18 Giugno 2021

Vergiatese-Brianza Olginatese Eccellenza: Citterio e Pizzini stendono i granata, Arioli resta incollato alla Varesina

Le più lette

Roma-Milan Primavera 1: Zalewski e Tall mettono fine alle flebili speranze playoff dei rossoneri

La Roma di De Rossi regola il Milan con un secco 2-0 e pone fine definitivamente alle residue speranze...

Lecco-Alessandria Under 17: Ruggeri e Bossi offrono la “rivincita” a Tomanin, i grigi vengono fermati dai legni

Nel recupero della 4° giornata il Lecco si impone sull’Alessandria con il risultato di 2-0. I blucelesti ottengono la...

Città di San Giuliano-Assago Pulcini B: doppiette di Gualtieri e Rivieccio, Coviello e Villella non mollano mai

Dribbling, conclusioni dalla lunga distanza, alta intensità e spirito combattivo. Non è mancato nulla nella sfida fra Città di...

Certamente uno dei big match del girone A: a spuntarla fra Vergiatese e Brianza Olginatese è la formazione di Arioli che mette in saccoccia tre punti fondamentali per proseguire il cammino verso la promozione in Serie D. Vergiatese che rientra in campo dopo la sosta forzata di due settimane, stop anche per la Brianza Olginatese che la scorsa settimana doveva affrontare la Sestese (recupero in programma mercoledì 19 maggio ore 20:30). Lo stop forzato si vede, entrambe le squadre partono con il freno a mano tirato, e il primo tempo si conclude sullo 0-0, con poche occasioni degne di nota. Nella ripresa l’ingresso di Citterio (primo marcatore bianconero) cambia completamente l’assetto e poi Pizzini mette la firma sul definitivo 2-0 in favore della Brianza Olginatese.

Poche occasioni, regge l’equilibrio. Brianza Olginatese che parte con la quinta ingranata e solo dopo 2′ di gioco arriva la prima conclusione: Pizzini calcia a botta sicura, ma Russo devia con i piedi. Dopo 2 giri di orologio Okaigni viene atterrato in area dalla retroguardia bianconera, per il fischietto di Foligno non c’è nulla e lascia proseguire, nonostante le proteste granata. Al 23′ si fa vedere ancora la Vergiatese con il tiro di Mammetti, defilato sulla destra, ma la conclusione non desta alcun problema a Esposito. Una manciata di minuti dopo punizione insidiosa di Segato, deviazione e un nuovo nulla di fatto per la formazione di Arioli. Alla mezz’ora Mammetti prova la sassata, Esposito respinge in uscita bassa, sulla ribattuta Rossoni non riesce ad agganciare la sfera, perdendo il tempo di tiro, e Tarasco spazza. Un giro di orologio dopo Pandiani ci prova da calcio piazzato, ma trova nuovamente la respinta del portiere ospite. Vergiatese che continua a proporsi in avanti con Mammetti che riesce a resistere alla pressione di Brini, ma la conclusione si spegne sull’esterno della rete. La Brianza Olginatese prova a reagire con Panzetta che cerca di ispirare Berberi e Pizzini, ma i tre dietro della Vergiatese, specie Lorusso sono attenti. Allo scadere Panzetta prova a innescare Segato con un colpo di tacco: tiro debole e centrale, nessun problema per l’estremo difensore di casa.

Citterio-Pizzini, la Brianza va. Ripresa scoppiettante per la Brianza Olginatese, con Pizzini che si invola a rete, mette in mezzo la sfera, ma Berberi non ci arriva per un soffio. Ancora bianconeri che provano a sbloccare la gara con il tiro da fuori di Belinghieri, Russo devia con la punta dei guantoni. Brianza Olginatese che arriva al tiro in porta anche con Tarasco, ma è un ennesimo nulla di fatto. Al 10′ l’occasione più nitida: cross di Citterio, testa di Berberi, ma il risultato resta sullo 0-0. pochi istanti dopo la perseveranza degli uomini di Arioli viene ripagata: gol del neo entrato Citterio su assist di Segato. Vergiatese che prova a reagire con Mammetti che crossa per Pedergnana che a tu per tu con Esposito si lascia ipnotizzare. Al 18′ la Brianza Olginatese raddoppia: Pizzini riceve da Panzetta un assist al bacio e segna il 2-0 di mancino con precisione chirurgica. Alla mezz’ora Caccia prova ad accorciare le distanze, ma Russo riesce a deviare con una parata decisiva. Pochi istanti dopo ci prova anche Morello, ma nuovamente Esposito con un colpo di reni devia. Al 40′ occasionissima per i granata con Pedergnana che nuovamente si lascia ipnotizzare da Esposito. Non c’è più tempo: al triplice fischio sorride la Brianza Olginatese.

IL TABELLINO

VERGIATESE-BRIANZA OLGINATESE 0-2
RETI: 10′ st Citterio (B), 18′ st Pizzini (B)

VERGIATESE (3-5-2): Russo 6, Lonardi 5.5, De Angelis 6, Menga 5.5 (25′ st Morello 6), Lorusso 6.5 (14′ st Rudi 5), Okaigni 6 (25′ st Caccia 6), Vitulli 5.5, Pandiani 6, Mammetti 6, Pedergnana 5, Rossoni 6 (14′ st Bosisio 6). A disp. Palazzi, Giardino, Crispo, Zarini, Viganotti. All. Fiorito 5.5.
BRIANZA OLGIANTESE (4-4-2): Esposito 7.5, Brini 6.5, Guanziroli 6, Tarasco 7, Perini 6.5 (21′ st Contrastato 6), Viganò 6.5, Belinghieri 5.5 (7′ st Citterio 7), Segato 6.5, Berberi 5.5 (26′ st Del Re 6), Pizzini 6.5 (42′ st Fall sv), Panzetta 6.5. A disp. Jusufi, Manara, Viganò, Colombo, Rada. All. Arioli 7.
ARBITRO: Batini di Foligno 6.
ASSISTENTI: Zanichelli e Cappelletti di Lodi.
AMMONITI: Lonardi (V), Belinghieri (B), Berberi (B)

LE PAGELLE

VERGIATESE
Russo 6 Non ha grandi colpe sui due gol subiti. Protagonista di ottimi interventi su Berberi e Pizzini, risulta un po’ poco intraprendente fuori dai pali; tutto sommato comunque sufficiente.
Lonardi 5.5 Macchia la prestazione con un giallo evitabile e forse un po’ eccessivo. Nel primo tempo appare sicuro e frena diverse volte la corsa di Panzetta; nella ripresa perde lucidità in diversi frangenti.
De Angelis 6 Meglio del compagno di reparto, sulla sinistra prova a spingere e spesso cerca l’appoggio di Vitulli e Pedergnana per innescare le azioni offensive. Cala leggermente sul finire del match.
Menga 5.5 Sottotono, lo stop si percepisce. Manca nella solita brillantezza che lo contraddistingue e non riesce ad essere incisivo durante la manovra granata. (25′ st Morello 6).
Lorusso 6.5 Faro della retroguardia della Vergiatese. Interventi puliti e precisi, è forse l’unico in grado di contenere bene sia Berberi che Pizzini.
14′ st Rudi 5 Prestazione opaca con diverse sbavature evidenti in fase difensiva.
Okaigni 6 Parte a spron battuto e va subito alla ricerca del vantaggio, sfruttando la fascia destra e soprattutto la propria velocità. Guanziroli cerca sempre di ostacolarlo, ma lui è bravo a tenere botta. Nella seconda frazione non incide mai veramente e manca di idee. (25′ st Caccia 6).
Vitulli 5.5 Poche, pochissime idee. Fatica nel trovare un’alternativa e opta sempre per la stessa giocata. Non entra mai veramente nel vivo della gara.
Pandiani 6 Nel ruolo di regista basso funziona alla perfezione, ma come Vitulli pecca in ingegno e creatività. Con il passare dei minuti diventa troppo prevedibile, ma in fase di copertura non stecca.
Mammetti 6 Nei primi 45′ di gioco è fra i più propositivi. Va vicino al gol in più di un’occasione ma Esposito gli nega sempre la gioia. Un pizzico di precisione in più non guasterebbe in fase di finalizzazione.
Pedergnana 5 Si divora il gol dell’1-1, e successivamente si lascia nuovamente ipnotizzare da Esposito. Due occasioni grandi come una casa sprecate, pecca proprio davanti al portiere.
Rossoni 6 Buon approccio; il feeling con Mammetti è percepibile e prova sempre a offrire spunti interessanti ai compagni. (14′ st Bosisio 6).
All. Fiorito 5.5 La sua Vergiatese non sfigura assolutamente, ma quelle due/tre occasioni nitide sbagliate pesano come un macigno. Qualche assenza ha sicuramente inciso là davanti.

BRIANZA OLGIANTESE
Esposito 7.5 Migliore in campo dei bianconeri. Si immola su due conclusioni di Pedergnana e su quelle di Mammetti nel primo tempo; anche sul tiro di Caccia si fa trovare pronto. Senza di lui il risultato sarebbe stato un altro. Provvidenziale.
Brini 6.5 Buona la fase di spinta e bene anche in quella di non possesso. Corre, corre e ancora corre provando sempre a regalare profondità ai suoi compagni.
Guanziroli 6 Okaigni è un avversario ostico, ma riesce sempre a recuperarlo. Anche quando commette un errore, vi pone rimedio.
Tarasco 7 In fase di chiusura è strabiliante, mette ordine quando serve e sventa diverse incursioni avversarie. Si propone anche in fase offensiva e sa stare in qualsiasi zona del campo.
Perini 6.5 Dietro soffre poco o nulla e l’accoppiata con Viganò si rivela vincente. Sempre attento in ogni fase di gioco. (21′ st Contrastato 6).
Viganò 6.5 Frena diverse volte le incursioni di Mammetti e Rossoni. Nella ripresa Caccia gli dà un po’ di filo da torcere con la sua rapidità, ma l’esperienza gli permette di non steccare.
Belinghieri 5.5 Uno dei meno incisivi. Alterna proposte interessanti a errori grossolani. Ogni tanto si complica la vita con giocate troppo sofisticate.
7′ st Citterio 7 Il suo ingresso è quello che cambia le sorti della partita. Dopo 3 minuti segna il vantaggio e per tutto l’arco della ripresa regala freschezza e soluzioni alternative alla squadra.
Segato 6.5 Bene sui calci piazzati e l’assist per il vantaggio arriva da una sua intuizione e dai suoi piedil. Se nel primo tempo non incide, nella ripresa la storia è decisamente un’altra.
Berberi 5.5 Quel gol sbagliato sullo 0-0 pesa parecchio. Il bomber bianconero non riesce ad incidere e troppo spesso resta nella penombra. Sicuramente le due settimane di fermo hanno inciso. (26′ st Del Re 6).
Pizzini 6.5 Autore del gol che ipoteca la vittoria bianconera. Nella prima frazione è uno dei pochi che mette il piede sull’acceleratore andando alla ricerca del vantaggio. Nel finale di gara si perde un po’ via. (42′ st Fall sv).
Panzetta 6.5 Offre l’assist a Pizzini e nonostante qualche svista si dimostra creativo nel trovare idee nel più breve tempo possibile. In gran rispolvero.
All. Arioli 7 Performance non strabiliante quella dei bianconeri, ma porta a casa tre punti fondamentali per il prosieguo del cammino verso la Serie D.

ARBITRO
Batini di Foligno 6
Quel calcio di rigore non concesso alla Vergiatese lascia parecchi dubbi. Dimostra comunque personalità, sufficiente.

LE INTERVISTE

Il tecnico della Vergiatese Fiorito osserva: «Abbiamo giocato bene per 80 minuti contro una squadra qualitativamente ottima. Venivamo da tre settimane di stop, ma tutto sommato sono contento della prestazione dei ragazzi. Purtroppo abbiamo regalato quelle due situazioni, e anche quel rigore negato è pesato un po’. Le assenze? Sull’arco dei 90′ di gioco non hanno pesato, mentre su certi episodi ci è mancata esperienza».
Vede il bicchiere mezzo pieno Galbusera, Direttore Generale della Brianza Olginatese: «Portiamo casa da tre punti, vero, ma la prestazione non mi è piaciuta. Primo tempo inguardabile, mentre nella ripresa con forze fresche siamo riusciti a trovare i due gol. Sicuramente il nostro portiere ha salvato il risultato su quelle due conclusioni durante la ripresa».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli