14 Luglio 2020 - 00:23:31

Base 96 – Universal Solaro Promozione: Cernivivo si copre e Bianchi indossa il mantello, l’Universal stoppa la striscia vittoriosa della Base 96

Le più lette

Under 19 Nazionali: Gianluca Porro, dopo il Milano City, è pronto a nuove sfide

Gianluca Porro per qualche settimana è stato accostato alla panchina della prima squadra del Milano City come successore di...

Poglianese, il nuovo Direttore Sportivo dell’agonistica è Roberto D’Alessandro

Il nuovo Direttore Sportivo della Poglianese è Roberto D'Alessandro. D'Alessandro nell'ultima stagione era il responsabile del settore giovanile e Ds...

Concorezzese, il classe 2004 Mauro Colombo Oliotti promosso in prima squadra!

Mauro Colombo Oliotti giocherà nella prima squadra della Concorezzese nella prossima stagione. A comunicarlo è lo stesso club biancorosso:...

Era in odore di ‘pokerissimo’ ma alla fine è solo poker per la Base 96, che non va oltre lo 0-0 contro l’Universal Solaro e ferma a quattro la striscia di vittorie consecutive. Non raccoglie ciò che produce la squadra di Castellazzi, che non finalizza al meglio una grande mole di occasioni create, complice una grande prestazione di Bianchi, che salva in più occasioni l’Universal Solaro, ben disposta in campo da Cernivivo. Molto combattuta e ricca la prima frazione di gioco di Seveso: la Base 96, leggermente morbida, prova a costruire per buona parte del tempo trame offensive ma trova l’assidua resistenza dei giallorossi. A partire meglio sono, infatti, gli ospiti, che iniziano con alta intensità e vanno alla conclusione dopo pochi minuti con Niesi, il cui destro termina, però, sul fondo. I rossoverdi rispondono subito dopo con la doppia conclusione di Filomeno, che conclude debolmente dopo una bella combinazione con De Petri prima, e con un buon piazzato a lato, su invito di Carraro, poi. Da questo momento in poi gli uomini di Castellazzi mantengono il controllo del match e sfiorano il vantaggio al 18’ con Cicola, che in versione Pirlo, ci prova dai quaranta metri ma trova una grandissima risposta di Bianchi, che vola all’incrocio dei pali e devia in corner un mancino praticamente indirizzato a rete. Calano i ritmi nel finale e dopo le conclusioni alte di Filomeno e De Petri per la Base, è l’Universal a rendersi pericoloso con la bella azione sulla destra di Niesi, che penetra in area, cerca il pallone scomodo e radente a centro area, su cui si avventa Cetti, che viene, però, prontamente anticipato da Frontino, che manda i suoi in parità al riposo. Nella ripresa lo spartito non cambia, con la Base ad attaccare sin dai primi istanti, in cui è ancora una volta Bianchi a risultare decisivo, opponendosi ad una conclusione ravvicinata di Filomeno, che chiude un triangolo avviato da Villa e portato avanti da Ponti. L’estremo difensore dell’Universal Solaro, in grande spolvero, risulta decisivo anche a metà secondo tempo, quando Ponti si coordina in mischia, su corner di Dell’Occa, trova la conclusione sul primo palo, ma trova per l’ennesima volta la pronta risposta. L’unico squillo solarese è un destro dal limite di Sulka, che trova lo specchio ma risulta troppo centrale, mentre si susseguono le occasioni per i padroni di casa, che sfiorano il tanto ricercato vantaggio prima con il colpo di testa di Quitadamo, di poco alto e poi con la bordata dal limite di Farioli, che colpisce in pieno volto Leoncini e non trova lo specchio. Nei minuti finali, un’ormai esausta Base 96 allenta la presa e concede dei pericolosi spazi all’Universal, che allo scadere reclama: Carà, servito da una buona apertura di Pizzato, punta secco Borlina, che allarga il braccio, lo strattona e lo fa rovinare a terra, proprio sullo spigolo dell’area grande. È rosso e calcio di rigore per gli ospiti, ma il direttore di gara non è d’accordo e concede un semplice calcio di punizione, non sfruttato da Sulka che calcia largo. Termina così a reti bianche un match molto combattuto, in cui risulta decisivo l’approccio difensivista di Cernivivo, che porta a casa un punto da un campo estremamente ostico e fa fermare a quattro le vittorie consecutive degli uomini di Castellazzi, molto creativi ma poco incisivi e abbastanza sfortunati.

 

Il tabellino di Base 96 – Universal Solaro Promozione

BASE 96 – UNIVERSAL SOLARO 0-0
BASE 96 (4-3-3): Frontino 6, Serafini 7, De Petri 6.5, Cicola 6.5, Quitadamo 6, Borlina 6, Carraro 6 (19’ st Scavo 6), Villa 6, Ponti 6.5, Filomeno 6, Dell’Occa 6 (35’ st Farioli 6.5). All. Castellazzi 6.5. A disp. Assanelli, Arienti, Sanseverino, Vicario, Elezi, Cossa.
UNIVERSAL SOLARO (3-5-2): Bianchi 7.5, Franco 6.5, Cetti 6.5, Poerio 6, Greco 7, Leoncini 7, Somaini 6 (28’ st Bottan 6), Capelli 6.5 (36’ st Lessio sv), Niesi 6.5 (22’ st Pizzato 6), Sulka 6, Carà 6.5. All. Cernivivo 6.5. A disp. Scolfaro, Perani, Cattafi, Franzoni, Ranieri, Lancellotti.
AMMONITI: Borlina (B), Carraro (B), De Petri (B), Serafini (B), Franco (U), Sulka (U).
ARBITRO: Cravero di Busto Arsizio 6.

 

Le pagelle di Base 96 – Universal Solaro Promozione

Base 96: gli undici titolari scelti da Fabio Castellazzi

BASE 96 (4-3-3)
Frontino 6 Poco chiamato in causa dagli attaccanti avversari, quando arrivano le poche conclusioni verso lo specchio è sicuro.
Serafini 7 Galoppa sulla fascia destra, un terzino destro giovane ma dalla immensa personalità: sovrapposizioni continue, inserimenti perfetti e tanto carattere.
De Petri 6.5 Sulla falsariga di Serafini, dà qualcosina in meno perché a volte è un po’ più titubante, ma nel complesso la sua spinta è continua.
Cicola 6.5 In cabina di regia è presenza fissa, Bianchi compie un miracolo sulla sua conclusione dalla lunghissima distanza, il paragone con la rete di Pirlo in Parma-Milan del 2010 è più che una suggestione.
Quitadamo 6 Si limita a mantenere l’ordine nella retroguardia, ci prova con la specialità della casa ma il suo colpo di testa termina alto.
Borlina 6 Rischia grosso nell’episodio cruciale al 90’ quando strattona Carà, nel complesso sufficiente la sua consueta prova carismatica.
Carraro 6 Sufficiente ma un po’ altalenante: alterna fasi anonime a fasi in cui risulta troppo irruento, giocate di grande visione a errori banali, sicuramente può fare di più.
Villa 6 Molto dinamico, si propone spesso in avanti in fase di rifinitura, è lui ad avviare le azioni più pericolose dei suoi, unica pecca è che in alcune fasi scompare un po’.
Ponti 6.5 Buona prova la sua, è il primo a lottare su ogni pallone sporco, usa il fisico per far salire la squadra e riesce quasi sempre a combinare coi compagni di reparto, promosso.
Filomeno 6 Un po’ in ombra, di quelli in campo è quello che va più volte alla conclusione (5) ma non calcia la consueta freddezza che lo contraddistingue, è sempre attivo ma la prestazione rimane al di sotto delle sue enormi potenzialità.
Dell’Occa 6 Dopo la doppietta di settimana scorsa anche lui sulla soglia della sufficienza: è sempre nel vivo delle azioni offensive sevesine, ma risulta un po’ morbido in ogni contrasto, anche da lui ci si aspetta sempre qualcosa in più.
All. Castellazzi 6.5 La squadra lo segue e la prestazione ricalca alla perfezione il mood delle ultime uscite, ma questa volta i suoi sbattono sul muro solarese e sono un po’ sfortunati. Occhio alla prossima, perché a Seveso arriva il Gavirate.

 

Universal Solaro: gli undici titolari scelti da Antonio Cernivivo

UNIVERSAL SOLARO (3-5-2)
Bianchi 7.5 Protagonista assoluto di giornata ed MVP del match. La parata su Cicola è da grandi portieri, quelle sulle conclusioni ravvicinate di Filomeno e Ponti dimostrano che la concentrazione è altissima, guida con personalità anche nella fase di impostazione.
Franco 6.5 A differenza di settimana scorsa si posiziona sulla corsia di destra e dà spesso filo da torcere a Dell’Occa, rimane spesso in linea coi tre difensori e copre molto bene.
Cetti 6.5 All’opposto di Franco agisce sulla sinistra, dove si propone con continuità in profondità e gioca molto più alto, quasi da ala aggiunta.
Poerio 6 Dei tre dietro è quello che emerge di meno, rischia sul contatto con Filomeno ma per il direttore di gara è tutto ok.
Greco 7 Altra gara in cui emerge tutta la sua potenza: difende con le unghie e con i denti ogni pallone spiovente, blocca costantemente le folate avversarie e non sbaglia nulla in fase di impostazione.
Leoncini 7 Giocando sul cognome la sua prestazione è da ‘leone’: decisivo in più occasioni, di lui si ricorda la deviazione involontaria sul bolide di Farioli ma anche una grande scivolata su Scavo lanciato a rete.
Somaini 6 Un po’ anonimo, risulta molto dinamico e ben posizionato, ma fatica a prendere in mano le redini del centrocampo.
Capelli 6.5 Passo in avanti rispetto all’ultima uscita per lui, spesso nel cuore del gioco, verticalizza e si propone sempre con un’alternativa.
Niesi 6.5 Soprattutto nel primo tempo risulta uno dei migliori dei suoi, spesso vivo trova buone incursioni che mettono in apprensione i rossoverdi.
Sulka 6 Non sempre lucido, nei piazzati non riesce a creare pericoli, in regia alterna grandi giocate a svarioni che rischiano di costare cari.
Carà 6.5 Fiamma viva, si posiziona come prima punta ma gioca molto largo sugli esterni, sfrutta la sua rapidità e si conquista il tanto discusso calcio di punizione, mostrando grandi forze anche al 90’.
All. Cernivivo 6.5 L’impressione è che stia trovando la quadra giusta: in due partite raccoglie due punti contro due squadre di alta classifica e mostra una grande fase difensiva, concedendo un solo gol. L’unico aspetto su cui si concentrerà duramente è la fase offensiva.

 

ARBITRO: Cravero di Busto Arsizio 6 Direzione autoritaria con molti cartellini, dubbio l’episodio al 90’, questione di prospettive.

 

 

L’INTERVISTA NEL DOPOGARA A FABIO CASTELLAZZI (BASE 96)
L’INTERVISTA NEL DOPOGARA AD ANTONIO CERNIVIVO (UNIVERSAL SOLARO)

 


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati. Vivi Sprint e Sport al 100%, scarica l’applicazione e scopri tutte le sue funzioni.

L’APP PER ANDROID

L’APP PER IPHONE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli