A Cristian Caon tre mesi per l’affaire patentino

In panchina senza patentino: il tecnico del Gavirate Cristian Caon ha patteggiato tre mesi. Sanzionati anche Oscar Crippa è il presidente Massimo Foghinazzi

Le più lette

Il Trino si muove tra i pali, dal Valdengo arriva Dinaro

La rivoluzione comincia dalla porta. Al Trino arriva Alessio Dinaro, portiere di esperienza ormai ex Valdengo. I vercellesi corrono...

Giana Erminio – Monza Under 16: rammarico brianzolo, biancazzurri di rimonta

Pioggia di gol nella sfida tra Giana Erminio e Monza. Un 2-2 sotto la più classica pioggia invernale, fredda...

Prima Categoria: Dall’Inter al Villar Perosa, il rilancio di Dalla Costa

Gli inizi tra i professionisti, l’arrivo del grande amore e il ritorno a casa, a Villar Perosa per la...

A circa un anno dalla prima segnalazione, ieri, mercoledì 24, è arrivata la sentenza della Procura Federale relativa all’allenatore del Gavirate Cristian Caon che, per tutta l’intera stagione 2018/19, ha svolto le funzioni di tecnico pur non essendo abilitato. 

A finire nel mirino della Procura Federale sono stati, oltre a Christian Caon (fresco di abilitazione UEFA B nell’ultimo corso concluso a giugno 2019), Oscar Crippa (allenatore abilitato facente funzioni di “prestanome”) e il presidente Massimo Foghinazzi. Tutti i deferiti hanno patteggiato tre mesi; al Gavirate anche seicento euro di ammenda.

QUI LA SENTENZA INTEGRALE DELLA PROCURA FEDERALE


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Indietro
Privacy Policy Cookie Policy