21 Settembre 2020 - 14:47:46
sprint-logo

Sant’Angelo – Lemine Almenno Eccellenza: Sant’Angelo show, travolto il Lemine

Le più lette

Scanzorosciate Under 17, Matteo Speranza: «Non abbiamo paura di nessuno. L’obiettivo? Giocarcela ogni domenica»

«Non abbiamo paura di nessuno». Un titolo forte. Una frase chiara e ben precisa. Di certo Matteo Speranza non...

Super Oscar Under 19: Costamagna e Martino lanciano Lascaris e Vanchiglia in semifinale

Un martedì sera da numeri Uno, con la U volutamente maiuscola. Primi quarti di finale ricchissimi di gol e...

Oratorio Stradella – Audax Travacò Under 19: Secondo tempo da urlo, primo hurrà Radicelli!

Vittoria per l’Oratorio Stradella di Radicelli che nel secondo tempo si sblocca e colpisce per ben tre volte l’Audax...

Il nuovo Sant’Angelo targato Domenicali inizia con una vittoria convincente e spettacolare. Il punteggio tennistico con il quale i barasini tornano al successo mostra come il nuovo tecnico abbia galvanizzato un ambiente ormai da tempo sfiduciato. In settimana l’esonero di mister Curti e la cessione di Jacopo Zenga sono serviti a dare la scossa giusta alla squadra che quest’oggi ha letteralmente sottomesso gli avversari imponendogli un risultato difficile da digerire. Domenicali, ex calciatore professionista ed ex allenatore del Varese, schiera un 4-3-3 con Frigione fra i pali, Alpoli e Cacciatori sulle corsie esterne, con Scietti e Ortolan difensori centrali. Affida a Guerci la regia di un centrocampo che può contare sulla corsa di Piras e sulla fisicità di Gomez. In avanti tridente composto da Napoli, Mazzini e Corona. I barasini passano alla prima occasione: il cross di Corona pesca in area Piras, abile sia nell’ inserimento in area che nel preciso colpo di testa che non lascia scampo a Lazzarini. Un pasticcio difensivo della difesa locale consente a Capelli di presentarsi solo davanti a Frigione, abile nel respingere il tiro a botta sicura dell’attaccante ospite. Al 15′ gli ultras dei rossoneri lasciano lo stadio in segno di protesta contro la squadra ma i barasini continuano a dettare i ritmi alla gara, mentre gli ospiti sono in evidente difficoltà. Napoli al 30′ inventa un filtrante per Mazzini, che a tu per tu con Lazzarini non fallisce ed insacca alle sue spalle. Napoli e Corona galvanizzati dalla cura Domenicali creano parecchi grattacapi ai malcapitati terzini ospiti, con l’esperto Mazzini incontenibile per la coppia centrale Cassara-Gritti. Nella ripresa il copione della gara non cambia con il numero nove locale letteralmente scatenato che insacca a rete due volte nel giro di centoventi secondi. La sua tripletta consente ai barsini di mettere in cassaforte il risultato ma gli uomini di Domenicali non mollano la presa e continuano a pressare alti, senza concedere spazio al Lemine. Al 12′ Piras insacca alle spalle dell’ incolpevole Lazzarini la rete del 5-0, sfruttando al meglio l’assist di un ispiratissimo Corona. Il numero undici locale tenta più volte la conclusione dal limite senza trovare la porta. Al 38′ Scietti svetta più in alto di tutti e deposita alle spalle del portiere ospite la rete del 6-0, sfruttando il corner preciso di Guerci. Al triplice fischio i tifosi barasini applaudono i giocatori che dopo tante delusioni, oggi hanno dato prova di tutto il loro potenziale. Giocando con questa intensità, nel girone di ritorno i barasini potranno raggiungere la zona play off, obiettivo minimo fissato dal neo tecnico Domenicali. Il prossimo turno nel match esterno contro il Cologno terz’ultimo i barsini dovranno dimostrare quanto di buono fatto vedere oggi, mentre il Lemine ospiterà la capolista Vis Nova Giussano, Oldoni dovrà far riflettere la squadra in settimana per non commettere gli stessi errori commessi oggi, per non rimediare l’ennesima delusione di questa stagione che la vede all’ ultimo posto.

IL TABELLINO DI SANT’ANGELO – LEMINE ALMENNO

Reti :8′ e 12’st Piras (S), 30′, 6’st e 8’st Mazzini (S), 38’st Scietti (S)

SANT’ANGELO (4-3-3): Frigione 6.5, Alpoli 6.5, Cacciatori 6.5, Guerci 6.5, Scietti 7.5, Ortolan 6.5 (40’st Colombi sv), Piras 8, Gomez 6.5 (24’st Cazzamalli 6), Mazzini 9 (31’st Toscani 6), Napoli 7 (27’st Rossi 6), Corona 7 (34’st Donzelli 6). A disp. Scuteri,Cornaggia,Zeneli,Giambelluca. All. Domenicali 8.

LEMINE ALMENNO (4-3-3): Lazzarini C. 6, Cavagnis 5 (34’st Sinigaglia 6), Acerbis 5, Fusar Bassini 5, Cassara 5, Gritti 5, Gotti 5, Lazzarini M. 5, Pagani 5 (30’st Donadoni 6), Panza 5 (40 st’ Cornago sv), Capelli 6.5 (11’Lomboni 6). A disp. Tavola,Tomas,Invernici,Panzeri,Rota. All. Oldoni 5.

Arbitro Depaolini di Legnano 6.

LA PAGELLA DEL SANT’ANGELO

All.Domenicali 8 Sei gol all’ esordio sulla panchina barasina sono un gran bel biglietto da visita.

Frigione 6.5 Risponde presente l’unica volta in cui è chiamato in causa.

Alpoli 6.5 Dalle sue parti Panza non affonda. Sicuro in ogni intervento.

Cacciatori 6.5 Abile nel concedere poco spazio a Capelli, il pericolo numero uno dell’attacco avversario.

Guerci 6.5 Ordinaria amministrazione in mezzo al campo. Regista di categoria superiore.

Scietti 7.5 Dietro non fatica granché nel contenere gli avversari. Nel finale il suo colpo di testa vale il 6-0.

Ortolan 6.5 Ordinaro in ogni intervento annulla Pagani senza alcuna difficoltà.

Piras 8 Due inserimenti perfetti nell’area di rigore premiati con la doppietta personale. Rivitalizzato da Domenicali.

Gomez 6.5 Rompe ed imposta.Metronomo del centrocampo locale. Esce stremato.

Mazzini 9 Tripletta d’autore. Il bomber ritrova le vena realizzativa ed è la vera arma in più nel nuovo Sant’Angelo targato Domenicali.

Napoli 7 Ispiratissimo, delizia il pubblico di giocate di alta scuola. Un esempio: l’assist al bacio per il primo gol di Mazzini.

Corona 7 Due assist e tante giocate strappa applausi. I barasini in avanti devono aggrapparsi a lui per ripartire.

LA PAGELLA DEL LEMINE ALMENNO

All. Oldoni 5 Perdere con un punteggio tennistico non è mai piacevole. Saprà rialzarsi.

Lazzarini C. 6 Suona strano dirlo ma è incolpevole sui gol. Gara sufficiente.

Cavagnis 5 Dalle sue parti Corona trova terreno fertile per mostrare a tutti le sue qualità.

Acerbis 5 Napoli lo mette in difficoltà con la sua tecnica. Non riesce a sbarrargli la strada.

Fusar Bassini 5 A centrocampo viene travolto dal maggior tasso tecnico dei giocatori barasini. In ombra.

Cassara 5 Va in difficoltà ogni volta che Mazzini tocca il pallone. Disorientato dai movimenti di un grande attaccante.

Gritti 5 Il capitano non riesce a guidare i compagni come avrebbe voluto. Nella ripresa cala vistosamente.

Gotti 5 Non riesce a competere con Gomez nella zona nevralgica del campo. Lo strapotere fisico del giocatore barasino lo fa soccombere.

Lazzarini M. 5 Perde due volte Piras che con i suoi inserimenti fa doppietta. Giornata da dimenticare.

Pagani 5 Annullato dalla coppia Scietti-Ortolan. Non entra mai nel vivo del gioco.

Panza 5 Non riesce mai a mettere in seria difficoltà Alpoli, che gli sbarra continuamente la strada.

Capelli 6.5 Il migliore dei suoi, prova a mettere in difficoltà la difesa barasina ma Frigione gli nega il gol.

DISPOSIZIONE IN CAMPO DA DX A SX

SANT’ANGELO 4-3-3

1. FRIGIONE

2 ALPOLI 6 ORTOLAN 5 SCIETTI 3 CACCIATORI

7 PIRAS 4 GUERCI 8 GOMEZ

10 NAPOLI 9 MAZZINI 11 CORONA

LEMINE ALMMENNO 4-3-3

1 LAZZARINI C.

2 CAVAGNIS 6 GRITTI 5 CASSARA 3 ACERBIS

7 GOTTI 4 FUSAR BASSINI 8 LAZZARINI M.

11 CAPELLI 9 PAGANI 10 PANZA


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli