Pol. di Nova Besana 1° Categoria
Foto squadra Besana Fortitudo

La Besana Fortitudo vince in trasferta con una strepitosa rimonta nella ripresa firmata da Brenna e Mercatanti, cancellando definitivamente il clamoroso errore dell’autorete del compagno Sironi nel primo tempo. Dopo un convincente avvio di partita, si infrange invece bruscamente l’ambizione della Pol. di Nova di continuare nella striscia di risultati utili consecutivi ottenuti nelle ultime giornate, rimanendo così ancora relegata nella parte bassa della classifica. Dopo una prima fase di studio caratterizzata da ritmi di gara piuttosto blandi, sono proprio i padroni di casa al 16’ a provare l’affondo con una violenta conclusione di Marco Piemontese dal limite. Il portiere Origgi riesce a respingere il tiro col corpo ma, inaspettatamente, la difesa del Besana pasticcia nella propria area e sfortunatamente, un maldestro tocco del compagno Sironi scaraventa il pallone in rete regalando il vantaggio agli avversari. I ragazzi di Galimberti provano immediatamente a reagire, ma la foga agonistica delle furie rosse sembra incontenibile e al 23’, sugli sviluppi di un veloce contropiede, è questa volta Intervaia a provare dal limite a chiudere i giochi con una velenosa conclusione. Origgi ancora una volta riesce a respingerla, ma involontariamente la deviazione fa carambolare il pallone sui piedi di Ramundo che, a ridosso della porta, di prima intenzione scaraventa un siluro imprendibile che fa vibrare la traversa. Nella ripresa gli ospiti rialzano la testa e all’11’, sugli sviluppi di una rimessa nell’area dei padroni di casa, Perego estrae un numero da repertorio riuscendo, spalle alla porta, ad agganciare il pallone e a voltarsi repentinamente eludendo la marcatura e scagliando un siluro imprendibile che scheggia la traversa. Il forcing dei biancoazzurri diventa serrato e al 25’ è il subentrato A. Fumagalli a cercare di concretizzare una punizione dal limite con una conclusione in rete respinta da Brioschi coi pugni. La magia di Ramundo al 27’ dalla fascia destra deviata da un tuffo di Origgi da manuale riesce per un attimo a spezzare il forcing serrato del Besana, ma al 31’ ci pensa Brenna a concretizzare la manovra offensiva degli ospiti con una chirurgica conclusione dal limite che, dopo essersi insinuata in una fitta rete di gambe, si infila in porta riportando il risultato in parità. Pochi minuti dopo, con un gol dal limite, Terra illude i padroni di casa di essere nuovamente in vantaggio, ma il direttore di gara spegne i festeggiamenti decidendo di annullare la rete per una presunta posizione di fuorigioco proprio del capitano del Nova. I minuti scorrono inesorabili ma proprio allo scadere, per i ragazzi del tecnico Tripodi arriva la beffa finale firmata da Mercatanti il quale, con un imprendibile pallonetto, ribalta le sorti chiudendo definitivamente i giochi.

TABELLINO NOVA-BESANA 1°CATEGORIA

POL. DI NOVA – BESANA FORTITUDO  1-2
RETI (1-0;1-2): 16’ Aut. Sironi, 31’st Brenna, 43’st Mercatanti.
Pol. di Nova (4-3-3): Brioschi 6.5, Peratello 6.5, Intervaia 7 (30’st Bonetto sv), Confalonieri 7, Cioffi 6.5, Terra 7, Tagliabue 6.5 (9’st Sapio 6.5), Di Adamo 6.5, Piemontese Mat. 7, Piemontese Mar. 6.5, Ramundo 6.5 (40’st De Gaetano sv). A disp. Spera, Cali, Crema, Lofiego, Fantini, Comi. All. Tripodi Massimo 6.5. Dirigente Ramundo Daniele.
Besana Fortitudo (4-3-1-2): Origgi 7, Camesasca 7, Sironi 6.5, Mulfari 7 (1’st Manzoni 6.5), Fumagalli 6.5 (23’st Villa 6.5), Casiraghi 7, De Lucia 7, Veggiato 7 (1’st Fumagalli A. 6.5), Brenna 7.5 (45’st Marelli sv), Mercatanti 7.5, Perego 7. A disp. Porro, Motti, Namane R., Namane A., Foglia. All. Galimberti Enrico 7. Dirigente Cazzaniga Marco.

ARBITRO: Lorenzo Beretta della sezione di Bergamo 6.5 Direzione di gara non sempre impeccabile con qualche sbavatura nel secondo tempo.
AMMONITI: Piemontese Mar. (N), Casiraghi (B), De Lucia (B), Mercatanti (B).
ESPULSI: 33’st All. Tripodi Massimo (N).

LE INTERVISTE AL TECNICO DELLA POL. DI NOVA TRIPODI MASSIMO
LE INTERVISTE AL TECNICO DELLA BESANA FORTITUDO GALIMBERTI ENRICO

POST PARTITA NOVA-BESANA 1°CATEGORIA

POST PARTITA POL. DI NOVA
Visibilmente deluso per la brutta piega presa dalla partita nel corso della ripresa, il tecnico della Pol. di Nova Tripodi Massimo fatica a ingoiare una sconfitta che ha il sapore amaro della beffa. «Oggi abbiamo meritato di perdere, non per il gioco effettuato, ma perché dovevamo chiuderla prima, dal momento che abbiamo avuto diverse occasioni e potenzialmente avremmo potuto tranquillamente finire il primo tempo con tre reti di vantaggio. Il nostro demerito è stato di non riuscire a concretizzare le numerose occasioni che abbiamo creato, e purtroppo nel calcio queste mancanze si pagano.» Molto sportivamente l’allenatore ha inoltre riconosciuto la vittoria agli avversari meritevoli, a suo dire, di averci creduto fino alla fine. Grande rammarico inoltre per una direzione arbitrale giudicata non all’altezza della competizione che, secondo il parere del tecnico e del suo staff, ha finito per penalizzare i padroni di casa. «Non spetta ad un allenatore giudicare l’aspetto tecnico di un arbitro, tuttavia queste sono le conseguenze di mandare dei ragazzini ad arbitrare partite in cui competono degli adulti. È innegabile la difficoltà di gestire da solo una gara, ma quando non si dà mai l’impressione di avere la partita nel pugno alla fine si finisce inesorabilmente per esserne sopraffatti.»

POST PARTITA BESANA FORTITUDO
Non pienamente soddisfatto, così si potrebbe riassumere il giudizio nel post partita del tecnico della Besana Fortitudo Galimberti in merito alla prestazione dei suoi ragazzi. «Abbiamo disputato malissimo la prima frazione di gioco con ritmi bassi e senza riuscire a mettere in campo nulla di quanto è stato provato nel corso della settimana. Ci siamo messi in difficoltà da soli dal momento che abbiamo commesso tutta una serie di errori tecnici da cui, alla fine, è scaturito anche l’episodio della nostra autorete che doveva essere sicuramente gestito con un’altra tranquillità. Durante l’intervallo ho chiesto ai miei calciatori una reazione per provare quantomeno a ribaltare la partita, poiché oggi era imperativo riuscire a portare a casa i tre punti contro una squadra che si trova sotto di noi in classifica.» Riguardo l’inizio di campionato piuttosto altalenante del Besana, l’allenatore ci ha tenuto a rimarcare la necessità di questa squadra di trovare una continuità nella prestazione e nei risultati dal momento che è in larga parte costituita da giovani. «Questo aspetto deve essere migliorato proprio a partire dal lavoro in allenamento, dall’atteggiamento e dall’accrescere di un’attitudine al sacrificio, altrimenti alla lunga le cose potrebbero non andare per il verso giusto. Tuttavia sono fiducioso, c’è sicuramente un buon potenziale ma bisogna capire che l’approccio alle partite deve essere diverso.»