settimo milanese fenegrò eccellenza
La formazione ospite del Fenegrò

Ottimo debutto sulla panchina del Fenegrò per mister Fiorito, che conquista un buon pareggio a reti bianche sul campo di un Settimo Milanese che non riesce più a vincere. L’inizio è complicato per gli ospiti, che faticano nelle prime battute a mettere in campo i dettami tattici del nuovo mister. Il Settimo va così vicino in più occasioni al vantaggio: prima Anelli, imbeccato da Marchetti, trova l’opposizione di Belloni; poi si mette in mostra Cesana, che sulla destra semina il panico e serve assist ad Anelli e a Marchetti, i quali però sprecano due ottime occasioni mettendo alto da centro area. Il Fenegrò prende però poi le misure, riuscendo a imporre il proprio possesso in mezzo al campo, senza per la verità troppa pressione da parte dei padroni di casa, e imbrigliando il gioco degli uomini di mister Molluso; questi ultimi non riescono invece a velocizzare la manovra e ad innescare gli esterni d’attacco, che non trovano più il modo di rendersi pericolosi negli uno contro uno coi difensori avversari. La seconda metà della prima frazione scorre così senza che nessuna delle due compagini riesca a rendersi minacciosa e si va al riposo col risultato bloccato e nessuna rete all’attivo. Il copione non cambia dopo l’intervallo e sono ancora gli ospiti a tenere maggiormente in mano il pallino del gioco; su una ripartenza, però, il Settimo si fa pericoloso con Anelli, che, innescato da Annoni, vede il proprio destro respinto in tuffo da Belloni. La partita rimane equilibrata, senza però che le due squadre riescano a creare importanti occasioni da rete; si arriva così quasi alla mezz’ora, quando all’improvviso è il Fenegrò ad andare vicino alla rete con Borgoni, che, dopo un’ottima azione corale, conclude debolmente tra le braccia di Colombo da ottima posizione. Gli ospiti prendono così coraggio ed è poi Curci a sprecare un ottimo suggerimento di Buzzi, mettendo largo da centro area. La partita rimane in stallo, con il Settimo che fatica a riconquistare il possesso palla e che va vicino al gol solo nel recupero: dopo la giusta espulsione per doppia ammonizione al difensore del Fenegrò Picozzi, è il neoentrato Pesca a mettere alto di tacco davanti a Belloni. È l’ultima emozione di una partita piuttosto bloccata, che termina senza reti e che rende maggiormente felici gli ospiti. Mister Fiorito commenta infatti così: “Gara molto equilibrata, risultato giusto; dobbiamo crescere e migliorare, ma dopo tre giorni di allenamento non potevo chiedere di più. Bravi ai ragazzi”. Delusione invece per mister Molluso del Settimo, che giudica in questo modo: “Peccato non aver sbloccato il punteggio nel primo tempo; abbiamo provato in tutti i modi a cercare dei varchi, ma è stata una giornata no”.

settimo milanese fenegrò eccellenza
Curci, difensore del Fenegrò e autore di una prova da migliore in campo

IL TABELLINO DI SETTIMO MILANESE-FENEGRÒ ECCELLENZA

SETTIMO MILANESE-FENEGRÒ 0-0

SETTIMO MILANESE (4-3-3): Colombo 6, De Lucia 6, Di Biase 6 (44’ s.t. Di Benedetto s.v.), Annoni 6 (23’ s.t. Villani s.v.), Tomassone 6,5, Becchi 6,5, Cesana 6,5, De Grandi 6 (42’ s.t. Pesca s.v.), Anelli 6, Marchetti 6,5 (32’ s.t. Coppini s.v.), Petrolà 6 (9’ s.t. Moretti s.v.). All. Molluso 6.

FENEGRÒ (3-5-2): Belloni 6,5, Curci 7, Barlusconi 6, Cannataro 7, Luciani 7, Picozzi 6, Rollo 6 (6’ s.t. Mariani 6,5), De Vincenzi 7, Curci 6 (37’ s.t. Lagotana s.v.), Borgoni 6,5, Favari 6 (13’ s.t. Buzzi 6,5). All. Fiorito 7.

ARBITRO: Giudice di Frosinone 7: partita che non presenta particolari problemi, la gestisce bene; giusta l’espulsione di Picozzi. ASSISTENTI: Bettani di Treviglio, Prestini di Pavia.

AMMONITI: Curci (F), Moretti (SM).

ESPULSO: Picozzi (F).

 

settimo milanese fenegrò eccellenza
I padroni di casa del Settimo nella foto pre-partita

LE PAGELLE DEL SETTIMO MILANESE

All. Molluso 6: manca cattiveria agonistica e intensità nel pressing; il miglior attacco del girone fatica a rendersi realmente pericoloso.

Colombo 6: non deve compiere parate particolarmente impegnative.

De Lucia 6: prova a partecipare attivamente alla manovra offensiva, ma è troppo confusionario.

Di Biase 6: tiene bene in fase difensiva, ma non si propone mai. Anonimo (Di Benedetto s.v.).

Annoni 6: poco preciso, fatica anche in interdizione a riconquistare palla (Villani s.v.).

Tomassone 6,5: in mezzo alla difesa soffre poco, non concedendo nulla agli attaccanti avversari.

Becchi 6,5: insieme a Tomassone offre sicurezza alla sua difesa, non corre pericoli.

Cesana 6,5: il più pericoloso dei suoi; inizia alla grande, cala alla distanza.

De Grandi 6: non si vede quasi mai in mezzo al campo, fatica in entrambi le fasi di gioco (Pesca s.v.).

Anelli 6: spreca due ottime occasioni agli albori del match che avrebbero potuto dare un senso diverso al match.

Marchetti 6,5: prova a mostrare la sua tecnica; parte bene, cala nel secondo tempo e fatica a mettersi in mostra (Coppini s.v.).

Petrolà 6: non riesce mai a sfruttare l’uno contro uno sulla sinistra, poco attivo (Moretti s.v.).

settimo milanese fenegrò eccellenza
La formazione ospite del Fenegrò

LE PAGELLE DEL FENEGRÒ

All. Fiorito 7: ottimo impatto al debutto su questa panchina, imbriglia molto bene l’attacco ospite.

Belloni 6,5: un paio di ottimi interventi, sempre concentrato tra i pali.

Curci 7: schierato sul centrodestra della difesa, non si fa mai saltare e chiude ogni varco.

Barlusconi 6: poco propositivo e poco servito sulla sinistra, soffre nel primo tempo le iniziative di Cesana.

Cannataro 7: si fa sempre vedere dai compagni, gestisce ottimamente il possesso dei suoi e offre pure buona interdizione.

Luciani 7: al centro della difesa non fa passare nulla. Pericoloso anche di testa sui calci piazzati.

Picozzi 6: buona partita, incide sul voto l’espulsione ricevuta nel finale.

Rollo 6: in mezzo al campo si nota meno dei compagni, poco propositivo (Mariani 6,5: entra e dà buona sostanza a centrocampo).

De Vincenzi 7: da mezz’ala riconquista tanti palloni e ne perde pochissimi. Ottima partita.

Curci 6: lotta tanto, ma spreca un’ottima occasione nella ripresa e fatica a rendersi pericoloso in altre circostanze (Lagotana s.v.).

Borgoni 6,5: largo a destra, parte forte nella prima frazione ma si spegne nel secondo tempo.

Favari 6: riceve pochi palloni davanti, qualche sponda ma mai al tiro (Buzzi 6,5: entra con gran piglio e offre un’ottima occasione a Curci).

 

LE INTERVISTE POST-PARTITA: MOLLUSO, MISTER DEL SETTIMO
LE INTERVISTE POST-PARTITA: MISTER FIORITO DEL FENEGRÒ


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.