Sant'Angelo - Mapello Eccellenza
Jacopo Zenga

Sebbene non ci fosse un copione scritto, per il Sant’Angelo è andato tutto come i tifosi barasini si auspicavano. Dopo 5 anni il Sant’Angelo torna in Eccellenza e lo fa vincendo una gara con poche sbavature, forse nessuna, dando prova del valore del suo organico quasi inestimabile. Il capello lascia tra le mura del Carlo Chiesa una prova di grande carattere, non arrendendosi ai rossoneri ma sfoderando il meglio che potesse offrire. Paolo Curti non lascia spazio a sorprese, schierando i suoi con il 4-3-3, al quale risponde in modo speculare il tecnico Maffioletti. La prima fase della gara è di studio, il Mapello che cerca di costruire con dei lanci lunghi, il Sant’Angelo argina l’iniziativa senza alcun problema. I barasini danno vita ala propria iniziativa coinvolgendo il centrocampo, nel quale emerge fin dai primi momenti Cazzamali, MVP del match. La gara si sblocca al 7’, calcio d’angolo battuto da Guerci, Zenga svetta di testa e mette in porta. Il Mapello prova a reagire senza tuttavia creare particolari patemi alla retroguardia rossonera. Al 26’ arriva l’occasione per il raddoppio: Luciano, portiere dei bergamaschi, salva prima sull’iniziativa di Zenga e poi su Rossi. Il Mapello ha l’occasione di pareggiare con Passoni, che spedisce fuori con un colpo di testa su cross di Adiansi. Il secondo tempo è caratterizzato da ritmi decisamente più bassi, con il Mapello che prende sicurezza e prova a farsi vedere dalle parti di Frigione, che si limita alla normale amministrazione. L’occasione più grossa arriva sui piedi di Greco che, una volta servito, non riesce a segnare a pochi passi dalla porta. Il Sant’Angelo mette il primo mattoncini per il suo obiettivo che, lasciando da parte la scaramanzia, si trova ad una categoria “Di” distanza.

IL TABELLINO DI SANT’ANGELO MAPELLO

Sant’Angelo – Mapello 1-0
Sant’Angelo (4-3-3): Frigione 6 , Alpoli 7, Colombi 6.5, Allieri 6.5 (36’ st Greco 6), Scetti 7, Cornaggia 6.5, Rossi 7.5 (49’ st Giambelluca s.v), Cazzamali 8.5, Zenga 8 (31’ st Mazzini 6), Guerci 7, Corona 7.5 (27’ st Donzelli 6.5). A disp.: Scuteri, Ortolan, Cacciatori, Zeneli, Stroppa.
Mapello (4-3-3): Luciano 7, Rota 6 (35’ st Cavagna 6), Gagliardini 6.5, Poliani 6.5, Dorigo 6, Brogni 6 (18’ st Vanali 6), Passoni 6.5 (29’ st Masserini 6), Bertola 6 (44’ st Allegrini s.v.) st, El Kadiri 6.5, Adiansi. A disp: Panerini, Rota, Padulano, Baffi, Galbiati.

PAGELLE SANT’ANGELO

Frigione 6 Normale amministrazione per lui.

Alpoli 7 Un grande debutto, si spinge spesso in avanti e non disdegna la fase difensiva.

Colombi 6.5 Bravo nel fare il suo, propone in area con alcuni cross, le sue iniziative non trovano fortuna.

Allieri 6.5 Riprende da dove aveva terminato l’anno scorso. Solita buona prestazione del rossonero.

Scetti 7 Perno e comandante della difesa, la fascia di capitano non gli sta per nulla stretta.

Cornaggia 6.5 Una buona gara, spende intelligentemente un’ammonizione non permettendo il contropiede bergamasco.

Rossi 7.5 Un vero e proprio mastino, guai a toccargli il pallone. Se lo ha lui, se lo tiene lui.

Cazzamali 8.5 Più di uno spettatore guardando la sua prestazione in campo ha pensato che l’anno di nascita scritto a fianco del suo nome fosse frutto di un errore. Una gara pazzesca in cui il centrocampista rossonero ha dato sfoggio della sua intelligenza e della sua infinita classe. Sarà davvero il caso di correggere la distinta…

Zenga 8 Il gol all’esordio è il coronamento di una grande gara. Non male come inizio

Guerci 7 Detta i ritmi del reparto e da una mano in retroguardia. Grande.

Corona 7.5 Una gara fantastica, fatta di corsa e di un gran lavoro di supporto a fianco dei suoi compagni di reparto.

PAGELLE MAPELLO

Luciano 7 Non può nulla sul gol, miracoloso su Zenga e Rossi.

Rota 6 Senza particolari sbavature, una gara sufficiente.

Gagliardini 6.5 Da dinamismo e velocità, uno dei migliori.

Poliani 6.5 Grand eil suo lavoro in fase d’impostazione, ci crede fino alla fine.

Dorigo 6 Argina bene l’iniziativa avversaria. Una buona gara.

Brogni 6 Buona solidità e impegno. Non c’e male.

Passoni 6.5 Dà tutto fino all’ultimo secondo. Bene.

Bertola 6 S’impegna, spesso non trova spazio.

El Kadiri 6.5 Centravanti della squadra, ha poche occasioni per mostrare le sue capacità.

Adiansi 7 Il più pericoloso dei suoi, bravo servire i compagni e a provare la conclusione.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.