornatese, che nell'ultimo turno del proprio girone regalano una gara all'insegna...

Eccellenza, il Settimo acquista Ahmed Rassoul Gueye: difensore ex Rivoli e Juventus

Il Settimo ha ufficializzato l'acquisto di Ahmed Rassoul Gueye, difensore centrale classe 1995. Gueye ha giocato recentemente nel Rivoli...

Città di Vigevano, Roberto Dipaola sarà il nuovo responsabile del settore giovanile

Il città di Vigevano ha annunciato il nuovo responsabile del settore giovanile. Si tratta di Roberto Dipaola, ex dirigente...

Al Tullio Saleri di Lumezzane i padroni di casa stroncano le residue speranze del Prevalle 4-2, mediante la doppietta di super Caracciolo e le reti di Inverardi e Franchi. Con questa vittoria il Lume lancia il guanto della sfida alla capolista Leon, vincente a Mazzano in rimonta contro un Ciliverghe ormai fuori dai giochi. Prima parte di gara schiacciante del Lumezzane, che si è portato in vantaggio sul 3-0 senza lasciare nulla al caso. L’intera primo tempo infatti è stato un monologo dei ragazzi di Stankevicius, che hanno preso il possesso della sfera e il controllo sulle corsie laterali senza mai far uscire il Prevalle se non in qualche sporadico contropiede. A complicare i piani di Nicolini, l’infortunio in fase iniziale di Berta che ha tolto l’unico vero punto di riferimento offensivo del Prevalle e lasciato i biancorossi in balia dei padroni di casa. L’unico acuto, peraltro quasi nemmeno troppo preventivato, è stato il golazo in volée di Vigani in chiusura di frazione, quasi come un lampo nel deserto biancorosso nel cielo plumbeo del Saleri. Il gol ha spronato la formazione ospite che nella ripresa è partita col piglio giusto nel tentativo di raddrizzare una gara avviatasi sul piano inclinato. E, al di là di qualche rischio corso in contropiede, è giunta perfino ad una sola lunghezza grazie alla marcatura siglata da Roma, poco prima della doccia fredda finale causata dall’inarrivabile Caracciolo. Con questa sconfitta il Prevalle scivola al sesto posto e forse ha perso definitivamente la speranze di vincere il titolo, nonostante non sia ancora condannato dalla matematica. Viceversa il Lumezzane è l’unica squadra ancora imbattuta insieme alla capolista Leon, e nel prossimo turno dovrà battere la sorprendente Zingonia e sperare nella collaborazione del Castegnato per lanciare, a 3 turni dalla fine, l’assalto finale alla vetta.

Illuminismo. Parte subito forte il Lume con un ispirato Inverardi sulla corsia di destra che – appena può – mette dentro palle invitanti, una delle quali subito in apertura per poco non è destinata in rete dai compagni. Parte molto aggressivo il Lume e schiaccia il Prevalle nella sua metà campo. Anche se per il primo quarto d’ora il Prevalle riesce a contenere ogni tentativo ordito dai giocatori casa. Da segnalare però un pericolo corso dai rossoblù quando Kaloudis rischia la frittata entrando fuori tempo su Vigani lanciato verso il fondo a seguito d’un veloce contropiede del Prevalle, che avrebbe potuto lasciare in inferiorità numerica i suoi quando mancano ancora 80 minuti al 90°. Per il resto, nel primo quarto d’ora, grande pressione del Lume e ospiti pronti alla rimessa veloce. Intanto, dopo solo un quarto di gioco, c’è il primo cambio nelle fila biancorosse con Guariniello che subentra all’acciaccato Berta: per Aldo Nicolini subito un grattacapo in più da risolvere. Ma il cambio non galvanizza gli ospiti e anzi precede di poco il vantaggio locale firmato da Caracciolo, quando indisturbato deposita in rete un cross basso dalla destra di Inverardi, precedentemente servito da Franchi con un tocco di prima fantasmagorico. Il Lume al 20’ la sblocca con una grande azione in velocità, che prende in controtempo tutti, soprattuto l’intero pacchetto arretrato del Prevalle. Si fa in salita per gli uomini di Nicolini. Prevalle che comunque rimane ad aspettare, mentre il Lume prosegue imperterrito la sua manovra e intorno alla mezz’ora raddoppia con un grande Inverardi, che trova lo spiraglio giusto dopo una grande azione in velocità del Lumezzane. Mezz’ora perfetta della squadra di Stankevicius, che con un possesso eccellente e tante trame di gioco si porta senza troppi problemi sul 2-0. Ma non è finita, perché prima del duplice fischio c’è anche il tris calato da Stefano Franchi, bravo nel recuperare un pallone respinto da Felotti sul tiro precedente di Zugno e poi a trovare il pertugio giusto con una serpentina delle sue: palla calciata nell’angolino e altra grande prestazione del fantasista valgobbino. Ma a recupero inoltrato, quando manca un amen al duplice fischio, ecco Vigani rovinare la bellissima frazione del Lumezzane con una gran rete dal limite dell’area: qui Kaloudis è parso sorpreso e in ritardo nel deviare la sfera ma grande zampata comunque dell’attaccante biancorosso che, quando tutto sembrava ormai perduto – ha l’ardire e l’ardore di accorciare le distanza con una volée da applausi.

 

Cuore Prevalle. La ripresa si apre con la pazzesca traversa di Minotti colpita su punizione in apertura di ripresa, che sembra voler ribadire la supremazia del primo tempo. Il Lume vuole completare l’opera e spinge da subito sull’acceleratore per non far rientrare gli ospiti in gara. È solo un’illusione, perché il Prevalle è ben consapevole di doversi giocare le ultime cartucce e pertanto inizia a premere sull’acceleratore, sfiorato il gol – dopo un’azione un po’ confusa – con un’insidioso tiro da fuori di Gestra. Il Lumezzane risponde poco dopo con una rasoiata fuori di poco di Serpelloni. Dopo una giostra di cambi però il Prevalle, introno alla metà della seconda frazione, accorcia su calcio d’angolo con Roma, bravo ad inserirsi sul secondo palo e a ribadire in rete di piede in due tempi dopo la prima incornata andata a vuoto. Quando mancano 20’ dal termine il Prevalle ritorna in partita, proiettandosi in avanti e prestando il fianco ai contropiede valgobbini. Subito dopo, infatti, su uno dei quali Caracciolo fallisce il 4-2 davanti a Fenotti, dopo una buona discesa sulla sinistra di Pedrinelli. Il gol comunque galvanizza il Prevalle ma trova un Lumezzane comunque ben attento a non scoprirsi troppo. Prima del 4-2 definitivo firmato dall’Airone ad una manciata dal termine, c’è stato l’errore da pochi passi di Razzitti. Ma è proprio l’Airone a chiudere i giochi, rientrando sul destro e chiudendo il match con un bellissimo tiro agli incroci dove Felotti non può arrivare. Continua la folle rincorsa del Lume.

IL TABELLINO

RETI (3-0, 3-2, 4-2): 19’ pt Caracciolo (L), 29’ pt Inverardi (L), 36’ pt Franchi (L), 46’ pt Vigani (P), 23’ st Roma (L), 40’ st Caracciolo (L).
LUMEZZANE VGZ (4-2-3-1) Kaludis 6, Zugno 6.5, Villa 6.5 (41’ st Giosu sv), Politti 6.5, Pinton 6.5, Minotti 6.5, Inverardi 7.5 (34’ st Paderno sv), Dadson 7, Caracciolo 8 (41’ st Barezzani sv), Franchi 7.5 (20’ st Razzitti sv), Serpelloni 6 (20’ st Pedrinelli sv). A disp. Agliardi, Stankevicius, Fattori, Straolzini. All. Marius Stankevicius 7.
PREVALLE (3-5-2) Felotti 5.5, Caldara 5.5 (42’ st Stefanescu sv), Roma 6.5, Gestra 6, Comotti 6.5, Kamalu 6, Prati 6, Fusar Bassini 6, Berta sv (15’ pt Guariniello 6), Bignotti 5.5 (20’ st Stanckovic sv), Vigani 6.5. A disp. Benedetti, Crivella, Prandini, Serafini, Vernuccio, Beccalossi. All. Aldo Nicolini 5.5.
ARBITRO: Andrea Scarano di Seregno 6.
ASSISTENTI: Monelli (Busto Arsizio) e Domenghini (Bergamo).
AMMONTI: Caracciolo (L), Minotti (L), Beccalossi (P), Zugno (L), Roma (P), Zugno (L), Giosu (L).
ESPULSI: Zugno (L).

LE PAGELLE

LUMEZZANE 
Kaludis 6 Rischia tanto in apertura quando esce su Vigani alla disperata e viene graziato dal direttore; poi sulla rete di Vigani parte un po’ in ritardo.
Zugno 6.5 Buone sovrapposizioni, si propone spesso sulla destra per alimentare la manovra e la spinta nella sua zona. Vicino al gol quando poi segnerà Franchi.
Villa 6.5 Quota di belle speranze, nonostante la giovane età spinge alla grande mettendo dentro dalla sinistra cross sempre invitanti; buone anche le diagonali. Buoni movimenti e ottima corsa.
Politti 6.5 Buona pressione costante messa sul portone di palla, rende molto difficile la costruzione del Prevalle e questo aiuta molto i suoi in mezzo. Buono lo smistamento.
Pinton 6.5 Ottima partita, corre molto e ci mette sempre una pezza all’occorrenza: trova sempre il giusto tempismo.
Minotti 6.5 Sostituisce lo squalificato Pesce ma non lo fa rimpiangere per nulla, perché nel mezzo è una diga e nel primo tempo si vede quanto il suo apporto sia stato determinante.
Inverardi 7.5 Solito propulsore sulla corsia di destra, quelle zolle sono la sua rampa di lancio per decollare nello spazio: grande assist per il vantaggio iniziale e freddissimo nella rete del raddoppio. Al top.
Dadson 7 Stagione fenomenale del perno di centrocampo valgobbino, che con la sua corsa e le sue geometrie è sempre dominante nel mezzo.
Caracciolo 8 Quinta rete di stagione per l’Airone che alla prima palla buona messa dentro da Inverarsi si fa trovare pronto fra le statue di gesso della retroguardia locale, per poi chiuderla nel finale.
Franchi 7.5 Buone trame offensive, ritorna in campo dopo l’assenza di domenica scorsa e si rende subito protagonista, come quando assiste Inverardi sulla destra per l’azione che porterà al gol Caracciolo e poi quando inventa la magia del tris: genio della lampada.
Serpelloni 6 Non si vede moltissimo ma nella ripresa ha avuto modo di creare qualcosa in più, come il tiro terminato fuori di poco. Altalenante.
All. Marius Stankevicius 7 Senza Pesce fuori per squalifica, propone Minotti ma il risultato non cambia. Forse non gestisce al meglio alcuni momenti della gara ma il pallino el gioco è sempre dalla sua.

 

PREVALLE
Felotti 5.5 Ex Rovato, all’andata aveva parato un rigore proprio a Caracciolo, ma stavolta non può nulla sull’1-0 dell’ex Brescia e nemmeno dopo. A volte insicuro, paga il fondo scivoloso.
Caldara 5.5 Per l’ex di giornata tanto cuore ma il destino gli si rivolta contro: da premiare l’intensità con la quale ha affrontato il match.
Roma 6.5 Ha il merito di segnare il gol del 3-2 e riaccendere le speranze dei suoi, il suo tempismo d’inserimento sull’angolo è stato fantastico.
Gestra 6 Grande lancio per Vigani che quest’ultimo trasforma in un assist vincente: torna a casa con un pizzico d’amarezza in meno. Buon tentativo nella ripresa.
Comotti 6.5 Centrocampista di buon livello che riesce a far valere la sua tecnica in mezzo al campo.
Kamalu 6 Non parte al top, ma cresce alla distanza e nella ripresa è autore di buone chiusure.
Prati 6 Buon dinamismo ma stavolta gli avversari gli rendono la vita molto difficile, lui comunque è uno dei migliori dei suoi.
Fusar Bassini 6 Buon temperamento, si prodiga molto per metterci delle pezze dando prova di buona generosità. Onesto dietro.
Berta Sv Solo un quarto d’ora per lui, evidentemente non riesce ad essere al meglio per problemi muscolari.
15’ pt Guariniello 6 Si rende pericoloso in un paio di occasioni nella ripresa, peccato non abbia trovato la via del gol per rimettere in pista i suoi.
Bignotti 5.5 In apertura poteva gestire meglio alcune palle in avanti, manca un po’ di precisione nell’ultimo passaggio.
Vigani 6.5 Prova a lanciarsi e per un nulla non causa l’espulsione di Kaloudis. Poi qualche imprecisione ma i compagni lo lasciano troppo solo: ha la zampata del 3-1. Indomito.
All. Aldo Nicolini 5.5 Costretto a rimaneggiare la formazione dopo solo un quarto di gioco, ha il grande merito di rimettere in piedi una partita messali molto male. I suoi se la giocano fino a 5’ dal termine e pertanto non può rimproverarsi troppo.

ARBITRO: Scarano di Seregno 6 Gestisce bene una gara intensa e dai numerosi capovolgimenti di fronte: i colleghi lo assistono a dovere.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli