25 Gennaio 2021

Base 96 – Uboldese Promozione: Quitadamo di testa, Scavo e Ponti di cuore, i brianzoli tornano alla vittoria

Le più lette

Serie D, Saluzzo – PHDAE: Bedino all’ultimo respiro regala i tre punti ai granata

Una vittoria che vale oro in ottica salvezza per il Saluzzo di Boschetto, che supera in casa il Pont...

Hsl Derthona – Borgosesia Serie D: uno strepitoso Gueye e capitan Magné trascinano i leoni

Una straordinaria doppietta di Ousmane Gueye e la rete del capitano Danny Magné portano in trionfo il Derthona. La...

Livorno-Albinoleffe Serie C: passano gli amaranto con Morelli, l’Albinoleffe non c’è

Continua a singhiozzo il campionato dell'Albinoleffe che, dopo una striscia di imbattibilità durata tre gare, torna ad inciampare, e...

Dopo due sconfitte consecutive, torna al successo la Base 96 di Castellazzi battendo in casa l’Uboldese di Maestroni con un netto 3-0… Destini incrociati, dunque, in una gara giocata discretamente da entrambe le squadre, che si dividono il predominio territoriale ma commettono anche diversi errori tecnici, che rendono la partita frizzante e mai priva di sorprese. I rossoverdi approcciano decisamente bene la gara, conducendo, meritatamente, buona parte del primo tempo, calando fisicamente nella ripresa- in cui i rossoneri guadagnano campo ma sprecano troppo- ma arrotondando nel finale, sfruttando due disattenzioni della retroguardia avversaria che rende possibile il 3-0 finale. È un primo tempo bloccato e chiuso quello di Seveso, con la Base 96 a mantenere un buon ritmo nella prima parte, ma a concedere parecchi spazi pericolosi nella seconda frazione. Le occasioni non sono moltissime né per gli uomini di Maestroni, né per quelli di Castellazzi, che, tuttavia, si fanno vedere dalle parti di Giglio dopo pochissimi minuti, con la conclusione dalla distanza di Filomeno, che termina di poco a lato. La Base 96, orfana di Panin, punta sulle sponde di Ponti, le incursioni di Filomeno e le parabole di Cicola, da cui si origina il vantaggio sevesino al 18’: scodella su piazzato il 4 rossoverde, che pesca dalla sinistra Quitadamo, che svetta indisturbato a centro area e supera Giglio, portando avanti i suoi. A vantaggio acquisito calano i ritmi dei padroni di casa, che concedono spazi ai rossoneri, che si presentano dalle parti di Frontino più volte, con quest’ultimo costretto a respingere le conclusioni, in ordine cronologico, di Maggioni, Giglio e Fiore, che però non creano grossi pericoli. Nella ripresa prosegue su questo trend la gara, con gli uomini di Maestroni a pungere più volte nella metà campo sevesina con Maggioni e De Milato, che va vicinissimo al pareggio al 20’, quando scaglia dalla distanza un destro violento, su cui Frontino rischia di combinarla grossa, non trattenendo la sfera, che gli scappa dalle braccia ma termina sul palo. Un rischio che spinge la Base alla ricerca del raddoppio, che al 32’ fallisce clamorosamente Scavo, bravo a scattare sul filo del fuorigioco e ad addomesticare un lancio di prima intenzione da parte di Cicola, ma troppo frenetico di fronte a Giglio, che esce dalla propria area di competenza e spazza coi piedi il pallone, che il 19 rossoverde si allunga. Il destino, però, è ciò che rende magico il calcio, e così due minuti più tardi a raddoppiare per la Base è proprio lo stesso Scavo, che riceve nel cuore dell’area da Filomeno e supera Giglio con un mancino perfetto, che non gli dà scampo. Nel finale di gara, però, non si accontentano i padroni di casa, che continuano a spingere e dopo essere andati vicini al gol con l’ennesimo colpo di testa di giornata da parte di Quitadamo, trovano il 3-0 finale con Ponti, che in un’azione fac-simile del 2-0, viene servito alla perfezione da Filomeno e chiude col destro, fissando il risultato finale sul 3-0, un risultato frutto del mix perfetto di astuzia, personalità e ingegno.

IL TABELLINO DI BASE 96 UBOLDESE PROMOZIONE

BASE 96 – UBOLDESE 3-0
RETI: 18’ Quitadamo (B), 34’ st Scavo (B), 45’ st Ponti (B).
BASE 96 (4-3-3): Frontino 6.5, Serafini 6, Sanseverino 6, Cicola 6.5, Quitadamo 7, Borlina 6.5, Carraro 6, Molteni 6 (26’ st Scavo 6.5), Ponti 6.5 (47’ st Cossa sv), Filomeno 7 (47’ st Meroni sv), Elezi 6. All. Castellazzi 7. A disp. Redaelli, Arienti, Bosisio, Rose, Vicario, Papa.
UBOLDESE (4-2-4): Giglio G. 6, Maggioni 6 (35’ st Masserini 6), Bartucci 6.5, Colombo 5.5, Valenzano 5.5, Besati 6.5, De Milato 6, Fiore 6, Giglio M. 6.5, De Carlo 5.5 (7’ st Emiliano 6), Arrigoni 5.5. All. Maestroni 6. A disp. Trubia, Naldi, Sponga, Marangoni, Sulejmani, Turconi, Garri.
AMMONITI: Borlina (B), Sanseverino (B), Masserini (U).
ARBITRO: Sciolti di Bergamo 5.5

LE PAGELLE DI BASE 96 UBOLDESE PROMOZIONE

BASE 96 (4-3-3)
Frontino 6.5 Rischia grosso nella ripresa sulla conclusione di De Milato, ma in altre circostanze mantiene sempre elevata la concentrazione, un classe ’02 di assoluta affidabilità.
Serafini 6 Non brilla eccessivamente, si limita al compitino sulla corsia di destra e fatica a proporsi in avanti, la sufficienza comunque se la guadagna.
Sanseverino 6 Si propone di più rispetto a Serafini, ma un intervento scellerato gli costa un giallo, che lo condiziona per il resto della gara.
Cicola 6.5 Gioca moltissimi palloni di prima, talvolta anche rischiosissimi, ma da lui nascono moltissime occasioni sevesine, architetto con la predilezione per il gioco di prima.
Quitadamo 7 Difende con grande attenzione allontanando dalla propria area ogni spiovente, là davanti sui piazzati è il pericolo numero uno.
Borlina 6.5 Con Quitadamo i meccanismi sono ben oliati, tiene a bada gli attaccanti avversari e li limita.
Carraro 6 Il consueto dinamismo non si vede troppo, a tratti risulta macchinoso e poco presente nel gioco, comunque sufficiente.
Molteni 6 Un po’ in ombra per buona parte di gara, prova a rifarsi lottando su ogni pallone a centrocampo. (dal 26’ st Scavo 6.5 Fallisce una clamorosa occasione su invenzione di Cicola, si riscatta siglando il 2-0).
Ponti 6.5 Tanto lavoro sporco e poco killer instinct davanti alla porta per quasi tutti i 90’, che conclude, però, con la rete che ammazza la partita.
Filomeno 7 Il fulcro offensivo della Base 96 è lui, il suo dinamismo mette in crisi la difesa avversaria, che non legge i suoi due cioccolatini che pesano sul 3-0 finale.
Elezi 6 Apporto un po’ anonimo alla causa, là sulla trequarti prova ad inventare, qualche triangolazione ma nulla più.
All. Castellazzi 7 Dopo due sconfitte di fila arrivano i tre punti contro una corazzata ben attrezzata, i suoi se la giocano e sono astuti nel finale a sfruttare le disattenzioni degli avversari.

base 96 uboldese promozione
Francesco Filomeno (Base 96): due assist per il dieci sevesino, è lui ad illuminare per le reti di Scavo e Ponti

UBOLDESE (4-2-4)
Giglio G. 6 Non viene impegnato eccessivamente nel corso dei 90’, può poco in tutte e tre le reti subite.
Maggioni 6 La spinta è costante, spesso si propone in sovrapposizione ed è sempre il quinto aggiunto sui cross, là dietro però fatica.
Bartucci 6.5 L’Uboldese dal suo lato prende spesso campo, le scelte che compie sono quasi sempre giuste.
Colombo 5.5 Giornata da dimenticare, infilato in occasione delle reti di Scavo e Ponti, dirige la retroguardia con difficoltà.
Valenzano 5.5 Stesso discorso di Colombo, a volte troppo irruento e poco pensoso, una partita da dimenticare in fretta.
Besati 6.5 Il più vivace dei suoi, soprattutto nel primo tempo, in cui le sue folate sulla destra mettono spesso in difficoltà Sanseverino.
De Milato 6 Prova a lavorare di sponda ma non vede troppo lo specchio, Quitadamo e Borlina lo tengono bene a bada.
Fiore 6 In mediana intercetta molti palloni sporchi vaganti, sfrutta la sua fisicità nei contrasti.
Giglio M. 6.5 Il grande ex di giornata è uno dei più vivi dei rossoneri, sprinta, lotta ed inventa, il gol però non arriva.
De Carlo 5.5 Brutta prova la sua, non entra mai in partita e non si mostra mai deciso, perde molti duelli e viene giustamente sostituito.
Arrigoni 5.5 Ci si aspetta molto di più da lui, l’unico modo in cui si rende pericoloso sono i cross da piazzato, su azione fatica ad incidere.
All. Maestroni 6 È vero, i suoi sono sfortunati e mantengono il pallino del gioco per buona parte della gara, ma l’imprecisione costa cara e la Base colpisce usando le proprie armi.

base 96 uboldese promozione

ARBITRO: Sciolti di Bergamo 5.5 Dirige la gara con molta autorità ma non seda troppo gli animi, alcune decisioni sono un po’ affrettate.

L’INTERVISTA NEL DOPOGARA A CASTELLAZZI (BASE 96)

L’INTERVISTA NEL DOPOGARA A MAESTRONI (UBOLDESE)

Segui la Promozione e vuoi restare aggiornato sulle partite del fine settimana? Compra Sprint e Sport! Lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e nello store digitale

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli