Questa finale è da rifare, tra Calcio Romanese ed Ardor Lazzate vince la nebbia

Per la prima volta nella storia recente la finale di Coppa Italia Eccellenza non ha né un vincitore né un vinto. Tra Calcio Romanese ed Ardor Lazzate, infatti, trionfa la nebbia con le due squadre che dovranno giocare nuovamente l’atto conclusivo, verosimilmente il 6 gennaio.

Partita sospesa poco dopo il gol dell’Ardor Lazzate, con il pareggio gialloblù che ha reso più facile la decisione al signor Agostoni di Milano.

I gialli a Tremolada e Mauri nel pomeriggio di Brugherio, però, pesano come un macigno in casa Ardor: il centrocampista ed il portiere non saranno della partita nel remake del 2017.

 

CALCIO ROMANESE-ARDOR LAZZATE ND

Partita sospesa al 37′ st sul risultato di 1-1 (37′ rig. Reccagni, 30′ st Marzorati)

CAL.ROMANESE: Mazzetti, Zendrini, Mazzoleni, Bulla, Belotti N., Santinelli A., Trovesi, Vitari S., Martinelli, Reccagni, Ouardi. A disp. Vezzoli, Nichi, Zanoni, Marchesi M., Gugolati, Singh, Guariniello. All. Mignani.

ARDOR LAZZATE: Mauri, Pozzobon, Carrafiello, Bernello, Borlina (13′ st Marzorati), Sala S., Passoni, Galli N. (21′ st Cicola), Iacovelli, Tremolada A., Proserpio. A disp. Del Gaudio, Buccini, Galli Si., Perrone, Giglio. All. Campi.

ARBITRO: Agostoni di Milano.