12 Giugno 2021

Sant’Angelo-Città di Sangiuliano Eccellenza: Bertani dal dischetto risponde al gol lampo di Parodi

Le più lette

Sanremese-Fossano Serie D: niente miracolo a Sanremo, i blues tornano penultimi

Non riesce nell'impresa il Fossano di Viassi in quel di Sanremo. La rete di Convito al 38' e quella...

Alpignano Promozione, Berta ritrova una vecchia conoscenza: Cristian Audino vestirà biancazzurro

Nuovi volti e vecchie conoscenze: il calciomercato può essere un'occasione per riabbracciare volti conosciuti e apprezzati negli anni passati...

Termina in parità il big match fra Sant’Angelo e Città di Sangiuliano. All’immediato vantaggio ospite siglato da Parodi, risponde Bertani, freddo dal dischetto nel superare Boari, autore di una prova straordinaria. Con le sue parate l’estremo difensore ospite ha permesso a Rossi e compagni di conquistare il pareggio. Il Sangiuliano nonostante un approccio migliore alla gara, perde col tempo brillantezza e gli uomini di Domenicali creano molte occasioni nitide per compiere il sorpasso. Un super Boari e qualche imprecisione di Panigada e Galli, precludono i tre punti ai barasini. Il pareggio nello scontro al vertice tra Varzi ed Alcione e la contemporanea sconfitta interna del pavia nel derby contro l’Accademia Pavese, sono risultati che consentono a Domenicali e Crucitti, di credere ancora nell’obiettivo promozione.

Subito Parodi. Al “Carlo Chiesa” va in scena uno dei tanti scontri diretti di questo girone. La gara risulta essere già decisiva per le due formazioni, che si presentano al big match con umori diametralmente opposti. I ragazzi di Domenicali arrivano da due vittorie convincenti contro Sancolombano ed Accademia Pavese, mentre il Città di Sangiuliano, dopo un brillante avvio è incappato in una crisi di risultati. La pesante sconfitta di Codogno ha causato l’esonero di Papa, ma l’esordio di Crucitti in panchina non ha portato i risultati sperati, vista la sconfitta interna col Varzi. Le due formazioni, indicate dagli addetti ai lavori come serie pretendenti al titolo si affrontano con la consapevolezza di giocarsi buona parte dei residui sogni di gloria.  Domenicali si affida ad un 4-3-1-2 con la conferma di Alborghetti tra i pali e di Marioli ed Alpoli sugli esterni. Per la prima volta in stagione si affida alla coppia centrale titolare composta da Scietti e De Angeli, entrambi reduci da un infortunio. In mezzo al campo è Lazzaro in cabina di regia con Vaglio e Cicciù ai lati. Il giovane Galli fa da collante fra il centrocampo e l’attacco composto dall’esperto Bertani e dall’ex Panigada. Crucitti consapevole dello strapotere offensivo della sua squadra si affida ad un 4-2-4 con Mazzei e Zicari sugli esterni a dar man forte alla difesa guidata dalla coppia Nasali-Sabatucci. Capitan Rossi e Colonna in mezzo al campo ed un reparto offensivo da sogno con Zingari e Cossetti ai lati della coppia Grasso-Parodi. Gli ospiti approcciano meglio al match trovando subito il gol. Dopo soli sessanta secondi Parodi batte a rete, sfruttando al meglio il cross di Rossi. I padroni di casa accusano il colpo e gli ospiti attaccano in maniera forsennata, tanto da trovare al 4’ il gol del raddoppio con Colonna. La rete viene annullata tra le proteste di Rossi e compagni per un presunto fuorigioco del centrocampista ospite. Poco dopo, magia di Zingari che direttamente dalla bandierina calcia in porta, trovando la respinta del palo. I barasini crescono col passare dei minuti avanzando sempre più il proprio raggio d’azione. Dopo un quarto d’ora completamente regalato agli ospiti, sale in cattedra Lazzaro che dai venticinque metri colpisce in pieno la traversa. Al 20’ Galli lanciato a rete, calcia addosso a Boari in uscita. Sulla respinta si fionda Panigada che evita l’intervento dell’estremo difensore e calcia a rete, ma il tiro viene respinto sulla riga di porta da Sabatucci. È un monologo barasino con Galli, che salta come birilli due avversari in area ma non riesce a trovare da buona posizione la porta difesa da Boari. Gli ospiti col passare dei minuti concedono sempre più occasioni ai barasini che mancano la rete per un soffio con l’ex di turno Panigada fermato per due volte da un Boari nelle vesti di “Uomo ragno”.

Risponde Bertani dal dischetto. Ad inizio ripresa, Crucitti, nel tentativo di limitare la furia offensiva dei locali, opta per un modulo meno offensivo, passando al 4-3-3. Il neo-tecnico gialloverde richiama in panchina l’autore del gol, Parodi per rinforzare il centrocampo con l’ingresso di Ababio, giocatore fisico e dinamico. Non cambia tuttavia l’inerzia del match con Panigada lanciato a rete al 13’, ma l’attaccante perde l’ennesimo duello con Boari, abile a chiudergli lo specchio della porta. Al 26’ Alpoli viene atterrato in area da Mazzei ed il direttore di gara indica il dischetto. Dagli undici metri, Bertani trasforma con freddezza. Il gol regala l’opportunità ai locali di credere nel sorpasso, con un Sangiuliano ormai alle corde, incapace di reagire agli attacchi avversari. Al 33’ Cristofoli serve Bertani in area, ma il tentativo dell’ex professionista è respinto prontamente dal reattivo Boari. Nel momento migliore del Sant’Angelo un brutto testa a testa fra Bertani e Monteverde costringe entrambe le squadre a rimanere in dieci uomini. Dopo la doppia espulsione, al 40’ è Lazzaro a calciare a rete dai venticinque metri, trovando l’ottima respinta di Boari. Al triplice fischio di una gara spettacolare, entrambe le squadre hanno qualcosa da recriminare, ma visti i risultati degli altri campi, Domenicali e Crucitti hanno la consapevolezza di potersi giocare, salvo ulteriori passi falsi, il campionato fino alla fine.

IL TABELLINO

SANT’ANGELO-CITTA’ DI SANGIULIANO 1-1
RETI: 1’Parodi (C ), 27’st rig. Bertani (S).
SANT’ANGELO (4-3-1-2): Alborghetti 6, Marioli sv (15’ Marchese 6, 15’st Ortolan 6), Alpoli 7, Lazzaro 6.5, Scietti 6.5, De Angeli 6, Vaglio 6, Cicciù 6, Bertani 4, Galli 6 (18’st Silla 6), Panigada 5.5 (25’st Cristofoli 6). A disp. Minerva, Etcheogoyen, Gomez, Raimondi, Toscani. All. Domenicali 6.5.
CITTÀ DI SANGIULIANO (4-2-4): Boari 7.5, Mazzei 5, Zicari 6, Nasali 5.5, Rossi 6 (30’st Monteverde 6), Sabatucci 6.5 (40’ Zanoni sv, 45’ Piagni 6), Colonna 6.5, Cossetti 5.5 (34’st Colombi sv), Grasso 5.5, Zingari 6, Parodi 6.5 (7’st Ababio 6). A disp. Regina, Parissenti, Licciardello, Robbiati. All. Crucitti 6.
ARBITRO: Allegri di Mantova 5.5.
ASSISTENTI: Tonti di Brescia e Turra di Milano.
AMMONITI: Zingari(C ), Cicciù (S), Sabatucci (C), Bertani (S), De Angeli (S), Scietti (S).
ESPULSI Bertani (S), Monteverde (C ) al 40’.

 

LE PAGELLE

SANT’ANGELO
Alborghetti 6 Incolpevole sul gol di Parodi.
Marioli sv L’infortunio lo costringe ad uscire dopo soli quindici minuti.
15’Marchese 6 Limita Cossetti con personalità.
15’st Ortolan 6 Entra quando il Sangiuliano ha già smesso di attaccare.
Alpoli 7 Contiene in maniera egregia Zingari e conquista il rigore del pari. Il migliore dei suoi.
Lazzaro 6.5 Quando entra in partita lui escono di scena gli ospiti. Traversa e tante giocate di qualità.
Scietti 6.5 Leader difensivo. Dalle sue parti non si passa.
De Angeli 6 Parodi e Grasso non riescono mai ad impensierirlo.
Vaglio 6 Abile negli inserimenti in area di rigore. Boari gli nega la gioia del gol.
Cicciù 6 Inizia in maniera timida. Cresce col passare dei minuti.
Bertani 4 Ok il rigore trasformato ma è ingenuo il testa a testa che gli costa l’espulsione nel momento migliore della sua squadra.
Galli 6 Salta sistematicamente gli avversari ma non trova il guizzo giusto per finalizzare le sue giocate.
18’st Silla 6 Qualche buono spunto.
Panigada 5.5 Croce e delizia. Incontenibile per i difensori ospiti ma fallisce quattro occasioni nitide.
25’st Cristofoli 6 Serve due palle d’oro a Bertani.
All. Domenicali 6.5 Gran prova di forza della sua squadra dopo lo svantaggio iniziale. La scarsa precisione dei suoi ed uno strepitoso Boari gli negano i tre punti.

CITTA’ DI SANGIULIANO
Boari 7.5 Evita la sconfitta alla sua squadra con almeno cinque parate decisive. Portiere da Serie D.
Mazzei 5 Ingenuo ad atterrare Alpoli in area, causando il netto rigore.
Zicari 6 Preciso e sicuro in ogni intervento. Dalle sue parti il Sant’Angelo non sfonda.
Nasali 5.5 Fatica a contenere Panigada. A sua discolpa c’è da dire che cambia tre volte compagno di reparto in 45’.
Rossi 6 Assist perfetto per Parodi. Per mezz’ora è il padrone del campo. Cala col passare dei minuti.
30’st Monteverde 4 Ingenuo il testa a testa con Bertani che gli costa l’espulsione.
Sabatucci 6.5 Salva un gol già fatto sul tiro a botta sicura di Panigada. L’infortunio lo costringe ad uscire sul finire del primo tempo. (40’ Zanoni sv).
45’ Piagni 6 Riesce ad essere puntuale in ogni intervento, contro un ex professionista come Bertani.
Colonna 6.5 Gioca alla Kantè. Metronomo del centrocampo ospite.
Cossetti 5.5 Non riesce mai ad impensierire la difesa avversaria con giocate di qualità. (34’st Colombi sv).
Grasso 5.5 Non riesce mai ad impensierire la coppia Scietti-De Angeli.
Zingari 6 Il palo gli nega l’ennesima rete da cineteca in una carriera da artista del gol.
Parodi 6.5 Abile nello sfruttare la dormita collettiva della difesa barasina. Bomber di razza.
7’st Ababio 6 Il suo ingresso da più equilibrio alla gara.
All. Crucitti 6 Boari salva più volte il pari. Bravo nel scegliere una formazione in grado di attaccare sin dai primi minuti gli avversari.

ARBITRO
Allegri di Mantova  5.5
Dubbi sulla rete annullata a Colonna.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli