18 Giugno 2021

Varzi-Alcione Eccellenza: Truzzi chiama su assist di Selpa, Caputo risponde su invito di Lopane

Le più lette

Città di Brugherio-Speranza Agrate Esordienti B: spettacolo e intensità, Tavella ispira e guida la Speranza

La fase di studio finisce in concomitanza col fischio dell'arbitro: le due squadre impostano subito un ritmo indiavolato alla...

Desenzano Calvina Serie D: confermato Michele Florindo alla guida della squadra

Dopo non aver centrato l'obiettivo minimo dei playoff, chiudendo il campionato al sesto posto, il Desenzano Calvina, quasi a...

Alcione Eccellenza, Albertini predica prudenza: «Siamo focalizzati sul Pavia, non commettiamo l’errore di pensare agli altri risultati»

Mercoledì l’Alcione ha concluso il suo tour de force battendo il Sant’Angelo nello scontro diretto. Un successo che ha...

ll big match del girone B termina sul punteggio di 1-1. Entrambe falliscono la prima possibilità di minifuga: il Varzi resta in testa alla classifica con 11 punti, mentre l’Alcione insegue a un solo punto. Oggettivamente, nel primo tempo gli ospiti hanno fatto un figurone, stravincendo sul piano atletico e del gioco, ma segnando solo con Truzzi e fallendo le tante opportunità per il raddoppio. Il Varzi, al contrario, si è dimostrato cinico, colpendo con Caputo e sfiorando nel secondo tempo la rimonta. Ai punti, avrebbe probabilmente trionfato la compagine di Albertini, che ha speso tantissime energie nei primi 40 minuti; Pagano, invece, si prende il pareggio e si rammarica per la prima rete subita in campionato: il fortino regge 376 minuti dalla ripartenza. Le due squadre, comunque, dimostrano di essere assolutamente attrezzate per la scalata alla Serie D.

 

Alcione domina, Varzi pareggia. La prima fiammata è targata Selpa: il suo colpo di testa su servizio di Mauri dopo 2 minuti termina alto sulla traversa. Le occasioni nel primo tempo sono quasi un’esclusiva degli ospiti: al 9’ è il traversone basso di Negri dalla sinistra a regalare più di qualche brivido, con Mauri che non riesce ad arrivare e viene anticipato dalla retroguardia avversaria. La prima parte del match vede la squadra di Albertini molto propositiva, impostando con Filadelfia quando deve andare per vie centrali, non disdegnando però il lavoro sugli esterni grazie alla spinta di Truzzi a destra e agli inserimenti di Negri sulla corsia mancina. Il vantaggio è nell’aria e al 16’ arriva: un pallone lavorato sulla sinistra termina nella disponibilità di Selpa, il quale si allarga e spedisce la sfera in mezzo, sulla quale si avventa Truzzi che riesce a colpire al volo di destro all’interno dell’area di rigore. L’Alcione è devastante: al 18’ Lacchini in progressione mette in crisi la retroguardia di casa e su una corta ribattuta è ancora Selpa a non inquadrare la porta da buona posizione. L’assedio continua: al 20’ Filadelfia, sugli sviluppi di un corner giunto a seguito di un brutto retropassaggio di Moltini, di testa trova Murriero pronto. Al 25’ è ancora uno scatto pazzesco di Negri che libera Lacchini al tiro sul versante di sinistra, ma la sua conclusione termina fuori. Varzi contratto, non riesce a distendersi come ha abituato nelle prime quattro uscite; viceversa, l’Alcione ha sicurezza, velocità e tecnica: c’è solo una squadra in campo, almeno fino al 40’. Alla prima vera grande chance dei padroni di casa, infatti, arriva il pareggio: Lopane dalla sinistra sventaglia per la testa di Caputo che punisce Ruzzoni. Una rete inaspettata per la mole di gioco prodotta dall’Alcione, che non ha approfittato della superiorità territoriale per raddoppiare e ha subito il ritorno degli uomini di Pagano. Dopo aver trovato la via del gol, Caputo sfiora l’incredibile doppietta proprio allo scadere, ma il suo allungo su un rasoterra da parte di un compagno non basta per intercettare la sfera.

 

Zanellati spreca, Murriero si supera. Partenza sulla falsariga della prima frazione di gioco. L’Alcione ha il pallino del gioco in mano, mentre il Varzi è maggiormente attendista e cerca di colpire di rimessa: al 10’ una ghiottissima occasione capita sui piedi di Zanellati, che a tu per tu spreca la palla della rimonta. Il predominio ospite ammirato nel primo tempo non viene replicato, con la gara che vede abbassare il ritmo e che concede meno giocate ed emozioni rispetto a quanto visto prima dell’intervallo. Paradossalmente, al 22’, un’azione degna di nota arriva in contropiede da parte dell’Alcione, grazie all’iniziativa di Grossi: il tiro a botta sicura viene, però, sventato da un intervento pazzesco di Murriero in distensione che vale un gol. Al 27’ altro clamoroso errore di Zanellati, quasi in fotocopia rispetto al tiro precedente: da mangiarsi le mani, cosa che gli accade nuovamente dieci minuti più tardi, anche se stavolta da posizione più defilata. La partita è in bilico, e Grossi al 35’ prova a risolverla con un tiro dalla distanza di mancino che termina alla sinistra di Murriero. Il finale scorre senza grossi sussulti: un punto ciascuno per una corsa alla Serie D che prosegue.

 

IL TABELLINO

VARZI-ALCIONE 1-1
RETI (0-1; 1-1): 16’ Truzzi (A), 40’ Caputo (V).
VARZI (4-3-3): Murriero 6.5, Bernareggi 6, Lopane 6.5, Di Placido 6, Cicagna 6, Rebuscini 6, Marcino’ 5.5 (33’ st Serralunga sv), Moltini 5, Caputo 7 (38’ st Cantiello sv), Romano 6 (24’ st Rebecchi sv), Zanellati 5. A disp. Barbieri, Montagna, Monopoli, Dragoni, Domenichetti, Bilardo. All. Pagano 6.
ALCIONE (4-3-1-2): Ruzzoni 6.5, Giugno 6.5 (44’ st Guedegbe sv), Negri 7, Moratti 7, Filadelfia 7, Volpini 7, Salzano 6.5 (14’ st Grossi 6.5), Mauri 6,5, Selpa 7 (28’ st Valenti sv), Lacchini 6.5 (24’ st Scaramuzza sv), Truzzi 7 (7’ st Cornaggia 6). A disp. Festinese, Carlini, Orlandi, Zani. All. Albertini 7.
ARBITRO: Garbo di Monza 6.5.
ASSISTENTI: Corbetta di Como e Carissimi di Crema.
AMMONITI: Filadelfia (A), Moltini (V).

 

LE PAGELLE

VARZI
Murriero 6.5 Il gol di Truzzi è splendido ma forse avrebbe potuto fare qualcosa di meglio in tuffo. Si riscatta con una prodezza a metà ripresa sul tiro di Grossi.
Bernareggi 6 Occuparsi di Negri e Mauri, oggi, è stato complicatissimo. Prova a difendersi ma nel primo tempo la loro velocità è devastante. Nel secondo tempo sale di tono.
Lopane 6.5 Disorientato come il resto della squadra dalla foga degli avversari nella prima frazione di gioco, è però il più lucido, e infatti da un suo splendido cross nasce il gol di Caputo.
Di Placido 6 Elegante anticipo al 37’ su una delle tantissime azioni d’attacco degli avversari: ci mette una pezza, è uno dei pochi a salvarsi nel primo tempo.
Cicagna 6 Soffre troppo nei primi 45 minuti, cresce nella ripresa.
Rebuscini 6 In ombra anche lui, dopo il pareggio ritorna a vestire i panni del leader e regala azioni intensissime.
Marcino’ 5.5 Si sveglia anche lui dopo il pareggio, ma fino a quel momento manca moltissimo. (33’ st Serralunga sv).
Moltini 5 Il suo retropassaggio al 20’ è stato un rischio enorme. Ha abituato a gare di maggior spessore, rimedia anche un giallo nella ripresa.
Caputo 7 Per 40 minuti non si vede praticamente mai, poi ha un sussulto e questo vale il pareggio: opportunista. Generoso al 16’ della ripresa con una corsa di 80 metri per inseguire il rapidissimo Negri. (38’ st Cantiello sv).
Romano 6 Unico a rendersi insidioso prima del gol cercando di mettere apprensione alla difesa ospite anche solo con qualche movimento in pressione. (24’ st Rebecchi sv).
Zanellati 5 Bella incursione al 6’, la quale costringe Filadelfia a spendere un giallo immediato. I gol divorati nella ripresa pesano, però, come un macigno: deve migliorare in freddezza.
All. Pagano 6 Subisce la potenza degli avversari, ma non rinuncia a giocarsela. Chiede ai suoi pazienza e sacrificio. Meglio nella ripresa.

 

ALCIONE
Ruzzoni 6.5 Sicurissimo anche quando chiamato in causa con i piedi dai compagni: al 29’ si prende un rischio con un dribbling, ma riesce ad evitare l’avversario in pressione.
Giugno 6.5 Dinamico, un autentico motorino. (44’ st Guedegbe sv).
Negri 7 Tantissima corsa per il terzino sinistro, che si rende insidioso con i suoi cross. Strepitosa azione in velocità che Lacchini non sfrutta a dovere al 25’. Instancabile.
Moratti 7 Il metronomo della squadra: smista palloni in quantità industriale, necessario.
Filadelfia 7 Limitato da un’ammonizione iniziale, è comunque bravissimo nel dettare i tempi dal basso.
Volpini 7 Una garanzia, è vitale in fase di contenimento ed è spesso chiamato in causa nel possesso dei suoi.
Salzano 6.5 Qualcosa da rivedere in sede di battuta a rete, ma la sua presenza garantisce perenne pericolosità.
14’ st Grossi 6.5 Il tiro a metà ripresa parato da Murriero è una delle migliori occasioni della partita. Impatto importante.
Mauri 6.5 L’asse con Negri è micidiale: quella zona di campo è uno dei punti di forza della squadra.
Selpa 7 Impreciso in alcune circostanze, ma sempre presente, è un riferimento fondamentale per le offensive della squadra. L’assist per il vantaggio è davvero pregevole. (28’ st Valenti sv).
Lacchini 6.5 Progressione al 18’ che avrebbe meritato qualcosa di più, qualche minuto dopo spreca una bella azione portata avanti da Negri. (24’ st Scaramuzza sv).
Truzzi 7 Mobilissimo sulla fascia destra, la rete del vantaggio è stilisticamente bellissima. Fino a quando resta in campo contribuisce in modo proficuo alle sortite dei suoi.
7’ st Cornaggia 6 Bell’anticipo su Bernareggi al 19’ della ripresa.
All. Albertini 7 Imposta benissimo la partita, con i suoi che ci mettono gambe e fiato. Manca solo il gol del 2-0 che avrebbe cambiato impronta. Può fare affidamento sugli esterni ed è una delle chiavi tattiche migliori a sua disposizione.

 

ARBITRO
Garbo di Monza 6.5 Partita che fortunatamente non ha grossi episodi, ma lui gestisce quei pochi momenti di tensione con autorità.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli