18 Giugno 2021

Vogherese-Club Milano Eccellenza: le doppiette di Vitali e Doria rilanciano Scalise

Le più lette

Brianza Olginatese in Serie D! I bianconeri ringraziano il Milano City che batte la Varesina e consegna ad Arioli la promozione diretta

La Brianza Olginatese torna in Serie D dopo due anni di assenza. I bianconeri, che hanno chiuso il proprio...

Alpignano-Volpiano Under 15: Bitto showman da bis e assist, Leccese in gol nel tripudio biancazzurro

Ci si aspettava questa risposta dall'Alpignano nel Torneo All Stars. Dopo il pareggio di settimana scorsa con il Gassino,...

Acqui-Castellazzo Eccellenza: la coppia “over” Manno-Guazzo firma il derby alessandrino

Il derby è una questione per veterani. L'Acqui di Arturo Merlo tinge il match alessandrino di bianco, battendo 2-0...

Vittoria fondamentale per il Club Milano, che espugna il Parisi grazie alle doppiette di Vitali e Doria. Alla Vogherese non è servito il gol della bandiera di Gabrielli per evitare il secondo ko consecutivo. I biancorossi raggiungono così al quarto posto il Città di Sangiuliano, sconfitto in casa dal Varzi capolista. I rossoneri restano fermi a quota 3 e rischiano di dover già dire addio al sogno di lottare per le prime posizioni, nonostante abbiano una partita in meno avendo già osservato il turno di riposo. Entrambe le formazioni si presentano al match con il desiderio di riscattare un risultato negativo: la Vogherese è sorprendentemente uscita senza punti dal campo del giovane Settimo Milanese, mentre il Club Milano è reduce da due sconfitte consecutive negli scontri diretti con Città di Sangiuliano e Alcione, e un terzo passo falso lo costringerebbe a ridimensionare gli obiettivi stagionali. Martignoni deve fare a meno di De Toni, espulso domenica scorsa e sostituito tra i pali da Pittaluga, e di Pinessi, ma recupera Andrini. A trovare una maglia da titolare sono Santagostino, Selmi e Dervishi, mentre si accomodano in panchina Fasoli, Anarfi e Casella. Scalise risponde cambiando a sua volta diversi uomini rispetto alla sconfitta interna con gli Orange: Schieppati, Diouck, Mhaimer e Pagliaro prendono il posto di Turano, Russo, Locati e Broggini.

Vitali la sblocca. Gli ospiti spingono subito sull’acceleratore e dopo appena due minuti è Doria a scaldare i guantoni di Pittaluga. Al 4′ il Club Milano passa in vantaggio: Vitali subisce fallo al limite dell’area e s’incarica personalmente della battuta, sorprendendo il giovane portiere sul suo palo. La prima occasione per i padroni di casa arriva al 18′ quando Riceputi scappa via sulla sinistra e, raggiunto il fondo, mette al centro dove Dioh non arriva per centimetri. Al 32′ Rankovic taglia come il burro la difesa rossonera e si presenta solo davanti a Pittaluga, che lo ferma in uscita bassa. Sulla respinta si avventa Doria che non ha problemi a depositare la sfera nella porta sguarnita. La Vogherese rientra dagli spogliatoi dimostrando di voler subito riaprire la partita, con Calviello che impegna Monzani dalla distanza già dopo pochi secondi. Al 4′ azione personale di Dioh che sfugge al marcatore sulla destra e serve Dervishi sul dischetto del rigore, ma sul più bello il numero 10 manca il pallone. Due minuti più tardi, padroni di casa ancora pericolosi sull’asse Dioh-Dervishi: stavolta l’attaccante rossonero trova lo spazio per la conclusione e solo un riflesso miracoloso di Monzani gli nega la gioia del gol.

Doria la chiude. Al 9′ clamorosa ingenuità degli ospiti, che si sbilanciano troppo in occasione di un calcio d’angolo a favore concedendo agli avversari un contropiede quattro contro uno. Nell’occasione Geraci è troppo egoista e, invece di servire Riceputi liberissimo, sceglie di far tutto da solo ma calcia debolmente. Dopo una girandola di cambi, con Martignoni che prova a sbilanciare la squadra alla ricerca del gol che riaprirebbe la partita, è ancora Vitali a trovare la via del gol: su una punizione a due in area, causata da un’ingenuità di Pittaluga che ha raccolto con le mani un retropassaggio, il capitano biancorosso è stato freddo a trovare il quinto gol in campionato. Due minuti più tardi gli ospiti chiudono definitivamente la gara con un cambio di gioco di Fronda per Pagliaro, liberissimo sulla sinistra, che serve a Doria l’assist per il più facile dei gol. Nel finale ci prova Castellano, subentrato a Dioh, ma la sua conclusione non inquadra lo specchio. C’è tempo anche per il gol della bandiera di Gabrielli, pronto a raccogliere a centro area il cross di Dervishi. Domenica prossima la Vogherese dovrà provare a invertire la rotta contro il Codogno, sconfitto di misura sul campo dell’Alcione. Impegno sulla carta più agevole per il Club Milano che ospiterà il Settimo Milanese, oggi a riposo.

IL TABELLINO

Vogherese-Club Milano 1-4
RETI (0-4, 1-4): 4′ Vitali (C), 32′ Doria (C), 28′ st Vitali (C), 30′ st Doria (C), 36′ st Gabrielli (V)
VOGHERESE (4-3-3): Pittaluga 4.5, Massone 6 (23′ st Andrini sv), Riceputi 6.5, Calviello 6.5 (35′ st Anarfi sv), Gabrielli 6, Santagostino 4.5, Geraci 5.5 (15′ st Cavaliere 6), Selmi 5.5 (35′ st Casella sv), Dioh 6.5 (15′ st Castellano 6.5), Dervishi 5.5, Bollini 5. A disp. Spinella, Fasoli, Quaglia, Manuelli. All. Martignoni 5.
CLUB MILANO (4-3-3): Monzani 7, Fronda 7, Caputo 6, Costa 7, Schieppati 6 (15′ st Tondini 6.5), Diouck 6, Vitali 8 (38′ st Locati sv), Mhaimer 6 (15′ st Lo Monaco 6), Doria 7.5, Pagliaro 6.5 (43′ st Broggini sv), Rankovic 7 (38′ st Cuoco sv). A disp. Bonicelli, Turano, Diaferio, Russo. All. Scalise 7.5.
ARBITRO: Colella di Rimini 7.
ASSISTENTI: Monelli di Busto Arsizio e Camporeale di Lodi.
AMMONITI: Fronda (C), Dervishi (V), Schieppati (C), Cavaliere (V), Casella (V).

LE PAGELLE

VOGHERESE
Pittaluga 4.5
Sul primo gol paga a caro prezzo il passo verso la barriera, con Vitali che lo punisce battendolo sul suo palo. È un errore pesante perché spiana la strada al Club Milano e mette subito in salita la partita dei suoi. Grave anche l’ingenuità che provoca la punizione a due in area, che Vitali sfrutta per chiudere il match.
Massone 6
Fa buona guardia sulla corsia destra, infatti il Club Milano non riesce a sfondare dalla sua parte finché è in campo. (23′ st Andrini sv).
Riceputi 6.5
Sulla sua fascia opera un avversario scomodo come Doria, ma non si fa intimidire e dimostra anche oggi le sue qualità in fase di spinta. Dai suoi piedi nascono le occasioni più pericolose per i rossoneri.
Calviello 6.5
Prova a dare la scossa a inizio ripresa con un bolide dalla distanza. I suoi calci piazzati sono sempre molto insidiosi. (35′ st Anarfi sv).
Gabrielli 6
Non ha grandi colpe sulle reti subite. Realizza il gol della bandiera a gara ormai conclusa.
Santagostino 4.5
Ingenuo nel commettere fallo al limite su Vitali girato spalle alla porta. Peggio alla mezz’ora, quando Rankovic lo salta come un birillo e arriva tardi anche sulla respinta di Pittaluga.
Geraci 5.5
Gestisce malissimo un contropiede quattro contro uno che avrebbe potuto riaprire la partita.
15′ st Cavaliere 6 Prova a cambiare l’inerzia della sfida con un paio di lanci, ma il Club Milano chiude i giochi meno di un quarto d’ora dopo il suo ingresso in campo, spegnendo ogni velleità di rimonta.
Selmi 5.5
Gioca una partita dinamica, alternando inserimenti offensivi a coperture quando Riceputi si sgancia, ma senza riuscire a incidere sul match. (35′ st Casella sv).
Dioh 6.5
Nel primo tempo lotta con generosità contro i centrali avversari, ma quando Riceputi prova a servirlo a centro area arriva leggermente in ritardo all’appuntamento. Nella seconda frazione libera due volte Dervishi a centro area.
15′ st Castellano 6.5 Entra col piglio giusto e prova a lasciare il segno in un paio di circostanze, ma non riesce a inquadrare lo specchio.
Dervishi 5.5
A inizio ripresa ha due grandi occasioni per riaprire la partita: nella prima occasione manca clamorosamente il pallone, sulla seconda è Monzani a negargli la gioia del gol, anche se l’impressione è che con maggior freddezza avrebbe potuto angolare di più la conclusione. Nel finale serve l’assist per il gol della bandiera di Gabrielli.
Bollini 5
Prestazione opaca sia da ala, sia quando viene arretrato nel ruolo di terzino, perdendo Pagliaro in occasione del 4-0.
All. Martignoni 5
Per la seconda domenica consecutiva arriva all’intervallo sotto di due gol, e l’avvio di ripresa dimostra come il problema sia unicamente di approccio alla partita. 

CLUB MILANO
Monzani 7
Nel primo tempo non viene chiamato in causa, poi deve superarsi a inizio ripresa per evitare che la Vogherese riapra il match.
Fronda 7
Non una partita facile, con Riceputi che si sovrappone spesso creando la superiorità numerica per gli avversari. Esce alla distanza, concedendo pochissimo agli avversari e liberando Pagliaro con un fantastico cambio di gioco che origina il 4-0.
Caputo 6
Nel primo quarto d’ora del secondo tempo soffre Dioh, che si allarga sulla destra creando un paio di occasioni da rete.
Costa 7
Un’altra prestazione da incorniciare: ogni azione passa dai suoi piedi e smista il gioco con grande maestria.
Schieppati 6
Soffre come tutta la squadra la reazione della Vogherese nel primo quarto d’ora della ripresa, ma nel complesso dimostra sicurezza contro un’avversario ostico come Dioh.
15′ st Tondini 6.5 Dal suo ingresso la squadra non rischia più nulla, se non negli ultimi minuti col risultato ormai in cassaforte.
Diouck 6
Come per Schieppati, non sbanda quando gli avversari si riversano in avanti portando diversi uomini in area di rigore.
Vitali 8
Realizza la seconda doppietta in quattro giornate confermandosi in vetta alla classifica marcatori. Porta avanti i suoi con una punizione perfetta e si ripete nella ripresa chiudendo la gara. (38′ st Locati sv).
Mhaimer 6
Gioca una partita ordinata in entrambe le fasi, anche senza brillare come i suoi compagni di reparto. (15′ st Lo Monaco 6).
Doria 7.5
Si vede che è in giornata già al 2′ quando impegna Pittaluga dopo una grande azione personale. Sul 2-0 è nel posto giusto al momento giusto per depositare in rete la corta respinta del portiere. Chiude la gara col gol del 4-0 sfruttando il perfetto assist di Pagliaro.
Pagliaro 6.5
Nei primi settanta minuti non riesce a trovare lo spunto vincente, poi si libera benissimo sul secondo palo e serve a Doria il pallone del 4-0. (43′ st Broggini sv).
Rankovic 7
I suoi inserimenti creano più di qualche problema alla difesa avversaria, come in occasione del 2-0 di Doria. (38′ st Cuoco sv).
All. Scalise 7.5
Si riscatta nel migliore dei modi, dopo le due sconfitte consecutive, azzeccando tutte le scelte a partire dalla formazione iniziale. 

ARBITRO
Colella di Rimini 7 Fischia il giusto mantenendo il controllo di una gara che a un certo punto avrebbe potuto incattivirsi.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli